Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Nel 2003, Canon ha cambiato il mercato delle fotocamere digitali con la prima reflex digitale da £ 1000, la EOS 300D. Questa era una reflex perfettamente funzionante che era facile da usare per i principianti, ma abbastanza avanzata per quei fotografi esperti che cercavano un modo per entrare nel digitale.

Andando avanti di circa 15 anni e più, la Canon EOS 250D (o Rebel SL3 negli Stati Uniti), molto più economica, segue questa formula. È una DSLR entry-level che si rivolge al fotografo o al videografo nuovo o in evoluzione, tuttavia le sue caratteristiche e la qualità dellimmagine lo rendono adatto a una vasta gamma di utenti.

La gestione tradizionale rende il controllo manuale molto più semplice rispetto alle fotocamere mirrorless più piccole, mentre linnesto dellobiettivo Canon EF offre compatibilità con centinaia di obiettivi di alta qualità senza la necessità di un adattatore. Il video 4K e lo schermo completamente inclinabile significano che questa sarà anche una fotocamera popolare per i video blogger.

Design

  • Touchscreen LCD ad angolazione variabile da 3 pollici e 104 k punti, mirino ottico
  • Scatto guidato e modalità creative
  • Attacco obiettivo: Canon EF/EF-S
  • Wi-Fi e Bluetooth
  • Ingresso microfono da 3,5 mm
  • Slot per scheda SD

Per gli utenti Canon esistenti, laspetto della 250D sarà molto familiare. La finitura in plastica nera spazzolata sembra robusta e sia i pulsanti che le alette sembrano solidi, senza sonagli. Cè una presa profonda per la tua mano destra e, a condizione che tu non stia usando una delle lenti pancake, un posto naturale per la tua mano sinistra sulla lente.

Pocket-lintCanon EOS 250D recensione immagine 3

Con quella che in realtà è una fotocamera piuttosto piccola per gli standard DSLR, Canon non è stata timida con i pulsanti di questo modello. Nella parte superiore, ci sono i pulsanti rapidi per lISO e la visualizzazione dello schermo accanto alla ghiera principale di apertura/velocità dellotturatore e una tradizionale rotella della modalità di scatto. Non cè un pannello LCD superiore o un pulsante di anteprima dellapertura, ma qui non mancano davvero.

Sul retro, un pulsante Q al centro del quadrante multifunzione a quattro vie dà accesso ai principali modelli di scatto, mentre pulsanti aggiuntivi forniscono accesso diretto al live view (che è lanteprima in tempo reale sullo schermo posteriore), compensazione dellesposizione , blocco dellesposizione, punto AF e altro ancora. Il display touchscreen significa che puoi effettivamente accedere a molte delle funzioni di ripresa più rapidamente con un tocco dello schermo. Questo vale anche per la selezione del punto AF, specialmente quando si utilizza il live view della fotocamera.

Per impostazione predefinita, sia i controlli della schermata di ripresa posteriore che il menu sono impostati su una modalità guidata. Ciò fornisce una guida visiva colorata alla modalità in cui ti trovi e aiuta a spiegare cosa faranno le regolazioni disponibili per il tuo scatto. Ad esempio, in modalità Valore di apertura, la modifica dellapertura cambia lo sfondo da sfocato a nitido. Gli utenti avanzati possono riportare questi schermi ai display Canon standard, senza i consigli del tutorial o i colori brillanti.

Pocket-lintCanon EOS 250D recensione immagine 6

Una delle caratteristiche distintive di questo modello è lo schermo ad angolazione variabile. Il display da 3 pollici è montato su una staffa che consente di capovolgerlo e ruotarlo per la visualizzazione dallalto, dal basso, di lato e, soprattutto, dalla parte anteriore della fotocamera. È facile liquidarlo come un espediente per gli ossessionati dai selfie (anche se a volte tutti amano un buon selfie), ma è una funzione utile per coloro che desiderano girare video e presentare alla fotocamera.

I videomaker possono anche scegliere tra il microfono stereo integrato o un ingresso microfono da 3,5 mm e unuscita HDMI, ma purtroppo non cè il jack per le cuffie. La stabilizzazione per la gamma EOS avviene negli obiettivi anziché nel corpo e, sebbene lobiettivo del kit disponibile sia stabilizzato, è un aspetto da considerare quando si acquistano obiettivi aggiuntivi.

Prestazione

  • Sistema AF a 9 punti con mirino ottico (punto centrale f/2.8, altro f/5.6)
  • Dual Pixel AF a 143 punti con live view (selezione manuale di 3.975 punti)
  • 12 modalità scena, 10 filtri creativi (incluse 4 modalità HDR)
  • Scatto continuo a 5 fotogrammi al secondo (5 fps)
  • Modalità di messa a fuoco AI, One Shot e AI Servo
  • Batteria: 1020 scatti (cercatore), 300 (live view)

Il sistema di messa a fuoco di EOS 250D combina sia un sistema di rilevamento di fase a 9 punti, quando si utilizza il mirino ottico, sia un sistema Dual Pixel AF a 143 punti per il live view.

Entrambi fanno un ottimo lavoro nel fornire una messa a fuoco rapida e accurata, anche se un sistema a 9 punti sembra un po limitante in questi giorni: ci sono fotocamere con dozzine di punti per un tracciamento del soggetto migliore e più complesso e una precisione millimetrica.

Quando sei in modalità live view, puoi selezionare manualmente il punto di messa a fuoco da qualsiasi punto del touchscreen. Ciò significa che invece dei 143 punti selezionabili automaticamente, in realtà hai più vicino a 4.000.

Nonostante sia un modello di consumo, i sistemi di messa a fuoco possono sfruttare gli obiettivi di fascia alta, fornendo una maggiore sensibilità al punto centrale con un obiettivo f/2.8. Ciò significa che se disponi di un obiettivo con unampia apertura, in modo che possa entrare più luce, il che offre un maggiore controllo sullo sfondo sfocato, non ci sono limitazioni qui.

Pocket-lintCanon EOS 250D recensione immagine 3

Come è standard con tutti i modelli Canon EOS, la 250D offre tre modalità di messa a fuoco: One Shot per soggetti statici; AI Servo per soggetti in movimento (messa a fuoco continua); e la modalità di messa a fuoco AI che cambia dinamicamente tra le due a seconda del soggetto nellinquadratura.

Abbiamo provato la messa a fuoco continua e il tracking della messa a fuoco in uno spettacolo aereo locale e siamo rimasti colpiti dalla capacità della fotocamera di tenere il passo con soggetti in rapido movimento. Certo, questo non è un sistema in grado di competere con le fotocamere professionali ma, in particolare in live view, i risultati sono stati impressionanti.

Per coloro che non sono abbastanza sicuri di utilizzare le modalità di scatto manuale o prioritario della fotocamera, le modalità scena consentono di configurare la fotocamera in base al tipo di scatto. Ci sono 12 opzioni distinte qui, da ritratti e scatti di gruppo, a foto di cibo e scene notturne a mano libera. Queste sono funzioni pratiche che consentiranno ai nuovi utenti di ottenere risultati migliori e persino di offrire un certo grado di controllo, principalmente sotto forma di un cursore della luminosità. E con la modalità guida attiva, ognuna viene fornita con una breve descrizione di ciò che sta effettivamente facendo la fotocamera.

Pocket-lintCanon EOS 250D recensione immagine 5

Lopzione Filtro creativo ti consente di creare immagini pronte per Instagram, direttamente dalla fotocamera e la 250D ha 10 opzioni tra cui scegliere. Mentre alcuni, come leffetto pittura ad acqua , sono un po scadenti, abbiamo trovato leffetto fotocamera giocattolo (con la sua scelta di tre tonalità di colore) e leffetto granuloso in bianco e nero per dare risultati piacevoli. Ci sono anche quattro livelli di effetto HDR: alta gamma dinamica, per aumentare le ombre e tenere sotto controllo le luci, per soddisfare coloro che cercano di controllare il contrasto o creare immagini iperrealistiche.

La batteria è la LP-E17 di Canon, un pacco ricaricabile da 1.040 mAh che è presente in molte delle fotocamere consumer dellazienda, dalla EOS 750D alla EOS M3 . Qui promette fino a 1070 scatti utilizzando il mirino o 320 utilizzando il live view. Tuttavia, abbiamo scoperto che anche dopo una settimana di riprese casuali, mostrava ancora una carica completa.

Qualità dellimmagine

  • Sensore CMOS APS da 24,1 milioni di pixel, ISO 100-25.600 (51.200 modalità alta)
  • Modalità di scatto: Raw (14 bit), Raw+JPEG (Fine, Normal), JPEG
  • Video: 4K (3840x2160, 24/25p), HD (1920x1080, 60/50/30/25p)
  • Misurazione valutativa a 384 zone tramite live view
  • Misurazione a doppio strato a 63 zone tramite mirino

Il sensore utilizzato nella 250D è ununità di dimensioni APS-C da 24,1 milioni di pixel, leggermente meno popolata rispetto al sensore da 24,2 milioni di pixel del precedente modello 200D (SL2). In particolare, tuttavia, questo nuovo sensore non è lo stesso del modello da 24,1 MP della EOS 2000D . La gamma di sensibilità ISO da 100 a 25.600, con una modalità alta di 51.600 (la stessa della 250D), è ancora decente per una fotocamera economica, da utilizzare quando è necessario garantire che le esposizioni possano essere effettuate in condizioni di scarsa luminosità o si desidera congelare soggetti meglio utilizzando una velocità dellotturatore maggiore.

Pocket-lintCanon EOS 250D recensione immagine 5

Nel complesso, le immagini prodotte dalla 250D sono davvero impressionanti e sono un ottimo promemoria del perché vale la pena utilizzare una DSLR su una fotocamera compatta o un telefono. Le immagini rimangono prive di disturbi fino a ISO 3200 quando si scatta in JPEG, mentre è visibile un po di rumore nei file Raw da ISO 800.

Questo non vuol dire che le impostazioni più alte siano inutilizzabili. Le nostre immagini a ISO 6400 sembravano ancora estremamente dettagliate e quando è stata aggiunta la riduzione del rumore in Photoshop Lightroom, le immagini sembrano fantastiche. Quando si scatta a 25.600 ISO, le immagini perdono alcuni dettagli ma riescono a mantenere un contrasto e una riproduzione dei colori decenti. Quando si sceglie limpostazione high-1 di 51.200 ISO (che deve essere attivata nel menu personalizzato) - come è evidente nel nostro scatto sullo skyline di Chicago - i colori diventano più sbiaditi e persino meno dettagliati. Unimpostazione che è meglio evitare se puoi, ma se è la differenza tra ottenere lo scatto o meno in situazioni molto buie, potrebbe essere un vero toccasana.

La misurazione live view è stata aggiornata dalle 315 zone della 200D alle 384 zone qui, mentre la misurazione del mirino rimane un sistema a 63 zone. Questo è un sistema più che capace e produce unimmagine bilanciata in tutte le condizioni di illuminazione tranne quelle più estreme (quando si utilizza limpostazione valutativa).

Pocket-lintCanon EOS 250D recensione immagine 11

La fotocamera dispone anche dellultimo processore Canon Digic 8, come si vede in EOS R , RP e 90D . Questo è responsabile della più grande novità della 250D: lintroduzione delle riprese video 4K. Oltre ai video Full HD (1920 x 1080) a 25 fps (o 29,97 fps, 50 fps e 59,94 fps), può girare in 4K (3840 x 2160) a 23,98 fps (o 25 fps, ma non al frame rate più alto di 29,97 fps del 90D o 5D Mk IV ).

Il video in qualità HD sembra nitido e molto fluido. Tuttavia, mentre il passaggio al 4K ti darà maggiori dettagli, ciò va a scapito di unimmagine ritagliata e di una tapparella piuttosto prominente. Questo è un problema sia per coloro che cercano di fare pezzi con la fotocamera - il tuo grandangolo da 18 mm diventa circa un equivalente di 29 mm - sia per coloro che cercano di catturare soggetti in movimento.

Prime impressioni

La chiave per una buona DSLR entry-level è fornire funzioni di facile utilizzo per i meno esperti. Sia che stiano provando una reflex digitale per la prima volta o che stiano cercando di passare dallo scatto automatico di base a un lavoro più creativo, la fotocamera deve fornire un percorso e un modo per saperne di più. Dovrebbe anche essere comunque unottima fotocamera a sé stante, offrendo la massima qualità e prestazioni per ogni livello di tiratore.

La 250D soddisfa tutto questo. Può essere facilmente acquisito da un nuovo utente, insegnare al fotografo in evoluzione e fornire comunque immagini di alta qualità per tutti. Lo schermo multidirezionale e la funzionalità video ne fanno unofferta interessante per coloro che desiderano combinare anche riprese fisse e video. Soprattutto quelli che cercano di catturare se stessi sulla fotocamera.

Le immagini della fotocamera hanno un bellaspetto e sebbene questa non sia la fotocamera più avanzata nella sua fascia di prezzo, è comunque molto capace. Laggiunta dellacquisizione video 4K può tentare gli utenti, ma questa non è la fotocamera ideale per coloro che desiderano fare molte riprese video creative in 4K. Tuttavia, le prestazioni video HD sono molto buone.

Considera anche

Pocket-lintNikon D5600 recensione immagine 1

Nikon D5600

squirrel_widget_167874

Lappassionato DSLR di Nikon offre specifiche simili alla Canon EOS 250D, con un sensore da 24,2 milioni di pixel, touchscreen multi-angolo da 3,2 pollici e scatto a 5 fps. Manca il video 4K, ma offre comunque un solido 50 o 60 fps in 1080p. Dispone inoltre di un sistema di messa a fuoco automatica a 39 punti e di misurazione 3D Color Matrix II.

Pocket-lintCanon EOS M50 recensione immagine 1

Canon EOS M50

squirrel_widget_144836

Il cugino EOS mirrorless della 250D presenta lo stesso sensore da 24,1 milioni di pixel e il processore Digic 8. Sebbene manchi di un vero mirino, ne ha uno elettronico ad alta risoluzione e un touchscreen ad angolazione variabile. Cè anche il video 4K qui e con gli obiettivi della serie M occuperà meno spazio nella borsa della fotocamera.

Scritto da Mat Gallagher.