Recensione Fujifilm X-T30 II: aggiornamento minore, fotocamera ancora potente?

L'X-T30 Mark II è quasi identico al suo predecessore, aggiunge solo uno schermo LCD a risoluzione più elevata e presumibilmente migliora un po' anche l'autofocus. (credito immagine: Pocket-lint)
Il pulsante Q Menu è posizionato in modo quasi troppo comodo, poiché è troppo facile da premere accidentalmente, il che fa apparire il menu in sovrimpressione sullo schermo. (credito immagine: Pocket-lint)
Il sistema di messa a fuoco automatica offre il tracciamento degli occhi, il che è eccezionale, mentre il piccolo joystick posteriore semplifica la regolazione della posizione del punto di messa a fuoco. (credito immagine: Pocket-lint)
Fujifilm combina i controlli sull'obiettivo e sul corpo per un modo retrò ma classico di controllare manualmente. Puoi sempre impostare le cose su Auto se preferisci. (credito immagine: Pocket-lint)
Il sensore X-Trans CMOS IV al centro di questa fotocamera offre scatti di qualità, eccone un esempio. Sembra gustoso, vero? (credito immagine: Pocket-lint)
Fondamentalmente uguale al suo predecessore, il modello Mark II non è per gli upgrade, è per i nuovi acquirenti. Pensala in questo modo ed è una potente fotocamera di fascia media. (credito immagine: Pocket-lint)
#}