Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - Era da molto, molto tempo. Ma è arrivato il momento: Pentax ha finalmente creato una reflex digitale full frame, la K-1. E a £ 1.600 questo mostro da 36 megapixel è una fotocamera dal prezzo competitivo, certa di aiutare Pentax a lasciare il segno in un mercato già ferocemente conteso.

Pentax è così spesso il cavallo oscuro; lazienda di rilasciare silenziosamente un cracker di una fotocamera e farlo passare, nel complesso, inosservato. Il K-1 potrebbe andare allo stesso modo perché è così tardi per il gioco e in un momento in cui le telecamere sono inclinate verso il basso.

Tuttavia, gli utenti Pentax chiedono da anni una DSLR digitale full frame, quindi arrivarne una ora è unottima notizia. Dopo una così lunga attesa, quali nuovi trucchi può insegnare questo perdente alla concorrenza?

Il nostro parere veloce

La Pentax K-1 è una delle fotocamere DLSR più interessanti che abbiamo visto negli ultimi anni. Uno, perché è la prima fotocamera digitale full-frame dellazienda, ed era anche ora. In secondo luogo, perché racchiude così tante funzionalità, molte delle quali i suoi colleghi più noti potrebbero imparare. E terzo, perché è molto più conveniente rispetto alla concorrenza vicina: si avvicina a £ 800 in meno rispetto alla Nikon D810 e circa £ 2.000 in meno rispetto alla Canon 5D Mark IV al momento della scrittura.

Non ha il miglior sistema di messa a fuoco automatica in funzione, né è lo scatto continuo più veloce in circolazione (a 4,8 fps), mentre il video sembra un ripensamento. Ma caratteristiche come lo schermo flex-tilt e la stabilizzazione a 5 assi (oltre alle numerose funzionalità aggiuntive con cui abbellisce la fotocamera) assicurano che la K-1 si distingua dalla massa a modo suo.

Potrebbe essere il perdente, ma questo cucciolo a pieno formato può sicuramente insegnare ai vecchi cani affermati alcuni nuovi trucchi. Prendi nota di Nikon e Canon: la Pentax K-1 ha alcune caratteristiche invidiabili e un prezzo allettante che la renderà un acquisto ovvio per così tanti che vogliono entrare nella fotografia a pieno formato.

Recensione Pentax K-1: il perdente full-frame può insegnare alla concorrenza alcuni nuovi trucchi

Recensione Pentax K-1: il perdente full-frame può insegnare alla concorrenza alcuni nuovi trucchi

4.5 stars - Pocket-lint recommended
Pro
  • Ottima qualità dellimmagine full frame
  • Unabbondanza di modalità intelligenti (sensore di stabilizzazione a 5 assi
  • Utilizzato per la correzione dellorizzonte
  • La risoluzione dello spostamento dei pixel
  • Lastrotracciante)
  • Il monitor flex-tilt apre la strada nel suo campo
  • è un vero affare
Contro
  • Selezione dellobiettivo più limitata rispetto a Canon/Nikon (o solo più difficile da reperire)
  • Sistema di messa a fuoco automatica non puntuale come la concorrenza
  • 4.8 fps non è veloce come la concorrenza
  • Nessun touchscreen

squirrel_widget_136763

Recensione Pentax K-1: design e funzionamento

A Pentax piace fare le cose nei modi Pentax. Oltre alle solite modalità di scatto manuale e prioritario, cè laggiunta di TAv (dove la fotocamera controlla automaticamente lISO ma tu gestisci lotturatore e lapertura), o il "pulsante verde" per portare rapidamente la fotocamera in una modalità automatica (o Auto ISO ).

E non contento di due rotelline, la K-1 ne aggiunge una terza che, abbinata alla ghiera superiore dedicata, può essere utilizzata per controllare la compensazione dellesposizione, lISO, la modalità drive, il bracketing e altro ancora. E tutte queste cose funzionano alla perfezione: potrebbe sembrare superfluo, ma è il tipo di cose che aiuta il K-1 a distinguersi dalle masse.

Pocket-lintpentax k 1 recensione immagine 8

Rivolgi la tua attenzione al retro e cè una sorpresa speciale con lo schermo LCD: è montato su una staffa completamente flessibile, il che significa che può ruotare tra verticale, orizzontale e combinazioni di queste posizioni per tutti i tipi di lavoro decentrato.

È anche uno schermo super robusto - puoi tenere la fotocamera da questa staffa senza preoccuparti che si spezzi - e, ancora una volta, il tipo di cosa che altri produttori di DSLR full frame dovrebbero davvero inserire nelle fotocamere. Poiché il posizionamento funziona in due modi, può sembrare un po complicato, ma ti ci abituerai.

Purtroppo, tuttavia, Pentax ha rinunciato alla decisione di utilizzare la tecnologia touchscreen, il che è un enorme peccato quando fotocamere come Canon EOS 5D Mark IV la includono .

Ci sono anche altre stranezze. Estrai lo schermo e quattro luci LED sottostanti possono essere utilizzate per illuminare i pulsanti circostanti per rendere un po più facile il lavoro notturno. Ci sono persino LED posizionati sopra lobiettivo per leggere i vecchi segni di apertura e rendere facile il cambio dellobiettivo, oltre al doppio slot per schede SD che ne ha uno. Ciascuna delle tre aree può essere disattivata singolarmente, mentre le opzioni dello schermo e dellobiettivo hanno due livelli di luminosità. È tutta una questione di dettagli.

Pentax K-1 recensione: Live view

La menzione di quella particolare reflex digitale Canon mette al suo posto la Pentax K-1: sia luce positiva che negativa. Da un lato, il prezzo richiesto di soli £ 1.600 del corpo della K-1 è di circa £ 2.000 in meno rispetto al Canon; tuttavia, il K-1 non è così capace come il Canon (e alcuni dei concorrenti) in una varietà di aree.

Con quello schermo flessibile posizionato ad un angolo irregolare, la prima cosa che troviamo dietro la curva è la capacità di messa a fuoco live view della Pentax. Funziona, va bene, ma può mettere completamente a fuoco e spesso deve cercare una messa a fuoco più fine. Abbiamo anche avuto alcuni scatti finali che non sono molto nitidi dato il punto in cui la fotocamera ha scelto di mettere a fuoco.

Pocket-lintpentax k 1 recensione immagine 3

La visualizzazione dal vivo è anche il luogo in cui avviene lacquisizione di video. Pentax, rispetto ai suoi colleghi, ha generalmente trascurato questarea delle specifiche: lacquisizione a 1080p30 della K-1 è molto lontana dal 4K. Se questo è importante per te è unaltra questione, ovviamente, poiché questa è prima di tutto una fotocamera.

Tuttavia, per i soldi che costa, questo pezzo di lega di magnesio a tenuta stagna ha un forte set di funzionalità. Se, cioè, riesci a trovare la linea di lenti necessaria per unirti a essa. Gli ultimi obiettivi Pentax sono spesso sigillati contro le intemperie (designati WR), il che è fantastico, e sebbene ci siano alcuni vecchi obiettivi spettacolari nella gamma, tendono ad essere rari.

Quindi, sospettiamo, che il K-1 attrae di più sia qualcuno che ha già il vetro e non è interessato a ricominciare da zero. In caso contrario, la vastità degli obiettivi Nikon e Canon rende i modelli concorrenti di quelle aziende alternative altamente allettanti.

Recensione Pentax K-1: caratteristiche speciali

Come diciamo, a Pentax piace fare le cose in modi Pentax. Nel caso del sensore da 36,4 megapixel, essere lo stesso prodotto da Sony della Nikon D810 non era abbastanza buono; quindi lazienda ha rimosso il filtro passa-basso e ha utilizzato un sistema di stabilizzazione dellimmagine a 5 assi (soprannominato SRII) che, in sostanza, significa che il sensore fluttua nello spazio. Ecco perché sentirai una sorta di sibilo quando è attivo e lambiente è particolarmente silenzioso.

Pocket-lintpentax k 1 recensione immagine 27

Prevalentemente questo viene utilizzato per la stabilizzazione dellimmagine per contrastare il movimento su qualsiasi asse, contrastando i movimenti di beccheggio, imbardata, rollio, orizzontali e verticali. Questo sistema assicurerà che qualsiasi obiettivo ottenga la migliore stabilizzazione, inclusi gli obiettivi legacy con attacco K fino al 1976 (quelli più vecchi avranno solo la messa a fuoco manuale, però). Questa è unottima notizia, anche se abbiamo riscontrato che alcuni dei nostri scatti in live view non danno necessariamente i risultati più nitidi, il che sembra strano per una DSLR senza filtro passa-basso.

Questa funzione può essere utilizzata anche per tutti i tipi di altre cose. Funzionalità come la correzione dellorizzonte, in cui il sensore stesso si sposta per adattarsi a un orizzonte raddrizzato; o Pixel Shift Resolution, dove il sensore utilizza il suo sistema di stabilizzazione per spostarsi di un singolo pixel in quattro direzioni, catturando dati RGB completi per pixel (ora con un algoritmo di rilevamento del movimento per negare il movimento in tali immagini).

Cè anche un simulatore AA (per lanti-aliasing) che può essere utilizzato in situazioni in cui leffetto moiré potrebbe essere un problema: la fotocamera può utilizzare il sistema di stabilizzazione SRII per produrre micro-vibrazioni per spostare il sensore a un livello di sub-pixel durante lesposizione.

Pocket-lintpentax k 1 recensione immagine 25

E se ti piace lastrofotografia, il GPS integrato e la bussola digitale potrebbero essere di particolare interesse. Alimentando i dati da queste fonti, un K-1 montato su treppiede può utilizzare la sua funzione Astrotracer per spostare fisicamente il sensore per tracciare il movimento dei corpi celesti senza la necessità di un telescopio equatoriale per risultati nitidi e senza scie stellari. È intelligente, se questa è la tua specializzazione. E pensavi che il GPS riguardasse solo il geotagging.

Recensione Pentax K-1: prestazioni

Prima di lasciarci trasportare dai dettagli bizzarri, tuttavia, diamo unocchiata al sistema di messa a fuoco automatica. La K-1 è la prima ad introdurre il sistema SAFOX 12 AF di Pentax, completo di 33 punti di messa a fuoco automatica e sensibilità in condizioni di scarsa illuminazione a -3EV.

Pocket-lintpentax k 1 recensione immagine 18

Sulla carta che lo mette lì come abbastanza competitivo. In realtà, tuttavia, il sistema non ha la stessa rapidità dei concorrenti Canon e Nikon e abbiamo utilizzato il nuovo obiettivo Pentax 24-70mm f/2.8, che non è trascurato.

Questo non vuol dire che il sistema sia lento, però . Va bene, a patto che non ti aspetti il meglio del meglio per unazione in rapido movimento e una messa a fuoco automatica continua. Ma poi a 36 megapixel questo sensore, come quello della Nikon D810, è forse più adatto comunque al lavoro di paesaggi e still life. E qui la Pentax K-1 può certamente brillare.

Di questi 33 punti, 25 sono di tipo a croce per una maggiore sensibilità, con array completo, griglia a 9 punti o un singolo punto disponibile per la selezione in autofocus singolo o continuo. La disposizione dei punti è abbastanza centrale, con i due punti più esterni più grandi usati raramente, ma sono selezionabili.

Pocket-lintpentax k 1 recensione immagine 13

La regolazione della posizione del punto di messa a fuoco dipende dal d-pad a quattro vie sul retro, che funziona bene, ma poiché siamo diventati più abituati ai joystick dedicati sulle recenti fotocamere DSLR, come la Canon 5D Mark IV, è un peccato che Pentax non t fornire un simile tipo di esperienza. Ma allora non sarebbe molto Pentax, supponiamo.

Recensione Pentax K-1: qualità dellimmagine

Con un sensore collaudato al centro, la Pentax K-1 fa un ottimo lavoro quando si tratta di qualità dellimmagine. Il bilanciamento del colore e dellesposizione è diverso dai suoi rivali più vicini, ma gestito correttamente e la profondità disponibile dal full frame è uno spettacolo sontuoso da vedere.

Pocket-lintpentax k 1 recensione immagine 31

La risoluzione a 36 megapixel potrebbe essere un problema per alcune foto dazione, che richiedono un aumento della velocità dellotturatore per garantire una nitidezza assoluta. Se Pentax avesse optato per un sensore da 24 megapixel, avrebbe potuto essere più versatile e dinamicamente capace della Nikon D810, ma sarebbe senza dubbio anche accusata di essere dietro la curva. Così comè, Pentax ha preso una decisione sensata per questo mercato di riferimento.

La sensibilità varia da ISO 100 fino a una gamma estesa ISO 204.800 head-in-the-cloud, questultima è davvero eccessiva. Per impostazione predefinita, la fotocamera tenta di funzionare in Auto ISO fino a ISO 3200, ma questo può essere regolato e limitato come meglio credi.

Pocket-lintpentax k 1 recensione immagine 34

E non temeremmo in alcun modo di scattare a ISO 3200: uno scatto di alcuni oli da cucina (sopra) mostra che ci sono ampi dettagli e colori nellinquadratura, con poco rumore visibile dellimmagine di qualsiasi descrizione visibile. Ciò dimostra che Pentax ha sotto controllo la sua elaborazione ad alti ISO, anche se troviamo che sia un po dura per impostazione predefinita: gli scatti JPEG mancano dei dettagli pungenti e della grana delle loro controparti grezze (che, poiché sono disponibili in DNG o PEF, può essere aperto in qualsiasi versione di Photoshop dal primo giorno).

Anche a livelli di sensibilità più elevati, come ISO 12.800, i risultati sembrano ottimi. Poiché i file sono così grandi fisicamente, cè molto spazio per nascondere eventuali imperfezioni quando non si utilizzano immagini su larga scala. In uno scatto ISO 12.800 di un camino cè un po di rumore di colore - macchie di verde e rosso sono evidenti nelle aree dombra - ma è ben controllato ed effettivamente invisibile su piccola scala, come di seguito.

Pocket-lintpentax k 1 recensione immagine 37

Poi ci sono le sensibilità inferiori, che è dove avviene la magia. Da ISO 100 a ISO 800 tutto sembra fantastico, con solo qualche leggera screziatura più presente allestremità superiore di questa gamma. I risultati più nitidi, inevitabilmente, provengono da ISO 100 - ed è bello vedere questo presente quando alcune vecchie fotocamere reflex digitali Pentax erano in grado di scattare solo da un minimo di ISO 200.

In definitiva, se desideri file ad altissima risoluzione che siano alla pari con quelli che otterrai dalla Nikon D810, la Pentax K-1 fa il lavoro. Gestisce le scene a modo suo, con un diverso equilibrio di colore ed esposizione, ma le informazioni raccolte in quei file raw forniscono una tavolozza di vasta portata che è un percorso eccellente e conveniente per la fotografia a pieno formato.

squirrel_widget_136763

Per ricapitolare

Potrebbe essere il perdente, ma questo nuovo cucciolo può sicuramente insegnare ai vecchi cani affermati alcuni nuovi trucchi. Prendi nota di Nikon e Canon: la Pentax K-1 ha alcune caratteristiche invidiabili e un prezzo allettante che la renderanno un acquisto ovvio per così tanti che vogliono entrare nella fotografia a pieno formato.

Scritto da Mike Lowe.