Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Ci sono voluti circa tre minuti per innamorarci della Fujifilm X-T1 . Quindi, quando ci è stata mostrata per la prima volta la Fujifilm X-T2 a luglio, ci sono voluti solo tre secondi.

In molti modi lX-T2 è lofferta di fotocamere compatte più avanzate che abbiamo visto, il suo obiettivo è fermamente fissato per essere la migliore soluzione mirrorless per lautofocus continuo e il tracciamento del soggetto.

Come lX-T1, il punto di forza dellX-T2 non è solo laspetto retrò cool nella sua pelle resistente alle intemperie, ma anche il fatto che offre caratteristiche di alto livello. E con la nuova modalità Boost la fotocamera può sfrecciare via, scattando otto fotogrammi al secondo (8 fps) o 11 fps con limpugnatura della batteria opzionale collegata.

Tuttavia, non cè il controllo touchscreen, mentre quellopzione di presa aggiuntiva trasforma le capacità della fotocamera a un livello tale che è quasi come contemplare due diversi acquisti di fotocamere. Questo confonde lessenza dellX-T2 o la sua potenziale dualità rafforza ulteriormente i suoi punti di forza?

Il nostro parere veloce

Per alcuni aspetti, la Fujifilm X-T2 è così buona che spinge la X-Pro2 dal nome più grande fuori dal primo posto del roster dellazienda. È una fotocamera che riprende il mantra della precedente X-T1 e lo ingrandisce considerevolmente.

Se desideri la migliore messa a fuoco automatica continua di qualsiasi fotocamera mirrorless, non cercare oltre lX-T2. Allo stesso modo, se stai cercando una fotocamera con obiettivo intercambiabile di alto livello, ma portatile, allora leccezionale costruzione, le prestazioni e i risultati di imaging lo rendono un ovvio contendente per la rosa dei candidati.

Non è del tutto perfetto, ma la maggior parte dei nostri gemiti - nessuna messa a fuoco precisa, la potenziale confusione della modalità Boost e limpugnatura della batteria aggiuntiva, lautofocus continuo che non supera in astuzia una DSLR di fascia alta, la mancanza di un touchscreen e alcune debolezze di controllo - sono tutti minori punti che non possono sminuire quanto sia un atto di classe mondiale lX-T2.

LX-T2, sotto molti aspetti, stabilisce un nuovo punto di riferimento per il mercato mirrorless.

Da £ 1.399, Amazon

Recensione Fujifilm X-T2: un nuovo punto di riferimento per il mercato mirrorless

Recensione Fujifilm X-T2: un nuovo punto di riferimento per il mercato mirrorless

5 stars - Pocket-lint editors choice
Pro
  • Sistema di messa a fuoco automatica continuo completo non visto da altri CSC fino ad oggi
  • Ottimo mirino elettrico
  • Impugnatura opzionale migliora notevolmente le prestazioni
  • Design ottimizzato con quadranti più grandi ma mantenendo il fascino retrò
Contro
  • Ancora nessun touchscreen
  • Linterruttore dello schermo LCD a 3 direzioni è pignolo
  • I pulsanti intorno ai quadranti sono troppo piccoli
  • Hanno bisogno di presa per molte funzioni di fascia alta
  • Nessun prezzo ancora
  • Potrebbe fare con alcune opzioni di messa a fuoco automatica singole più dettagliate

squirrel_widget_138090

Recensione Fujifilm X-T2: nuovo layout

Per il sequel XT, il layout è leggermente cambiato rispetto alloriginale, ma è in gran parte in meglio. I quadranti sono ora più grandi, più pieni sia in altezza che in profondità, con i quadranti dedicati alla velocità dellotturatore e alla sensibilità ISO che offrono pulsanti da premere per bloccare per evitare urti accidentali.

Pocket-lintFujifilm x t2 recensione immagine 3

Il quadrante di compensazione dellesposizione, come quello della Fujifilm X-Pro2 può soddisfare +/- 3 EV o +/- 5 EV tramite lopzione "C" personalizzata, tuttavia non dispone di un tale meccanismo di blocco/rilascio. Raramente labbiamo messo fuori posto nel nostro uso, quindi non è un grosso problema, ma poiché non cè una luce di avviso quando la posizione viene spostata lontano da "0" potresti non saperlo; anche la sovrapposizione dellesposimetro presente nel mirino è piccola.

Lunica vera frustrazione per i quadranti sono i selettori ad anello intorno a loro - utilizzati per selezionare rispettivamente tra modalità di guida e misurazione - essendo troppo tozzi in termini di altezza, quindi davvero poco pratici da manovrare. Non è impossibile, ovviamente, e questo assicura che non scivolerai accidentalmente da un singolo fotogramma a unalta velocità di scatto, ad esempio.

Pocket-lintFujifilm x t2 recensione immagine 8

Anche così, la sensazione generale dellX-T2 è molto più aperta rispetto al modello precedente; più dettagliato. Sul retro cè un interruttore dedicato alla regolazione del punto di messa a fuoco automatica, come tirato dal modello X-Pro2 . È un piccolo interruttore rispetto a quello che potresti trovare su una reflex digitale Canon, come EOS 5D MkIV , ma su Fujifilm è incredibilmente utile.

Recensione Fujifilm X-T2: schermo e mirino

Unaltra area in cui lX-T2 amplifica le cose è con il suo nuovo schermo LCD a 3 direzioni. Ciò significa che può essere inclinato verticalmente verso lalto e verso il basso o, tramite il tocco di un interruttore sul lato dello schermo, orizzontalmente ad angolo retto, il che è utile per lavori di orientamento verticale di basso livello.

Pocket-lintFujifilm x t2 recensione immagine 6

Il fatto è che questo interruttore, come quei selettori ad anello, è anche esigente da gestire: avremmo preferito invece vedere uno stile Pentax K1 completamente manovrabile . Tuttavia, la scelta di Fujifilm dellimplementazione dello schermo tridirezionale non è solo una novità per lazienda, è la prima volta che ne vediamo uno in una fotocamera. E le probabilità sono che in genere lo utilizzerai comunque in una direzione o nellaltra, a seconda che tu sia più basato sullorientamento verticale o orizzontale durante le riprese.

Avendo utilizzato lX-T2 allestero, abbiamo scoperto che lo schermo è estremamente utile per il lavoro a livello della vita, anche se è un peccato che non si allontani ulteriormente per una visione ancora migliore, soprattutto perché loculare del mirino può entrare la via della visione. E non riusciamo davvero a capire perché non ci sia ancora il touchscreen.

Pocket-lintFujifilm x t2 recensione immagine 44

Nel tentativo di essere esperto di batteria, lX-T2 utilizza anche una bassa frequenza di aggiornamento dello schermo quando non è in uso dopo un breve periodo di tempo. Siamo spesso colpevoli di lasciare lo schermo acceso tra uno scatto e laltro, quindi, sebbene lidea sia buona, troviamo che la sua rapida implementazione sia un po fastidiosa: non è bello vedere una frequenza di aggiornamento balbettante. Tuttavia, una mezza pressione del pulsante di scatto riporterà le cose in azione. Allo stesso modo, quando la fotocamera va in timeout e va a dormire, è necessaria una forte pressione dellotturatore per riattivarsi e non è particolarmente veloce per riaccendersi.

Il mirino dellX-T2 è uno stormer. LX-T1 ha fissato il punto di riferimento per questo quando è stato lanciato nel 2014 - e lX-T2 riprende da dove si era interrotta la fotocamera. Il punto principale è quanto è grande il pannello: il suo ingrandimento di 0,77x lo rende fisicamente grande alla vista come offrirebbe una reflex digitale professionale. Aggiungete a ciò un pannello OLED ad alta risoluzione da 2,36 m di punti e di certo la risoluzione non manca. LX-T2 è due volte più luminoso dellX-T1 e offre anche una frequenza di aggiornamento più elevata (beh, se la modalità Boost è comunque attivata: questo lo imposta su un aggiornamento di 100 fps anziché di 60 fps).

Pocket-lintFujifilm x t2 recensione immagine 4

Il nostro unico problema con il mirino è la sua velocità di attivazione. Cè un sensore a livello degli occhi che può avviare automaticamente il pannello, ma il piccolo ritardo significa che starai fissando nelloscurità per un breve momento prima che le cose inizino. Lunico rimedio, in realtà, è lasciare il mirino sempre attivo (disimpegnando lo schermo tramite il pulsante "mirino" a lato).

Recensione Fujifilm X-T2: prestazioni

Il che ci porta alle cose più complesse e dettagliate nelle impostazioni di messa a fuoco automatica continua dellX-T2: questa fotocamera vuole essere vista come una reflex digitale di fascia alta nelle sue opzioni di regolazione continua dellautofocus.

Pocket-lintFujifilm x t2 recensione immagine 23

Sono disponibili opzioni per modificare la sensibilità di tracciamento per i soggetti che entrano davanti/dietro il soggetto corrente, la sensibilità di tracciamento della velocità per soggetti stabili o in rapida accelerazione/decelerazione e il cambio di zona per dare priorità ai soggetti in base alle posizioni zonali. Confuso ancora? Non è necessario: la fotocamera è configurata con cinque preimpostazioni e una sesta impostazione personalizzata in modo che tu possa fare come preferisci con i controlli.

Il che va tutto bene, ma non cè lo stesso grado di precisione nel sistema di messa a fuoco automatica dellX-T2 per vederlo tenere a bada quelle fotocamere DSLR professionali. Certo, è il migliore che abbiamo visto in una fotocamera di sistema compatta, ma è ancora al di sotto del segno in alcune aree. Non sembra così completo come il tracciamento 3D che troverai, ad esempio, nella Nikon D500 .

Il motivo è piuttosto semplice: la dimensione del punto di messa a fuoco manca di precisione millimetrica, mentre la fotocamera stessa potrebbe perdere leggermente il blocco della messa a fuoco e ti ritroverai con un oggetto davanti come punto focale. È leggero e siamo critici, ma anche con quelle varie opzioni di sensibilità di tracciamento non abbiamo sempre avuto la meglio con scatti perfetti.

Pocket-lintFujifilm x t2 recensione immagine 38

Il rovescio della medaglia è quanto sia migliore di X-T2 rispetto ai precedenti modelli mirrorless. Sono strade più avanti quando si tratta di agganciare rapidamente un argomento e tenerlo in mano. Ad esempio, fotografare i ciclisti che sfrecciano per le strade di Shanghai con le loro bici elettriche non è stato un problema nemmeno durante la panoramica veloce, a patto che il valore della velocità dellotturatore sia impostato correttamente (cosa per cui lX-T2 è così ben impostato, data la sua disposizione manuale).

Passare alla messa a fuoco automatica singola, attivabile premendo linterruttore S/C/M sulla parte anteriore della fotocamera, è semplicissimo, mette a portata di mano lintero sistema a 91 punti. È facile regolare la selezione del punto e la dimensione del punto utilizzando linterruttore posteriore e le rotelle. Come diciamo, unopzione leggermente più precisa, proprio come Panasonic offre con la sua serie G, come lultima Lumix G80 , eleverebbe la precisione a un livello ancora più alto.

Pocket-lintFujifilm x t2 recensione immagine 50

Altrimenti, nel complesso, lX-T2 fa un ottimo lavoro. Raramente deve cercare di concentrarsi, con solo poche istanze fallite che si verificano durante i nostri test. E con lobiettivo 16-55 mm f/2.8 la distanza di messa a fuoco ravvicinata è in qualche modo limitata, ma dipende dallobiettivo piuttosto che indicativa della fotocamera stessa.

Recensione Fujifilm X-T2: miglioramenti dellimpugnatura della batteria

Tuttavia, non è tutto così semplice, poiché la velocità di raffica della fotocamera e la capacità di messa a fuoco automatica continua possono essere notevolmente migliorate con laggiunta dellimpugnatura della batteria VPB-XT2. Questo non solo porta due batterie extra (per un totale di tre) alla festa per una maggiore longevità, ma può anche aumentare lo scatto a raffica massimo a 11 fps (da 5 fps / 8 fps).

Pocket-lintFujifilm x t2 recensione immagine 12

LX-T2 ha un autofocus continuo che è potenzialmente circa sei volte più capace dellX-T1 . Ad esempio, Fujifilm ha dimostrato come laumento dellelaborazione, lintervallo di ripresa ridotto, il tempo di blackout e il ritardo dellotturatore avrebbero liberato più tempo in una raffica a 3 fps per consentire sei opportunità di rifocalizzazione nellX-T2, rispetto allX- Lunica opportunità di T1 (a causa dellelaborazione più lenta e dei tempi di intervallo/blackout/ritardo più lunghi).

Con laumentare della velocità di raffica, il numero di opportunità di rifocalizzazione possibile allinterno di una raffica si riduce, ma Fujifilm cita ancora che 5 fps sullX-T2 sono due volte più capaci rispetto allX-T1. Stiamo parlando di precisione qui, poiché il sistema ha quelle opportunità aggiuntive per rifocalizzare un soggetto in movimento.

Il che va bene, ma il vantaggio sopra i 5 fps non è così significativo. Inoltre, affidarsi a unimpugnatura accessoria per migliorarne la funzionalità è un po una sciocchezza per certi aspetti, visto come laggiunta trasformi radicalmente il prodotto. È quasi come se Fujifilm avesse realizzato due prodotti in uno, con due diversi destinatari.

E se sei nel gruppo dellimpugnatura della batteria, probabilmente troverai il suo design limitante: non estende sufficientemente laltezza dellimpugnatura della fotocamera, il che lo rende piuttosto scomodo da usare, in quanto non cè spazio per il mignolo.

Pocket-lintFujifilm x t2 recensione immagine 17

Se non si utilizza limpugnatura, esiste anche una modalità Boost nella configurazione standard dellX-T2 per aumentare la frequenza di aggiornamento del Finder e massimizzare lo scatto a raffica a 8 fps. Ci sono così tanti livelli nelle capacità dellX-T2 a seconda della configurazione che può sembrare semplicemente confuso.

Quindi, se ti occupi di riprendere soggetti in movimento, non solo vorrai limpugnatura della batteria dellX-T2, ma ne avrai bisogno.

Recensione Fujifilm X-T2: qualità dellimmagine X-Trans

Il resto delle viscere di X-T2 sarà familiare a tutti gli utenti di X-Pro2 : cè lo stesso sensore X-Trans CMOS III da 24,3 megapixel, abbinato a X-Processor Pro, per immagini di altissima qualità. E siamo stati venduti su questo sensore sin dal primo utilizzo.

Pocket-lintFujifilm x t2 recensione immagine 40

Rispetto allX-Pro2 , il sensore dellX-T2 è stato leggermente modificato, con larea di messa a fuoco automatica a rilevamento di fase integrata aumentata al 75% in verticale e al 50% in orizzontale, rispetto al 40% in entrambe le direzioni nellX- T1. Ciò espande larea di messa a fuoco più reattiva per allearsi con le opzioni di messa a fuoco automatica continua. In molti modi rende lX-T2 più "pro" del fratello "Pro2".

I risultati, tuttavia, sono in gran parte gli stessi. E a volte sono piuttosto strabilianti. La gestione delle aree dombra scure da parte di Fujifilm anche a sensibilità ISO elevate è eccellente, tenendo a bada il rumore di colore e mantenendo la ricchezza e il contrasto che mancano ad alcuni concorrenti. Ciò è vero fino a ISO 6400. Tuttavia, le lunghe esposizioni possono sembrare un po striate.

Pocket-lintFujifilm x t2 recensione immagine 56

Le sensibilità ISO più basse contengono il maggior numero di dettagli, anche se è un peccato che ISO 200 sia la sensibilità di livello base per questa fotocamera. Cè unimpostazione "L" bassa sulla ghiera ISO, ma non si otterrà la stessa gamma dinamica da tali scatti, il che potrebbe essere un problema quando si scatta in modalità raw e si spera di apportare modifiche.

Cè un sacco di colore senza che le cose sembrino esagerate, anche se a volte il contrasto predefinito è un po troppo duro: questo può essere regolato selezionando diversi tipi di film allinterno dei menu.

Quando si tratta di dettagli, gli scatti a 24 MP a grandezza naturale sembrano fantastici. È solo quando ingrandisci per ispezionare i dettagli molto più da vicino che noterai qualsiasi degrado della qualità dovuto allelaborazione allaumentare della sensibilità ISO. È solo con la sensibilità ISO a quattro cifre che inizierai a vedere trame screziate o artefatti di elaborazione attorno ai bordi del soggetto definiti o una maggiore morbidezza come risultato dellelaborazione. Non è particolarmente grave, tuttavia, con scatti a ISO 6400 che resistono bene, a patto che non ti aspetti dettagli impeccabili in ogni punto.

Pocket-lintFujifilm x t2 recensione immagine 30

Come abbiamo detto dellX-Pro2, cè una certa dipendenza dalla scelta dellobiettivo. Gli obiettivi XF della scuderia Fujifilm sono, nel complesso, mirati alla fascia più alta, ma di tanto in tanto hanno i loro problemi: il 35mm f/2.0 ha una morbidezza degli angoli abbastanza grave, ad esempio; il 100-400mm, sebbene decente, è relativamente limitato nellapertura massima (a f/4.5-5.6). Scegli le lenti in modo critico e impara i loro punti di forza e di debolezza per ottenere i migliori risultati. La nitidezza centrale, tuttavia, è qualcosa di cui non possiamo lamentarci dallobiettivo 16-55mm f/2.8 (è solo il peso e le dimensioni che possono sembrare fuori luogo con una fotocamera come lX-T2).

Oltre alle immagini fisse, lX-T2 introduce anche lacquisizione di video 4K. È la prima volta che viene offerto in una fotocamera Fujifilm. Quindi è strano, quindi, che non ci sia un controllo del pulsante del film one-touch come il precedente X-T1. Ci sono opzioni complete di F-Log Gamma, tra "Quick 4K", il che significa che le modalità di simulazione del film possono essere utilizzate anche durante lacquisizione, per risultati di tipo graduale senza la necessità di post-elaborazione. Unuscita HDMI 4:2:2 per i tiratori seri che desiderano catturare fuori dalla fotocamera, oltre a jack per cuffie e microfono da 3,5 mm, rende lX-T2 di fascia alta nel suo pensiero. Oh, e non dimentichiamo anche i doppi slot per schede SD compatibili con UHS-II a bordo.

Pocket-lintFujifilm x t2 recensione immagine 10
Per ricapitolare

Dallaspetto retrò ma meravigliosamente avanzato nelluso, lX-T2 stabilisce un nuovo punto di riferimento per il mercato mirrorless.

Scritto da Mike Lowe.