Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - L'iMac G3 è uno dei computer più iconici mai esistiti e, sebbene sia stato annunciato da Steve Jobs il 6 maggio 1998 (vedi video sotto), è stato rilasciato il 15 agosto.

L'iMac ha portato diverse innovazioni importanti, non ultima la disponibilità in vari colori, o "gusti", tra cui Strawberry, Blueberry e Bondi Blue (il colore originale del 1998). Anche la tastiera e il mouse "a disco da hockey" si abbinavano alla combinazione di colori. Il mouse non piaceva a tutti...

Apple20 anni di iMac che guardano indietro al leggendario iMac G3 di Apple image 5

È bizzarro pensare che all'epoca non c'era assolutamente nulla di simile. I PC all-in-one erano già stati visti in passato, come il Compaq Portable, non così portatile, del 1983.

Perché l'iMac?

Al di là del design, l'iMac è stato molto importante per Apple anche dal punto di vista finanziario. È difficile da immaginare, viste le sue attuali risorse ricche di liquidità, ma alla fine degli anni '90 Apple stava affrontando tempi difficili.

Nel 1998 l'aziendadovette tornare alla redditività o rischiare la rovina.

Il cofondatore di Apple, Jobs, aveva lasciato la società nel 1995, ma era tornato per uno scherzo del destino quando Apple avevaacquistato la sua nuova impresa informatica NeXT. Il software sviluppato da NeXT è diventato parte del software macOS che oggi conosciamo bene.

L'iMac è stato il primo prodotto Apple di rilievo a essere rilasciato durante il secondo mandato di Jobs ed è stato il primo design Apple accreditato al successivo Chief Design Officer di Apple, Sir Jonathan 'Jony' Ive.

Ive ha studiato Industrial Design al Newcastle Polytechnic nel Regno Unito e, mentre lavorava per un'agenzia di design, ha lavorato su alcuni design di computer portatili Apple. Nel 1992 sono diventato dipendente Apple a tempo pieno e, dopo essere diventato responsabile del design industriale, ho iniziato a lavorare sull'iMac.

Apple20 anni di iMac che guardano indietro al leggendario iMac G3 di Apple image 2

Da allora Ive è stato la forza trainante di prodotti iconici come l'iPod, l'iPhone e l'iPad e ha avuto uno stretto rapporto con Jobs fino alla sua morte nel 2011. Ive ha lasciato ad Apple un'enorme eredità.

Come hanno fatto a inserire tutto?

E l'iMac originale? Ora che i display a tubo catodico sono scomparsi da tempo, non si può fare a meno di notare che l'iMac G3 ha un aspetto piuttosto antiquato.

Ma un CRT è un componente piuttosto grande. Perciò è incredibile che Apple sia riuscita a infilare in questa forma altoparlanti, lettore CD (senza floppy, controverso all'epoca), disco rigido, grafica e scheda madre. Ne abbiamo smontato uno e tutti i componenti sono incredibilmente stretti all'interno del case.

Il cuore dell'iMac era il processore PowerPC 750, noto come G3. Al giorno d'oggi, ovviamente, i Mac utilizzano chip Intel, ma nel 1998 Intel aveva annunciato il suo passaggio a Intel con sette anni di ritardo. PowerPC era un'alleanza del 1991 tra Motorola, IBM e Apple. Si è sciolta quando Apple ha annunciato il passaggio a Intel nel 2005 (Motorola ha lasciato l'alleanza nel 2004).

I chip successivi hanno visto Apple utilizzare i nomi G4 e G5 per i suoi prodotti. Ma non è mai esistito un portatile G5 (troppo caldo, ma c'era un PowerMac G5) e il G6 non ha mai visto la luce; i chip PowerPC semplicemente non potevano competere con le prestazioni di Intel.

Il modello Blueberry qui sotto è la seconda versione del 1999 con un'unità DVD-ROM con caricamento a slot, anziché a vassoio, e vanta 64 MB di memoria, grafica ATI, un disco rigido da 6 GB e un processore PowerPC 750.

Pocket-lint20 anni di iMac che guardano indietro al leggendario iMac G3 di Apple image 4

Addio floppy, ciao USB

Come allora, Apple rimane un'esperta nell'eliminare porte e funzioni che non ritiene più necessarie. Così come oggi il jack per le cuffie è ormai storia passata per gli iPhone di punta, all'epoca non solo l'onnipresente floppy drive da 3,5 pollici finì nel cestino dell'iMac, ma anche la porta per mouse e tastiera del Desktop Bus di Apple fu sostituita da una tecnologia chiamata USB... e come sapete, da allora è comparsa su uno o due dispositivi.

Pocket-lint20 anni di iMac che guardano indietro al leggendario iMac G3 di Apple image 3

L'iMac G3 è stato sostituito dall'iMac G4 "anglepoise" nel 2002. L'iMac G5 del 2004 è stato il primo dei modelli completamente piatti, anche se in plastica anziché nell'odierno alluminio. E naturalmente era anche molto più spesso.

Il primo iMac basato su Intel ha debuttato anni fa, nel 2006, prima che lo chassis diventasse completamente in alluminio nel 2007. Da allora le cose sono state un po' prevedibili, ma con l'iMac Pro del 2017 Apple ha cambiato un po' le cose.

Pocket-lint20 anni di iMac guardando indietro al leggendario iMac G3 di Apple foto 6

Nel 2021 l'iMac ha subito un'altra bella riprogettazione, con un nuovo look colorato, ma con una forma e un layout familiari: chissà cosa riserva il futuro per il computer all-in-one di Apple.

Scritto da Dan Grabham. Modifica di Max Freeman-Mills.