Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - 20 anni fa Apple non era il successo globale che è ora, ma aveva avuto un periodo di successo in termini di Mac con lonnipotente iMac G3 in circolazione da oltre due anni e il PowerMac G4 sugli scaffali.

Ma il sistema operativo lanciato su iMac G3 stava scricchiolando. Conosciuto come Mac OS 9, era cambiato troppo poco dal primo Macintosh nel 1984, a dire il vero. Di certo non era cambiato molto dal 1991, quando è stato lanciato System 7.

E sebbene fosse relativamente semplice da usare, era davvero un sistema operativo a singolo compito in un mondo multitasking e sembrava datato rispetto a Windows 95 e allancora migliore Windows 98.

20 anni fa oggi, Apple ha sollevato il coperchio sul suo successore di Mac OS 9. Chiamato Mac OS X, la versione 10.0 in poi si è rivelata unodissea di 19 anni con 16 aggiornamenti che sono diventati annuali dopo un po. Big Sur, lultima iterazione di macOS, come è ora in stile, è finalmente arrivata alla versione 11.0. Come liPhone X, lX in Mac OS X era pronunciato "dieci".

AppleMac OS X di Apple ha 20 anni: ecco perché ha resistito a 19 di loro foto 1

Ma anche Big Sur sarebbe stata la 17a versione, la 10.16 ad un certo punto (cerano 16 versioni ma Cheetah era la 10.0). La beta per sviluppatori che abbiamo testato lanno scorso era numerata 10.16, quindi la decisione di passare alla versione 11.0 è stata tardiva. In effetti, Big Sur non è un gran passo avanti, ma segna un nuovo inizio per il Mac poiché dice addio alla potenza di Intel e saluta Apple Silicon .

Inizialmente, Apple ha chiamato il suo sistema operativo come i grandi felini (Puma, Jaguar, Tiger e così via) prima di passare ai punti di riferimento della California quando il pozzo si è prosciugato.

Antiche origini

Le origini del macOS che usiamo oggi sono piuttosto antiche e, in realtà, è possibile far risalire il lignaggio allaltra società informatica di Steve Jobs, NeXT (che alla fine Apple acquistò, annunciando il ritorno di Jobs ad Apple). NeXT ha sviluppato il sistema NeXTSTEP simile a Unix che, essenzialmente, era migliore di qualsiasi cosa Apple stessa avesse cercato di sviluppare un sistema operativo di nuova generazione. Aveva qualcosa che ricordava lormai familiare molo, per esempio.

E così il lavoro su OS X è andato avanti, con il progetto noto come Rhapsody e lo sforzo di puntare su un unico sistema operativo, di cui Jobs ha parlato per la prima volta al Macworld 2000 (guarda il video qui sotto). Ma è stato ritardato ed è passato un anno prima che venisse rilasciato un rilascio per il consumatore.

Lanciata il 24 marzo 2001, la prima versione di Mac OS X Cheetah è stata accolta con reazioni contrastanti. Sembrava fantastico grazie alla grafica Quartz e a una nuova interfaccia "aqua" che ha introdotto per la prima volta il dock. Ha funzionato bene con Internet. Ma era leggero sulle funzionalità mentre la cosa peggiore era che le prestazioni sui Mac G3 basati su PowerPC erano particolarmente scarse.

Problemi con lapp

Ti sei ritrovato a tornare alla modalità "classica", che era essenzialmente OS 9. Puma, lanciato nel settembre 2001, era molto migliorato, ma era ancora un po lento. OS 9 è stato interrotto alla fine del 2001.

Molte app non funzionavano in OS X allinizio e varie aziende come Quark e Aldus non hanno sviluppato app OS X subito, il che ironicamente ha aperto le porte ad Adobe per dominare alla fine lo spazio creativo con la sua Creative Suite (ora Creative Cloud ).

Alcune versioni di OS X erano probabilmente degne di essere quella che è diventata OS XI, come Leopard che è stato un grande aggiornamento.

Gli aggiornamenti regolari a OS X non sempre risolvevano i problemi. A volte li hanno creati. Questo non è univoco per Apple ovviamente, saprai che Windows Me, Vista e Windows 8 non soddisfacevano gli standard di Windows XP, 7 e 10. E con OS X anche la versione finale del 2019 - macOS 10.15 Catalina - era povero . Ha rotto alcune app e molti hanno rimandato laggiornamento. Adobe Photoshop Elements, ad esempio, ha smesso di funzionare a meno che tu non disponga della versione più recente con Adobe che consiglia agli utenti di non eseguire laggiornamento.

Evoluzione costante

Allora perché OS X/macOS ha resistito? Perché è stato in grado di evolversi. Qualcuno che usa Cheetah potrebbe usare Catalina. È molto diverso, ma è anche lo stesso. Guardando indietro alle vecchie immagini di OS X, è sorprendente quanto sia cambiato allinterno dello stesso design di base – è anche il caso di iOS nellultimo decennio. Le versioni successive di macOS sono state più colorate, il che è stato il benvenuto e il design che abbiamo oggi riflette le scelte di design di Apple anche su iOS e iPadOS, ovviamente.

Big Sur è più simile a iPadOS che mai in termini di come sono progettati i suoi elementi. Questa è una buona cosa, non è stupido: passare al Mac dovrebbe essere un naturale passo avanti rispetto a iPhone e iPad. E dovrebbe essere facilmente utilizzabile da chi non lha mai visto prima. Questo è il segno di un sistema operativo davvero eccezionale.

Scritto da Dan Grabham.