Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Il cloud gaming ci ha preso in giro ingiustamente in passato. Mentre i servizi di Nvidia, PlayStation e lormai defunto OnLive facevano penzolare allettanti carote davanti alle nostre facce ansiose, ognuno di loro si è rivelato migliore sulla carta di uno schermo grande o piccolo.

Tuttavia, non siamo altro che ottimisti, quindi, nonostante i contraccolpi e i problemi, abbiamo sempre sperato che un giorno la tecnologia avrebbe eguagliato il potenziale. Sicuramente qualcuno può realizzare con successo il nostro sogno di giocare a giochi tripla A su un dispositivo mobile o una TV senza una console o un PC in vista? Qualcuno come, diciamo, Microsoft?

Il suo servizio xCloud è ambizioso e ricco di promesse. E, anche se non avrà vita facile con un rivale molto capace nello Stadia di Google che respira alle sue spalle, la nostra esperienza con esso finora ci dà limpressione che potrebbe essere il " Netflix dei giochi " che stavamo cercando .

Pocket-lintRevisione iniziale di Project xCloud La piattaforma di gioco cloud di Microsoft è stata testata prima del rilascio immagine 3
Il nostro parere veloce

Siamo certamente entusiasti della prospettiva di xCloud. Non siamo riusciti a giocare per un periodo prolungato, né abbiamo avuto tempo con tutti i giochi di prova offerti, ma quello che abbiamo visto ha dimostrato che il cloud gaming ha le gambe.

Il problema della latenza, sebbene non completamente eliminato, è stato soppresso abbastanza da essere un compromesso accettabile per i giochi tripla A in movimento.

Aspettiamo linizio della versione beta pubblica ad ottobre con il fiato sospeso, questo è certo.

Revisione iniziale di Project xCloud: la piattaforma di gioco cloud di Microsoft testata prima del rilascio

Revisione iniziale di Project xCloud: la piattaforma di gioco cloud di Microsoft testata prima del rilascio

Giocando a xCloud dal vivo

Abbiamo avuto lopportunità di giocare a una prima versione di prova di xCloud durante un evento Xbox Showcase nel supermercato Microsoft di recente apertura nel centro di Londra e, sebbene la nostra esperienza sia stata breve, è stata sufficiente per darci speranza.

Abbiamo giocato a due titoli sulla piattaforma - Halo 5: Guardians e Forza Horizon 4 - e, finora, sembra che Microsoft abbia risolto alcuni dei problemi tecnologici che hanno afflitto altri in passato.

Ancora più importante, siamo rimasti colpiti dalla sua gestione della latenza. Per fornire unesperienza simile a una console in remoto, è necessario risolvere il problema di latenza/lag e la reattività di entrambi i giochi, in particolare Halo 5, è stata migliore di quanto ci siamo sentiti prima.

La latenza è il tempo impiegato da un gioco per riconoscere la pressione di un pulsante. Ogni piattaforma di gioco lo sperimenta, specialmente quando si utilizzano controller wireless, ma il cloud gaming ha molto più margine di errore rispetto a una macchina locale, quindi la differenza di tempo è maggiore e, quindi, un gioco non sembrerà così reattivo.

Ad esempio, poiché xCloud e qualsiasi altra piattaforma di gioco cloud ospita il gioco su server remoti a miglia di distanza dalla tua posizione, è necessario inviare un codice di controllo su Internet, spesso tramite una TV o un dispositivo mobile. Viene quindi riconosciuto dal server, il movimento risultante viene eseguito dal gioco, quindi il video del tuo gioco deve essere rispedito allo schermo. Ognuno di questi passaggi aggiunge millisecondi di latenza e più ne vengono aggiunti, più il gameplay sembrerà ampolloso e lento.

Microsoft affronta questo problema in un paio di modi. Per cominciare, ha data center in tutto il mondo, inclusi due nel Regno Unito, e minore è la distanza tra il giocatore e il centro, meglio è. Ci è stato detto che quello utilizzato durante il nostro demo era situato nel sud dellInghilterra, quindi ideale per suonare a Londra.

Inoltre, stavamo utilizzando un controller Xbox One collegato a un Samsung Galaxy S10+ tramite USB-C, anziché una connessione controller wireless. Ciò significava che qualsiasi latenza aggiuntiva aggiunta da una connessione wireless Bluetooth o Wi-Fi è stata eliminata.

Entrambi questi fattori hanno fatto unenorme differenza nel nostro breve test poiché, anche se non sembrava proprio come giocare su una Xbox One S o One X a casa, ci si è avvicinato molto. Certamente abbastanza vicino da essere un avvertimento da ignorare quando ti rendi conto che stai giocando a Forza su un telefono.

Siamo rimasti anche colpiti dal flusso video stesso. Ci è stato detto che la risoluzione era 720p, il che va assolutamente bene su uno schermo da 6,4 pollici. Nitidi, dettagliati e senza artefatti dellimmagine in streaming. Sembrerà più morbido su una TV, in esecuzione a quella risoluzione, ma è probabile che tu abbia una connessione Internet migliore a casa e quindi lo streaming a una risoluzione più alta come standard.

Forse la cosa più notevole è che la demo in vetrina utilizzava una connessione Internet mobile isolata, con una velocità di circa 7,5 Mbps. È davvero molto basso, inferiore alla velocità media della banda larga nazionale e significativamente inferiore alle velocità del 4G, per non parlare del 5G. Era una buona prova che xCloud poteva funzionare praticamente ovunque.

Inoltre, funzionerà a 60 fps, anche a quelle velocità. Forza Horizon 4, ad esempio, sembrava super fluido, girando a 60 fps su un telefono.

Pocket-lintRevisione iniziale di Project xCloud La piattaforma di gioco cloud di Microsoft è stata testata prima del rilascio immagine 2

Ricco di potenziale

Anche se siamo rimasti colpiti dal nostro, seppur breve, dilettarsi con xCloud, ci sono ancora molte domande senza risposta. Ad esempio, Microsoft deve ancora rivelare quanto costerà un abbonamento o se si ottiene laccesso a una libreria di titoli a un costo fisso.

Il suo più grande rivale, Stadia, non è affatto un servizio in abbonamento, con un abbonamento Stadia Pro che paga per video HDR 4K e, possibilmente, un gioco gratuito al mese. Ci chiediamo se Microsoft seguirà un percorso simile o se offrirà qualcosa come Xbox Game Pass ma nel cloud.

Date un'occhiata a queste brillanti offerte sui portatili Nvidia RTX serie 30

Speriamo sia il secondo. La tecnologia sembra certamente andare nella giusta direzione e, se potessi ottenere una buona selezione di giochi Xbox One inclusa in un canone mensile, rappresenterebbe unalternativa molto decente ai giochi convenzionali, forse anche qualcosa che la completerà per lesistente. proprietari di console.

Cè anche un punto interrogativo sui dispositivi supportati. Al momento, sappiamo solo per certo che xCloud funzionerà su telefoni e tablet Android. Non abbiamo saputo se funzionerà anche su iPhone e iPad il giorno del lancio.

Apple ha già annunciato che, con il lancio di iOS 13, i suoi dispositivi otterranno la compatibilità con i controller Xbox One, quindi questa è unindicazione promettente che prevede di supportare xCloud. Ma in passato ha anche rifiutato piattaforme di cloud gaming simili.

Speriamo solo che veda tanto potenziale in questo particolare servizio quanto noi.

Per ricapitolare

Da una breve esperienza pratica, siamo entusiasti della prospettiva di xCloud. Il suo gameplay fluido e nitido impressiona. Mentre la riduzione della latenza, sebbene non completamente eliminata, sembra essere stata soppressa abbastanza da essere un compromesso accettabile per i giochi tripla A in movimento. Forse finalmente avremo il "Netflix dei giochi".

Scritto da Rik Henderson.