Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Il grande capo è tornato per il secondo round: Canon EOS 1D X Mark II è la reflex digitale full frame di fascia alta dellazienda, che sostituisce sia i modelli 1D X originali sia i modelli 1D C focalizzati sul video. Ed è davvero un pezzo serio di kit, come abbiamo scoperto durante le riprese di un paio di giorni per questa recensione - da caverne sotterranee in disuso con luce ultra-bassa, a inseguimenti in auto ad alta velocità, (letteralmente) esplosivo acrobazie e persino le pecore dispari. Già, pecora. Ci piace vivere pericolosamente, dopotutto.

Svelata poco dopo che Nikon ha sollevato il coperchio sulla sua D5 di fascia alta, che ha un sistema di messa a fuoco automatica a 153 punti completamente nuovo, la Canon 1D X II ha ancora lintelligenza per chiamarsi re del mercato full-frame professionale? Abbiamo messo alla prova questa reflex digitale per vedere proprio questo. Suggerimento: la risposta, se ami la velocità, è un rassicurante sì.

Il nostro parere veloce

Probabilmente ci sono mille cose che non abbiamo toccato del tutto in questa recensione di Canon EOS 1D X Mark II, come il Wi-Fi e il telecomando piuttosto capaci o il tracciamento del registro GPS (entrambe le funzionalità integrate nella fotocamera ) - ma è proprio così che è dettagliato un prodotto di alto livello. Concentrati sul nucleo di ciò che conta di più, però: autofocus, raffica continua, capacità del buffer, qualità dellimmagine, durata della batteria (abbiamo scattato 1100 fotogrammi in due giorni e abbiamo ancora mostrato due delle cinque barre di potenza) - e questo è uno fotocamera professionale quasi intoccabile. La sua unica minaccia, e meno sul fronte della velocità, è la Nikon D5 (non è probabile che molti utenti affermati con un sacco di ottiche si alzino e cambino proprio così).

Come aggiornamento dalloriginale 1D X a Mark II si ottengono piccoli aumenti nelle prestazioni e nella risoluzione del sistema AF, oltre ad alcune intelligenze video e live view touchscreen, ma non è un passo da gigante. Ma quando le fotocamere sono così capaci, dove altro può andare? Una caratteristica che avremmo voluto vedere è uno schermo LCD ad angolazione variabile, come quello della Pentax K-1. E una gamma più ampia di punti di messa a fuoco non guasterebbe anche per alcune inquadrature creative. Oh, e la mancanza di unuscita HDMI pulita per lacquisizione di video 4K infastidirà alcuni videografi che non vogliono sborsare per un C300.

Ma stiamo grattando in giro per cercare di trovare un difetto. Quando si tratta di strumenti professionali creativi, la 1D X Mark II non è solo un degno successore delloriginale, è una sorprendente reflex digitale ad alta velocità a sé stante. Loriginale definiva il genere e questo, il sequel, è uno di quei rari ma lodati momenti migliori delloriginale.

Recensione Canon EOS 1D X Mark II: Fast and the Furious, parte II

Recensione Canon EOS 1D X Mark II: Fast and the Furious, parte II

5 stars - Pocket-lint editors choice
Pro
  • Il sistema di messa a fuoco automatica super veloce è di prima classe nella messa a fuoco automatica continua
  • Ottima qualità dellimmagine
  • Scatto a 14 fps più veloce sul mercato con buffer apparentemente infinito (usando la scheda CFAST)
  • Durata della batteria decente
  • Costruzione solida come sempre
Contro
  • Nessuno schermo ad angolazione variabile (come Pentax)
  • Nessuna uscita HDMI pulita per video 4K
  • Vorrebbe una più ampia diffusione dei punti AF in tutto il mirino
  • Limitazioni della qualità dellimmagine a ISO super-alti

squirrel_widget_136560

Recensione Canon EOS 1D X Mark II: Design

Avendo maneggiato la 1D X II per un paio di giorni, cè molto da apprezzare. Non che sia particolarmente diverso dal modello originale: il corpo su larga scala è quasi identico, anche se per alcune modifiche al design della levetta posteriore e alla trama; un "urto" in più sulla testa grazie a un modulo GPS integrato; e, nascosto allinterno, uno slot per schede CFAST per velocità di scrittura ultraveloci (si affianca a una porta CompactFlash più convenzionale, quindi non è ancora necessario eseguire laggiornamento al formato più recente).

Pocket-lintCanon eos 1d x mark ii recensione immagine 6

È un kit piuttosto serio, quindi, se stai cercando qualcosa di piccolo, beh, questo non si adatterà al brief. Avendo appena recensito la Canon 80D di fascia media, la 1D X II è una bestia completamente diversa. Ma tu lo sapevi già. E nonostante le dimensioni, tutto si adatta bene alla mano, provvedendo sia allorientamento verticale che orizzontale grazie ai doppi controlli (il secondo set può essere disattivato con la rotazione di un controllo esterno).

La nostra unica lamentela di costruzione, in realtà, è la mancanza di uno schermo variabile. A cui alcuni professionisti probabilmente faranno spallucce, ma se Pentax può farlo con il K-1, allora vorremmo vederlo altrove. Le riprese a livello del pavimento nella Cisternerne a Copenhagen hanno reso chiaro quanto sarebbe stata utile questa funzione, piuttosto che lavorare in qualche modo alla cieca. Ma come vanno le lamentele, è una cosa passeggera che molto probabilmente non si aspetterebbe.

Recensione Canon EOS 1D X Mark II: messa a fuoco automatica

A prima vista il sistema di messa a fuoco automatica del Mark II sembra essere la stessa disposizione a 61 punti della precedente 1D X. Certo, il layout è lo stesso, ma si tratta di nuove modifiche e sfumature che assicurano che sia ancora un livello superiore sistema.

Pocket-lintCanon eos 1d x mark ii recensione immagine 33

Il primo è il sistema di tracciamento continuo Ai Servo III+ che utilizza i giroscopi negli obiettivi stabilizzati per limmagine per aiutare a prevedere il movimento di tracciamento. Diciamo che stai girando su una pista dove cè una curva stretta - segui la curva della strada ma la telecamera non sa prevederlo perché, fino ad ora, non è stata in grado di giudicare la velocità del movimento fisico. Utilizzando le informazioni del giroscopio, può prevedere quando il tuo movimento fisico sta rallentando o accelerando, in quale direzione e prevedere dove dovrebbero essere diretti il soggetto e, quindi, i punti di messa a fuoco automatica attivi. Supponendo che tu abbia lo "scenario" corretto selezionato tra i cinque disponibili nel sistema di menu della 1D X II, che viene fornito con un documento completo di 65 pagine per aiutare a spiegare le loro sfumature e scenari di utilizzo. Questa è roba dettagliata e approfondita.

In secondo luogo, tutti i 61 punti sono sensibili a f/8, il che sarà utile se si utilizza un convertitore 2x e si è costretti a utilizzare unapertura più piccola (21 di questi punti AF sono di tipo incrociato con tale sensibilità). Puoi scegliere di utilizzare tutti i punti o solo il tipo a croce nella selezione, con 1 punto, gruppo di 5 punti, gruppo di 9 punti, aree centrale/sinistra/destra e array completi di 61 punti disponibili utilizzando il pulsante dedicato al tipo di messa a fuoco e il pulsante M-fn (abbiamo sostituito questultimo con la rotella anteriore in quanto è più familiare).

Tornando alla nostra esperienza nella Cisterna di Copenaghen, è chiaro quanto sia avanzato questo sistema di messa a fuoco automatica anche nellAF singolo anziché continuo. Quando si tratta di luoghi bui, questo è un ottimo esempio: anche ISO 25.600 a f/2,8 aumentava la velocità dellotturatore non molto meglio di 1/15 di secondo. Sì, è buio lì dentro. Così scuro, infatti, che la telecamera potrebbe "vedere" più di quanto potremmo ad occhio; quindi uno scatto per giudicare la composizione era in genere il migliore su cui lavorare e poi riaggiustarsi di conseguenza. È abbastanza sorprendente - e per quanto un treppiede fosse la soluzione logica per le riprese in uno scenario del genere, allepoca non era disponibile. Tuttavia, gli scatti a mano libera sono accettabili nonostante impostazioni così impegnative.

Pocket-lintCanon eos 1d x mark ii recensione immagine 48

Comunque, torniamo allautofocus. Con limpostazione della messa a fuoco automatica continua sul gruppo di 9 punti, spesso verso il bordo inferiore o esterno dellinquadratura per lasciare spazio ai soggetti in rapido movimento, abbiamo riscontrato che le auto in rapido movimento vengono messe a fuoco sin dal primo fotogramma e il tracking in grado di mantenere la messa a fuoco su ogni fotogramma successivo in una raffica continua. È molto impressionante. Una diffusione leggermente più ampia di punti AF, anche quelli meno sensibili, sarebbe comunque benvenuta: è qualcosa che Canon non ha davvero spinto in avanti.

Recensione Canon EOS 1D X Mark II: imposta la velocità

Il che ci porta a quanto sia veloce la 1D X II. Una modalità burst continuo di 14 fps la rende la reflex full frame più veloce al mondo in questo momento, portando la Nikon D5 al primo posto (che offre 14 fps solo con il blocco dello specchio; Canon va a 16 fps in questa modalità, mentre la modalità silenziosa è una leggermente più silenzioso delloriginale 1D X e ora in grado di raggiungere i 5 fps). Quindi Nikon ha i numeri dei punti di messa a fuoco automatica, Canon è per coloro che ottengono un fotogramma extra in una raffica per quel momento sfuggente.

Come abbiamo sottolineato sopra, non perde nemmeno un colpo. Riprendere uno stuntman che scavalca i barili - aiutato da unesplosione controllata e da un trampolino, ma ovviamente - è stata una messa a fuoco perfetta ogni volta, anche senza la messa a fuoco preliminare. E non era un ragazzo lento. Andando più veloce abbiamo ripreso un dragster che sfreccia fuori da un garage e vari scenari di inseguimento in auto, a cui la telecamera ha risposto molto bene.

Pocket-lintCanon eos 1d x mark ii recensione immagine 55

Va avanti e avanti anche in modalità raffica, con un vigore da mitragliatrice. La 1D X II può scattare 170 file raw e JPEG consecutivi alla massima risoluzione di 20,2 megapixel (con la giusta scheda CFAST integrata), quindi ci sono poche possibilità di perdere quel momento speciale. Si tratta di una raffica di circa 12 secondi, non-stop, senza tregua e arriva alla scheda in un tempo doppio. Dubitiamo che qualsiasi professionista avrà bisogno di più di questo: abbiamo ripreso scatti di 5 secondi da 72 fotogrammi che sono stati trasferiti sulla scheda CFAST in circa 1 secondo, quindi non cè bisogno di aspettare.

Recensione Canon EOS 1D X Mark II: Live view/video

Anche i sistemi di messa a fuoco automatica della 1D X Mark II sono disponibili in due versioni distinte, perché il nuovo sensore da 20,2 megapixel nel cuore della fotocamera è il primo sensore Dual Pixel CMOS AF a comparire in un modello full frame. Ciò significa che ha fotodiodi a rilevamento di fase che possono essere utilizzati per mettere a fuoco solo durante lanteprima dal vivo (non tramite il mirino). E, come vanno i sistemi di visualizzazione live, è veloce come arrivano nel mondo delle reflex digitali.

Insolitamente lo schermo posteriore è abilitato al tocco, ma solo per la visualizzazione dal vivo: utile per evitare colpi accidentali per le riprese standard, ma ugualmente utile per toccare per mettere a fuoco un soggetto, sia che si riprendano foto o contenuti video. Pensiamo che sia ora che una tale caratteristica si faccia strada in una fotocamera professionale, in particolare una fotocamera abile nellacquisizione di video, nonostante la mancanza di una staffa ad angolazione variabile per un lavoro più facile a livello della vita.

Tuttavia, vorremmo vedere più dettagli con la regolazione della dimensione del punto di messa a fuoco in modalità live view, perché per quanto il rilevamento e il tracciamento del volto siano, non è infallibile, ma può essere annullato premendo a metà il pulsante di scatto per mantenere concentrarsi sullarea di tracciamento data.

Pocket-lintCanon eos 1d x mark ii recensione immagine 53

Poi cè lacquisizione video, unarea che la 1D X II eleva, quindi è anche la sostituzione della 1D C. È possibile riprendere in 4K a 60 fps (nello standard cinematografico DCI 17:9) per un massimo di 29 minuti e 59 secondi a 800 Mbit/sec senza limiti alle dimensioni del file (la compressione è a 8 bit 4:2:2 anziché a 10 bit colore però; e non è disponibile unuscita HDMI pulita, cosa che i videografi potrebbero vedere come una grave rovina o una fotocamera da £ 5.200). Se questo suona come una ricetta per il surriscaldamento, è stato progettato un "tubo termico" per dissipare il calore intorno alla fotocamera per evitare che il sensore si surriscaldi troppo. Non aspettarti che la scheda CFAST rimanga fresca.

Il video è uno da non trascurare anche per lacquisizione di immagini fisse, qualcosa che concorrenti come Panasonic stanno promuovendo pesantemente negli ultimi tempi. Poiché la velocità dellotturatore può essere impostata allinterno della modalità video manuale, puoi scattare a velocità più elevate per fotogramma per evitare la sfocatura del soggetto che può essere un problema. Quindi, se 14 fps non sono abbastanza per te, allora, luce permettendo, è possibile estrarre immagini da 8 megapixel dal video a una velocità di 60 al secondo, se lo desideri.

Recensione Canon EOS 1D X Mark II: qualità dellimmagine

Non ci siamo solo precipitati a sparare a stuntmen, macchine e, ehm, pecore. Abbiamo anche sparato alle persone in fiamme in studio. Ovviamente. Il che ci porta alla qualità delle immagini fisse della 1D X II, sul campo, in studio e nel mezzo.

Pocket-lintCanon eos 1d x mark ii recensione immagine 27

Tuttavia, ci sono alcuni dettagli interessanti su quel nuovo sensore da 20,2 megapixel, che ha una conversione da analogico a digitale sul sensore per un percorso del circuito più corto, che a sua volta, afferma Canon, significa meno calore e meno rumore dellimmagine, ma in particolare a le sensibilità ISO inferiori.

Nel complesso, la 1D X è tutta una questione di equilibrio. Non supera il conteggio dei megapixel, offrendo solo 2 megapixel in più di risoluzione rispetto alloriginale 1D X del 2012. Mantiene un filtro passa-basso a differenza di molte fotocamere ad alta risoluzione di questi tempi (che lo stanno abbandonando per risultati leggermente più nitidi e aumento del rischio di moiré). È la fotocamera per fotografi sportivi, fotografi in studio, professionisti in movimento. E la qualità dellimmagine è davvero impressionante.

Vedrai un enorme balzo da capogiro con le impostazioni ISO più basse? Dovrai scavare a fondo. Ma anche così, non concentrarti sul tentativo di vedere qualcosa e guarda solo le immagini stesse. Hanno un aspetto naturale, ben esposti, grazie a un nuovo esposimetro che ha una risoluzione tre volte superiore a quella delloriginale 1D X, per colori più bilanciati rispetto a prima. Diciamo che il 98 per cento delle volte ha funzionato anche bene, a parte un paio di scatti eccessivamente blu nella luce della sera. Può anche fare cose intelligenti come lo sfarfallio della luce di misurazione per negare lattivazione dellotturatore in un momento incompatibile quando si scatta in tali condizioni di illuminazione.

Pocket-lintCanon eos 1d x mark ii recensione immagine 51

Molti si chiederanno se la 1D X II offre una qualità dellimmagine che può eclissare il resto della gamma Canon. Questa risposta è un po politica, supponiamo: si tratta davvero dello scatto a raffica a 14 fps e del sistema di messa a fuoco automatica; le immagini che puoi acquisire utilizzando sono al di là di qualsiasi altro prodotto Canon. In termini di qualità ci sono risultati così simili da altri modelli EOS, o addirittura "migliori" a risoluzioni più elevate disponibili: è tutta una questione di scelta.

Per come la vediamo, abbiamo utilizzato la fotocamera in modo completamente soddisfatto a ISO 1600 senza temere la mancanza di dettagli o il rumore dellimmagine che scruta limmagine. Gli scatti critici sullo sfondo scuro mantengono la ricchezza anche a tale sensibilità, come si vede dal nostro modello di "ginnasta fiammeggiante". Scatta allaperto e con sensibilità ISO simili, utilizzate per aumentare la velocità dellotturatore, mantiene la nitidezza. Basta guardare il dragster (ISO 400), lesplosione (ISO 800) o anche la scena di inseguimento/incidente automobilistico (ISO 2000) nella nostra galleria per vedere di cosa stiamo parlando.

Spingi alle sensibilità ISO più alte, come una serie di birre (ISO 5000) e cè un sussurro di rumore cromatico nelle mezzombra. Continua a spingere le cose, come lo scatto Cisternerne sotterraneo in condizioni di scarsa illuminazione (ISO 25.600) e il dettaglio diminuisce, ma anche con queste impostazioni a 5 cifre puoi ottenere qualcosa di utilizzabile su piccola scala. I bisogni devono. Canon è stata in realtà più prudente con la massima sensibilità anche rispetto a Nikon, arrivando al massimo a 51.200 (estendibile a 409.600, non alla capacità estesa di 3.280.000 della Nikon D5).

Pocket-lintCanon eos 1d x mark ii recensione immagine 43

Abbiamo utilizzato la 1D X II con EF 100-400 mm f/4.5-5.6L IS, EF 200-400 mm f/4L, EF 24-70 mm f/2.8L II e EF 11-24 mm f/4L per ottenere un pieno senso di come agisce con una varietà di vetro legato alla parte anteriore. Se vuoi una nitidezza, cè un sacco di vetro tra cui scegliere, inclusa lottica della serie L per cui Canon è famosa. Qui non cambia: il vetro continua a fare il suo dovere.

Per ricapitolare

Stiamo cercando di trovare un difetto. Quando si tratta di strumenti professionali creativi, la 1D X Mark II non è solo un degno successore delloriginale, è una sorprendente reflex digitale ad alta velocità a sé stante. Loriginale definiva il genere e questo, il sequel, è uno di quei rari ma lodati momenti migliori delloriginale.

Scritto da Mike Lowe.