Recensione Nikon Z Fc: reinvenzione retrò

Da lontano il design retrò sembra fantastico. Ma a ben guardare, è piuttosto plasticoso. All'interno c'è il sensore APS-C da 20,9 MP di Nikon per i suoi obiettivi con attacco Z (DX). (credito immagine: Pocket-lint)
Quadranti, quadranti ovunque. Ciò consente il controllo manuale a piacimento. O semplicemente impostalo su Auto e la fotocamera gestirà tutto per te. (credito immagine: Pocket-lint)
Mentre è in abbondanza altrove, la regolazione dell'apertura è controllata utilizzando la rotella anteriore. Una piccola finestra in alto mostra anche il valore di apertura corrente. (credito immagine: Pocket-lint)
Un mirino integrato da 0,39 pollici semplifica l'utilizzo di questa mirrorless come una vecchia reflex digitale, se preferisci. Particolarmente utile per inquadrare quando splende il sole. (credito immagine: Pocket-lint)
Lo schermo regolabile sul retro può essere riposto per protezione o posizionato attraverso più angolazioni per facilitare il lavoro sopra la testa o all'altezza della vita. (credito immagine: Pocket-lint)
Pensavamo che l'Fc ci avrebbe stupito, ma il suo obiettivo kit lento e la mancanza di molte opzioni invece ci hanno fatto pensare che alcune idee retrò fossero più nostalgiche che di successo. (credito immagine: Pocket-lint)

Leggi una versione più approfondita di questo articolo