Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - Grazie alle stelle che Olympus ha scelto un nome e un numero, con lOM-D E-M5 di seconda generazione che schiera il distintivo donore "Mark II". Questo ha guadagnato fiducia: invece di entrare nel pool di numeri ed essere chiamato E-M27 o qualcosa del genere, lE-M5 II si basa sui punti di forza del modello originale del 2012. OM-D è atterrato

Per coloro che già sanno che imposta la E-M5 II su un solido percorso fin dallinizio. Semmai, grazie a nuove funzionalità come High Res Shot da 40 megapixel, questa è la migliore fotocamera compatta con tutte le funzionalità che lazienda produce - in un certo senso mina anche il modello OM-D E-M1 di fascia alta.

Ma con modelli come la Panasonic Lumix GH4 in stile più moderno già disponibile, laspetto retrò di Olympus può fornire abbastanza influenza per il suo secondo round? Abbiamo convissuto con lOM-D E-M5 MkII per un paio di settimane per avere unidea dei suoi alti e bassi.

Il nostro parere veloce

Sebbene la qualità dellimmagine e la capacità di messa a fuoco automatica non siano passi da gigante rispetto al modello di prima generazione, la E-M5 Mark II mostra che la OM-D è arrivata. È un esecutore di bellaspetto e di classe che prende il concetto delloriginale e lo eleva a un livello superiore.

Come loriginale, tuttavia, non è del tutto perfetto. La durata della batteria potrebbe essere migliore, la qualità dellimmagine in condizioni di scarsa illuminazione trova limiti naturali, il sistema di menu può sembrare eccessivamente complesso, mentre le nuove funzionalità di design come le rotelline rotanti possono essere spostate troppo facilmente. Non ci sono nemmeno video 4K, a differenza di alcuni concorrenti come la Panasonic Lumix GH4.

Ma con funzionalità come High Res Shot e LiveComp, Olympus mette il proprio marchio sulla sua linea Micro Quattro Terzi. E con un ottimo mirino e un sistema di stabilizzazione a 5 assi migliorato, la OM-D E-M5 II si assicura il suo posto come una delle migliori fotocamere compatte per gli appassionati.

Recensione Olympus OM-D E-M5 II: OM-D è atterrato

Recensione Olympus OM-D E-M5 II: OM-D è atterrato

4.5 stars - Pocket-lint recommended
Pro
  • Qualità costruttiva decente e grande stile retrò
  • Controllo dellinterruttore 2x2
  • Miglioramenti a tutto tondo dalla E-M5 di prima generazione
  • Quel sistema di stabilizzazione a 5 assi
  • Scatto ad alta risoluzione per scatti basati su treppiede da 40/64 MP
Contro
  • Troppo facile battere il quadrante anteriore e premere accidentalmente il pulsante HDR
  • Durata della batteria limitata come sempre
  • Limitazioni della qualità dellimmagine in condizioni di scarsa illuminazione
  • Nessun video 4K

squirrel_widget_133257

Cosa cè di nuovo?

In sintesi, il Mark II aggiunge uno schermo LCD ad angolazione variabile, aumenta la risoluzione del mirino elettronico a 2,36 m di punti, rafforza la stabilizzazione basata sul sensore con un nuovissimo e migliorato sistema a 5 assi e modifica il design con alcuni caratteristiche selezionate dai suoi cugini OM-D. Tuttavia, se sei già un utente di prima generazione e desideri una notevole spinta nella qualità dellimmagine, il sensore di base rimane lo stesso tra le due fotocamere.

Pocket-lintolympus om de m5 ii recensione immagine 13

Sebbene lOM-D E-M5 II non sia drasticamente diverso dal modello di prima generazione in termini di peso o scala, il suo layout e laspetto sono cambiati. È tutto un solido chassis in metallo con la stessa protezione dagli schizzi e dalla polvere di prima, ma ora è anche classificato a prova di congelamento fino a -10C. Quindi, se sei un fotografo a cui piace esplorare le condizioni dellArtico, allora la E-M5 II ha tutta la resistenza agli agenti atmosferici di cui hai bisogno.

Tuttavia, ora ci sono controlli più diretti con cui interagire. Il primo di queste nuove funzionalità è linterruttore 2x2 sul retro che, una volta portato nella sua posizione secondaria, dà alle due ruote zigrinate il controllo su diverse azioni. Supponiamo che tu abbia appena usato la rotella posteriore per fermarsi a f/8, ma desideri modificare il bilanciamento del bianco: un semplice tocco dellinterruttore 2x2 e la stessa rotella controllerà entrambi senza la necessità di scavare nei menu. È anche possibile personalizzare la sua azione in base alle proprie preferenze personali. È una grande idea che funziona davvero bene, come si vede nella E-M1.

Il problema è che quelle due rotelline sono posizionate in modo tale che spesso sbattiamo quella anteriore e finiamo per scattare con la compensazione dellesposizione regolata senza rendercene conto immediatamente. Un lucchetto non sarebbe pratico, poiché il quadrante anteriore ospita il pulsante di scatto allinterno, ma sembra più soggetto a urti accidentali rispetto alloriginale E-M5.

Pocket-lintolympus om de m5 ii recensione immagine 15

Tuttavia, ora è presente un blocco sul selettore di modalità, posizionato in alto sul lato opposto della fotocamera, che può essere premuto o disattivato dove rimane fisso. Altri pulsanti in cima alla fotocamera includono nuovi pulsanti Fn3 e Fn4, che si aggiungono alla funzione Fn2 come per il modello originale.

Per impostazione predefinita, questi tre pulsanti vengono utilizzati rispettivamente per HDR, visualizzazione e regolazione ombre/luci, ma possono essere modificati in base alle proprie esigenze. In realtà saremmo tentati di disattivare lHDR, poiché troppo spesso abbiamo premuto il pulsante che imposta la fotocamera in quella modalità, a volte lasciandoci perplessi su cosa stava succedendo quando venivano scattati più fotogrammi.

Il sistema di stabilizzazione da battere

Di tutti gli aggiornamenti è probabilmente il nuovo sistema di stabilizzazione dellimmagine a 5 assi, che contrasta beccheggio, imbardata, rollio e spostamento verticale/orizzontale, ad avere limpatto maggiore. Si dice che sia buono per contrastare i 5 stop, rendendolo il miglior sistema integrato al mondo, e questo può davvero essere sentito. Quindi, sebbene la qualità dellimmagine non sia nettamente migliore tra loriginale e la Mark II - ne parleremo più avanti - lulteriore garanzia di scattare a mano libera con velocità dellotturatore più basse aiuterà a recuperare la necessità di spingere la sensibilità ISO.

Pocket-lintolympus om de m5 ii recensione immagine 11

Quando abbiamo testato per la prima volta la E-M5 II in condizioni di scarsa luminosità, abbiamo scattato a mano scatti di 1/4 di secondo che sono rimasti nitidi. È un sistema davvero impressionante. Lovvia difficoltà, tuttavia, come con qualsiasi sistema di stabilizzazione, è che il movimento del soggetto può iniettare i propri problemi. Il sottile movimento di un modello abbinato allelaborazione piuttosto aggressiva della riduzione del rumore a ISO 6400, ad esempio, non ha risolto il livello di chiarezza che ci aspettavamo (normalmente aumentavamo lingresso di luce, ma non era questo il punto di questo particolare test).

Un potenziale svantaggio del sistema di stabilizzazione è che non può funzionare in tandem con la stabilizzazione basata sullobiettivo, ad esempio se si dispone di un obiettivo Panasonic Micro Quattro Terzi. È il caso delluno o dellaltro, piuttosto che consentire allobiettivo di combattere i movimenti orizzontali e verticali e al corpo di contrastare il rollio, il beccheggio e limbardata. Non possiamo avere tutto, ma siamo noi che vogliamo avere la nostra torta e mangiarla.

Prestazioni: appello aggiunto

Usando la E-M5 II siamo passati naturalmente dalluso dello schermo a quello del mirino. Il pannello ad angolazione variabile aggiunge un vero fascino rispetto alla funzione di inclinazione delloriginale E-M5 quando viene tirato fuori dal lato della fotocamera, ma non troviamo nemmeno un po un violino per staccare lo schermo dal corpo. Nonostante un evidente divario in cui un pollice e un dito sono progettati per tirare lo schermo, lo troviamo più un violino di quanto dovrebbe essere.

Sul mirino, tuttavia, è difficile dire una brutta parola. È un pannello enorme, grazie allingrandimento di 0,74x, fornito con una risoluzione nitida di 2,36 m di punti, la stessa che si trova nella E-M1. Salvo per la Fujifilm X-T1 , è buono come i mirini elettronici. Cè ancora un po di ghosting e lag in condizioni di scarsa luminosità, ma rispetto alloriginale E-M5 è molto avanti.

Pocket-lintolympus om de m5 ii recensione immagine 8

Una caratteristica che ci è piaciuta molto nella concorrente Panasonic Lumix GH4 è lopzione dellotturatore elettronico 1/16.000 di secondo, perché significa scatto silenzioso. LE-M5 II ha esattamente la stessa opzione questa volta, che è utile per mantenere le cose al minimo e particolarmente utile quando si ronzano fuori un sacco di scatti in modalità burst a 10 fps super veloce. Tuttavia, non è così scattante come la GH4 a 12 fps.

Il numero esatto di scatti consecutivi che sarai in grado di scattare con la E-M5 II dipende dal tipo di scheda SD inserita nella fotocamera (stavamo ottenendo 10 scatti JPEG Fine + raw prima di rallentare, utilizzando una scheda UHS-I ). Siamo ancora un po tristi che non ci sia un secondo slot per schede SD, soprattutto con la fornitura di registrazione video e enormi file raw da 64 megapixel dalla modalità High Res Shot (di cui parleremo più avanti).

Messa a fuoco automatica amplificata

La E-M5 II non si trova proprio in cima alla gerarchia OM-D in termini di sistema di messa a fuoco automatica, ma è comunque super veloce ed efficace.

Tirando il sistema di rilevamento del contrasto a 81 punti dallE-M1 di fascia alta, lE-M5 II è unesperienza più dettagliata rispetto alla vecchia E-M5, con una più ampia diffusione di aree attive disponibili, ma poiché non cè il secondario sistema di rilevamento di fase, e quindi non la configurazione "Dual Fast AF" che si trova qui, è leggermente diversa dalla E-M1.

Pocket-lintolympus om de m5 ii recensione immagine 27

Recensione Olympus OM-D E-M5 Mark II - campione di scatto a ISO 1600 - fare clic per ritaglio JPEG a dimensione intera | raccolto crudo

La velocità di messa a fuoco automatica potrebbe non vedere un enorme balzo in avanti al confronto, ma data la velocità del sistema, tutti tranne i superumani farebbero fatica a notare la differenza tra E-M5 ed E-M1. In meno di un battito di ciglia fa un ottimo lavoro nel mettere a fuoco i soggetti, solo a volte cacciando rapidamente e non riuscendo a ottenere la messa a fuoco in condizioni più difficili.

Laggiunta di un touchscreen significa che una rapida pressione sullo schermo può riposizionare il punto di messa a fuoco al di fuori della rigida griglia a 81 punti e persino azionare lotturatore subito dopo. Lunica cosa che manca, tuttavia, è lo stesso grado di precisione offerto dallautofocus Pinpoint della Panasonic Lumix GH4, una sorta di lente dingrandimento a croce che ci piacerebbe vedere Olympus assumere la propria interpretazione.

Pocket-lintolympus om de m5 ii recensione immagine 33

Recensione Olympus OM-D E-M5 Mark II - campione di scatto a ISO 800 - fare clic per ritaglio JPEG a dimensione intera | raccolto crudo

Quando si tratta di soggetti in movimento, anche lopzione di messa a fuoco automatica continua è stata migliorata, ma troviamo ancora che la sua sensibilità manca rispetto a una DSLR di fascia alta. I soggetti in movimento non sono totalmente fuori discussione, ma vorremmo una maggiore precisione, piuttosto che il pulsante "tra la messa a fuoco" che può verificarsi in alcuni scenari.

Qualità dellimmagine familiare

Come accennato in precedenza, la qualità dellimmagine risultante dal sensore da 16 megapixel non è drasticamente diversa tra la E-M5 originale e la Mark II, quindi non è una delle ragioni principali per laggiornamento. Tuttavia, il nuovo motore TruePic VII gestisce lelaborazione delle immagini in modo leggermente diverso, il che negli scatti JPEG può ridurre un po di più la presenza di rumore di colore con impostazioni ISO più elevate rispetto al suo predecessore.

Detto questo, eravamo già impressionati da ciò che lE-M5 originale poteva fare, quindi Mark II non delude. In una varietà di condizioni abbiamo scattato scatti ben esposti e dettagliati con impostazioni ISO inferiori, dai pub degli hotel sul green ai paralumi di design. È un peccato che ISO 200 sia ancora la sensibilità di base, senza lopzione ISO 100, ma questa è una storia familiare nel mondo delle fotocamere compatte.

Pocket-lintolympus om de m5 ii recensione immagine 36

Recensione Olympus OM-D E-M5 Mark II - campione di scatto a ISO 200 - fare clic per ritaglio JPEG a dimensione intera | raccolto crudo

Gli scatti a ISO 200-400 sono puliti e chiari e il rumore dellimmagine non è un problema nemmeno a ISO 800. Scattare un cavallo e un cavaliere a ISO 800 ha mantenuto ampi dettagli, mentre una ciotola di frutta scattata a ISO 1600 mostra un sacco di punch e dettagli colorati senza che il rumore dellimmagine diventi un problema.

I colori a volte possono cadere verso una dominante più rossa, ma ci sono molte opzioni di elaborazione nella fotocamera - tra cui nitidezza, contrasto, saturazione, filtri e modalità immagine regolabili - per una tavolozza di controllo più completa. Come sempre con Olympus cè anche una gamma di filtri artistici, che vanno dal seppia al tono drammatico, dal soft focus al diorama. Alcuni sono bizzarri, altri sono divertenti, la maggior parte sono di reale utilità piuttosto che alcune delle modalità ingannevoli offerte da alcuni concorrenti.

Pocket-lintolympus om de m5 ii recensione immagine 21

Recensione Olympus OM-D E-M5 Mark II - campione di scatto a ISO 6400 - fare clic per ritaglio JPEG a dimensione intera | raccolto crudo

Tuttavia, sono le impostazioni ISO più alte che non sono del tutto perfette. Un modello scattato a ISO 6400 - scattato per sperimentare lo scatto a mano libera e il sistema di stabilizzazione dellimmagine a 5 assi (sebbene qui ci sia ancora un po di sfocatura relativa al movimento della mano) - perde molti dettagli di precisione, in particolare intorno agli occhi, dove i dettagli appaiono "sbavato". Sebbene il frame JPEG trattiene il peggio del rumore di colore, il file raw rivela cosa sta realmente accadendo.

Nellattuale panorama delle fotocamere di sistema, con Samsung che mostra ciò che è possibile con lNX1, lOM-D E-M5 II regge bene, ma non dipende troppo dalle impostazioni ISO elevate.

Trucchi speciali

I veri titoli per la qualità dellimmagine si trovano nelle nuove opzioni speciali della E-M5 II. In testa al gruppo cè High Res Shot, in grado di scattare immagini da 40 megapixel o file raw da 64 megapixel. È davvero paragonabile a una reflex digitale full frame, come la Nikon D810, a questo proposito.

Pocket-lintolympus om de m5 ii recensione immagine 19

Recensione Olympus OM-D E-M5 Mark II - Esempio di scatto ad alta risoluzione (a ISO 200) - fare clic per ritaglio JPEG a dimensione intera

Utilizzando i movimenti del sistema di stabilizzazione, la E-M5 Mark II può scattare otto immagini consecutive, spostando il sensore di mezzo pixel equivalente per ciascuna (in una disposizione quadrata, attraverso un movimento in senso antiorario), quindi compilare i risultati in ununica grande immagine finale . Il file raw è di 64 megapixel, ridimensionato a 40 megapixel per le immagini JPEG poiché, secondo un portavoce di Olympus, i file JPEG non hanno mostrato maggiore chiarezza al di sopra di questa risoluzione.

Tuttavia, ci sono inevitabili limitazioni con High Res Shot. La fotocamera deve essere sicura e il movimento del soggetto completamente assente, quindi non otterrai un paesaggio decente se cè movimento del vento, mentre lunghe esposizioni in condizioni di scarsa illuminazione potrebbero causare stranezze dovute al movimento delle nuvole e così via.

Ma per gli scatti in studio di nature morte giganti - e il ritardo programmabile di 0-50 secondi tra gli otto fotogrammi dà abbastanza tempo ai flash per riciclare lenergia - o il lavoro architettonico cè un grande potenziale. Abbiamo girato una scena di un banco di lavoro con libri, bottiglie, guanti e altri soggetti ricchi di dettagli, con una gran quantità di dettagli mostrati nel risultato finale.

Pocket-lintolympus om de m5 ii recensione immagine 4

La nostra principale preoccupazione con la modalità è la sua mancanza di informazioni durante le riprese. La E-M5 II riprende un singolo scatto di anteprima, che rimane visualizzato, prima che gli otto fotogrammi aggiuntivi vengano acquisiti ed elaborati nella fotocamera. È tutto fatto rapidamente, ma poiché cè quellimmagine di anteprima è difficile sapere quando lintero scatto è stato completato data la mancanza di informazioni sullo schermo. Una piccola critica, ma che speriamo di vedere migliorata nel firmware futuro.

Dipingere con la luce

Altre offerte speciali di Olympus sono Live Time e LiveComp, che servono per visualizzare le lunghe esposizioni. Live Time, come visto sui precedenti modelli OM-D, si trova oltre la velocità dellotturatore di 60 secondi in modalità manuale e mostrerà aggiornamenti incrementali dellesposizione sullo schermo durante unesposizione in modo da evitare di sovraesporre uno scatto montato su treppiede che potrebbe durare decine di minuti.

Pocket-lintolympus om de m5 ii recensione immagine 43

LiveComp è leggermente diverso, rivolto a coloro a cui piace realizzare dipinti di luce. Accessibile scorrendo oltre lopzione Live Time, LiveComp evita la sovraesposizione prendendo un fotogramma di riferimento iniziale e completando le regolazioni dellilluminazione man mano che si verificano. È di nicchia e ovviamente avrai bisogno di un treppiede, ma è unopzione davvero intelligente che nessun altro produttore offre.

Video e altro

Mentre la Panasonic Lumix GH4 si concentra fortemente sui video 4K, lOlympus OM-D E-M5 II perde la risoluzione Ultra-HD. Non riusciamo davvero a capire perché: cè potenza di elaborazione e risoluzione sufficiente per gestirlo, quindi sembra che Olympus si stia trattenendo per un lancio futuro.

Tuttavia, rispetto allE-M5 originale ci sono miglioramenti, con una velocità dati di 55 Mbps che vede più dati condensati in un file. La capacità di acquisire con una risoluzione di 1080p è supportata su vari frame rate, da 24 fps a 60 fps (con supporto anche di 50/30/25).

Le migliori fotocamere DSLR 2022: tutte le migliori fotocamere con obiettivi intercambiabili disponibili per l'acquisto oggi

Pocket-lintolympus om de m5 ii recensione immagine 17

Lobiettivo principale di Olympus è il sistema di stabilizzazione a 5 assi, che è quasi come una mini Steadicam per mantenere gli scatti fluidi. Anche se è vero - e ci siamo divertiti molto a girare il nostro mini film con una società di produzione, attori e tutto il resto, allevento di lancio della E-M5 II - pensiamo che la società avrebbe dovuto allinearsi con artisti del calibro di Panasonic (GH4) , Samsung (NX1) e Sony (A7S, tramite un adattatore) .

Il video consuma anche la durata della batteria che, come per tutte le fotocamere compatte esistenti, non è eccezionale. Ne porteremmo uno di scorta per assicurarci che supererai i 300 colpi per segno di carica. Tuttavia, la modalità Quick Sleep di Olympus garantisce che il consumo della batteria non sia un problema se la fotocamera viene lasciata accesa per errore, dove la fotocamera entra in modalità di sospensione automatica.

squirrel_widget_133257

Per ricapitolare

Con un ottimo mirino e un sistema di stabilizzazione a 5 assi migliorato, la OM-D E-M5 II si assicura il suo posto come una delle migliori fotocamere compatte per gli appassionati.

Scritto da Mike Lowe.