Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - In generale, quando entriamo in una nuova generazione di console, i primi utenti hanno bisogno di tasche profonde. Una console nuova di zecca e super specifica tende a costare un cuneo considerevole – almeno inizialmente – e questo è il caso di Xbox Series X e PlayStation 5 .

Tuttavia, questa volta cè unalternativa. Microsoft ha compiuto il passo coraggioso per offrire un ingresso più economico e più piccolo alla prossima generazione sotto forma di Xbox Series S. È davvero conveniente, abbastanza pulito da essere riposto in un armadietto e riproduce tutti i nuovi giochi disponibili al momento del lancio e oltre. Sembra perfetto.

Ma rimane una domanda: è davvero abbastanza next-gen?

Design

  • Dimensioni: 65 x 151 x 275 mm / Peso: 1,97 kg
  • Connessioni: HDMI 2.1, 3x USB 3.1, Ethernet, Wi-Fi 802.11ac

È certamente abbastanza ordinato, sia nelle dimensioni che nel design. Viene fornito con affermazioni che è ancora la più piccola console Xbox e puoi dirlo. Non è più grande di una scatola da scarpe e, poiché è lunica macchina di nuova generazione costruita appositamente per funzionare al meglio quando è distesa, è abbastanza facile da togliere di mezzo.

Il viso non è descrittivo. Essendo un dispositivo solo digitale, non cè il vassoio del disco. È solo una porta USB, un pulsante di connessione del controller e linterruttore di accensione/spegnimento del logo Xbox incandescente di cui parlare. Il resto è piatto, di plastica bianca e, quindi, ha meno carattere di una Xbox One S.

Ma questo ci piace. A parte il colore, la Serie S si nasconde bene, ma ha anche un bellaspetto quando lasciata esposta. In effetti, lunica caratteristica distintiva è la griglia termica nella parte superiore, che è nera senza un motivo apparente. Ci sono anche griglie su entrambi i lati, quindi non incastrarlo troppo vicino alle pareti laterali di qualsiasi supporto TV.

Sul retro trovi una raccolta di porte che si adattano principalmente alle console Xbox di ultima generazione. Cè una porta Ethernet per una connessione internet cablata (è disponibile anche il Wi-Fi dual band 802.11ac), mentre le due porte USB sul retro corrispondono a quella sul davanti essendo compatibili con USB 3.1. È presente unuscita HDMI 2.1, insieme a una presa di alimentazione a forma di otto.

Vale la pena notare che non cè ingresso HDMI in questa generazione, poiché Xbox ha rinunciato a qualsiasi idea di usarlo per controllare i box TV a pagamento. Ad essere onesti, dopo che la scatola Sky Q è stata rilasciata nel Regno Unito, la funzionalità di collegamento multimediale di Xbox One è stata resa comunque incompatibile.

Invece, ora ottieni uno slot di espansione della memoria per la scheda SSD ufficiale e opzionale. Questo potrebbe essere molto importante, come spiegheremo tra poco.

Una cosa che ci piace molto delle connessioni posteriori è che le più importanti corrispondono esattamente a Xbox One S e One X, il che significa che puoi utilizzare lo stesso cablaggio che hai già configurato se stai semplicemente aggiornando.

Un piccolo consiglio però: assicurati che il tuo cavo HDMI sia compatibile 2.1 (cioè ad alta velocità o, meglio ancora, ad altissima velocità). Questo sarà importante per i giochi a 120Hz in futuro. Se non sei sicuro, sostituisci il cavo HDMI esistente con quello da 2 metri fornito nella confezione.

Nuovo controller wireless Xbox

  • Nuovo controller con pulsante di condivisione
  • batterie AA (incluse)
  • Latenza inferiore
  • USB-C

Nella confezione cè anche il nuovo controller wireless Xbox e un paio di batterie AA. Sì, funziona di nuovo a batteria e non è ricaricabile. Tuttavia, considerando che il suo design è quasi identico allultimo controller Xbox, puoi semplicemente utilizzare batterie ricaricabili o accessori di quella generazione.

Ci sono un paio di differenze esterne chiave con il nuovo controller: è liscio nella parte superiore-anteriore (il precedente aveva un leggero inserto); il D-Pad è stato sostituito da uno stile circolare e più ergonomico; e cè un nuovo pulsante di condivisione schiaffo al centro, che aiuta a prendere istantaneamente schermate, ecc., Senza dover perdere tempo con il pulsante delle opzioni.

Anche la parte posteriore del nuovo controller è ricoperta di fossette per una migliore presa, così come i grilletti.

Infine, questa volta la connettività cablata avviene tramite USB-C, per ricaricare eventuali batterie ufficiali che potresti aggiungere o collegarla alla stessa Xbox.

Il controller è retrocompatibile con Xbox One. Allo stesso modo, anche i controller più vecchi sono compatibili con le versioni successive, quindi puoi semplicemente collegarli per giochi a due giocatori e simili se ne hai in giro. In effetti, tutti gli accessori Xbox One meno recenti, di prima e di terza parte, dovrebbero funzionare con Xbox Series S.

In termini di nuove campane e fischietti, ce ne sono pochi. Il controller funziona e si sente più o meno allo stesso modo del controller esistente, ma considerando che abbiamo sempre amato il design e la sensazione, non è una cosa negativa. Si dice che il ritardo sia stato migliorato, grazie al supporto Bluetooth Low Energy (BTLE) e al Dynamic Latency Input (DLI), ma comunque non abbiamo mai notato alcun problema su questo fronte.

Vale la pena notare che il nuovo controller DualSense di Sony ha alcune aggiunte di questa generazione, come i trigger adattivi e il feedback tattile, che non vengono replicati qui. Ma poi, i controller Xbox hanno sempre avuto una risposta di attivazione e un rombo decenti, quindi puoi notare la differenza solo quando usi i dispositivi rivali fianco a fianco.

Hardware

  • CPU: CPU Zen 2 personalizzata Octa-core
  • Memoria: 10 GB di RAM GDDR6
  • GPU: 4 TFLOPS, 20 CU
  • Memoria: SSD da 512 GB
  • Espansione dello spazio di archiviazione

Allinterno di Xbox Series S si ottengono specifiche ridotte rispetto al fratello più robusto della Serie X. Cè un processore AMD personalizzato a otto core, elaborazione grafica a 4 teraflop e 10 GB di RAM DDR6.

Tutto ciò abilita alcune funzionalità extra che non troverai su Xbox One X, ad esempio, anche se alcune delle specifiche sulla carta sembrano simili o addirittura più deboli di quellalternativa di ultima generazione. Per i principianti, la Serie S è in grado di garantire un gioco costante a 60 fotogrammi al secondo, anche fino a 120 fps, anche se con una risoluzione di 1440p anziché 4K completo (come la Serie X). Ha la capacità di output 4K, che gli sviluppatori potrebbero sfruttare da qualche parte in futuro, ma per ora è consigliato un 1440p stabile.

Per inciso, vale la pena notare che è specifico per i giochi. Loutput multimediale, come Netflix e Disney+, è disponibile fino a 4K Ultra HD e con HDR/Dolby Vision sin dallinizio.

Laltro hardware interno principale è lSSD da 512 GB disponibile per larchiviazione. Questo è importante per due ragioni. In primo luogo, consente tempi di caricamento molto più rapidi e, ciò che Xbox ama chiamare "ripresa rapida". Questultima funzione può mettere in pausa da quattro a sei giochi a seconda delle loro dimensioni e portata, pronti per passare da uno allaltro quasi istantaneamente.

Sfortunatamente, il curriculum veloce attualmente funziona solo con alcuni titoli che lo supportano - e pochi di questi erano a nostra disposizione al momento della scrittura - ma lidea è attraente e, speriamo, qualcosa che diventerà più predefinito in futuro.

I tempi di caricamento, o la loro mancanza, sono attualmente più evidenti. I giochi archiviati sullSSD si caricano molto più rapidamente rispetto a Xbox One S o X. Non sono istantanei, ma entrare in un gioco Xbox Series S/X o Xbox One dedicato è meno frustrante di prima.

Tuttavia, abbiamo un problema con lSSD: le sue dimensioni! Considerando che stiamo entrando in una fase di giochi più grandi con una maggiore fedeltà grafica, 512 GB sono decisamente miseri. Sì, la tecnologia delle unità a stato solido è ancora relativamente costosa, soprattutto di dimensioni maggiori, ma per farti un esempio, siamo riusciti a inserire nove giochi sullunità interna di Xbox Series S. Solo nove.

Uno di questi non è nemmeno ottimizzato per la console, è un titolo Xbox One standard. E solo uno di questi supera i 70 GB, cosa che consideriamo normale per le grandi versioni di giochi tripla A. Considerando che il mantra di Xbox è che la Serie S è lideale per Game Pass Ultimate e i suoi oltre 200 giochi disponibili dal primo giorno, avrai spazio sullunità solo per una manciata.

È qui che entra in gioco la scheda di espansione della memoria, anche se ciò ti costerà quasi lo stesso importo della stessa Xbox Series S. Ti darà un ulteriore 1 TB di spazio di archiviazione SSD, che funzionerà esattamente come quello interno ed eseguirà giochi Xbox Series S/X ottimizzati in modo identico. Ma se stai optando per la Xbox di nuova generazione più economica, perché vorresti spendere allincirca il prezzo della Serie X solo per ottenere più spazio di archiviazione?

squirrel_widget_3659696

Cè unopzione alternativa. Come con le console Xbox One, le porte USB della Serie S possono accettare dischi rigidi esterni (o SDD) per aumentare notevolmente la capacità di archiviazione. I giochi memorizzati su di essi non beneficeranno delle ottimizzazioni di nuova generazione, ma funzioneranno e saranno comunque compatibili con dispositivi come il ripristino rapido (come descritto sopra) e lauto HDR. Il nostro consiglio è di procurarti almeno ununità esterna da 1 TB (più grande se te lo puoi permettere) e archiviarci tutti i giochi Xbox One compatibili con le versioni precedenti, salvando così lunità interna per i giochi Xbox Series S/X dedicati.

Dovrai comunque eliminare e riscaricare quando necessario, ma almeno non intasare inutilmente lunità principale. Fortunatamente, puoi filtrare il tuo elenco di giochi per vedere quali giochi sono ottimizzati per la nuova console e quali no: questo sarà di aiuto.

Ottieni prezzi incredibili su giochi digitali come FIFA 22 su Gamivo

Esperienza

  • Retrocompatibile con migliaia di giochi Xbox One, Xbox 360 e Xbox originali
  • Supporto Dolby Vision e Dolby Atmos per contenuti multimediali e giochi
  • Configurazione tramite app iOS e Android

Lesperienza utente complessiva è davvero molto decente. In effetti, se hai già una Xbox One, ne sai già tutto: è identica allaggiornamento più recente. Ottieni un nuovo sfondo animato di fantasia sulla schermata iniziale, ma questo è lunico cambiamento significativo. Questo e la velocità di utilizzo sono state migliorate di dieci volte.

I nuovi utenti della famiglia Xbox saranno abbelliti con lestetica delle piastrelle con marchio di fabbrica di Microsoft, tranne che gli angoli sono stati arrotondati di recente e il design è stato reso più user-friendly. È facile accedere allelenco dei giochi e alle app multimediali, mentre larte di appuntare aree o giochi di interesse sulla home page ti consente di personalizzare lintero shebang a tuo piacimento.

La configurazione iniziale è un gioco da ragazzi, soprattutto se utilizzi lapp mobile Xbox su iOS o Android. In questo modo puoi accedere al tuo account Microsoft e impostare laggiornamento e il trasferimento della console senza dover navigare su una tastiera su schermo utilizzando il controller. È ancora più semplice se hai già una Xbox One, con la possibilità di trasferire le tue impostazioni esistenti utilizzando lapp.

Se disponi già di giochi Xbox One archiviati su ununità esterna (o due) puoi semplicemente collegarla alla Serie S e verrà immediatamente riconosciuta e tutti i giochi disponibili. Potrebbero aver bisogno di aggiornamenti, ma non è necessario scaricarli nuovamente.

Unaltra caratteristica delle Xbox di nuova generazione è la ricostruzione HDR. Quasi tutti i giochi disponibili su Xbox One gireranno anche su Xbox Series S, spesso con prestazioni visive migliorate in molti casi grazie allarchitettura Xbox Velocity (la CPU, la GPU e lSSD combinate) ma la tecnologia di ricostruzione HDR aggiunge qualcosa di nuovo. I giochi Xbox esistenti che non adottano lHDR (high dynamic range) in modo nativo verranno ridimensionati, in qualche modo, per fornire un contrasto migliore e una gamma di colori più ampia. Non è buono come lHDR nativo, ma è un bel tocco.

Così come lo sarà anche il supporto Dolby Vision per i giochi. Le Xbox Series S/X sono le prime console a offrire sia Dolby Atmos che Dolby Vision per i giochi, nonché la riproduzione di film e programmi TV. Avrai bisogno di una TV compatibile, un sistema audio e giochi supportati (un elenco che dobbiamo ancora vedere), ma è bello sapere che la funzione è disponibile per un uso futuro.

Prestazione

  • Obiettivo di prestazioni: 1440p 60 fps, fino a 120 fps possibili; 4K HDR per video
  • Modalità automatica a bassa latenza (ALLM)
  • Frequenza di aggiornamento variabile (VRR)
  • Ray-tracing DirectX
  • AMD Freesync

Naturalmente, laspetto più importante di qualsiasi salto evolutivo nel gioco è il modo in cui si comporta il nuovo arrivato. E, in Xbox Series S, è difficile rispondere esattamente. Non solo i giochi ottimizzati sono leggeri al momento, con solo una manciata a nostra disposizione prima del lancio, la natura stessa del gioco suggerisce che abbiamo un anno o due prima che qualsiasi console inizi a raggiungere il suo potenziale.

Tuttavia, dai nostri test possiamo vedere che Xbox Series S è una via di mezzo per una macchina di nuova generazione. Oltre a una risoluzione troncata per i giochi nativi di nuova generazione, rispetto a Xbox Series X e PS5, presenta alcuni avvertimenti anche durante la riproduzione di giochi Xbox One.

Il più grande è che, mentre la Serie X migliorerà e convertirà ulteriormente tutti i giochi Xbox che già offrivano miglioramenti per Xbox One X, la Serie S prende invece la versione One S. Lo migliorerà ancora dove possibile, come i giochi con frame rate e/o risoluzione sbloccati, ma senza nessuno dei potenziamenti già realizzati per la precedente macchina di punta di Xbox.

Detto questo, questo è rilevante solo per un sacco di titoli Xbox One riprodotti attraverso la retrocompatibilità e, va detto, hanno ancora un aspetto superbo quando girano su Series S. Abbiamo rigiocato Red Dead Redemption 2 , ad esempio, e funziona e ha un aspetto migliore su Xbox Series S di quanto non sia mai stato su PS4 Pro . Inoltre, funziona in silenzio: non cè alcun rumore della ventola, qualcosa che né Xbox né PlayStation potevano vantare prima.

Per quanto riguarda i giochi ottimizzati, il supporto per il ray-tracing DirectX aggiunge una dimensione completamente nuova. Come ti diranno i proprietari di PC con le schede grafiche più recenti, il ray-tracing è un punto di svolta, letteralmente. Adatta il modo in cui funziona lilluminazione in un gioco per rendere leffetto molto più realistico, creando bagliori e riflessi come mai prima dora. Xbox Series S potrebbe non essere così capace in termini di risoluzione come altre macchine di nuova generazione, ma la sua comprensione di questo tipo di tecnologia lo rende un balzo in avanti rispetto a qualsiasi Xbox One.

Inoltre, come accennato in precedenza, la capacità di raggiungere frame rate più elevati (120 fps su alcuni giochi) non può essere ignorata. Gli sparatutto in prima persona e i giochi di guida saranno indubbi beneficiari. Gears 5 , ad esempio, raggiunge i 120 fps (o 120 Hz, come alcuni lo chiamano) in multiplayer ed è fluido come il burro. Noterai un calo della risoluzione, a seconda del gioco e dello sviluppatore, ma alcuni preferiranno i frame rate più alti alla risoluzione.

Giochi

  • Alcuni giochi ottimizzati per Xbox Series S/X
  • Xbox Game Pass supportato

Lultimo punto di riferimento per la nostra recensione è importante quanto qualsiasi altro problema hardware: i giochi. Purtroppo, a differenza di altri nuovi lanci di console, entrambe le nuove console Xbox vengono effettivamente lanciate senza grandi titoli di prima parte a cui appendere il cappello. Halo Infinite è stato ritardato e ha escluso alcune eccellenti ottimizzazioni dei titoli Xbox One esistenti, questo è tutto per loutput di Microsoft Studios. Tuttavia, cè una cosa che va di pari passo con Xbox Series S per renderla una delle console di lancio più avvincenti di sempre: Xbox Game Pass .

Mentre lattuale elenco di giochi Xbox Series S/X nativi sarà ragionevole se inizialmente non spettacolare, Game Pass rappresenta una super proposta. Non appena avvii la tua nuova Xbox, la configuri e accedi, avrai più di 200 giochi da giocare dallinizio. Sì, dovrai abbonarti a Xbox Game Pass (tramite Ultimate, ti consigliamo) e sì, dovrai quindi attendere il download di tutti i giochi, ma non dovrai pagare un altro centesimo per accumulare una libreria di giochi che molti hanno impiegato anni per raccogliere.

Certo, non ne troverai molti nello storage integrato e la maggior parte non sarà ottimizzata, ma il concetto rende la Serie S la macchina di nuova generazione ideale per le famiglie. È abbastanza economico e allegro, oltre che silenzioso e veloce. E, sebbene non sia neanche lontanamente capace come il suo equivalente più grande della Serie X, è ancora abbastanza a prova di futuro per molti.

Prime impressioni

Questa è probabilmente la ragion dessere di Xbox Series S. Non è proprio per i giocatori hardcore, quelli che vogliono collegarlo a una TV OLED 4K e giocare al massimo livello di grafica della console possibile. È per un utente più occasionale, che apprezza anche avere tutti i servizi di streaming multimediale nella stessa scatola ordinata e continua a desiderare di guardare i riflessi realistici nelle pozzanghere.

È silenziosa, senza lamentarsi e amichevole – dal Maggiolino VW alla Golf GTi della Serie X – e sebbene questa potrebbe non essere lidea di un salto generazionale di tutti, fornisce un importante ponte tra il vecchio e il nuovo.

Considera anche

Xbox Series X

squirrel_widget_2744430

Se stai cercando più potenza, più spazio di archiviazione, più capacità di nuova generazione, questa è lXbox che cerchi. È più costoso, ovviamente, e anche più grande.

PlayStation 5

squirrel_widget_2679939

Lopposizione di Xbox è fisicamente molto più grande, ma porta con sé una nuova sensazione al suo software, controller ed esperienza. Inoltre, non ci sono molti giochi first party dal primo giorno, ma sono tali titoli in futuro che sarebbero la ragione per considerare di possedere la PlayStation invece di (o in aggiunta, ovviamente) una Xbox.

Scritto da Rik Henderson. Modifica di __LASSAVED.