Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Guardare indietro per andare avanti: ecco cosè la Nikon Df. Questa reflex digitale in stile retrò sposa il classico stile Nikon SLR degli anni passati con gran parte della tecnologia moderna dellazienda giapponese. È lunica reflex digitale Nikon in grado di supportare lattuale attacco F e gli obiettivi non AI più vecchi grazie a una leva di accoppiamento pieghevole nel design. Quindi, se hai lenti vecchie, potrebbe essere il partner perfetto.

Sospettiamo che ci sia un pizzico di influenza dalla crescente popolarità delle fotocamere compatte Fujifilm serie X che ha aiutato a concepire la Df. Ma a prescindere da ciò, questa è una fotocamera che i fotografi di lunga data hanno chiesto: una DSLR full frame con quadranti di controllo manuali adeguati rifiniti in uno stile che suscita quel senso di nostalgia. Una fotocamera che ti mette al posto di guida, senza trucchi e offre il meglio delle capacità di imaging di Nikon.

Ma la nostalgia è sopravvalutata? E nel suo tentativo di evitare qualsiasi espediente, la Df ha chiuso il cerchio, posizionandosi a un prezzo "perché può" e perdendo una specifica veramente a prova di futuro che i fotografi esperti cercheranno? Abbiamo vissuto con la Nikon Df per scoprire se ha indotto uno stato di meraviglia nostalgica che ci ha lasciato chiedendoci perché non stiamo semplicemente usando la nostra Nikon D610.

Il nostro parere veloce

La Nikon Df potrebbe essere definita troppo ambiziosa. Con artisti del calibro di Fujifilm che sfoggiano lo stile retrò con una base più solida in termini di funzionalità e Sony che lancia leconomico Alpha A7, sul mercato ci sono considerevoli opzioni alternative retrò e full-frame.

LEGGI: Recensione Sony Alpha A7

Mentre saltiamo tra i post in termini di dove atterra lindicatore del punteggio di revisione per il Df, non possiamo ignorare la sensazione che Nikon abbia bisogno di imparare alcune lezioni da questa versione. Alla gente piacciono le fotocamere retrò, come noi qui al Lint, ma solo perché è un cenno al passato non significa che debba scendere a compromessi su nulla. Il motivo per cui il Df non è stato il modello top-spec successivo piuttosto che un D610 leggermente modificato è al di là di noi, in particolare a questo prezzo innegabilmente enorme.

Non che sia nostro compito dirti come spendere i tuoi soldi. È più che il prezzo premium del Df non si riflette abbastanza nella sua finitura esterna, né nelle specifiche generali, mentre la fotocamera è semplicemente troppo grande rispetto allimmagine che avevamo nella nostra mente.

Ma per quanto pensassimo di aver preso una decisione sul Df e di essere vicini a un punteggio più basso, abbiamo continuato a scattare foto, guardare le immagini e rimanere colpiti. Ed è questo che lo tira indietro dallorlo delloscurità perché tutto ciò che esce da questa fotocamera sembra fantastico. Il sensore potrebbe non essere nuovo di zecca, ma sarebbe sciocco persino tentare di deridere il silicio di fascia alta che si trova nella Nikon D4, la fotocamera da cui la Df adotta il suo sensore e, quindi, labilità di scattare le immagini.

A volte amiamo la Nikon Df e ciò che può fare. Ma ne compreremmo uno? No. È un costoso esercizio di nostalgia che, a volte, ci fa capire perché il mondo è andato avanti. Cè sicuramente qualcosa nel concetto, e mentre siamo presi dal fascino del Df, questo tentativo non si trasforma nello strumento fotografico a cinque stelle perfetto che avrebbe potuto essere.

Recensione Nikon Df

Recensione Nikon Df

4.0 stelle
Pro
  • Ottima qualità dellimmagine (degli standard D4)
  • Il sistema di messa a fuoco automatica veloce funziona a meraviglia
  • Lottimo concetto di design
  • Le ghiere di controllo manuale hanno i loro vantaggi
  • Compatibilità con obiettivi non AI
Contro
  • Costoso
  • Troppo grande a nostro avviso
  • Finitura non premium come dovrebbe essere
  • Nessuna opzione solo per il corpo
  • La posizione del quadrante anteriore può essere scomoda
  • Blocchi del quadrante sempre attivi
  • Meno specificati rispetto ai modelli full frame Nikon inferiori

squirrel_widget_126081

Ritorno al futuro

La Nikon Df è lequivalente moderno della Nikon FM2. Una specie di. Non sono più gli anni 70 o 80 e ovviamente questa fotocamera è un formato completamente nuovo e digitale piuttosto che un modello a pellicola. Progettato per attirare i ricordi e gli snapper dei giorni nostri che indossano i loro cappelli retrò, il modello con finitura argento che abbiamo recensito ha sicuramente unestetica vecchia di decenni. È anche lunica fotocamera Nikon recente a optare per il classico logo non in corsivo.

Pocket-lintnikon df recensione immagine 6

E ci piace laspetto del Df. Nelle foto sembra fantastico, ma poi nella mano è una storia leggermente diversa. Ci sono un paio di cose che ci lasciano perplessi: primo, le sue dimensioni - cè poca sensazione che sia più piccolo di un D610, anche se, tecnicamente, lo è - e, secondo, la finitura manca solo di una sensazione premium.

Non è che gli angoli siano stati tagliati nella realizzazione della fotocamera. Tutti i quadranti delle modalità, ad esempio, sono realizzati in metallo e si sentono benissimo. È solo il rivestimento in ecopelle che veste la maggior parte del corpo che sembra più una fotocamera compatta Fujifilm XF1 che un full frame premium in questo senso. Anche se per molti sospettiamo che sarà una questione di gusti.

Per il suo stesso design, la Nikon Df ha un pubblico potenziale specifico e di nicchia. Lo sai, lo sappiamo e indubbiamente anche Nikon lo sa. Il prezzo della fotocamera lo attesta, così come la varietà di quadranti di modalità sul corpo della fotocamera. Questo non è uno per gli snapper point-and-shoot. Non è nemmeno una scelta ovvia per i full-framer per la prima volta. Attirerà lattenzione di potenziali acquirenti specifici.

Pocket-lintnikon df recensione immagine 9

Ma riportare indietro lorologio e utilizzare una serie di quadranti in modalità fisica aggiunge un vero vantaggio nelluso? Siamo tutti per il pieno controllo manuale, ma ognuno di questi quadranti si blocca in posizione e deve essere rilasciato con un pulsante tieni premuto o, nel caso del quadrante della modalità di scatto, sollevato e ruotato. Pensiamo che sarebbe potenzialmente utile avere un meccanismo per "aprire" ogni quadrante, in un formato simile alla Pentax K-3.

LEGGI: Hands-on: recensione Pentax K-3

La regolazione della velocità dellotturatore è leccezione alla regola, poiché il quadrante non si blocca tra le sue specifiche di 1/4000 di secondo e 4 di secondo. Per 1/3 Step (auto), X (sync) e T (time) si blocca in posizione, ma stranamente B (bulb) può essere cliccato fuori posto con la stessa libertà di qualsiasi altro tempo di posa. Ci piace molto la scritta nera che diventa rossa per identificare velocità superiori a un secondo intero o più - aiuta a mantenere le cose più chiare - e la finitura blu dellopzione 1/3 Step.

I valori di apertura sono controllati utilizzando la ghiera anteriore del pollice, a seconda della modalità di scatto e supponendo che sia montato un obiettivo moderno. Sebbene questo sia tipico di qualsiasi DSLR, nella Df il quadrante è posizionato male. È rivolto verticalmente verso lalto, il suo percorso è in parte bloccato dallocchiello del cinturino e ci siamo trovati di tanto in tanto a far scivolare un pollice dal quadrante. Manca la funzionalità più considerata di una moderna DSLR, e questo va a scapito dello stile. Forma oltre la funzione.

Se non è rotto...

Cè la sensazione che il Df abbia lasciato un piede nel passato date le sue specifiche. I principali dadi e bulloni lo vedono funzionare in modo molto simile alla Nikon D600 o alla più recente Nikon D610. Anche se ciò significa che la tecnologia ha un paio di anni e poco o niente di nuova di zecca, in realtà non è una cosa negativa nel complesso. Questa è una tecnologia collaudata.

LEGGI: Recensione Nikon D600

Il sistema di messa a fuoco automatica a 39 punti della fotocamera non è il sistema a 51 punti di punta della Nikon D4, ma è comunque veloce e capace in tutte le sue varie configurazioni. Avremmo preferito una maggiore sensibilità in condizioni di scarsa illuminazione, tuttavia, poiché la capacità di messa a fuoco automatica di -1 EV si ferma dietro alcune delle più recenti offerte Nikon. Una piccola cosa, ma questa è la storia generale con le specifiche del Df.

Pocket-lintnikon df recensione immagine 3

Cè un interruttore AF/MF sul lato anteriore della fotocamera per alternare tra le opzioni di messa a fuoco automatica e manuale, completo di un pulsante tieni premuto per effettuare ulteriori regolazioni della messa a fuoco automatica. Le scelte sono singolo (S) disponibile in punto singolo o automatico, o continuo (C) che può utilizzare un punto singolo, o un array di 9, 15 o 39 punti, larray più completo con una modalità di tracciamento 3D opzionale. Funziona tutto molto bene per soggetti fermi o in movimento, il che significa che nulla sembra off limits quando si scatta con la Df.

Effettuare le regolazioni AF è un po più trasandato rispetto ad altre fotocamere DSLR Nikon di fascia alta, tuttavia, dato che cè solo un piccolo display superiore e quindi è invece richiesto luso dello schermo LCD posteriore da 3,2 pollici. Come abbiamo già detto, la rotella anteriore verticale può sembrare un po scomoda da usare per effettuare queste regolazioni AF, e un paio di volte abbiamo inclinato la fotocamera in avanti per vedere lo schermo LCD e le dita appoggiate sui pulsanti funzione Pv o Fn inferiore per errore. Per quanto ci piaccia avere questi pulsanti funzione che sono stati una seccatura in un paio di situazioni, per quanto ci siamo adattati rapidamente.

Pocket-lintnikon df recensione immagine 13

Altrove linclusione della protezione dalle intemperie standard D800 e un nuovo otturatore in grado di 5,5 fotogrammi al secondo massimo e valutato a 150.000 cicli danno alla Df un vantaggio rispetto alla precedente Nikon D600. Anche il mirino ottico con campo di vista al 100% si trova orgogliosamente sul retro, completo di un oculare circolare che non solo ha un bellaspetto, ma è anche comodo da usare.

Per quanto riguarda la batteria, abbiamo scattato diverse centinaia di scatti prima che il Df mostrasse alcun segno di esaurimento del suo misuratore visivo della batteria. Questo viene visualizzato su quel piccolo pannello superiore e, poiché mostra solo la potenza residua in terzi divisibili, è meno affidabile come misura di quella della Nikon D600 che è divisa in quinte. Tuttavia, la Df dovrebbe durare più a lungo - solo non quanto la batteria gigante della Nikon D4 - e ti vedrà facilmente superare 1.000 scatti per carica. La quota ufficiale è di 1.400 per carica. E non possiamo contestarlo.

Qualità dellimmagine

Attenendosi alla sua unica politica di fermo immagine - la Df è lunica reflex digitale Nikon dalla metà del 2010 che non può acquisire video - la Df si basa sullo stesso sensore full frame della Nikon D4 con le specifiche migliori. È fantastico se stai cercando unimmensa qualità dellimmagine da 16 megapixel. Ma, in termini di risoluzione, è molto indietro rispetto allintera linea di fotocamere Nikon DSLR rimanenti. Affidarsi al motore di elaborazione Expeed 3 del 2012 piuttosto che allultimo Expeed 4 dimostra anche una mancanza di progressione.

LEGGI: Recensione Nikon D4

Il nostro punto di vista non riguarda i numeri però. È troppo facile rimanere bloccati su questo solo perché qualcosa sembra essere un passo indietro. Sì, ci sarebbe piaciuto che Nikon si spingesse in avanti e rendesse la Df ancora più attraente con la tecnologia più recente, ma qui non è proprio così. E siamo arrivati ad accettarlo.

Pocket-lintnikon df recensione immagine 28

Recensione Nikon Df - immagine di esempio a ISO 800 - fare clic per ritaglio JPEG a dimensione intera

E labbiamo accettato per un semplice motivo: le immagini risultanti del Df sono innegabilmente brillanti. Nitido, ben esposto, ricco di dettagli anche con impostazioni ISO elevate, è davvero una cosa meravigliosa da vedere. Se aspiri alla qualità della Nikon D4, ecco il modo per ottenerla a metà prezzo (sebbene meno la maggior parte delle altre funzionalità della D4, questo è un dato di fatto).

È la qualità dellimmagine che rende il Df quello che è e lo riporta nel gioco per noi. È una macchina per immagini che offre una porzione significativa della sua gamma di sensibilità, che è controllata tramite la ghiera ISO manuale nella parte superiore sinistra della fotocamera. Da "basso 1" (L1) a ISO 100 e fino a ISO 12.800 nativi, sono disponibili anche opzioni di estensione H1-H4 sul quadrante. E per un maggiore controllo ci sono incrementi di terzo stop se sei un pignolo per i ritratti ISO 160 per imitare quella sensazione di pellicola professionale.

Da quellampia gamma di sensibilità disponibili abbiamo scoperto che gli scatti fino a ISO 3200 sono ancora fantastici e non avremmo remore a usarli su larga scala. I file grezzi sono ricchi di dettagli consegnati con una grana che ha un modo filmico. ISO 6400 è ancora utilizzabile, anche se lelaborazione JPEG è un po rigida e questo continua a diminuire la nitidezza e il colore allaumentare dellISO. Non siamo convinti della necessità di nessuna delle impostazioni "alte" e pensiamo che Nikon avrebbe dovuto essere più audace e lasciarle fuori - se non ci sono video, non abbiamo bisogno di girare a ISO 204.800 che certamente non esisteva decenni fa.

Pocket-lintnikon df recensione immagine 19

Recensione Nikon Df - immagine di esempio a ISO 1600 - fare clic per il ritaglio JPEG a dimensione intera

Per ottenere i migliori risultati, è difficile distinguere da ISO 100 a sensibilità inferiori a quattro cifre. Le immagini sono nitide e nitide, mentre linclusione dellimpostazione ISO 50 (equivalente) è una buona notizia per coloro che desiderano ottenere il massimo da aperture più ampie in condizioni luminose, anche se ciò significa avere una gamma dinamica inferiore nella sua file grezzi.

La qualità di ciò che puoi ottenere dal Df dipenderà, in parte, dallobiettivo montato sulla sua parte anteriore. Non siamo stati in grado di testare obiettivi non AI per questa recensione, quindi non possiamo commentare le caratteristiche specifiche del vetro più vecchio. Invece abbiamo lasciato sempre lobiettivo in edizione limitata 50mm f/1.8 G in dotazione sulla parte anteriore della fotocamera. Lobiettivo principale ci ha legato a un modo retrò di lavorare offrendo scatti deliziosi e anche quellapertura super ampia ha sicuramente i suoi usi, anche se f/1.8 su un sensore full frame è una bestia difficile da controllare con assoluta precisione.

Potrebbe non fare affidamento sulla tecnologia più recente, ma anche la migliore offerta del 2012 è abbastanza alta nel 2014 e sono le immagini risultanti che rendono la Nikon Df una fotocamera potenzialmente eccezionale.

Scritto da Mike Lowe.