Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Proprio così: Panasonic ha, per la prima volta nella sua storia, chiamato una delle sue fotocamere Lumix un modello "Mark II". Quindi non stai guardando lLX200, o qualche altro oscuro numero di meccanismi di denominazione, piuttosto lLX100 M2.

Il sequel del compatto di fascia alta del 2014 , lLX100 Mark 2 prende la forma del modello originale, aggiunge una presa, un touchscreen, alcune modalità e controlli aggiuntivi (come foto/video 4K) e, beh, questo è tutto.

Ovviamente, essendo il modello LX, il Mark II è dotato di un sensore Micro Quattro Terzi, che è enorme per quasi tutti gli standard dei sensori delle fotocamere compatte. E poiché questo sensore è lo stesso della Lumix GX9 e abbinato allobiettivo fisso 24-75 mm f/1.7-2.8, la sua qualità è massima.

È il compatto di fascia alta per battere tutti gli altri o solo un sottile aggiornamento a un classico?

Allora che cè di nuovo?

  • Novità: ricarica USB
  • Novità: impugnatura anteriore più robusta
  • Novità: controllo touchscreen
  • Novità: connettività Bluetooth e Wi-Fi
  • Novità: effetti, bianco e nero, foto/video 4K
  • Novità: messa a fuoco automatica Starlight, esposizione fino a 30 minuti

Qualsiasi proprietario di LX100 darà unocchiata allLX100 Mark 2 e faticherà a vedere molta differenza. Limpronta è la stessa, così come lobiettivo e il layout generale, con solo limpugnatura anteriore che è una novità importante dal punto di vista visivo.

Pocket-lintPanasonic Lumix LX100 Mark 2 immagine principale 2

Cè molto di più in corso dietro le quinte però. Il più importante dei quali è laggiunta di un touchscreen per i controlli basati sul tocco, che sentivamo mancasse nel modello originale. Purtroppo non esiste una staffa dello schermo ad angolazione variabile, che è risultata restrittiva nelluso: questa funzione è un punto fermo nella maggior parte delle fotocamere dedicate in questi giorni.

Altrove cè la connettività Bluetooth e Wi-Fi per aggiornare la fotocamera per una rapida condivisione tra i dispositivi. Il che, poiché stiamo utilizzando il nuovo MacBook Air senza slot per schede SD, è stato essenziale per la condivisione tra i dispositivi (beh, dalla fotocamera al telefono al laptop).

Sono inoltre disponibili nuovi effetti, filtri, foto 4K (di cui puoi leggere qui ), monocromatico e autofocus in condizioni di scarsa illuminazione/stellare. Tutte cose piacevoli da avere, ma nel complesso aggiunte generalmente sottili.

Pocket-lintPanasonic Lumix LX100 Mark 2 immagine principale 3

La batteria viene anche caricata tramite USB, che sebbene sia una buona idea potenzialmente ha un piccolo difetto: poiché non è inclusa alcuna base di ricarica per la ricarica di rete, non cè modo di caricare facilmente una batteria di riserva e la ricarica basata su USB è attualmente troppo lento in tutte le fotocamere che abbiamo visto (dovrebbe essere USB-C con ricarica rapida, ma non lo è).

Caratteristiche e prestazioni

  • Obiettivo equivalente 24-75 mm f/1,7-2,8 (non intercambiabile)
  • Scatto in sequenza ad alta velocità a 11 fps (5,5 fps in AF continuo)
  • Schermo LCD da 3 pollici, risoluzione di 1240 k punti, controlli touchscreen
  • Mirino LCD da 0,38 pollici, risoluzione di 2760 k punti, ingrandimento equivalente a 0,7x
  • Gamma completa di controlli fisici: ghiera della velocità dellotturatore, ghiera del diaframma, ghiera di compensazione dellesposizione
  • Autofocus veloce: fino a 0,10 sec; più modalità area AF (inclusi Pinpoint, 1 Area, Zone e 49 punti max)

Queste sono le cose nuove fatte e spolverate, quindi comè lLX100 Mark II in uso? Inizialmente labbiamo usato durante lestate, poi in un viaggio a Pechino, in Cina, per estendere ulteriormente luso.

LLX100 II è sicuramente pieno di molte caratteristiche di alto livello. Il suo stile è davvero a tutto tondo, includendo lapertura fisica, la velocità dellotturatore e le ghiere di compensazione dellesposizione. Non cè il quadrante ISO, che è invece controllato dalle impostazioni del menu. La ghiera di compensazione dellesposizione è davvero utile per ottenere quellesposizione precisa, anche se non si blocca, il che può vederla mal regolata quando si estrae la fotocamera da una borsa.

Se vuoi che la fotocamera esegua tutto automaticamente, selezionando la piccola "A" rossa su ciascun quadrante imposterai le cose su automatico (o apertura/otturatore/priorità ISO come preferisci) – anche se cè anche un pulsante iA (automatico intelligente) nascosto dallinterruttore on/off, che a volte premevamo per sbaglio e ci chiedevamo cosa stesse succedendo.

Come abbiamo detto delloriginale LX100, il Mark 2 ha un ottimo obiettivo a bordo. È un equivalente di 24-75 mm, con un anello di controllo dellobiettivo per la messa a fuoco o lo zoom. Il pulsante di scatto può essere utilizzato anche per lo zoom, anche se troviamo piuttosto lento passare dal grandangolo al massimo tele (una critica alloriginale, che siamo sorpresi che questa volta non sia stata risolta). La posizione dellinterruttore delle proporzioni, che può passare da 3:2, 16:9, 1:1 e 4:3, è ancora troppo aderente al corpo della fotocamera, il che sembra unoccasione persa (riteniamo che il Mark II dovrebbe avere qualche altro tocco di design in generale, francamente).

Pocket-lintPanasonic Lumix LX100 Mark 2 immagine principale 11

Lobiettivo ha anche una portata abbastanza limitata. In un mondo in cui i telefoni cellulari offrono obiettivi zoom originali, i nostri colleghi di Pechino sono rimasti sorpresi di vederci usare quella che hanno descritto come una "fotocamera adeguata". Ovviamente la qualità dellLX100 II è esponenzialmente migliore di quella di un telefono, mentre se lobiettivo offrisse uno zoom in più, beh, la fotocamera sarebbe troppo grande. Anche così comè, lanello di apertura manuale viene ignorato se si seleziona qualcosa di maggiore di f/2,8 e si ingrandisce leggermente: lequivalente di 75 mm raggiunge il massimo a f/2,8, non f/1,7.

Lo schermo dellLX100 II è una solida implementazione, sebbene non riceva gli aggiornamenti più audaci. Cè il controllo touchscreen, che semplifica la regolazione del punto di messa a fuoco e la selezione delle funzioni, ma dopo aver indossato i guanti in uso ci sono stati momenti in cui viene effettuata una regolazione accidentale del punto che è poi difficile da spostare di nuovo. Il problema più grande con lo schermo, tuttavia, è la mancanza di una staffa ad angolazione variabile, che, come abbiamo detto, sembra restrittiva - con questo avrebbe reso lLX100 II ancora più essenziale.

Il mirino integrato, nel frattempo, è un ampio pannello LCD da 0,38 pollici (0,7x di ingrandimento equivalente qui), che aggiunge lAF a livello degli occhi per una rapida attivazione con lautofocus pronto alluso. Se un cercatore è essenziale, allora questo è ragionevole, nonostante sembri un po piccolo, il che dipenderà da cosa sei abituato a usare.

Pocket-lintPanasonic Lumix LX100 Mark 2 immagine principale 8

Lautofocus è tutto Panasonic: cioè è veloce, cè un fascio di punti di messa a fuoco e molte personalizzazioni disponibili. Dai 49 punti completi, alle zone, 1 area AF o anche Pinpoint (messa a fuoco mirino che ingrandisce al 100% di scala per una messa a fuoco di precisione), tutte le basi sono coperte qui, proprio come se questa fotocamera fosse una Lumix serie G intercambiabile . Detto questo, tuttavia, i soggetti in movimento sono un po più difficili da catturare, mentre la bassa velocità dello zoom ha fatto fallire i nostri tentativi di scatto diverse volte.

Qualità dellimmagine

  • Sensore Micro Quattro Terzi da 17 megapixel (nessun filtro passa basso)
  • Rapporto multi-aspetto (opzioni 3:2, 16:9, 1:1, 4:3)
  • Macro: a 3 cm dallobiettivo (a 24 mm equiv.)

Dopo aver vagato per le strade della zona est di Londra e per i giardini dei templi di Pechino per cogliere al volo varie opportunità, siamo stati in grado di esplorare il sensore multi-aspetto dellLX100 II. Questa è una rarità per Panasonic: lazienda ne ha introdotta una nella Lumix G2 (molte lune fa, che poi è scomparsa per il suo seguito), mentre lLX100 riporta questa tanto ammirata caratteristica. Lidea è abbastanza semplice: il sensore è sovradimensionato, in grado di fornire un campo visivo diagonale costante in tutte le sue proporzioni, senza il ritaglio automatico che si vede spesso in altre fotocamere (soprattutto con la modalità video 4K nella maggior parte dei concorrenti).

Pocket-lintPanasonic Lumix LX100 Mark 2 foto immagine 11

La vera vendita di questo sensore è la sua scala Micro Quattro Terzi. Questo potrebbe essere "sovradimensionato" a seconda delle proporzioni che scegli, ma rispetto allobiettivo cè sempre una buona nitidezza. Avere scelto il sensore della Lumix GX9 porta anche i risultati alla velocità per un mercato del 2018, superando di un soffio loriginale LX100.

La maggior parte dei nostri scatti è stata scattata alla minima ISO 200 (non cè ancora ISO 100!), presentando colori naturali, ampi dettagli ed esposizioni ben ponderate.

Una parte importante di una fotocamera come questa è il controllo dellapertura: con f/1.7 selezionato (come abbiamo detto: non rimarrà attivo oltre i 24 mm e la fotocamera ti avviserà solo visualizzando le impostazioni in rosso, ma non smetterà di scattare, ma si arresterà automaticamente) cè unenorme quantità di sfocatura dello sfondo a portata di mano. Questa è la cosa grandiosa di unapertura più ampia (che, per inciso, è composta da nove lamelle per un bokeh più morbido e arrotondato) combinata con un sensore di grandi dimensioni.

Pocket-lintPanasonic Lumix LX100 Mark 2 foto immagine 5

Al di là delle sensibilità ISO inferiori, lLX100 Mark II continua a farcela. Scattando a ISO 800 siamo stati in grado di catturare graffiti colorati su mattoni. Aumentando le impostazioni a ISO 1600, dove abbiamo scattato lanterne luminose contro il cielo scuro, il risultato è ancora chiaro, nonostante un leggero rumore dellimmagine visibile in alcune aree tonali più scure.

Mentre alcune fotocamere compatte con sensore di grandi dimensioni hanno terribili possibilità di messa a fuoco ravvicinata, la Lumix LX100 Mark2 se la cava incredibilmente bene, offrendo una messa a fuoco fino a 3 cm dallobiettivo (quando si scatta con limpostazione grandangolare da 24 mm). Cè uno specifico interruttore Macro AF sul lato dellobiettivo che consente che questa messa a fuoco avvenga senza problemi, il che significa che potremmo catturare il dettaglio di uno spicchio daglio o di unincisione ornamentale estremamente ravvicinata, presentando ciascuno con ampi dettagli. Mantenere lapertura un po chiusa dovrebbe aiutare ancora di più con i dettagli.

Unaltra importante novità (beh, nuova comunque per questa fotocamera, non per Lumix in generale) è laggiunta di 4K Photo. Questa modalità può acquisire una risoluzione 4K a 30 fotogrammi al secondo in vari modi: tenere premuto per lacquisizione; premere per avviare/interrompere lacquisizione; o seleziona pre-burst che cattura due secondi prima ancora che tu abbia premuto lotturatore (per non perdere un momento). Ci sono alcune funzioni divertenti in Foto 4K, come la composizione di più esposizioni, la stratificazione dei fotogrammi per la regolazione post-fuoco (per gli scatti su un treppiede/da una fotocamera fissa) o la selezione e lestrazione di un singolo fotogramma.

Le migliori fotocamere DSLR 2022: tutte le migliori fotocamere con obiettivi intercambiabili disponibili per l'acquisto oggi

Nonostante i vantaggi del 4K, tuttavia, non è una modalità visibile sulla fotocamera stessa (per impostazione predefinita è sul pulsante Fn). Una volta attivato, è fin troppo facile dimenticare che è acceso, il che è fastidioso. E le regolazioni più avanzate che offre sono un po troppo sepolte nei menu per essere di utilità immediata e quindi ovvia. In breve: per una fotocamera come la LX100 II, limplementazione di 4K Photo significa che sembra troppo sepolta per essere una funzionalità così grande come annunciata. Non è necessariamente un motivo vero e proprio per acquistare la fotocamera, ma, ancora una volta, rientra nellelenco delle persone carine.

Prime impressioni

La Panasonic Lumix LX100 Mark II è una storia di due metà: è un aggiornamento morbido di quella che in definitiva è una fotocamera compatta di fascia alta. Con questo intendiamo che lo adoriamo, ma i suoi miglioramenti sono abbastanza sottili, soprattutto considerando il periodo di consegna di quattro anni dal modello originale.

Sì, abbiamo aggiunto il touch screen, il che è fantastico. Ma dovè lo schermo LCD inclinabile? La ricarica USB è un vero passo avanti? Alcune modalità di scatto e filtri aggiuntivi sono sufficienti? In definitiva, gli utenti LX100 esistenti potrebbero non vedere un mucchio di ragioni per aggiornare la loro fotocamera attuale alla nuova generazione.

I nuovi arrivati, tuttavia, possono essere certi che la LX100 Mark 2 rappresenta una delle fotocamere compatte di fascia alta più belle che il denaro possa comprare. Il sensore è grande, lobiettivo è eccellente e le prestazioni in genere decenti. A £ 849 non si tratta in alcun modo di un cambio di tasca, ma ciò sicuramente pone lLX100 II in buona posizione contro la Sony RX100 e la Canon G1 X MkIII . Se questo è abbastanza per avere un impatto nel 2018, nel mondo dominato dagli smartpone di oggi, è unaltra questione.

Considera anche

Pocket-lintImmagine recensione Sony Cyber-shot RX100 VI 1

Sony RX100 VI

squirrel_widget_145815

LRX100 non ha un sensore altrettanto grande, ma quello da 1 pollice a bordo è comunque fantastico. Questa fotocamera vince davvero in termini di dimensioni: è molto più tascabile della Panasonic, il che le conferisce un grande appeal. Nessuna sorpresa che sia spesso pubblicizzata come la migliore fotocamera compatta che si possa comprare (ma avrai bisogno di un sacco di soldi per prenderne una!).

Pocket-lintImmagine recensione Canon PowerShot G1 X Mark III 2

Canon G1 X Mark III

squirrel_widget_142548

Per alcuni anni a Canon mancava un concorrente che fosse abbastanza piccolo da poter competere davvero, ma il G1 X III alla fine ottiene questo riconoscimento. La sua qualità è ottima, ma il prezzo è di gran lunga superiore a quello del Panasonic, che agisce come una restrizione naturale. Tuttavia, offre uno schermo LCD ad angolazione variabile per un controllo più creativo.

Scritto da Mike Lowe.