Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - Con l'uscita della X-H2S, Fujifilm ha chiarito una cosa: è stanca di essere trascurata dal pubblico dei video.

Questa fotocamera mirrorless ha delle ottime capacità video, tra cui la possibilità di registrare internamente in ProRes 422 senza limiti di tempo. Allo stesso tempo, mantiene potenti funzioni fotografiche, tra cui la sbalorditiva velocità di scatto a raffica fino a 40 fps.

-

La domanda è se sia in grado di competere con i concorrenti del calibro di Sony, Canon e Panasonic, le cui offerte sono da tempo le preferite del mondo delle riprese ibride.

Abbiamo avuto la possibilità di portare la X-H2S al Goodwood Festival of Speed: ecco le nostre impressioni iniziali.

Il nostro parere veloce

La X-H2S è una delle fotocamere più impressionanti di Fujifilm fino ad oggi. Gli enormi passi avanti compiuti nel reparto video la rendono un'opzione interessante per gli amanti delle riprese ibride, in particolare per coloro che riprendono molti sport.

Sfortunatamente, il costo aggiuntivo del sensore CMOS impilato mette la fotocamera di fronte alla concorrenza agguerrita di Sony A7 IV, con il suo sensore full-frame e un autofocus superiore.

Tuttavia, se la velocità è ciò che vi serve, la Sony non si avvicina minimamente alla velocità di raffica e alle opzioni video ad alta velocità offerte dalla X-H2S.

Ci è piaciuto molto scattare con questa fotocamera e speriamo di avere la possibilità di esplorare ulteriormente le sue capacità.

Fujifilm X-H2S: recensione iniziale: Un velocista ibrido

Fujifilm X-H2S: recensione iniziale: Un velocista ibrido

Pro
  • Scatti a raffica incredibili
  • Registrazione ProRes interna
  • Video 4K a 120 fps superbo
  • Eccellenti opzioni di configurazione
  • Corpo ben progettato
  • Il display LCD superiore è molto pratico
Contro
  • Costosa per una fotocamera APS-C
  • I video a 1080p 240fps non sono all'altezza degli standard
  • L'IBIS non è all'altezza di Panasonic
  • L'autofocus non è all'altezza di Sony

squirrel_widget_12853530

Design

  • Corpo: 136,3 x 92,9 x 84,6 mm
  • Peso: 660 g
  • Corpo resistente agli agenti atmosferici
  • LCD monocromatico da 1,28 pollici

La X-H2S è un piacere da tenere in mano: l'impugnatura è naturale e sicura, mentre tutti i pulsanti e le manopole più importanti restano a portata di mano.

Sulla parte superiore della fotocamera è presente un ampio display che consente di controllare la durata della batteria, lo stato di conservazione e le impostazioni principali. È simile al display della vecchia X-H1, ma questa volta è posizionato meglio e i colori invertiti lo rendono molto più moderno.

Pocket-lintFujifilm X-H2S: recensione iniziale foto 3

È passato un po' di tempo dall'ultima volta che abbiamo usato una fotocamera con un display LCD di stato come questo, e avevamo quasi dimenticato quanto fosse utile. Rimane visibile anche quando la fotocamera è spenta e consente di controllare rapidamente la batteria residua e il numero di scatti rimasti senza dover accendere la fotocamera. È un'ottima cosa.

Il design è sobrio, diremmo, ma è attraente e ha un sottile fascino retrò. Certo, non è la cosa più importante del mondo, ma la fotografia è un mezzo visivo, quindi è lecito pensare che gran parte del mercato di riferimento apprezzi uno strumento di bell'aspetto.

Pocket-lintFujifilm X-H2S recensione iniziale foto 11

In un'ottica di distacco dalle sue offerte abituali, Fujifilm ha eliminato le ghiere vintage della velocità dell'otturatore e dell'ISO, optando invece per una ghiera delle modalità (con un'abbondanza di preset personalizzati) e un pulsante dedicato alla registrazione video. Siamo certi che alcuni fotografi non saranno soddisfatti di questa decisione, ma per un fotografo ibrido questa disposizione ha molto più senso.

Connettività e display

  • Prese HDMI, cuffie da 3,5 mm e microfono a grandezza naturale
  • Slot per schede CFexpress e SD
  • Monitor LCD da 3 pollici e 1,62 milioni di punti
  • EVF OLED da 5,76 milioni di punti

Trattandosi di una macchina da lavoro per il video, la presenza della giusta connettività è fondamentale e, fortunatamente, Fujifilm ha fatto un ottimo lavoro in questo senso. È presente una porta HDMI full-size in grado di emettere fino a 6,2K RAW o 4K 4:2:2 con profondità di 10 bit. A questa si aggiungono un ingresso dedicato per il microfono da 3,5 mm e una presa per le cuffie, tutti accessibili senza bloccare l'articolazione dello schermo ribaltabile.

È un piccolo dettaglio, ma molto apprezzato.

Pocket-lintFujifilm X-H2S recensione iniziale foto 6

È stato aggiunto anche uno slot CFexpess di tipo B per gestire i nuovi e pesanti codec (si parla di 2754 Mbps per ProRes HQ a 6,2K), ma per le attività meno intensive c'è ancora uno slot per schede SD. La fotocamera dispone anche di un connettore USB-C, che può essere utilizzato per alimentare la fotocamera, caricare la batteria o trasferire i file a un computer. Per quanto ne sappiamo, però, non è possibile registrare direttamente su un'unità SSD esterna.

Il giorno del test ha visto un tempo molto variabile, da pioggia scura a luce solare intensa, e sia l'EVF che il monitor si sono comportati in modo ammirevole. Entrambi offrono una grande chiarezza e ci hanno permesso di mettere a fuoco e rivedere i filmati con facilità, anche alla luce diretta del sole.

Pocket-lintFujifilm X-H2S recensione iniziale foto 8

Una cosa che abbiamo notato, tuttavia, è che il sensore di rilevamento automatico per l'EVF era un po' troppo sensibile e spesso spegneva il monitor mentre cercavamo di inquadrare un'inquadratura. Naturalmente questo, come quasi tutto il resto, è configurabile nel sistema dei menu, ma è qualcosa a cui prestare attenzione.

Foto e video

  • Sensore CMOS impilato APS-C - foto da 26MP
  • Scatti a raffica fino a 40 fps / 15 fps con otturatore meccanico
  • Video fino a 6,2K 30fps/ 4K 120fps/ 1080p 240fps
  • Supporto interno ProRes 422, HQ e LT
  • IBIS a 7 stop

Dato che eravamo a un evento con auto sportive velocissime e acrobazie ad alta quota, abbiamo trascorso gran parte della giornata a scattare raffiche ad alta velocità e video al rallentatore. Fortunatamente, queste sono aree in cui la X-H2S eccelle. Abbiamo scattato con una combinazione di XF16-55 mm f2.8 e XF50-140 mm f2.8, a seconda dello scenario.

Iniziando dalle prestazioni fotografiche, ci siamo trovati a scattare molte raffiche a 15 fps con l'otturatore meccanico e l'autofocus. C'è qualcosa di coinvolgente nello scattare foto con il suono di una mitragliatrice e, anche se di solito siamo piuttosto riservati con il numero di scatti che facciamo in un giorno, abbiamo rapidamente accumulato migliaia di immagini.

La messa a fuoco automatica è molto migliorata rispetto alla XT4, in particolare grazie agli algoritmi di rilevamento degli occhi migliorati per i soggetti umani. Funziona anche con gli animali, il che ci fa piacere, ma purtroppo all'evento non ce n'erano con cui testarlo.

Come ci aspettiamo da Fuji, i colori sono ottimi e le immagini risultano nitide e realistiche. Non c'erano molti spazi bui per testare le capacità in condizioni di scarsa illuminazione, ma siamo riusciti a fare un paio di scatti con ISO a quattro cifre e siamo rimasti colpiti dalla mancanza di rumore e dalla nitidezza dell'immagine.

Passando ai risultati video, la X-H2S continua a stupire. Ci sono piaciuti soprattutto i filmati 4K a 120fps che siamo riusciti a catturare, anche se vale la pena notare che i video 4K ad alta velocità sono soggetti a un crop di 1,29x. A 60 fps, invece, non si ha questo tipo di ritaglio.

Nel nostro caso, con soggetti lontani e la portata limitata della nostra gamma focale di 140 mm, il ritaglio ha funzionato a nostro favore. Non abbiamo riscontrato alcun surriscaldamento, ma il vostro chilometraggio può variare nei climi più caldi.

Abbiamo girato anche molte riprese a 240 fps a 1080p e, sebbene tutto risulti fantastico a una frequenza di fotogrammi così elevata, la qualità dell'immagine ne risente, oltre al fatto che il crop è di 1,38x. Abbiamo riscontrato che i video a 1080p ad alta velocità apparivano un po' morbidi e con un rumore insolito che non era molto piacevole da vedere.

Non sappiamo esattamente perché questo accada e speriamo che sia qualcosa che Fujifilm possa risolvere con un firmware futuro.

A framerate normali, la qualità video è eccellente e produce colori superbi e riprese nitide e dettagliate. C'è un'abbondanza di codec tra cui scegliere, incluso ProRes 422, in modo da poter selezionare il bitrate giusto per quasi tutti i progetti immaginabili.

Anche l'autofocus per i video è molto buono, il migliore che abbiamo visto finora da questo marchio, ma non è all'altezza di quello di Sony.

L'IBIS è una storia simile. È ottimo, ma non all'altezza di Panasonic. Riteniamo che questa fotocamera sia un po' una via di mezzo per gli amanti delle riprese video pure, a meno che non vogliano assolutamente il 4K a 120 fps con un sensore APS-C, ma nelle prossime settimane condurremo dei test più approfonditi per confermare questo sospetto iniziale.

squirrel_widget_12853530

Per ricapitolare

Se cercate una fotocamera APS-C per la fotografia sportiva e i video, la X-H2S è una delle migliori in circolazione. Questa fotocamera punta tutto sulla velocità e se le raffiche veloci e i video al rallentatore sono una priorità, la X-H2S non vi deluderà.

Scritto da Luke Baker. Modifica di Conor Allison.