Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - La Fujifilm X-Pro 3 proviene da una linea di fotocamere digitali in stile telemetro che era già di nicchia, ma poi fa un salto di qualità.

Come mai? Lo schermo LCD posteriore è nascosto. Tuttavia, non è del tutto assente - come nella Leica M-10D, che era una dichiarazione di design più audace - un suggerimento più forte per dissuadere luso dello schermo LCD e enfatizzare il suo mirino ibrido unico e completamente migliorato. (Ironicamente, tuttavia, lo schermo LCD nascosto è un miglioramento rispetto al suo predecessore, essendo il primo della serie ad essere sensibile al tocco).

Con il mirino e lLCD come chiari punti di discussione, ti verrebbe perdonato il fatto che lX-Pro 3 sia migliorata su tutta la linea e abbia molto in comune con lX-T3 , che era una delle nostre fotocamere preferite del 2018. La Pro presenta lo stesso processore, sensore e velocità di burst per citarne alcuni.

A seconda di chi sei, ci sono molte ragioni per essere eccitato e incuriosito dallX-Pro 3. È di nicchia, ma non è neanche per niente adorabile.

Le migliori fotocamere DSLR 2022: tutte le migliori fotocamere con obiettivi intercambiabili disponibili per l'acquisto oggi

LCD e mirino

  • Mirino ottico con area di acquisizione del 95%, punto di vista di 17 mm e angolo di campo di 27°
  • Mirino elettronico OLED, risoluzione di 3,69 milioni di punti, contrasto 1:5000, 100 fps
  • LCD Hidden Touch con risoluzione di 1,62 milioni di punti e pannello posteriore LCD secondario

In cima allagenda della nuova X-Pro 3 cè lesperienza visiva. Doveva esserlo. Nessunaltra fotocamera con obiettivo intercambiabile ha un mirino come quello della gamma X-Pro; un tipo ibrido che è sia ottico che elettronico.

Pocket-lintFujifilm X-Pro3 recensione immagine 16

I miglioramenti nel mirino di X-Pro 3 sono completi. Il mirino ottico ora ha un punto di vista di 17 mm, unarea di acquisizione del 95%, un angolo di campo di 27 gradi, un ingrandimento di 0,52x e una minore distorsione. Per quanto riguarda il mirino elettronico (EVF), è la stessa unità OLED che si trova nellX-T3, con unenorme risoluzione di 3,69 milioni di punti e un contrasto di 1: 5000.

Ma che dire di questo LCD allora? Fujifim afferma che il feedback di molti utenti X-Pro esistenti ha fatto luce su di loro utilizzando raramente lo schermo LCD, non solo, ma la sola vista ha sminuito lesperienza di utilizzo del mirino. Invece, quindi, questo schermo nascosto ha un piccolo LCD a colori "sub" sul display, come una versione digitale della finestra del pacchetto di pellicole analogiche, che mostra la modalità di simulazione della pellicola in uso. Che molto retrò.

Pocket-lintFujifilm X-Pro3 recensione immagine 15

Lo stesso LCD può anche mostrare le impostazioni di esposizione di base, proprio come potresti trovare sul pannello superiore di una fotocamera, come la Fujifilm X-H1 . Ovviamente dipende dai gusti, ma adoriamo laspetto delle fotocamere X-Pro e qui le cose sono appena migliorate: Fujifilm ci ha fornito un motivo estetico accattivante per mantenere nascosto lo schermo LCD principale.

Il pannello LCD da 3 pollici è nascosto sul retro, visibile solo quando il pannello posteriore è abbassato. Ruota fino a 180 gradi ed è ora sensibile al tocco per le normali funzioni come lacquisizione di immagini e la messa a fuoco. Nella nostra breve prova pratica con la fotocamera, abbiamo trovato lo schermo utile per le riprese a livello della vita, in particolare con la messa a fuoco tattile.

Pocket-lintFujifilm X-Pro3 recensione immagine 4

Eppure non vuoi davvero andare in giro con lo schermo abbassato, perché non sembra giusto. Naturalmente, aggiunge più alla fotocamera che nessun schermo, ma non puoi fare a meno di confrontarlo con altri schermi LCD che sono più facili da usare. Fujifilm avrebbe dovuto eliminare del tutto lo schermo LCD nascosto? Siamo in bilico su questo.

Design e prestazioni

  • Piastre superiore e inferiore in titanio, 70 guarnizioni di tenuta stagna
  • 0,045 secondi di ritardo dellotturatore meccanico
  • Sensibilità AF a -6EV
  • Durata della batteria di 370 scatti
  • Peso: 445 g

Il prossimo punto di discussione sono le nuove piastre superiore e inferiore, realizzate in titanio. Il materiale è più resistente della lega di magnesio e per un prezzo premium (circa £ 180) ci sono due versioni Duratech della fotocamera. Duratech è un rivestimento aggiuntivo applicato alle piastre che è più forte e più resistente ai graffi e simili.

Pocket-lintFujifilm X-Pro3 recensione immagine 2

Per il resto, le dimensioni e il peso di questa fotocamera dallaspetto meraviglioso sono quasi identici a quelli dellX-Pro 2 , così come le sue 70 guarnizioni a tenuta stagna. LX-Pro 3 utilizza anche lo stesso tipo di batteria dei suoi predecessori, ma offre un solido e gradito miglioramento della longevità, afferma Fuji, a 370 scatti. Otterrai solo 300 scatti dallX-Pro 2 e ancora meno dallX-Pro 1 originale .

Il ritardo dellotturatore nel Pro 3 è stato ridotto a 0,02 secondi in modalità otturatore elettronico e 0,045 secondi in modalità otturatore meccanico. Cè anche un limitatore di gamma AF personalizzato (molto gradito), in cui gli utenti possono impostare parametri di messa a fuoco precisi. Lo stesso sistema AF a rilevamento di fase si dice che sia sensibile alla luce era basso come -6 EV, quindi la fotocamera funzionerà meglio dei suoi predecessori con luce a basso contrasto.

Qualità di immagini e video

  • Sensore CMOS IV X-Trans da 26,1 milioni di pixel (APS-C)
  • ISO 160-12.800 (ISO 100-51.200 esteso)
  • Simulazione classica del film negativo
  • Video 4K a 30 fps
  • Bracketing di messa a fuoco
  • HDR integrato nella fotocamera

Abbiamo avuto un breve periodo con la versione di pre-produzione di X-Pro 3 senza firmware finale, quindi non possiamo giudicare la qualità dellimmagine in questa fase. Tuttavia, cè lo stesso processore e sensore che si trova nellX-T3, quindi possiamo aspettarci che la qualità dellimmagine sia identica, il che è unottima cosa. Usa gli obiettivi migliori e puoi aspettarti risultati eccezionali.

Le riprese video per una fotocamera a questo prezzo per gli standard odierni sono un po modeste. Ma poi se è progettato per i puristi che non useranno lo schermo, allora dubitiamo che sarà un fastidio. Sono disponibili riprese in 4K, ma sono limitate a 30 fps e un tempo di registrazione fino a 15 minuti. Il limite al tempo di registrazione può essere una benedizione perché il titanio non è meglio conosciuto per la dissipazione del calore e le cose potrebbero surriscaldarsi allinterno.

Alcune nuove modalità di scatto includono il bracketing della messa a fuoco (fino a 999 scatti), la modalità di esposizione multipla migliorata (fino a 9 scatti) e lHDR nella fotocamera, che secondo Fuji è molto più realistico della maggior parte dei concorrenti. E, naturalmente, ci sono una varietà di modalità di simulazione del film, che sono ovviamente importanti, specialmente con un intero sub-LCD più o meno dedicato a quel display sul retro.

Prime impressioni

Di tutte le fotocamere della serie X, è la gamma Pro di nicchia che ha assolutamente più senso assumersi un rischio di design: nascondere lo schermo LCD, conferendo alla Pro 3 un aspetto retrò ancora più simile a un film in forma digitale. Che ne dici di questo per distinguerti dalla massa?

Fujifilm ha coraggiosamente tentato di creare unesperienza di ripresa più "autentica" nellX-Pro 3 - e questo non sarà per tutti. È una fotocamera che richiede attenzione durante luso, quindi non si adatta in alcun modo ai tiratori occasionali. Ma non è così complesso da essere estraneo da usare, con tutti i quadranti di esposizione di base a portata di mano.

La vera vendita è il mirino ibrido. Che ora è migliore che mai, con una risoluzione e una chiarezza maggiori rispetto al suo predecessore. Quella combinazione di ottica tradizionale ed elettronica più moderna è rappresentativa del mantra di X-Pro 3; è a cavallo tra il retrò, pur mantenendo un piede ben saldo nel qui e ora.

Il design da solo potrebbe arruffare alcune piume, ma pensiamo che sarà accolto con entusiasmo dalla base di fan esistente, allontanando lutente più occasionale. È più specializzato e di nicchia di quanto non sia mai stato, che è lesatto fascino di questa fotocamera. Un po come Leica, la X-Pro di terza generazione è Fujifilm che si sta ritagliando il proprio percorso, facendo le proprie cose e consegnando i prodotti a un pubblico molto particolare.

La Fujifilm X-Pro 3 avrà un prezzo di £ 1.699 solo per il corpo o £ 1.879 per le versioni Duratech Black o Duratech Silver.

Scritto da Timothy Coleman.