Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Non capita tutti i giorni di giocare con una fotocamera da 100 megapixel. Questa è stata la riserva delle fotocamere di medio formato Hasselblad e Phase One e di pochi fotografi selezionati. Fino ad ora, cioè, quando Fujifilm ha finalmente messo in vendita il suo medio formato GFX100.

A una colazione di lavoro nel centro di Londra alla fine di giugno, abbiamo avuto qualche dozzina di minuti per curiosare in questa nuovissima fotocamera di medio formato di produzione finale, per vedere come si comporta, come sono le sue immagini e, beh, se vale il £ 10.000 prezzo richiesto solo per il corpo (sì, è molto, ma è molte volte più economico della concorrenza).

E se sei qui solo per vedere come appaiono le immagini da 102 MP, scorri verso il basso fino allultima sezione, dove puoi vedere i ritagli originali e a grandezza naturale di quanto siano veramente dettagliate le immagini di questa fotocamera.

Design: facile da usare, proprio come una DSLR/mirrorless

  • Ingrandimento 0,86x Mirino OLED da 5,76 m di punti (modalità 50 fps / 85,7 fps)
  • LCD posteriore: schermo ad angolazione variabile da 3,2 pollici, risoluzione di 2,6 m di punti
  • Piastra superiore: LCD da 1,8 pollici per visualizzazioni modalità/quadrante, istogramma
  • Piastra LCD posteriore (lunghezza 2,5 pollici) per una rapida visualizzazione delle impostazioni
  • Stabilizzazione nel corpo (IBIS), supporto a 5 assi
  • Costruzione resistente alle intemperie e alla polvere
  • Pesa 1,4 kg con 2 batterie
  • Doppio slot per schede SD

Guardare la GFX100 non è una piccola fotocamera. Ma questo è un dato di fatto. Ha un enorme sensore allinterno - circa quattro volte più grande dei sensori che troverai nella gamma mirrorless dellazienda - per offrire unenorme profondità di campo e una qualità come nientaltro.

Cè una squisita quantità di pensiero per la fotocamera, tuttavia, perché con un sensore così grande e una risoluzione così grande è necessario prestare ogni attenzione per evitare qualsiasi vibrazione, inclusa quella della fotocamera stessa. Di conseguenza, il modulo sensore di GFX è accoppiato alla connessione dellobiettivo, mentre la parte del corpo si trova attorno a questo, separatamente, come ulteriore forma di stabilizzazione, consentendo al sensore di evitare vibrazioni. Anche il meccanismo dellotturatore ha il suo ammortizzatore, per garantire che nulla venga interrotto.

Questo ingegnoso design sembra un po strano, però. La struttura in lega di magnesio è certamente abbastanza resistente - è anche resistente alle intemperie e alla polvere in 76 punti - ma il colore della lega sembra, beh, un po plasticoso. Si graffia anche: i campioni con cui abbiamo giocato avevano tutti dei graffi sulla finitura grigio-blu.

In termini di dimensioni, la GFX100 non è in realtà molto diversa da una DSLR professionale. Pensa a Nikon D5 o Canon EOS 1D X II . Questo perché viene fornito con due batterie che si inseriscono nella parte dellimpugnatura, a differenza del precedente G50S in cui limpugnatura era opzionale e la fotocamera molto più piccola, offrendo un ottimo layout sia per lorientamento verticale che orizzontale.

Il GFX100 non viene fornito con un mirino apposto, ma include ununità a clip che si inserisce sopra lhotshoe. Ottimo per aggiornamenti futuri, sostituzione se cè un problema o semplicemente rimozione se non è il tuo modo preferito di sparare. Per quanto riguarda i rilevatori, è eccezionale, con una risoluzione di 5,76 milioni di punti sul pannello OLED. La frequenza di aggiornamento, a 50 fps, è abbastanza buona, ma speriamo in qualcosa come 90/120 fps in modalità boost, che qui raggiunge gli 85,7 fps.

Ci sono anche tre schermi sul GFX100. Sono tutti per scopi diversi ovviamente: cè quello principale sul retro, mentre una lunga striscia sul retro mostra i dati, così come una piastra superiore più grande (che può anche essere illuminata).

Lo schermo posteriore principale ha una dimensione di 3,2 pollici con una risoluzione di 2,6 milioni di punti, inoltre lo schermo può essere estratto e regolato attraverso lorientamento verticale e orizzontale. È abbastanza facile da estrarre, ma se il mirino è ancora collegato, ostacola notevolmente la visualizzazione dello schermo. Ci sono anche bordi considerevoli intorno allo schermo, come se potesse essere ancora più grande, il che sarebbe ottimo per i controlli touch e per vedere i risultati con dettagli extra-large sulla fotocamera stessa.

Il display LCD del pannello superiore è il luogo in cui le cose si fanno interessanti. Fuji non ha configurato il GFX100 come potresti pensare: non cè il selettore della modalità principale, ad esempio. Invece puoi alternare tra le modalità P/S/A/M (e il controllo ISO) attraverso una combinazione di regolazione fisica - gli obiettivi GF hanno anelli di apertura fisici, inclusi A per Auto e C per Control (crediamo che questa sia la terminologia) - e, se vuoi, i due controlli a rotella. Imposta lobiettivo su C, ad esempio, e puoi usare la rotella per controllare lapertura come faresti su molte fotocamere DSLR. In questo senso, il GFX100 può essere configurato come preferisci.

Anche il display LCD della piastra superiore ha tre display principali tra cui è possibile alternare: ci sono tutte le informazioni di scatto, disponibili a colpo docchio; cè una configurazione a doppio quadrante, in cui ISO e priorità di scatto sono mostrati come quadranti digitali; e cè un istogramma. Passare da uno allaltro è semplicemente il caso di premere un piccolo pulsante a lato. Lunico "selettore di modalità" di cui parlare è linterruttore "Still/Multi/Movie" sul lato opposto della fotocamera, che non è convenzionale, ma siamo sicuri che sceglierai quello più adatto ed è lì che resta, nessuna acquisizione video accidentale o qualcosa di simile di cui preoccuparsi.

Nel complesso, quindi, il GFX100 è grande, ma sembra familiare. È molto simile a una fotocamera mirrorless Fujifilm, davvero. O una DSLR con specifiche professionali con un layout leggermente diverso. Ciò lo renderà accessibile a tutta una serie di fotografi, dovremmo pensare. Non cè bisogno di pensare al formato medio come scoraggiante allora.

Prestazioni: veloce come il medio formato

  • X Processor 4 è in grado di scattare a raffica a 5 fps (2 fps in live view)
  • Autofocus ibrido a rilevamento di fase e contrasto
  • Rilevamento viso e occhi migliorato rispetto a G50S
  • Video 4K a 30 fps (anche 25/24 fps)
  • USB-C per la ricarica in movimento

Il formato medio non è mai stato così famoso per le prestazioni di fascia alta, in termini di velocità comunque. In un certo senso, quindi, lo scatto a raffica a 5 fps della GFX100, in grado di catturare oltre 40 scatti consecutivi in formato raw, è piuttosto impressionante. Usa lo schermo posteriore, tuttavia, e questo è solo 2 fps, rendendolo molto più lento.

Pocket-lintFujifilm GFX100 immagine 5

Ora, non ci aspettiamo che qualcuno prenda una di queste telecamere per riprendere le gare di F1. Ma la velocità offerta da GFX100 è un passo avanti in questo campo. Lautofocus, ad esempio, sarà familiare agli utenti Fuji: puoi toccare lo schermo per mettere a fuoco se lo desideri, mentre la rotella posteriore regola la dimensione del punto di messa a fuoco. Non è così veloce come lX-T3 , ma per le foto è vicino.

Cè anche Eye AF e Face AF per identificare automaticamente i volti dei soggetti, inclusi multipli da cui è possibile selezionare. Questo non dovrebbe essere sottovalutato, specialmente per una fotocamera in cui il minimo movimento attraverso un piano focale toglierà qualcosa dalla nitidezza molto più rapidamente di quanto troverai dalle fotocamere con sensore più piccolo.

Abbiamo trovato che lautofocus è scattante per una varietà di scene fisse, facile da regolare e in definitiva favorevole. Tuttavia, non labbiamo affatto testato in condizioni di scarsa illuminazione, quindi questa è unaltra domanda a cui non possiamo rispondere. Tuttavia, con unelevata sensibilità ISO e punti AF a rilevamento di fase e contrasto, sospettiamo che questa fotocamera sarà equipaggiata abbastanza bene da gestire.

Si dice che le batterie siano buone per un massimo di 400 colpi al pezzo. Poiché ce ne sono due caricati - che vengono utilizzati indipendentemente, uno dopo laltro, in modo da poter far funzionare la fotocamera solo su uno mentre laltro si carica - ciò significa fino a 800 scatti per carica. E cè anche una porta USB-C se si dispone di un alimentatore abbastanza potente da caricare la fotocamera in movimento, il che potrebbe far uscire gli sparatutto in posizione da una situazione appiccicosa qua o là forse.

Risoluzione immensa: 102MP per una qualità eccezionale

  • Capture One Pro Fujifilm e Tether Shooting Plug-in Pro
  • Dimensioni del sensore di medio formato: 43,8 x 32,9 mm
  • Sensore CMOS retroilluminato (BSI)
  • Risoluzione 102MP, ISO 100-12.800
  • Array Bayer, non X-Trans
  • RAW/TIFF a 16 bit

Ma il vero titolo del GFX100 è la sua enorme risoluzione. Per primo è arrivato il G50S, con il suo sensore 51M.4P. Il GFX100, come impone la convenzione di denominazione, più o meno lo raddoppia, offrendo 102 MP. Questa è molta risoluzione, quindi le soluzioni di costruzione per la stabilizzazione e la resistenza agli urti descritte nella sezione di progettazione sopra.

Le immagini parlano da sole. Abbiamo scattato con un obiettivo standard da 63 mm e macro da 100 mm per avere unidea di cosa potrebbe fare la GFX100. Lautofocus si è dimostrato scattante, anche se vorremmo che una conferma dello zoom al 100% fosse ipercritica rispetto alla precisione, e i risultati, dove la messa a fuoco è stata azzeccata, rivelano un sacco di dettagli.

Abbiamo girato alcuni vasetti di yogurt per la colazione, come puoi vedere nella diapositiva sopra, ma è quando vedi quel fotogramma al 100% di dettaglio che puoi vedere i più piccoli dettagli sul fiore e sul mirtillo. È davvero molto speciale.

Altri fotogrammi dello skyline di Londra e gli inevitabili scatti della colazione continuano a mostrare quanto sia incredibile questa quantità di risoluzione per i livelli di dettaglio e la disponibilità anche per il ritaglio. Se hai bisogno di un cartellone pieno, questa fotocamera non avrebbe problemi a farlo senza nemmeno utilizzare lintero output dellimmagine, dovremmo pensare.

Cè anche molto da giocare con la sensibilità ISO. La sensibilità iniziale, ISO 100, può espandersi a ISO 12.800 come standard, il che significa che la fotocamera può essere trattata in un modo più simile a una reflex digitale. Dubitiamo che queste sensibilità elevate verranno utilizzate frequentemente da molti, ma almeno mostra che il sensore è altamente sensibile, il che è utile per lelaborazione dellanteprima tanto quanto qualsiasi altra cosa e aggiunge una maggiore versatilità se è necessario scattare in condizioni più scure.

Altri punti di nota sono la capacità di acquisizione a 16 bit, il che significa che i file raw possono catturare quantità pazze di colore e dettagli della gamma dinamica. Questi saranno circa 200 MB a pezzo, tuttavia, quindi dovrai avere schede grandi in quei due slot per schede SD. A meno che, ovviamente, non lavori in modalità tethering, il che funziona perfettamente con Capture One Pro.

Lacquisizione video potrebbe non sembrare la ragione per acquistare un GFX100, ma poiché lintero sensore viene utilizzato per lacquisizione 4K per mantenere lequivalente della lunghezza focale, le immagini in movimento possono essere riprese con unincredibile profondità di campo potenziale. Ottieni lobiettivo video giusto sulla parte anteriore e qui troverai la maggior parte delle cose di cui avrai bisogno per lacquisizione di livello hollywoodiano (H.265/H.264 a 400 MB, uscita 4:2:2 a 10 bit tramite HDMI, F-Log e HLG, fino a 60 minuti di acquisizione).

Le migliori fotocamere DSLR 2022: tutte le migliori fotocamere con obiettivi intercambiabili disponibili per l'acquisto oggi

Prime impressioni

Come diciamo, non capita tutti i giorni di utilizzare una fotocamera di medio formato da 100 MP. Il più grande vantaggio del GFX100 è quanto sia facile da raccogliere e utilizzare. Non cè niente di scoraggiante.

Ma perché vorresti spendere £ 10.000 per un corpo macchina? Ci sono molte ragioni, la principale è lenorme dimensione e risoluzione del sensore. Da quello che abbiamo visto, le immagini di questa fotocamera sono speciali: ci sono così tanti dettagli che è sbalorditivo.

Aggiungete a ciò lattenzione ai dettagli che Fujifilm ha messo nel design includendo smorzamento, assorbimento degli urti e un sistema di stabilizzazione nella fotocamera che non avrete mai visto prima in una fotocamera di questo tipo. Questo rende un sistema di medio formato molto versatile e capace.

Che per alcuni sarà unesperienza rivoluzionaria. E uno che è un taglio del prezzo rispetto alla concorrenza. Certo, il GFX100 è molto specializzato, ma è anche speciale .

Scritto da Mike Lowe.