Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Non è un errore che sia la Nikon D5 che la Canon EOS 1D X Mark II sono arrivate nel 2016. Dopotutto, è un anno olimpico, con i fotografi sportivi professionisti che cercano un kit di livello superiore per scattare immagini di livello superiore a Rio. Non è lunico posto in cui queste fotocamere sono in grado di ottenere loro, ovviamente, con unabile versatilità sia per lo studio che per il lavoro sul campo.

E abbiamo avuto la fortuna di utilizzare entrambe le reflex digitali Big Daddy prima delle rispettive uscite. Mentre la nostra serie di esperienze di ripresa con la Canon era più personalizzata - una scuola di stuntman in Danimarca ha fatto da sfondo ad alcune grandi situazioni di prova, come dettagliato nella nostra recensione - la nostra esperienza fuori dal mondo con la D5 durante una pausa a New Anche York ha dimostrato quanto sia capace.

Ricapitolando: la D5 sfrutta il maggior numero di punti di messa a fuoco praticamente su qualsiasi fotocamera con la sua nuova configurazione a 153 punti (ignorando il sistema a 425 punti di Sony nella A6300), scatto continuo super veloce a 12 fps e ISO assurdamente alto 102.400 massimo (estendibile a Hi5, equivalente a ISO 3.276.800). Confrontando, la 1D X II va più veloce a 14 fps, massimo standard ISO 51.200, ma evita il numero di punti AF con una configurazione rielaborata a 61 punti.

Non è solo un gioco di numeri, però, si tratta di prestazioni vere e reali. E su questo fronte, Nikon ha creato un vincitore delloro nella D5. Non può sbagliare? Ecco cosa ne facciamo.

Il nostro parere veloce

Senza dubbio: la Nikon D5 è una fotocamera pro-spec sbalorditiva. Sarà anche inevitabilmente confrontato con Canon EOS 1D X II. Della coppia diremmo che il Canon è il più veloce e, probabilmente, il più abile nel lavoro video; la Nikon, daltra parte, ha un sistema di messa a fuoco più dettagliato e sfumato a nostro avviso, inoltre ha il sopravvento in condizioni di scarsa illuminazione e alte prestazioni ISO. Non cè molto tra loro, ma è così che li separeremmo, per quanto la separazione sia grande quanto un baffo.

Non che tu possa passare da Canon a Nikon o viceversa se sei un utente affermato. Ma se sei un proprietario di D4, allora, beh, il D5 ci sembra un gioco da ragazzi - £ 5.200 nella tua tasca posteriore in attesa, ovviamente. Un sistema di messa a fuoco aggiornato che si blocca su soggetti come la supercolla; un aumento non solo della qualità dellimmagine, ma anche della risoluzione; oltre a ulteriori stranezze come il nuovo layout, le opzioni touchscreen, lacquisizione 4K (nonostante i suoi ostacoli) e, senza dimenticare, una modalità di scatto continuo più veloce rispetto a prima a 12 fps.

Dei nostri pochi scrupoli è lassenza di un supporto dello schermo variabile, occasionale oscura selezione automatica del bilanciamento del bianco e burst e buffer inferiori rispetto alla Canon 1D X II che vanno contro la Nikon D5. Quello e linevitabile dimensione e peso che non funzioneranno per tutte le situazioni.

In un anno olimpico il D5 mette in scena una performance olimpica. Sta andando per loro ed è meritatamente degno di un tale riconoscimento. Anche se è un fotofinish così stretto con la Canon 1D X II che è troppo vicino per chiamarlo.

Recensione Nikon D5: sforzo olimpico da reflex digitale professionale

Recensione Nikon D5: sforzo olimpico da reflex digitale professionale

5 stars - Pocket-lint editors choice
Pro
  • Il nuovo sistema di messa a fuoco automatica è incredibilmente buono
  • Raffica super veloce a 12 fps con buffer inning decenti
  • I dettagli con impostazioni ISO elevate sono incredibili
  • La durata della batteria è epica
Contro
  • Le impostazioni ISO "Ciao" sono grosso modo inutili
  • Alcune strane decisioni di bilanciamento del bianco automatico in condizioni di illuminazione mista
  • Scatto continuo ridotto da Canon 1DX II

squirrel_widget_136437

Recensione Nikon D5: Design

Abbiamo usato una Nikon D4 per circa un anno dopo la sua uscita nel 2012, quindi abbiamo acquisito molta familiarità con quella fotocamera e cosa poteva fare. Il D5, in confronto, è unesperienza simile, ma ha amplificato le cose in una varietà di reparti. Non solo in termini di sensore, velocità e autofocus, ma anche di design.

Pocket-lintnikon d5 recensione immagine 2

Il nuovo corpo del D5 non sembra particolarmente "nuovo" a prima vista, si tratta più di sottili modifiche per il meglio. I doppi joystick, che sono disposti sia per lorientamento verticale che orizzontale, adottano una finitura più ruvida rispetto a prima, il che è ottimo per le dita bagnate o guantate quando si regolano i punti di messa a fuoco mentre si guarda attraverso il mirino.

Inoltre, il pulsante ISO è stato spostato dal retro della fotocamera verso lalto, appena dietro lotturatore, che è più simile a Canon nello stile ma aiuta a fare spazio al pulsante di regolazione della modalità burst sul retro. Questultimo nuovo pulsante può essere utilizzato per regolare la velocità delle opzioni continua alta (CH) e continua bassa (CL) (se selezionata sul quadrante della modalità di guida fisica, altrimenti il pulsante non fa nulla) se si desidera passare dai rispettivi 5 fps e 12 fps predefiniti. Forse un CL a 7 fps e un CH a 14 fps (con solo mirror up (M-up)) ti si addice meglio?

Ci sono anche altri pulsanti funzione personalizzabili questa volta: un Fn3 appare sul lato posteriore sinistro (il pulsante info che era qui si sposta sul corpo della fotocamera); e un pulsante Fn2 sul davanti che unisce i pulsanti Fn1 e Pv per coloro che raggiungono le dita. Fn3 si tuffa rapidamente nel menu per le impostazioni di rete, la valutazione o il memo vocale - ma questo è tutto - che è simile alla rete di Fn1 o alle impostazioni di riproduzione. Ci piacerebbe vedere un po più di personalizzazione qui, per consentire agli utenti di decidere cosa impostare e dove. È Fn2 che è più personalizzabile, con controlli dellarea AF e altro ancora.

Pocket-lintnikon d5 recensione immagine 6

Un punto più nascosto, ma fondamentale, è che il D5 è disponibile in due forme: uno sfoggia due slot per schede CompactFlash, gli altri due slot per schede XQD. Non esiste unopzione intermedia 50-50, quindi dovrai prendere la decisione giusta per te al momento dellacquisto. Stiamo esaminando la configurazione XQD, che dovrebbe trarre vantaggio dallessere leggermente più veloce del massimo CF (nota, luso da parte di Canon del formato CFast completamente diverso nella 1D X II è di nuovo più veloce), ma, per noi, è stato un dolore totale dovuto alla mancanza di due carte. Tuttavia, gli utenti D4 che hanno investito in XQD potrebbero vederlo come la strada da percorrere.

Recensione Nikon D5: Prestazioni

Non cè dubbio che il D5 sia una bestia grande e pesante. "Oh, questa è una grande macchina fotografica", era unosservazione comune - ma non è che ne vedrai mai molte per le strade. Si tratta di una grande macchina fotografica, ma gestito con due mani quasi tutto si inserisce in luogo per le regolazioni delle impostazioni rapide in verticale o orizzontale lorientamento. Tuttavia, la pressione prolungata per la regolazione ISO è un po più complicata da utilizzare data la sua posizione in alto. Certo, premere e tenere premuto per la regolazione AF-S/C è sempre stato così, ma sembra più naturale perché è più facile usare contemporaneamente le mani sinistra e destra per farlo.

Pocket-lintnikon d5 recensione immagine 30

Ad ogni modo, sono queste opzioni di messa a fuoco automatica che entusiasmano davvero nella D5. Ci sarà sempre una guerra con Canon per vedere quale produttore può produrre la migliore configurazione. E mentre i numeri non significano necessariamente una capacità di messa a fuoco "migliore" in tutte le situazioni, lopzione di tracciamento 3D con i suoi 153 punti nella D5 è davvero sorprendente. È disponibile in array normali o larghi allinterno di impostazioni più profonde, per adattarsi a diverse situazioni di ripresa. Più punti di messa a fuoco significano più sfumature e più dati per alimentare il sistema, in modo che possa prevedere e seguire il movimento in modo più abile. E una volta che si blocca su un soggetto, sembra davvero che non ci sia più da lasciarsi andare: i motociclisti che scendono per strada verrebbero catturati quasi istantaneamente senza pre-focus e rimarranno a fuoco sia che si muovano attraverso linquadratura, sia che si avvicinino che che si allontanano dalla fotocamera.

Sebbene sospettiamo che non molti utilizzeranno larray più completo per la maggior parte delle condizioni - molti professionisti sono contenti di un cluster di gruppo a 5 punti in tutta onestà - ma lopzione per 25 punti, 72 punti o larray completo (più il monitoraggio 3D) soddisferà diversi scenari. Di questi, tuttavia, sono disponibili solo 55 o 15 punti per la selezione, altrimenti staresti sfogliando allinfinito cercando di spostare il punto nella posizione desiderata. I punti intermedi sono proprio questo, intermedi per alimentare quei dati extra. E ci piace particolarmente il modo in cui i 153 punti illuminano il bordo esterno dellarea di messa a fuoco, mostrando quanto ampiamente larray copre il mirino; Le disposizioni a 72 e 25 punti sono configurazioni quadrate centralizzate.

Pocket-lintnikon d5 recensione immagine 36

Passa ad AF-S e 5 punti, gruppo e auto sono le opzioni. La sensibilità nellorientamento verticale è di primordine grazie a 99 sensori a croce, 15 dei quali supportano la sensibilità a f/8 per una risposta maggiore quando si utilizza un teleconvertitore: lideale se stai scattando con un teleconvertitore e non puoi avere super -Aperture veloci disponibili. Anche se in realtà non siamo stati in grado di testare tale reattività data la selezione dellobiettivo per questa recensione (è stato 24-70mm f/2.8 fino in fondo).

Sia che si utilizzi lAF singolo o continuo, siamo rimasti molto colpiti dalla precisione e dalla velocità. La D5 fa un ottimo lavoro anche in condizioni di scarsa illuminazione, senza inutili ricerche di messa a fuoco. Abbiamo scattato una serie di scatti spontanei a New York in bar bui o per le strade e, francamente, è come se la telecamera potesse vedere cose che noi non possiamo. È così buono. È il 100% più sensibile della D4 grazie alla capacità di -4EV, che è come mettere a fuoco al chiaro di luna.

Pocket-lintnikon d5 recensione immagine 38

Recensione Nikon D5: uniniezione di velocità

Tuttavia, la messa a fuoco non è limitata solo alle basse velocità, con la raffica continua della D5 in grado di raggiungere 12 fps (14 fps con blocco dello specchio/live view). Che non è il 14 fps (16 fps di blocco dello specchio) della Canon EOS 1D X II - e questo, dato che lo scatto a raffica è uno degli scopi principali di queste fotocamere, vede la Nikon in ritardo rispetto a un tocco. Batti le palpebre e ti mancherà, ovviamente, ma lo stesso si potrebbe dire per ottenere il miglior tiro da una raffica.

Alla velocità di 12 fps siamo stati in grado di scattare 78 scatti RAW e JPEG Fine consecutivamente prima che la velocità rallenti; tutti questi dati vengono scritti sulla scheda (qui XQD) in circa 8 secondi. Nessuna attesa da queste parti quindi, è una notevole pila di immagini. Tuttavia, per contestualizzare, potremmo scattare altri 92 fotogrammi con la Canon 1D X II a una velocità ancora più elevata di 14 fps prima che colpisca il buffer wall. Nikon afferma che è possibile acquisire 200 (solo) file raw consecutivi, ma non è questo il risultato che stavamo ricavando da una scheda da 400 MB/s. Quindi, ancora una volta, la Nikon è in ritardo rispetto alla Canon in questo senso.

Pocket-lintnikon d5 recensione immagine 17

Realisticamente non pensiamo che molti professionisti finiranno per esaurire il buffer della D5, anche se il Canon può fare di più. Quante volte tieni premuto lotturatore per ben 6 secondi e incroci le braccia, le dita dei piedi?

Sarai in grado di girare anche molte, molte sequenze continue, data la longevità della batteria del D5. È una di quelle fotocamere che possiamo portare con noi per un weekend in città senza il caricabatterie e senza preoccuparci. E per il lavoro in studio/posizione, il doppio caricabatterie ti coprirà se hai bisogno di un ricambio. Si è parlato molto di qualcosa di pazzesco come oltre 6.000 immagini per carica. Non è neanche lontanamente quello che stavamo ottenendo: pensa a 1.250 scatti per cambio, inclusi un sacco di live view, riproduzione, tweaking del menu e così via. Se tutto ciò che stai facendo è sparare raffiche senza periodi tra luso, potresti vedere più colpi per carica, ovviamente.

Recensione Nikon D5: qualità dellimmagine

Unarea in cui la Nikon vuole davvero renderlo un gioco di numeri è con il suo massimo potenziale ISO elevato. Come standard puoi scattare ISO 100 - 102.400. Che qualche anno fa avresti deriso come osceno e inutilizzabile ma, in realtà, abbiamo ripreso soggetti scuri e anche i neri resistono bene senza troppo rumore dimmagine.

Pocket-lintnikon d5 recensione immagine 50

Ovviamente non cè molto spazio per la manipolazione a sensibilità a sei cifre, dato come le modifiche allesposizione in post faranno davvero aumentare la brutta testa del rumore dellimmagine, ma è unimpresa potente e impressionante. Abbiamo cercato bande e altri elementi negativi in immagini pesantemente manipolate, ma Nikon ha imparato la lezione dopo lera della D7100 non così calda.

Che è un modo di pensare alla Nikon D5: è probabilmente la fotocamera in condizioni di scarsa illuminazione più capace, con uno stop aggiuntivo della sensibilità ISO rispetto alla 1D X II. Se vuoi girare a pieno formato, ad esempio, concerti dal vivo, questa potrebbe essere la DSLR da scegliere.

Tuttavia, sfugge al controllo. Lanciare un ISO 3.276.800 potrebbe sembrare vincere alla lotteria, ma è unimpostazione assolutamente inutile. Qualunque cosa abbiamo girato viene fuori in un pasticcio di foschia viola, con soggetti appena distinguibili, rendendolo unambientazione inutile per il bene del numero a sette cifre. Attieniti a ciò che funziona, per favore Nikon, perché lelevata sensibilità ISO della D5 è eccezionale, è solo consentito spingerla troppo oltre nelle impostazioni "Ciao" per i titoli e per scopi gongolanti.

Pocket-lintnikon d5 recensione immagine 44

Comunque, questo è un ISO alto, che è una cosa, ma poi cè la questione delle sensibilità medio-basse che sono forse le più importanti. Se hai bisogno di aumentare la velocità dellotturatore, aumentare la sensibilità ISO è tuo amico. A meno che, ovviamente, non trasformi le immagini in poltiglia grazie a unelaborazione troppo zelante. Non è così con la D5: scatta a ISO 3200 e stamperai comunque pagine intere, nessun problema. Scatta a ISO 800 e riderai di quanto tutto sia bello.

Ma vai ancora più in basso e il livello di dettaglio offerto è davvero qualcosa, supponendo che lobiettivo giusto sia comunque sulla parte anteriore. Uno scatto ISO 100 di una strada di Brooklyn, completo di pittura murale pro-Sanders, trasuda colore e dettagli. La D5 ha praticamente tutto.

Tranne un punto: il bilanciamento automatico del bianco in ambienti con illuminazione mista spesso va nella direzione sbagliata. Sappiamo che dovremmo preimpostare il bilanciamento del bianco, ma non labbiamo fatto testare la nuova fotocamera a un evento di lancio di Acer. I risultati sono stati buoni, ma lilluminazione ambientale e naturale mista ha portato ad alcuni risultati off-color; lo stesso si può dire per un ufficiale della polizia di New York a cavallo, che è stato scaraventato fuori rotta a causa delle luci rosa del cartellone pubblicitario sullo sfondo. Tuttavia, con il riconoscimento del soggetto, la fotocamera dovrebbe conoscere il bilanciamento in modo diverso.

Pocket-lintnikon d5 recensione immagine 46

A parte questo piccolo punto, stiamo lottando per trovare una cosa negativa da dire sulla qualità dellimmagine della D5. Full-frame significa piena profondità di campo. Un aggiornamento a 21 megapixel (beh, ne contiamo 20,7 se arrotondiamo dai file 5568 x 3712) significa più scala rispetto al D4 da 16 MP, che nel 2016 è ottimo sia per la fotocamera che per il post-ritaglio - e cè il dettaglio a disposizione per sfruttarlo al meglio.

Recensione Nikon D5: film e altre tecnologie

Uno sguardo al mirino del D5 e potresti notare due clip ai suoi lati. Questo perché può essere sostituito con diversi conchiglie oculari, il che potrebbe essere particolarmente utile, ad esempio, per una configurazione incentrata sul film. E con labilità 4K questa volta, il D5 è abbastanza ben configurato per i video.

E diciamo "abbastanza" perché non è il top della sua categoria: seleziona lopzione 4K 30fps e vedrai un conto alla rovescia massimo di 3 minuti per lacquisizione, non il massimo di 30 minuti che viene fornito con lacquisizione Full HD. Presumiamo che il motivo sia evitare il surriscaldamento del sensore, ma non esiste una posizione ufficiale in merito. Si dice che un aggiornamento del firmware potrebbe prolungare questo tempo di acquisizione nel prossimo futuro, ma resta da vedere se sarà così.

Pocket-lintnikon d5 recensione immagine 31

Tuttavia, puoi utilizzare lHDMI per unuscita pulita tramite un registratore esterno, che è uno su Canon 1D X II. Tuttavia, non disponiamo di un tale registratore per vedere se la limitazione del tempo di registrazione causa un problema con il limite del tempo di acquisizione, cosa che presumiamo. Ci sono anche jack da 3,5 mm per microfono e cuffie sul lato.

Nelle modalità di anteprima dal vivo o video - selezionate utilizzando il pulsante di attivazione e disattivazione sul retro, non siamo totalmente venduti sulla sua posizione e preferiremmo che fosse più in alto nel corpo - arriva unaltra importante novità per la D5: il touchscreen. Sì, una reflex digitale professionale con touchscreen. Toccare lo schermo in live view per selezionare un punto di messa a fuoco o per una rifocalizzazione semplice e fluida durante lacquisizione di video. È unottima funzionalità, anche se sottoutilizzata: vorremmo più impostazioni di menu per attivare/disattivare se lo schermo ha funzionato per i controlli di menu e altre impostazioni. Tuttavia, la possibilità di scorrere le immagini e zoomare con le dita piuttosto che armeggiare con i pulsanti dello zoom della lente dingrandimento sembra un passo nel 21° secolo.

Quello che manca a questo schermo - e proprio come abbiamo detto della Canon EOS 1D X - è una staffa ad angolo variabile. Ora potresti pensare che siamo pazzi a suggerire una cosa del genere, ma la reflex digitale full frame Pentax K1 ha unofferta robusta che avremmo amato in questa Nikon. Usare una fotocamera ingombrante da 1,4 kg (senza obiettivo) significa che a volte devi contorcere il tuo corpo per ottenere gli angoli che desideri: uno schermo che potrebbe essere manipolato sarebbe un enorme vantaggio. Tanto di cappello a Pentax per quello, pensiamo che sia un trucco che gli altri grandi produttori giapponesi hanno perso.

Pocket-lintnikon d5 recensione immagine 21

Unendo le porte basate su video cè quellaltra porta di fascia alta: Ethernet. Con velocità massime di 1000 Base-T è super veloce per incanalare i dati lungo il cavo, se è così che hai bisogno di ottenere rapidamente le tue immagini ai clienti. Se desideri il GPS o il Wi-Fi, tuttavia, nessuno dei due è incluso nella fotocamera: dovrai acquistare accessori aggiuntivi per tali attività e puoi collegarne solo uno al terminale a 10 pin (che, principalmente, è lì per essere utilizzato con telecomandi). Non che siamo sorpresi: il corpo robusto non può essere il migliore per far passare i segnali Wi-Fi.

Per ricapitolare

In un anno olimpico il D5 mette in scena una performance olimpica. Sta andando per loro ed è meritatamente degno di un tale riconoscimento. Anche se è un fotofinish così stretto con la Canon 1D X II che è troppo vicino per chiamarlo.

Scritto da Mike Lowe.