Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - I produttori di fotocamere tradizionali stanno sparando per vincere in un settore di mercato in espansione: le fotocamere per vlogging. Laddove YouTube è il re, sempre più produttori sono alla ricerca di modi migliori per catturare se stessi e lambiente circostante con una qualità migliore.

Scegliamo tre delle migliori opzioni disponibili: la Panasonic Lumix G100 , la Sony Vlog Camera ZV-1 e la Canon Powershot G7 X III , per aiutarti a decidere quale ha più senso acquistare e perché.

squirrel_widget_5694978

Dimensioni e portabilità

  • Panasonic Lumix G100: 115,6 x 82,5 x 54,2 mm; 412 g (con obiettivo da 12-42 mm)
  • Videocamera Sony Vlog ZV-1: 105,5 x 60 x 43,5 mm; 294 g
  • Canon PowerShot G7 X M3: 105,5 x 60,9 x 41,4 mm; 304 g

Il piccolo a volte è il più potente. Sebbene tutte e tre queste fotocamere siano piccole, è la Sony che si sentirà più leggera e portatile. Comunque non cè una grande quantità in esso.

Dimensioni del sensore e obiettivo

  • Panasonic Lumix G100
    • Sensore: 20MP Micro Quattro Terzi
    • Obiettivo: attacco obiettivo intercambiabile
      • Obiettivo kit 12-32 mm (equivalente a 24-64 mm)
  • Videocamera Sony Vlog ZV-1
    • Sensore: CMOS Exmor RS da 1,0 pollici da 20 MP
    • Obiettivo: 24-70 mm f/1.8-2.8 equivalente
  • Canon PowerShot G7 X M3
    • Sensore: CMOS impilato da 20,1 MP da 1,0 pollici
    • Obiettivo: 24-100 mm f/1.8-2.8 equivalente

Tuttavia, cè una grande ragione per la variazione delle dimensioni: la dimensione del sensore e la lunghezza focale di ciascun obiettivo.

Entrambi i modelli Sony e Canon hanno obiettivi zoom fissi, mentre la G100 di Panasonic è una fotocamera di sistema con obiettivi Micro Quattro Terzi intercambiabili, il che la rende potenzialmente molto più versatile (e un po più grande e pesante in confronto).

Tutte e tre queste fotocamere ospitano sensori più grandi di una compatta entry-level, il che è di buon auspicio per la qualità. Sia la Sony che la Canon utilizzano sensori CMOS impilati da 1 pollice. La Panasonic ha il sensore di scala più grande, tuttavia, il che dovrebbe significare un potenziale maggiore quando si tratta di sfocatura dello sfondo (bokeh) e qualità complessiva.

Il kit Panasonic G100 viene fornito con uno zoom pancake da 12-32 mm, che offre uno zoom equivalente da 24-64 mm. È lo stesso sul grandangolo del 24-70 mm della Sony ZV-1 e del 24-100 mm della Canon G7 X III. Si noti che il Canon può ingrandire al massimo, ovvero far apparire più vicini nellinquadratura i soggetti più lontani.

Audio, ingresso microfono

  • Panasonic Lumix G100: OZO Audio by Nokia (tracciamento audio/posizionamento), ingresso microfono da 3,5 mm, uscita micro HDMI
  • Sony Vlog Camera ZV-1: ingresso microfono da 3,5 mm, uscita micro HDMI, schermo antivento deadcat incluso
  • Canon PowerShot G7 X M3: ingresso microfono da 3,5 mm, uscita micro HDMI

Un grande motivo per acquistare una fotocamera dedicata per il video è per le sue capacità audio. Tutte e tre queste fotocamere offrono un ingresso microfono da 3,5 mm, quindi puoi collegare un microfono accessorio a tuo piacimento, che si tratti di un microfono direzionale a fucile, di un microfono wireless o di qualsiasi altro numero di possibilità.

Tuttavia, non vorrai necessariamente usare sempre un microfono. È qui che Sony ha la meglio includendo quello che viene chiamato un deadcat nella scatola: una soffice copertura per microfono che si trova in alto e impedisce al rumore del vento di creare quei suoni "laceranti".

La più avanzata del lotto, tuttavia, è la Lumix G100 di Panasonic. Per la prima volta in una fotocamera questo include OZO Audio di Nokia, che utilizza i tre microfoni integrati per registrare in un formato direzionale: puoi definire se vuoi che dietro, davanti o sotto il soggetto sia isolata la sorgente sonora. Questo è il vero grande vincitore: lautofocus del sistema include il rilevamento del volto che può essere sincronizzato con laudio, quindi mentre il soggetto si muove attraverso linquadratura la tecnologia OZO utilizzerà la giusta proporzione di microfoni per incanalare quellisolamento audio. Molto intelligente.

squirrel_widget_254445

Schermo e mirino

  • Panasonic Lumix G100: LCD touchscreen ad angolazione variabile da 3 pollici e 1.840k punti; EVF integrato da 3.680 k punti
  • Sony Vlog Camera ZV-1: LCD touchscreen ad angolazione variabile da 3 pollici e 921.000 punti; nessun mirino elettronico
  • Canon PowerShot G7 X M3: LCD touchscreen con angolo di inclinazione verticale da 3 pollici e 1.040.000 punti; nessun mirino elettronico

Le fotocamere tradizionali non sono perfette per il vlogging a causa dei loro schermi fissi. Tutte e tre queste fotocamere, tuttavia, offrono schermi LCD montati che possono essere riposizionati: la Canon si ribalta verticalmente in avanti; i Sony e i Panasonic sono montati lateralmente e quindi offrono un potenziale di posizionamento ancora più versatile.

In termini di risoluzione dello schermo, la Panasonic è di gran lunga la più risoluta, anche se a distanza di un braccio dubitiamo che noterai unenorme differenza in questo, e in realtà più punti sullo schermo sono solo più di un consumo di batteria.

Delle tre fotocamere solo la Panasonic ha un mirino elettronico (EVF) integrato. Questo è più per scattare immagini fisse o schermare dalla luce solare per giudicare meglio lesposizione e la composizione, quindi sicuramente ha i suoi casi duso.

Credenziali video

  • Tutti i modelli: fino a 4K a 30 fps
    • Panasonic: fino a 9 minuti 59 secondi
    • Sony: fino a 5 minuti per evitare il surriscaldamento
    • Canon: fino a 9 minuti 59 secondi
  • Panasonic Lumix G100: 1080p a 60fps (29m 59s massimo)
  • Sony Vlog Camera ZV-1: 1080p a 120 fps (29 m 59 secondi massimo)
  • Canon PowerShot G7 X M3: 1080p a 120 fps (29 m 59 sec massimo)

Essendo mirate al vlogging, tutte e tre le fotocamere offrono una risoluzione 4K a un massimo di 30 fps (e con 100 Mbps in tutti i casi, assicurando che ci siano dati sufficienti per una qualità ottimale). Tuttavia, la Sony può registrare solo la metà del tempo rispetto alle altre due per evitare il surriscaldamento - e anche allora la Canon e la Panasonic arrivano al massimo a 10 minuti a questa risoluzione.

Se stai cercando la registrazione Full HD per aumentare il tempo di registrazione, risparmiare su larghezza di banda, spazio di archiviazione e pressioni di elaborazione della modifica, tutte e tre le fotocamere possono soddisfare anche i 1080p.

Il rallentatore è gestito al meglio dalla Sony, con Full HD a 240 fps/480 fps/960 fps disponibile. La Canon offre 120 fps al rallentatore. La scheda tecnica di Panasonic dice che anche luscita del sensore a 120 fps è possibile, ma che lacquisizione nella fotocamera è a 60 fps.

Stabilizzazione

  • Panasonic Lumix G100: stabilizzazione ibrida a 5 assi (4 assi per video 4K)
  • Sony Vlog Camera ZV-1: Steadyshot per la stabilizzazione ibrida dei filmati
  • Canon PowerShot G7 X M3: IS dinamico avanzato a 5 assi e livello automatico

La stabilizzazione è importante quando si tratta di video. Anche se potresti voler acquistare un gimbal palmare per una stabilizzazione extra per quei risultati video ultra fluidi.

Tutte e tre le fotocamere offrono sistemi di stabilizzazione ibridi, vale a dire che cè lo spostamento ottico dellobiettivo che lavora in tandem con la stabilizzazione elettronica (usando una parte del sensore come buffer per contrastare il movimento). Non abbiamo testato questi tre fianco a fianco, quindi non possiamo dire quale sia il migliore del gruppo.

squirrel_widget_160674

Conclusione

La grande domanda: quale scegliere? Bene, se il prezzo entra nellequazione, la Sony è la più costosa del lotto. Potrebbe essere una sorpresa quando la Panasonic offre un sistema di isolamento audio più avanzato, ha un sensore di dimensioni maggiori e obiettivi intercambiabili.

Se le dimensioni sono la tua più grande preoccupazione, la Sony è la più leggera del gruppo, il che aiuta in termini di portabilità. Ha anche la maggior parte dei muscoli quando si tratta di opzioni al rallentatore, anche se la sua acquisizione in 4K è più limitata nel tempo rispetto alle altre due.

La decisione, come si suol dire, è tua.

Scritto da Mike Lowe.