Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - La Fujifilm X-T30 di seconda generazione non è una fotocamera di aggiornamento. In effetti, le sue differenze rispetto all'originale sono così minime che faresti fatica a notarle.

Ma questo è un po' oltre il punto: l'X-T30 II è qui per i nuovi acquirenti e, dato il suo prezzo ragionevole, sebbene sia un piccolo passo avanti per la serie, è comunque una fotocamera potente.

Il nostro parere veloce

Alcune persone vedranno l'X-T30 II come un grattacapo di una versione di Fujifilm, per il semplice fatto che è quasi identico al suo predecessore. Anche se è vero, questa non è una fotocamera per gli upgrade, è per i nuovi acquirenti.

Su questa base, l'X-T30 II piacerà in quanto riesce ad arrivare a un prezzo richiesto inferiore rispetto al modello originale, nonostante il miglioramento dello schermo, che lo rende una potente offerta di fotocamere intercambiabili di livello medio.

Certo, c'è molta concorrenza sul mercato ora, ma pochi possono offrire questo tipo di stile e controllo integrato con successo. Potrebbe essere un aggiornamento minore, ma la Fujifilm X-T30 II mostra ancora il suo valore.

Recensione Fujifilm X-T30 II: aggiornamento minore, ancora una fotocamera potente

Recensione Fujifilm X-T30 II: aggiornamento minore, ancora una fotocamera potente

4.0 stelle
Pro
  • Stile e controlli eccezionali
  • Sensore di immagine abile
  • Prezzo ragionevole
  • Messa a fuoco automatica capace
Contro
  • Appena diverso dal modello originale
  • Pulsante Q mal posizionato
  • Non resistente alle intemperie

Cosa c'è di nuovo per Mark II?

  • Schermo LCD ad alta risoluzione
  • Messa a fuoco automatica in condizioni di scarsa illuminazione migliorata (fino a -7EV)

Come abbiamo detto: noterai a malapena le differenze. Anche i loghi sono la stessa cosa: la parte "II" appare solo sulla base della fotocamera, sullo sportello della batteria e della scheda. È come se fosse un segreto.

Pocket-lintFujifilm X-T30 II recensione foto 4

Il cambiamento chiave è che il pannello LCD posteriore dell'X-T30 II ha una risoluzione più alta (1,62 milioni di punti, rispetto a 1,02 milioni). Sono state apportate anche modifiche all'autofocus, ma poiché il sistema generale è identico in entrambe le fotocamere, ovvero lo stesso numero di punti AF, sarà difficile individuarlo. In realtà, questo avrebbe potuto essere ottenuto dal firmware piuttosto che essere una vendita del nuovo modello.

L'autofocus è più reattivo in condizioni di scarsa illuminazione, ma Fuji è un po' sfacciato qui, dato che il -7EV è citato con l'obiettivo da 50 mm f/1.0 (che è circa il doppio del prezzo del corpo macchina).

X-T30 II: schermo e mirino

  • Mirino elettronico OLED integrato da 0,39 pollici, 0,62x mag, 2,36 m di punti, aggiornamento a 100 fps
  • Schermo LCD inclinabile a doppio asse da 3 pollici, risoluzione di 1,62 m

Quel nuovo schermo è ben attrezzato, con la sua staffa a doppio asse che è a portata di mano, anche se preferiremmo di gran lunga un design ad angolazione variabile con staffa laterale adeguata per una maggiore versatilità, soprattutto perché potresti riporlo a faccia in giù per evitare danni accidentali .

Pocket-lintFujifilm X-T30 II recensione foto 9

Il mirino, nel frattempo, è lo stesso da 2,36 m di prima, offrendo una qualità decente grazie alla frequenza di aggiornamento di 100 fps e alla luminosità di 800 nit. Tuttavia, i numeri non sono ciò che è veramente importante qui: è il modo in cui agisce quando è contro il tuo occhio fornendo immagini nitide, pulite e fluide. Ci sono cercatori fisicamente più grandi là fuori, ma per questo prezzo questa è ancora un'ottima soluzione.

Come si comporta l'X-T30 II?

  • Sistema autofocus fino a 425 punti (selezionabili anche 117 punti)
  • Pixel di messa a fuoco automatica a rilevamento di fase sul sensore da 2,16 m
  • Scatto a raffica a 8 fps (30 fps con otturatore elettronico)
  • Messa a fuoco automatica a -7EV in condizioni di scarsa illuminazione, ma solo con obiettivo f/1.0

Abbiamo recensito la fotocamera con un obiettivo 16-55 mm f/2.8, che è un ottimo pezzo di vetro, ma in realtà è un po' troppo grande per questo particolare corpo macchina. Di conseguenza, spesso abbiamo riscontrato che l'equilibrio si sbilanciava e spesso toccavamo il pulsante "Q" posizionato ad angolo e alzavamo la sovrapposizione del menu per sbaglio. Non che questo ti impedisca di sparare, è solo che non è un pulsante ben posizionato, tutto qui.

Pocket-lintFujifilm X-T30 II recensione foto 7

Per il resto, il design offre un'esperienza decente, grazie a quel controller del joystick posteriore, che semplifica il lavoro di regolazione dell'autofocus. Detto questo, a volte può essere un po' complicato, perché funge da pulsante deprimibile, a volte premendolo verso il basso si verificherà un movimento del punto AF indesiderato. Non che tu debba usare il joystick per la regolazione della messa a fuoco automatica, poiché lo schermo dell'X-T30 II offre anche il controllo touch.

Uno dei maggiori punti di forza dell'X-T30 II è che si comporta in modo molto simile alle fotocamere più costose di Fujifilm. Ciò significa milioni di pixel a rilevamento di fase sul sensore utilizzati per l'autofocus, che coprono il sensore da un bordo all'altro, offrendo un'ottima messa a fuoco automatica su tutta la gamma.

Pocket-lintFujifilm X-T30 II recensione foto 3

Come abbiamo detto del precedente X-T3 , tuttavia, non è infallibile. Quando si scatta in condizioni di scarsa luminosità, cercare di bloccare un soggetto può causare un'oscillazione della messa a fuoco... forse avremmo dovuto invece prendere un obiettivo da 50 mm f/1.0, eh?

Il sistema di messa a fuoco automatica include anche il rilevamento e il tracciamento degli occhi, molto utile quando si fotografano le persone. Tuttavia, disattivalo se non sei interessato, altrimenti la fotocamera darà la priorità ai volti all'interno delle scene, cosa che abbiamo riscontrato a nostro danno durante le riprese al Mobile World Congress 2022 , dove la fotocamera era il nostro cavallo di battaglia quotidiano per quello spettacolo.

All'interno delle impostazioni è presente una varietà di opzioni di messa a fuoco automatica basate su scenari in modo da poter far conoscere alla fotocamera il comportamento del soggetto. Potrebbe essere un soggetto che corre verso la fotocamera, uno che appare improvvisamente nell'inquadratura, uno con movimento irregolare o un'altra opzione personalizzata. Funziona davvero bene.

Pocket-lintFujifilm X-T30 II recensione foto 12

L'X-T30 è in grado di scattare a 30 fps con l'otturatore elettronico e fino a 8 fps con il suo otturatore meccanico, il che è abbastanza buono, ma la capacità del buffer è circa la metà di quella dell'X-T3 con specifiche superiori, quindi non sarai in grado di ronzare tanti colpi in uno. Anche il modello Mark II non ha migliorato questo aspetto.

Com'è la qualità dell'immagine dell'X-T30 II?

  • Sensore X-Trans CMOS 4 da 26,1 megapixel con X-Processor 4
  • ISO da 160 a 12.800 (da 80 a 51.200 esteso)
  • Acquisizione video 4K a 30 fps

In termini di qualità dell'immagine, probabilmente l'avete già intuito: l'X-T30 II è identico all'X-T30. Vale a dire che ha un grande successo, assicurati solo di avere le lenti giuste nel tuo arsenale per ottenere ciò che desideri.

È in buone condizioni di illuminazione che i risultati brillano davvero. La sensibilità di base di ISO 160 non è ancora così bassa come vorremmo, ma c'è un'opzione ISO 80 estesa per aiutare a mantenere l'apertura del diaframma quando necessario quando c'è il sole.

Anche le condizioni più deboli sono ben gestite, grazie alla struttura del sensore CMOS X-Trans, con sensibilità ISO a quattro cifre che offrono molti dettagli. Basta non esagerare: c'è un'opzione ISO 51.200 estesa che non è particolarmente utile in quanto otterrai molto rumore dell'immagine.

Pocket-lintFujifilm X-T30 II recensione immagini campione foto 2

Abbiamo spesso elogiato Fujifilm per la sua abilità nella qualità dell'immagine, e mentre l'X-T30 II non amplifica le cose oltre le già consolidate radici dell'azienda, è sicuramente al punto. Metti l'obiettivo ad ampia apertura giusto sulla parte anteriore e non ti dispiacerà un briciolo. Soprattutto da qualcosa di così piccolo, leggero, ben progettato e di bell'aspetto come questo.

Per ricapitolare

Alcune persone vedranno questo Mark II come un'uscita grattacapo di Fujifilm, per il semplice fatto che è quasi identico al suo predecessore. Anche se questo è vero, questa non è una fotocamera per gli upgrade, è per i nuovi acquirenti e, a questo proposito, il suo prezzo più basso non farà che attrarre ulteriormente.

Scritto da Mike Lowe.