Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - A lungo si dice, la nuova serie Nikon Z è finalmente arrivata, riscrivendo il regolamento delle fotocamere mirrorless dellazienda giapponese. La Z7 è full-frame (il che significa che ha un sensore di enormi dimensioni) e presenta un nuovissimo innesto dellobiettivo, che offre nuovi obiettivi della serie Z per la massima qualità, mantenendo il fattore di forma generale inferiore rispetto alle sue fotocamere DSLR.

Negli ultimi anni abbiamo visto Nikon yo-yo su e giù. Ha dovuto affrontare sfortunati disastri naturali, che hanno riportato indietro lazienda e hanno sepolto le linee di prodotti. Ma ha anche dovuto affrontare lindecisione a suo danno: le sue fotocamere compatte della serie 1 sembravano un errore fin dallinizio, che lazienda ha messo a tacere nel 2017 per lasciare una lavagna pulita per il suo mercato mirrorless; mentre anche le sue action cam KeyMission sono state accolte male.

La Z7 è il prossimo passo nella svolta del produttore di fotocamere. Dopo il successo della D850 , la Z7 mette in mostra ciò che Nikon può fare quando viene messa al lavoro. Ma con artisti del calibro di Fujifilm già immersi nella sua produzione mirrorless e Sony che mostra un forte concorrente nella sua serie Alpha, Nikon ha fatto abbastanza per recuperare il ritardo in questa fase successiva?

Cosè la Nikon Z7 e la Nikon Z Mount?

  • La nuovissima fotocamera mirrorless full frame di Nikon, con il nuovissimo innesto dellobiettivo della serie Z
  • Obiettivi al momento del lancio: 24-70 mm f/4 (£ 999); 35mm f/1.8 (£ 849)
  • Adattatore FTZ disponibile per luso di obiettivi con attacco F (£ 269)
  • 50mm f/1.8 (£ 599) da novembre 2018
  • Più lenti dal 2019 in poi

In poche parole, la Z7 è la fotocamera mirrorless di fascia alta di Nikon, che puoi pensare come una reflex digitale completamente elettrica. La Z7 ospita un sensore full frame - le stesse dimensioni che troverai nelle fotocamere DSLR di fascia alta dellazienda, come la D850 o la D5 - che è considerata lapice della qualità per una fotocamera portatile. E la Z7 è sicuramente molto più piccola di una DSLR.

Pocket-lintNikon Z7 immagini immagine 2

Ciò che distingue la Z7 dalle fotocamere DSLR di Nikon, tuttavia, è il suo nuovo innesto dellobiettivo. Questa è una mossa coraggiosa da parte di unazienda che produce obiettivi per il suo attacco F da quasi 60 anni. Il nuovo attacco Z è di dimensioni diverse (lapertura è in realtà del 19% più grande del vecchio attacco F, nonostante le fotocamere della serie Z siano complessivamente più piccole), con una distanza della flangia posteriore di 16 mm tra il retro dellobiettivo e la superficie del sensore.

Il pensiero dietro questa nuova montatura? I progettisti di obiettivi Nikon sanno da tempo di poter produrre ottiche migliori, ma non entro i vecchi confini fisici. Lidea è che con un nuovo innesto dellobiettivo, lazienda sarà in grado di produrre risultati più nitidi che mai, se gli obiettivi sono corretti.

E ci sono una serie di obiettivi: un obiettivo kit da 24-70 mm f/4 e un 35 mm f/1.8 prenderanno il via al lancio, mentre un 50 mm f/1.8 seguirà a novembre. Successivamente il 2019 vedrà apparire il Nikkor Z 58mm f/0.95, mentre sono promesse più ottiche fino al 2019-2020 (20mm f/1.8; 85mm f/1.8; 24-70mm f/2.8; 70-200mm f/2.8; 14- 30 mm f/4; 50 mm f/1,2; 24 mm f/1,8; 12-24 mm f/2,8).

Pocket-lintNikon Z7 immagini immagine 6

Ora, in precedenza abbiamo criticato altri produttori per aver offerto così pochi obiettivi al momento del lancio, come Fujifilm. Il modo in cui Nikon aggira questo problema è che la serie Z sarà compatibile con gli obiettivi Nikon F tramite il suo adattatore FTZ, senza, afferma la società, alcuna perdita di qualità.

Differenze con Z6?

  • Z6 a bassa risoluzione ( £ 2099 ) sarà disponibile alla fine di novembre, a un prezzo inferiore a Z7 (£ 3399)
  • Z7: 45,7 MP, raffica 9 fps, 493 aree di messa a fuoco / Z6: 24,5 MP, raffica 12 fps, 273 aree di messa a fuoco

Ma aspetta un secondo, la Z7 non è lunica fotocamera ad essere annunciata. Cè anche lo Z6, che è una versione "lite".

Comè diverso? Ha una risoluzione più bassa, a 24,5 MP anziché 45,7 MP, e quindi può elaborare più dati contemporaneamente per una velocità di raffica più veloce (12 fps anziché 9 fps). A parte questi punti e un minor numero di punti di messa a fuoco automatica, la Z6 è identica alla Z7 per dimensioni, design e layout.

Pocket-lintNikon Z7 immagini immagine 3

Sospettiamo che lo Z6 sarà effettivamente il prodotto campione della serie Z. Tuttavia, lo Z7 viene lanciato a settembre 2018, mentre lo Z6 segue più tardi a novembre. Quindi dovrai aspettare ancora un po. Ma aspetta è ciò che pensiamo che la maggior parte delle persone farà.

Nikon classica... ma più compatta

  • Mirino elettronico Quad-VGA da 3,6 m di punti (campo visivo 100%, ingrandimento 0,8x)
  • Stabilizzazione a 5 assi nel corpo fino a 5 stop richiesti
  • Costruzione in lega di magnesio resistente alle intemperie
  • Slot per schede XQD singolo (nessun slot per schede SD)
  • Touchscreen LCD con angolo di inclinazione da 3,2 pollici

Quindi come si comporta lo Z7? Nonostante sia molto più piccolo, ad esempio, di una D850, nel complesso sembra una fotocamera Nikon in mano. Pulsanti e quadranti vanno a posto in modo logico, anche se non ci sono così tante opzioni di scelta rapida per effettuare selezioni rapide, e nemmeno le rotelline si premono. Tutto suona come una piccola cosa, ma preferiremmo di gran lunga avere un selettore AF ad accesso rapido sul lato del corpo, invece di dover utilizzare la combinazione i-Menu e touchscreen.

Pocket-lintNikon Z7 immagini immagine 7

Il che va in parte a mostrare la differenza di pensiero della Z7: il suo touchscreen ad angolo di inclinazione è una cosa rara da trovare su molte reflex digitali Nikon, che reagisce in modo abbastanza reattivo, ma non in eccesso, in modo che le selezioni accidentali di messa a fuoco non dovrebbero essere un problema.

Nonostante le dimensioni più compatte - e lo diciamo in riferimento alle fotocamere DSLR Nikon, poiché questa fotocamera non è piccola per nessuno sforzo di immaginazione - la Z7 racchiude molte funzionalità di fascia alta. Il principale tra questi è il mirino elettronico, che è enorme (0,8x mag), offre pile di risoluzione (3,6 milioni di punti) e offre unimmagine fluida alla vista. È il miglior mirino elettronico che abbiamo mai visto.

Poi cè la stabilizzazione dellimmagine integrata (o riduzione delle vibrazioni (VR), come ama chiamarla Nikon). Si dice che questo sia buono per 5 stop, per 5 assi (orizzontale, verticale, beccheggio, imbardata, rollio) per stabilizzare qualsiasi obiettivo attaccato alla parte anteriore della fotocamera, vecchio o nuovo. Nella camera oscura in cui abbiamo avuto modo di provare lo Z7 si è dimostrato valido, contribuendo a stabilizzare lanteprima.

Pocket-lintNikon Z7 immagini immagine 11

Anche la qualità costruttiva della fotocamera sembra robusta, anche se il motivo per cui Nikon ha optato per un singolo slot per schede XQD è al di là di noi. Primo: il doppio slot avrebbe più senso per qualsiasi utente; secondo, XQD è costoso e richiede un lettore separato. Almeno uno slot per schede SD qui sarebbe stato ben accolto.

Prestazioni e qualità dellimmagine

  • Sensore CMOS full frame da 45,7 MP (formato FX), ISO 64-25.600 nativi
  • 493 punti di rilevamento di fase, 90% di copertura dellinquadratura (orizzontale e verticale)
  • Video 4K, Full HD a 100/120 fps, uscita HDMI a 10 bit (con N Log)

Sebbene la selezione dei tipi di messa a fuoco automatica sia un po più faticosa in quanto non è presente un selettore AF a pressione prolungata nella parte anteriore, laccesso tramite i-Menu fa apparire i vari formati di messa a fuoco. La disposizione è leggermente diversa dalla "tipica" Nikon, poiché ora esiste una modalità AF precisa - pensala come lofferta di Panasonic nella sua serie G - che, come suggerisce il nome, è per una messa a fuoco precisa con unarea di messa a fuoco simile a una capocchia di spillo (non ingrandisce linquadratura per confermare la messa a fuoco). Altrimenti sono disponibili il solito punto di messa a fuoco singolo, ampio e ad area, incluso lautofocus singolo e continuo.

Pocket-lintNikon Z7 immagini immagine 15

Anche se abbiamo trovato la messa a fuoco tattile e lindividuazione un po lenta nellacquisizione della messa a fuoco, non è così per tutte le modalità: lautofocus continuo impostato su unarea ampia mostra più punti che si agganciano facilmente a soggetti in movimento, fluttuando tra unarea di interesse e quella prossimo.

Lenorme risoluzione della Z7, a 45,7 megapixel, potrebbe essere eccessiva per molti fotografi, in parte perché il minimo movimento verrà amplificato, il che potrebbe risultare in morbidezza. Questo è il motivo per cui pensiamo che la Z6, a 24,5 megapixel, sarà probabilmente la scelta più comune. Detto questo, se è la risoluzione che desideri, lo Z7 offre senza dubbio.

Siamo stati in grado di utilizzare la fotocamera per girare alcuni scatti dazione in una stanza altrimenti scarsamente illuminata a Londra prima della presentazione ufficiale della fotocamera. È un kit abile e capace, anche se senza unulteriore valutazione delle immagini a grandezza naturale della versione finale non possiamo commentare i minimi dettagli della qualità JPEG/raw. I primi segnali sembrano davvero molto buoni, ma una più ampia varietà di scenari e impostazioni aiuterebbe a dedurre se la serie Z sarà abbastanza buona da scalzare la linea di reflex digitali di Nikon come preferita dai clienti.

Pocket-lintNikon Z7 immagini immagine 16

Infine cè la qualità video. Non siamo stati in grado di testarlo direttamente, ma la fotocamera viene caricata con molte opzioni. Dallacquisizione 4K fino a 1080p a 120/100 fps, Nikon ha migliorato il suo gioco nel mondo delle immagini in movimento. E con luscita pulita a 10 bit tramite HDMI, i videografi possono acquisire filmati di alta qualità direttamente dalla fotocamera.

Prime impressioni

La Nikon Z7 pone lasticella in alto per la nuova impresa mirrorless full frame dellazienda giapponese. Con un nuovo innesto dellobiettivo e quindi nuove prospettive per il suo futuro, la serie Z ha i muscoli per competere con i suoi concorrenti Fuji e Sony.

Tuttavia, con un solo slot per schede XQD, una durata della batteria limitata (330 scatti per carica è la valutazione CIPA), alcuni pulsanti preferiti assenti (come il selettore della messa a fuoco a pressione prolungata) e un prezzo elevato con cui accontentarsi, lo Z7 fa hanno alcuni ostacoli da superare in un mercato già consolidato.

Anche i nuovi obiettivi non sono ancora in abbondanza (sebbene un adattatore F-Mount sarà utile per alcuni utenti Nikon di lunga data, ne siamo sicuri), ma è questa nuova serie di obiettivi S-Line con innesto Z che sarà la vera attrazione per questa fotocamera. Se lottica è così solida come dicono gli ingegneri di Nikon, allora sarà uneredità da guardare al futuro.

La Nikon Z7 sarà disponibile da settembre, al prezzo di £ 3399 solo per il corpo (£ 3999 con lobiettivo 24-70 mm f/4; £ 4099 anche con ladattatore FTZ). La Nikon Z6 sarà disponibile da fine novembre, al prezzo di £ 2099 solo per il corpo (£ 2699 con 24-70 mm f/4; £ 2799 anche con FTZ)

Scritto da Mike Lowe.