Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Il rapporto di Nikon con le fotocamere mirrorless - o compatte o come si potrebbe chiamarle - è stata una strada lunga e tortuosa. Nel 2011 lazienda ha introdotto la sua serie 1, a partire dal J1 , che ha continuato a, beh, a floppare e alla fine a morire prematuramente circa sei anni dopo.

Poi nel 2018 Nikon ha dato il massimo e ha introdotto un nuovissimo innesto per obiettivo, linnesto Z, insieme a una nuova linea di obiettivi per il suo sistema mirrorless di fascia alta, Z6 e Z7 . Queste fotocamere con sensore full frame hanno rappresentato la crème de la crème di ciò che lazienda offre; quel grande sensore equivalente a 35 mm destinato ai professionisti, il nuovo innesto dellobiettivo in grado di offrire una nitidezza eccezionale.

Poco più di un anno dopo, il 10 ottobre 2019, Nikon ha annunciato la Z50 , una fotocamera della serie Z con, aspettate, un sensore di dimensioni più piccole, ma che utilizza ancora linnesto dellobiettivo Z. eh? No, Nikon non ha perso i suoi marmi, sta introducendo delicatamente una sottocategoria di Z per i tiratori più appassionati e di livello base. E accetterà qualsiasi obiettivo con attacco Z senza restrizioni, mostrando la versatilità di quel supporto.

Design e specifiche

  • Attacco obiettivo: attacco Z Nikon; Z DX per la designazione del sensore di ritaglio
  • Mirino elettronico da 2,4 m punti (equivalente di ingrandimento 0,68x)
  • Touchscreen LCD ribaltabile da 3,2 pollici (incl. modalità selfie)
  • Corpo: 126,5 x 93,4 x 60 mm; 395 g
  • 1x slot per schede SD (UHS-I)

Avere un singolo innesto per obiettivo in grado di scalare da un principiante a un appassionato a un professionista è in realtà unidea piuttosto intelligente. Abbiamo pensato che suonasse come un pazzo quando labbiamo sentito per la prima volta, ma poiché linnesto Z ha le stesse dimensioni e si adatta a tutte queste fotocamere, è semplicemente un caso di cercare qualsiasi designazione dellobiettivo per dirti quali obiettivi sono per cosa.

Pocket-lintNikon Z50 recensione immagine 2

Gli obiettivi full-fat Z S-line coprono il full frame, mentre gli obiettivi Z DX sono progettati per coprire un sensore DX (dimensioni APS-C). Metti lobiettivo "sbagliato" su un altro corpo macchina e ritaglierà automaticamente di conseguenza; non cè alcuna sporgenza posteriore aggiuntiva per rendere qualcosa di non compatibile (come potresti ottenere su un obiettivo Canon EF quando provi a metterlo su un corpo EF-S, ad esempio).

Comunque stiamo divagando. Il fatto è: se vuoi accedere alla gamma mirrorless di Nikon, la Z50 rappresenta un modo più economico per farlo. E potresti anche acquistare obiettivi full frame più costosi e aggiornare il corpo in futuro, poiché ci sarà sempre compatibilità incrociata. Questa è Nikon che mostra davvero che linnesto Z è il suo futuro assoluto.

Per quanto riguarda la stessa Z50, è, in sostanza, lequivalente mirrorless della Nikon D7500 . Ecco dove punta lazienda, in termini di prezzo e target di riferimento. Quindi questo è ciò che approssimativamente è anche il set di funzionalità: è piccolo, facile da usare, ci sono molti controlli ad accesso rapido, un mirino integrato e un touchscreen LCD ribaltabile che può essere utilizzato anche per scattare selfie.

Pocket-lintNikon Z50 recensione immagine 15

In realtà la Z50 fa tutto bene dove la Nikon J1 ha sbagliato tanti anni fa. Non cerca di semplificare eccessivamente; sa che è una fotocamera per offrire alle persone il controllo sulla creazione delle immagini, piuttosto che una semplice macchina inquadra e scatta, unarea che comunque gli smartphone sono arrivati a possedere. Qui ciò significa un selettore di modalità completo, comprese le impostazioni automatiche, insieme a due rotelle di controllo per regolare le impostazioni di base.

Prestazione

  • Autofocus a rilevamento di fase a 209 punti abbinato ad aree di rilevamento del contrasto
  • VR integrato nella fotocamera (riduzione vibrazioni) per la stabilizzazione dellimmagine
  • iMenu per i controlli del menu preimpostati
  • Autofocus capace di -4EV

Ma neanche lo Z50 è difficile da controllare. Il touchscreen aggiunge un modo familiare per utilizzare la messa a fuoco e passare attraverso la riproduzione. LiMenu consente di specificare fino a 12 impostazioni dallutente in modo che le impostazioni più frequenti siano sempre a portata di mano. Non cerca di reinventare la ruota come ha fatto Canon EOS R , il che pensiamo abbia più senso per Nikon.

Pocket-lintNikon Z50 recensione immagine 3

È anche una macchina piuttosto capace, in base al nostro breve tempo trascorso con il prodotto in una stanza scarsamente illuminata e con sfarfallio nel seminterrato di un hotel di Londra. Come puoi vedere nei nostri scatti del prodotto leggermente troppo elaborati e rumorosi, non cera molta luce laggiù, ma non era abbastanza per impedire allo Z50 di concentrarsi facilmente sullambiente circostante. Questo grazie al sistema di messa a fuoco automatica a 209 punti, che è in grado di mettere a fuoco fino a -4EV (fondamentalmente al chiaro di luna).

Proprio come gli altri prodotti della serie Z di Nikon, è possibile scegliere tra una varietà di aree di messa a fuoco, tra cui singola, area, zona e ampia. Ma poiché utilizzerai spesso questa fotocamera con lo schermo posteriore, la possibilità di eseguire loverride con il tocco sarà ottima per alcuni. Inoltre cè unopzione Eye AF molto elegante che può bloccare automaticamente gli occhi dei soggetti per il massimo in ritratti nitidi - funziona anche per i gruppi - che abbiamo trovato molto efficace, anche in una stanza affollata di persone.

Pocket-lintNikon Z50 recensione immagine 11

Cè anche la VR (riduzione delle vibrazioni) basata su sensore per la stabilizzazione dellimmagine, che funziona in collaborazione con i sistemi basati sullobiettivo. La Z50 viene lanciata insieme agli obiettivi "Z DX" da 16-50 mm f/3.5-6.3 e 50-250 mm f/4.5-6.3, entrambi dotati di propri sistemi VR. Questi obiettivi sono molto, molto più piccoli degli obiettivi con attacco Z full frame e anche molto più economici, ma ci sono restrizioni con i valori di apertura massima disponibili attraverso la gamma di zoom.

Qualità di immagini e video

  • Sensore CMOS DX (APS-C) da 20,88 megapixel
  • Video 4K a 30 fps (nessun ritaglio del sensore)
  • ISO 100-51.200 (204.800 esteso)
  • 20 controlli immagine creativa
  • Motore di elaborazione Expeed 6
  • Modalità raffica a 11 fps

Con il processore Expeed 6 sotto il cofano, lo Z50 ha accesso a parte della stessa potenza dello Z6. Ciò significa scatti a raffica fino a 11 fotogrammi al secondo (sono 5 fps come standard con AF/AE), insieme a quella che sospettiamo sarà uneccellente elaborazione delle immagini, proprio come abbiamo trovato con la superba Nikon Z6.

Le migliori fotocamere DSLR 2022: tutte le migliori fotocamere con obiettivi intercambiabili disponibili per l'acquisto oggi

Pocket-lintNikon Z50 recensione immagine 6

Detto questo, avendo usato solo una Z50 di pre-produzione - e nella situazione di scarsa illuminazione come descritta - non possiamo ancora decidere come saranno quelle immagini in termini di qualità. Pensiamo che Nikon sia stata piuttosto esperta qui nel non esagerare con la risoluzione: un sensore da 20,8 MP è un po meno della norma da 24 MP (che si trova anche su sensori Micro Quattro Terzi più piccoli) e una configurazione sempre più comune da 30 MP. Ciò, in termini semplici, significa che la Z50 avrà "pixel" sul sensore più grandi rispetto ai suoi concorrenti vicini, il che dovrebbe equivalere a un migliore potenziale di qualità dellimmagine.

Tuttavia, la selezione delle lenti è una parte enorme di questo puzzle. Gli obiettivi migliori tra i migliori costano una piccola fortuna rispetto alla linea di montaggio Z più in alto, mentre i due obiettivi Z DX introduttivi non sembrano esattamente speciali dalla nostra ispezione iniziale. Sono certamente piccoli, però, il che sarà un grande vantaggio per molti utenti.

Altrove allinterno del reparto di qualità dellimmagine ci sono più modalità, dai controlli Scene a Creative Picture, lultimo dei quali offre 20 preimpostazioni con regolazione da 0-100 gradi e può essere applicato automaticamente a immagini fisse o in movimento. È perfetto per la generazione di Instagram, inoltre la condivisione è facile grazie alla sincronizzazione dellapp Snapbridge dai sistemi Bluetooth/Wi-Fi integrati.

Pocket-lintNikon Z50 recensione immagine 7

Parlando di immagini in movimento, lo Z50 è anche in grado di catturare video 4K. Lo fa utilizzando lintera estensione delle dimensioni del sensore, quindi nessun ritaglio, il che significa che oltre allacquisizione Ultra-HD a 30 fps, puoi anche scattare immagini fisse durante lacquisizione. Che ne dici di questo per lintegrazione durante le riprese?

Prime impressioni

Allinizio eravamo un po perplessi sullesistenza dello Z50, perché il suo annuncio e luso del sensore di ritaglio (o DX / APS-C) slega lassociazione che la serie Z aveva con il full frame e un pubblico mirato.

Ma dopo aver visto la fotocamera ha molto più senso, principalmente perché qualsiasi obiettivo con attacco Z si adatta, sia che si tratti di una delle due nuove ottiche designate Z DX o dellottica S-Line più costosa, più grande e più capace che, in generale, sono progettato per Z6 e Z7.

Tutto ciò significa che la Z50 è un ottimo punto di ingresso mirrorless. Ma lungi dallessere la reimmaginata serie Nikon 1 fallita, questo è un prodotto più focalizzato sugli appassionati che sa che non è solo una fotocamera point-and-shoot. Cè unottima qualità dellimmagine e spazio per la crescita, con il pieno accesso a quegli obiettivi della serie Z che sono un punto di forza chiave.

Aggiungi una struttura su piccola scala, facilità duso, un mirino decente, uno schermo LCD ribaltabile e una miriade di altre funzionalità, e sembra che Nikon stia riallineando il focus del suo prodotto con successo. Il supporto Z rappresenta sicuramente il futuro dellazienda, quindi espandere il pubblico che può utilizzarlo tramite lo Z50 non ha altro che senso.

La Nikon Z50 sarà disponibile dal 7 novembre 2019, al prezzo di £ 849 solo per il corpo, £ 989 con obiettivo da 16-50 mm, £ 1.199 con obiettivi da 16-50 mm e 50-250 mm.

Scritto da Mike Lowe.