Immagini sbalorditive dal telescopio spaziale Hubble

Alcune delle migliori immagini catturate dal telescopio spaziale Hubble mostrano un universo pieno di meraviglia e magnificenza. (credito immagine: ESA/Hubble)
Le galassie antenne mostrate in questa immagine sono impegnate in una battaglia costante, scontrandosi l'una con l'altra per diverse centinaia di milioni di anni. (credito immagine: ESA/Hubble)
Questa immagine mostra parte della costellazione di Orione con incredibili onde di polvere e gas che creano quello che sembra un gigantesco cavalluccio marino spaziale. (credito immagine: ESA/Hubble)
Un pilastro a spirale di gas e polvere che costituisce una nursery stellare a 7.500 anni luce dalla Terra. (credito immagine: ESA/Hubble)
Questa è la Nebulosa Aquila, una regione di gas e polveri in formazione stellare situata a 6.500 anni luce dalla Terra. (credito immagine: ESA/Hubble)
Una vista delle corsie di polvere e degli ammassi stellari di questa galassia gigante. Si dice che sia il risultato della fusione di due galassie separate. (credito immagine: ESA/Hubble)
Un'altra immagine mostra il risultato di uno scontro tra due galassie. (credito immagine: ESA/Hubble)
Questa immagine mostra un'area dello spazio con decine di migliaia di stelle visibili. (credito immagine: ESA/Hubble)
L'immagine mostra i resti di una supernova, un groviglio nello spazio causato dalla fine di una stella massiccia nella regione. (credito immagine: ESA/Hubble/Nasa)
A 140 milioni di anni luce dalla Terra, due galassie si sono scontrate e questo è il risultato. (credito immagine: ESA/Hubble/Nasa)
Questa immagine mostra quella che si ritiene essere una delle stelle più calde conosciute dall'uomo. (credito immagine: ESA/Hubble/Nasa)
Questa incredibile vista della Nebulosa Carina mostra un incredibile inferno e un'area di attività dove nascono nuove stelle. (credito immagine: ESA/Hubble)
Ecco un'immagine della Nebulosa di Orione, dove si stanno formando migliaia di stelle. (credito immagine: ESA/Hubble)
Si pensa che sia una delle galassie più belle e fotogeniche dell'universo. Il suo nome è dovuto anche alla somiglianza con il famoso cappello messicano. (credito immagine: ESA/Hubble)
Questa nebulosa si trova a 6.500 anni luce dalla Terra ed è il risultato dell'esplosione di una supernova osservata dagli astronomi nel 1054. (credito immagine: ESA/Hubble)
La Nebulosa della Bolla si trova a 8.000 anni luce di distanza dalla Terra ed è stata originariamente individuata da Frederick William Herschel nel 1787. (credito immagine: ESA/Hubble)
Questa vista di Messier 57 è formata dai gas espulsi da una stella rossa gigante che sta evolvendo in una nana bianca. (credito immagine: ESA/Hubble)
Questo disco ruota a una velocità impressionante di 250.000 metri al secondo. Un'opera tanto straordinaria quanto bella. (credito immagine: ESA/Hubble)
Questa nebulosa è larga ben 55 anni luce e alta 20 anni luce. (credito immagine: ESA/Hubble)
Si dice che questa veduta mostri le conseguenze di una supernova esplosa nella regione tra il 3.000 e il 6.000 a.C.. (credito immagine: ESA/Hubble)
Questa è una vista colorata di una delle regioni più turbolente dello spazio in formazione stellare. (credito immagine: ESA/Hubble/Nasa)
Un'altra immagine sorprendente che mostra cosa succede quando due galassie interagiscono tra loro. (credito immagine: ESA/Hubble/Nasa)
Questo è il risultato di una stella al centro della massa che si dice fosse cinque volte più grande del nostro sole, ma che poi è morta e ha espulso i suoi gas. (credito immagine: NASA, ESA and the Hubble SM4 ERO Team)
La nebulosa della bolla è stata scoperta nel lontano 1787 dall'astronomo britannico William Herschel. (credito immagine: NASA, ESA, Hubble Heritage Team)
Questa splendida veduta mostra la Nebulosa Getto Gemello, una magnifica nebulosa formata da due stelle. (credito immagine: ESA/Hubble & NASA)
Non si tratta di una visione dell'Ade, ma della Nebulosa del Cono. Un'altra zona turbolenta dello spazio in cui si formano stelle. (credito immagine: NASA, Holland Ford (JHU), the ACS Science Team and ESA)
Non c'è molto da vedere qui, solo i resti incandescenti di una stella morente. Non è una cosa che si vede tutti i giorni. (credito immagine: NASA, ESA, Andrew Fruchter (STScI), and the ERO team (STScI + ST-ECF))
Nasce una stella e l'area spaziale circostante è sottoposta a incredibili e bellissime onde d'urto. (credito immagine: ESA/Hubble & NASA, B. Nisini)
#}