Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - Come parte del nostro mese della sostenibilità, diamo uno sguardo a tutti i tipi di energie rinnovabili e soluzioni verdi. Che si tratti di rivedere le auto elettriche, approfondire i gadget che aiutano a ridurre il nostro consumo di energia in eccesso o lenergia solare.

Un servizio estremamente importante che usiamo tutti è "il cloud". A differenza del nome suggerisce, questo non è solo un luogo magico distante che memorizza tutte le nostre foto, tweet e video. Che si tratti di Facebook, Disney+ o TikTok , tutti questi dati sono conservati in un gigantesco edificio pieno di server e unità di archiviazione fisica. Tutto ciò richiede molta potenza per funzionare e mantenere la calma. Allora, come è tutto alimentato?

Servizi Web Amazon (AWS)

Senza dubbio, AWS è il più grande fornitore di cloud storage e server e serve alcuni dei servizi di streaming più conosciuti e popolari. Tutti i tuoi film e programmi TV su Netflix occupano spazio sui server di Amazon, così come i tuoi album e canzoni di Spotify. Ha anche altri clienti di grandi nomi, come SoundCloud, WeTransfer, Adobe, Disney, Reddit, Pinterest e tanti altri.

Ci sono buone probabilità che se stai trasmettendo in streaming o utilizzando un servizio online, queste funzionalità sono supportate da AWS. Ma da dove viene il suo potere?

Una delle maggiori sfide che deve affrontare unoperazione di server cloud di queste dimensioni è mantenerla sostenibile. Ma Amazon si sta muovendo su questo fronte e ha già fatto passi da gigante per ridurre il suo impatto sul pianeta.

Alla fine del 2018 - ultimo aggiornamento disponibile - Amazon afferma che oltre il 50 per cento dellenergia consumata da AWS è stata fornita da fonti rinnovabili. E mira a raggiungere il 100% entro il 2030. Quindi, come sta facendo?

Parchi eolici e solari

Come di solito accade, lenergia rinnovabile di Amazon per i suoi enormi server AWS proviene da energia eolica e solare. Sebbene sia già riuscito a raggiungere il 50%, nel corso del 2019 e del 2020 ha annunciato diversi nuovi progetti in tutto il mondo per realizzare i suoi progetti eolici e solari.

Più di recente, nel marzo 2020, ha annunciato lintenzione di costruire il suo primo parco solare in Australia , che sarà operativo nel 2021 nel Nuovo Galles del Sud e offrirà un totale di 142.000 MWh di energia ogni anno (abbastanza per alimentare 23.000 case). Allo stesso tempo, ha annunciato i piani per un parco eolico onshore a Västernorrland, in Svezia, e un parco solare a Saragozza, in Spagna.

Questo si aggiunge ai numerosi parchi eolici e solari già attivi o in fase di sviluppo. Ha due parchi eolici in fase di sviluppo in Irlanda (Cork e Donegal), più un altro a Bäckhammar, in Svezia. Per non parlare dei progetti già attivi e pianificati negli Stati Uniti, che includono sia leolico che il solare, principalmente in Virginia, ma con alcuni sparsi in altre località come Ohio, Indiana, Texas e California.

Con tutti i recenti annunci, Amazon afferma di fornire energia alle reti a cui sono collegati i suoi data center.

Apple iCloud

Quando iCloud è stato lanciato per la prima volta, Apple ha fatto un grosso problema per il fatto di aver anche costruito enormi parchi solari accanto al data center in cui avviene tutta la magia di iCloud. I server di Apple potrebbero non essere vicini alla stessa scala di AWS di Amazon, ma Apple è impegnata più che mai nelle energie rinnovabili.

Come azienda, Apple ha annunciato nel 2018 che ora era alimentata al 100% da energia rinnovabile. Ciò significa che i suoi fornitori si sono impegnati nella produzione di energia pulita e ha investito in ancora più parchi solari in tutto il mondo.

Al momento di questo aggiornamento, Apple aveva 25 progetti energetici operativi che offrivano 626 megawatt di capacità di generazione tra loro. Ciò include i data center, che sono stati alimentati al 100% con energia rinnovabile dal 2014.

Cos'è Nvidia Advanced Optimus e come può salvare la batteria del tuo portatile?

Facebook

Sì. Facebook ha molti data center che richiedono anche molta potenza. Dato quanto è condiviso sul suo sito e servizi come Messenger, Instagram e WhatsApp, non è una sorpresa.

Il suo sito che mostra i progetti di energia rinnovabile attuali e pianificati mostra che ha una serie di diversi parchi solari ed eolici in tutto il mondo per alimentare i suoi 15 data center. Nel 2018, il 75% del suo consumo energetico è stato fornito da fonti rinnovabili.

Dispone di 36 parchi solari costruiti o in fase di sviluppo (principalmente negli Stati Uniti), con 11 parchi eolici di cui uno in Irlanda e un altro in Norvegia. Ha persino un sistema di recupero del calore residuo in atto a Odense, in Danimarca, per catturare il calore disperso e trasformarlo in energia che la comunità locale può utilizzare per il calore.

Progresso costante...

È chiaro che si stanno compiendo progressi nel settore del cloud storage e, di fatto, la rivoluzione del cloud è iniziata in un momento simile a quello in cui lelettricità sostenibile ha iniziato a diventare più comune. Quindi, anche se non siamo in un luogo in cui tutto il nostro utilizzo del cloud è alimentato da fonti sostenibili, non si può negare che siamo sulla buona strada ed è confortante sapere che alcune delle più grandi aziende del mondo stanno lavorando duramente per ottenere il loro enorme centri di stoccaggio interamente alimentati da energia eolica e solare.

Scritto da Cam Bunton.