Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Canon EOS RP è la versione step-down dellimpressionante R , la fotocamera che ha catapultato Canon nel mercato mirrorless full-frame nel 2018, progettata per fungere da base di partenza per la gamma EOS R.

Linnesto per obiettivo RF qui presente è il terzo innesto per obiettivo EOS di Canon negli ultimi anni. LEF-S era previsto per le fotocamere DSLR Canon, mentre lEF-M è stato progettato specificamente per i modelli mirrorless EOS M più piccoli. LRF, tuttavia, è il primo attacco full frame dellazienda dal lancio delloriginale EF nel 1987. Si tratta di una mossa enorme, quindi ci sono meno obiettivi disponibili, anche se ci sono già 10 ottiche di fascia alta, il che è positivo andando visto il breve lasso di tempo. Con un tale investimento, una serie di telecamere era sempre in programma.

La RP è una fotocamera ridimensionata e più economica rispetto alla R. Cucendo i trampolini per introdurre una fotocamera con specifiche inferiori, il suo layout più simile a una DSLR è un tentativo per invogliare gli aspiranti acquirenti di DSLR a passare al formato mirrorless. È più economico, più leggero e sarà più familiare per molti utenti, ma Canon ha perso la trama in ciò che sta cercando di fare con le mirrorless?

Design: per chi è lRP?

  • Attacco obiettivo Canon EOS RF
  • Mirino OLED da 0,39 pollici e 2,36 m di punti (0,7x di ingrandimento)
  • Touchscreen LCD ad angolazione variabile da 3 pollici, 1,04 m di punti
  • Porte HDMI, USB, microfono e cuffie
  • Supporto Wi-Fi e Bluetooth
  • 485g con scheda e batteria
  • 1x slot per schede SD (UHS-II)
  • Selettore modalità dedicato

LRP ha una scheda tecnica ridotta rispetto alla R, anche se non così snella come ci si potrebbe aspettare per il suo prezzo. La fotocamera prende anche in prestito dalla EOS 6D MkII per il suo sensore, che è una buona cosa, e dalla serie M per la sua batteria, che non è una buona cosa.

La struttura della RP è stata letteralmente snellita rispetto alla R. È più corta in ogni dimensione, di una quantità notevole, e pesa 140 g in meno. Ciò significa che è meno bilanciato con i grandi obiettivi RF professionali e significa anche una presa più piccola, che è meno tollerante per chi ha le mani più grandi.

Con il ridimensionamento è arrivata anche una riduzione dei pulsanti: spariti il piccolo schermo superiore e il pulsante di modalità, sostituiti con un semplice selettore di modalità; è sparita anche la barra M-Fn del controllo touch, sostituita con un normale quadrante delle funzioni.

Questo quadrante è dotato di un pratico interruttore di blocco per impedirti di modificare accidentalmente le impostazioni. Sebbene nuovo, non siamo mai stati grandi fan della barra M-Fn su EOS R, quindi il ritorno a un quadrante standard è un po un sollievo qui.

Sulla parte superiore dellRF cè un pulsante di registrazione video dedicato e un pulsante M-Fn, questultimo che può essere utilizzato per accedere rapidamente alla sensibilità ISO, alla modalità di scatto, alla modalità di messa a fuoco automatica, al bilanciamento del bianco e alla compensazione del flash. Linterruttore on-off occupa tutto lo spazio a sinistra del pannello superiore, che sebbene non sembri il miglior uso dello spazio, è in realtà un posto comodo per il pulsante di accensione.

La parte posteriore della fotocamera, ad eccezione della barra M-Fn, è molto simile a EOS R. Lautofocus, il blocco dellesposizione e la selezione del punto di messa a fuoco sono utili per il funzionamento con il pollice. Sotto, un pulsante di informazioni scorre tra le modalità dello schermo, mentre un quadrante multidirezionale fornisce la navigazione principale, con un pulsante centrale del menu "Q" per laccesso alle impostazioni di scatto principali.

Lo schermo posteriore è un LCD da 3 pollici con una risoluzione di 1,04 milioni di punti. Si tratta di una risoluzione notevolmente inferiore rispetto allo schermo da 3,15 pollici e 2,1 milioni di punti della R, ma è comunque molto competitiva per il suo prezzo. È montato su una staffa ad angolazione variabile, che consente una facile visualizzazione dallalto, dal basso o davanti alla telecamera.

Anche il mirino è stato ridimensionato rispetto alla versione da 3,69 milioni di punti sulla R e sostituito con uno da 2,36 milioni di punti. Durante luso appare ancora estremamente realistico, ed è solo quando si tratta di messa a fuoco manuale che si nota davvero la differenza.

LRP non è timido nemmeno sugli ingressi, offrendo sia prese per microfono e cuffie da 3,5 mm, sia rilascio remoto, HDMI e USB. Questi sono principalmente per lacquisizione di video, ma lUSB consente di caricare la fotocamera senza rimuovere la batteria.

Piuttosto che uno scomparto per schede SD separato, questo è alloggiato sotto lo sportello della batteria. Questa è chiaramente una mossa per risparmiare spazio, supponendo che i proprietari dellRP utilizzeranno una singola carta. Tuttavia, per coloro che cambiano le carte, è più complicato.

Prestazioni: una EOS R annacquata?

  • Autofocus Dual Pixel CMOS (88% di copertura orizzontale e 100% di copertura verticale)
  • 4.779 posizioni di messa a fuoco automatica, tramite selettore multidirezionale o touchscreen
  • Opzioni Zonale, Espansione AF, Spot AF, Face Tracking e Eye AF
  • Scatto continuo a 5 fps (4 fps con tracking della messa a fuoco)
  • 13 modalità scena speciali (inclusa la ripresa silenziosa)
  • Batteria LP-E17: 240-250 scatti per carica
  • Velocità dellotturatore: 30-1/4000 sec, Bulb

A differenza di EOS R, la RP non è progettata per essere una fotocamera professionale, ma offre ai modelli semi-professionali una corsa per i loro soldi. Essendo una fotocamera mirrorless, utilizza il sensore di immagine principale per la messa a fuoco automatica, con un sistema di messa a fuoco automatica Dual Pixel AF per fornire un metodo di rilevamento di fase rapido, piuttosto che il rilevamento del contrasto del vecchio. Funziona molto bene, richiedendo solo occasionalmente una "caccia" per ottenere la messa a fuoco.

Pocket-lintCanon EOS RP recensione immagine campioni immagine 9

Il punto di messa a fuoco può essere posizionato manualmente ovunque nellinquadratura dellimmagine (per un totale di 4.779 posizioni) utilizzando la navigazione direzionale posteriore o, molto più velocemente, utilizzando il touchscreen.

Puoi usare Spot AF per mettere a punto davvero il tuo punto di messa a fuoco o una delle opzioni espanse o zonali per opzioni più ampie. Cè anche unopzione Face Detection e Eye Detect, che una volta bloccata seguirà il soggetto intorno al fotogramma fino a quando non premi a metà lotturatore.

Per i soggetti in movimento, la modalità Servo continuerà a regolare la messa a fuoco anche una volta premuta a metà. A differenza di altri modelli EOS, non esiste una modalità AI Focus per passare automaticamente tra le modalità Servo e One Shot.

Pocket-lintCanon EOS RP recensione immagine di esempio immagine 17

Oltre alle normali modalità di scatto Manuale, Programma e Priorità, lRP offre un Intelligent Auto (iA), che si adatta automaticamente alla scena, nonché una serie di 13 modalità scena speciali che coprono ritratti, paesaggi, sport e scene notturne.

La modalità silenziosa elimina i segnali acustici di conferma dellautofocus e il rumore dellotturatore, per quei momenti in cui è necessario rimanere in silenzio. Tuttavia, per questo motivo può essere difficile sapere quando la foto è stata scattata: sullo schermo appare brevemente una cornice bianca per confermare.

Forse una delle aree principali in cui lRP rivela il suo status più entry-level è lo scatto continuo. Coloro che cercano di catturare unazione veloce potrebbero trovare la sua modalità ad alta velocità a cinque fotogrammi al secondo (5 fps) un po pedonale (EOS 6D fa 6,5 fps), soprattutto perché lRP rallenta ulteriormente a soli 4 fps quando si utilizza la modalità Servo. Questo è stato un modo comune per Canon di distinguere i suoi modelli: EOS R offre un aumento significativo a 8 fps.

Pocket-lintCanon EOS RP recensione immagine di esempio immagine 3

Laltro grosso problema è la durata della batteria dellRP. Anziché lLP-E6N, come utilizzato in EOS R, 6D Mk II e molti altri modelli, utilizza lo stesso LP-E17 della mirrorless EOS M5 e della reflex digitale EOS 800D. Mentre su queste fotocamere era in grado di scattare fino a 420/600 scatti, sullRP è buono per circa 240-250. Ancora una volta, questa è una seria limitazione per sessioni di ripresa più pesanti e significherebbe portare una seconda batteria.

Un altro potenziale limite dellRP è la velocità massima dellotturatore di 1/4000, rispetto all1/8000 della R. Tuttavia, questo diventa un problema solo quando si scatta a tutta apertura con obiettivi professionali in giornate estremamente luminose.

Qualità dellimmagine: Think 6D MkII

  • Processore Digic 8
  • Sensore CMOS full frame da 26,2 megapixel
  • ISO 100-40.000 (L esteso: 50, H1: 51200, H2: 102400)
  • video 4K (24/25p); Full HD (60, 50, 30, 25 fps) [29 m 59 sec max]

Probabilmente il più grande downgrade della R, almeno sulla carta, è il sensore di immagine dellRP. Invece di una risoluzione di 30,3 milioni di pixel, lRP offre lo stesso sensore da 26,2 milioni di pixel che abbiamo visto in precedenza su EOS 6D Mk II. Tuttavia, una differenza di 4.1MP è tuttaltro che significativa. Con una stampa A2 questa è la differenza tra una risoluzione di 271ppi e una di 252ppi.

Per i test, abbiamo utilizzato il nuovo obiettivo RF 28-70mm f/2.0, che a oltre £ 3.000, non è economico, ma è un abbinamento decente per lRP. Gli obiettivi RF a prezzi inferiori sono ancora limitati, ma gli adattatori Canon EF-RF partono da soli £ 99 e ti consentono il pieno controllo su qualsiasi obiettivo EF o EF-S (questultimo darà un ritaglio di 1,6x sul sensore, quindi una risoluzione ancora più bassa ).

Le immagini prodotte dallRP sono straordinariamente dettagliate se visualizzate con un ingrandimento del 100%. Anche con bordi ad alto contrasto, lalone è quasi inesistente e le immagini mantengono la nitidezza fino agli angoli. Il rumore dellimmagine è ben controllato in tutta la normale gamma di sensibilità ISO, con solo segni sottili sopra ISO 6400 e solo limpostazione H2 di 102.400 ISO perde davvero dettagli significativi.

Il sistema di misurazione è dotato di una gamma di opzioni, da spot a ponderata centrale ma, quando si utilizza limpostazione valutativa, la fotocamera è stata in grado di esporre bene una serie di scene senza alcun problema. Con la modalità valutativa dellRP non è necessario scattare leggermente sottoesposte per preservare le alte luci. Durante i test non ha mai fatto esplodere le alte luci, mantenendo i dettagli in cieli nuvolosi spesso difficili, mantenendo anche i dettagli delle ombre nelle scene ad alto contrasto.

Il bilanciamento del bianco automatico (AWB) ha unimpostazione di priorità dellambiente predefinita, che lascia le immagini sul lato più caldo, specialmente quando si scatta in interni. Se si preferisce un effetto più neutro, questo può essere modificato in priorità del bianco nel menu del bilanciamento del bianco, oppure è possibile utilizzare uno dei sette preset per regolare i valori di temperatura.

Pocket-lintCanon EOS RP recensione immagine di esempio immagine 7

Per lelaborazione delle immagini, lRP utilizza lo stesso Digic 8 che è presente in gran parte della nuova gamma Canon EOS (inclusa la 250D entry-level e la R pro-spec). Per i videografi, ciò significa prestazioni simili, con opzioni 4K e HD.

Le migliori fotocamere DSLR 2022: tutte le migliori fotocamere con obiettivi intercambiabili disponibili per l'acquisto oggi

Le riprese video sono possibili fino alla risoluzione 4K a 24/25 fps (è 4:2:0 a 8 bit sulla scheda, per chi è interessato alle specifiche geek), ma, sfortunatamente, la registrazione 4K è ritagliata (di 1,6 volte, come se un sensore APS-C), che limita le riprese grandangolari e soffre di una tapparella durante il panning. Lacquisizione HD, tuttavia, è a pieno formato e non presenta gli stessi problemi di scatto.

Prime impressioni

Non cè dubbio che il futuro del mercato amatoriale e professionale avanzato di Canon risieda nella serie R e lRP offre un percorso conveniente nel sistema. Proprio come la EOS 300D, la prima reflex digitale inferiore a £ 1000 di Canon, era per la gamma EOS nel 2003.

Anche se potrebbe non avere lintero set di funzionalità della R, la RP è più una fotocamera di fascia media che quella di un principiante e, a parte alcuni inconvenienti, è anche un ottimo interprete. Si comporta estremamente bene, probabilmente meglio della R, nonostante la sua forma più piccola. Le immagini sono ben esposte e molto dettagliate. Le prestazioni ISO significano che è facile scattare in condizioni di scarsa illuminazione senza flash o treppiede.

Tuttavia, è la durata della batteria della fotocamera e le prestazioni video 4K che potrebbero scoraggiare gli utenti. Per i fotografi che non cercano di scattare centinaia di immagini al giorno, tuttavia, è improbabile che questo influisca su di te.

Questo articolo è stato pubblicato per la prima volta il 14 febbraio 2019 ed è stato aggiornato per riflettere il suo stato di revisione completo

Considera anche

Pocket-lintCanon EOS RP alternative immagine 1

Canon EOS 6D MkII

squirrel_widget_73072

La 6D MKII è una DSLR amatoriale / semi-professionale avanzata con specifiche molto simili alla RP, nonché un prezzo simile. Qui, però, ottieni un mirino ottico tradizionale e uno scatto continuo più veloce (fino a 6,5 fps). Il rovescio della medaglia, però, è che non ci sono video 4K, prestazioni AF meno sensibili in condizioni di scarsa illuminazione e un corpo più pesante.

Scritto da Mat Gallagher e Mike Lowe.