Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - Gli editori di giochi affrontano la terribile tentazione di mungere incessantemente i franchise che catturano limmaginazione del pubblico e, per un po, è sembrato che il destino fosse toccato ad Assassins Creed.

Ma Ubisoft, sensatamente, ha deciso di concedere un anno sabbatico al suo popolarissimo franchise di azione e avventura che viaggia nel tempo nel 2016. Il frutto di quella decisione è Assassins Creed: Origins, che sicuramente si rivela essere il miglior gioco di Assassins Creed di sempre.

-

Il nostro parere veloce

Dare ad Assassins Creed un anno in più di sviluppo potrebbe essere la decisione migliore che Ubisoft abbia mai preso. Ha dato al franchise lo spazio per riscoprire la qualità assoluta su cui si basava la sua prima reputazione.

Assassins Creed Origins è ricco di azione, spesso intelligente, pieno di intrighi e funziona bene come storia delle origini, spiegando la nascita della Confraternita degli Assassini e la loro eterna lotta contro le forze oscure dellestablishment.

Inoltre, Origins porta il design del mondo aperto a un livello superiore, il che significa che con larrivo dellinverno 2017 lopportunità di immergersi nel bellissimo ma aspro ambiente dellAntico Egitto è estremamente allettante.

Se pensavi di esserti disamorato dei giochi di Assassins Creed, Origins ripristinerà la tua fede. È sublime.

Recensione di Assassins Creed Origins: uno straordinario ritorno per lamatissimo franchise

Recensione di Assassins Creed Origins: uno straordinario ritorno per lamatissimo franchise

4.5 stars - Pocket-lint recommended
Pro
  • Un mondo aperto incredibilmente ricco con un discreto cast di personaggi
  • Un superbo motore di combattimento rinnovato
  • Un gameplay vario
  • Fantastiche missioni secondarie
Contro
  • Si sforza un po troppo per convincerti a spendere soldi extra in articoli di scorta nel negozio

squirrel_widget_141346

Succede tutto nellAntico Egitto

Dal momento che racconta una storia di origini, il gioco va più indietro nel tempo di qualsiasi altro predecessore: in Egitto nel 48 aC. Tolomeo è sul trono, dopo aver spodestato sua sorella Cleopatra, e lEgitto, di conseguenza, soffre sotto un giogo opprimente.

Prendi il controllo di Bayek, dal ristagno di Siwa, che è lultimo esempio di ciò che è noto come Medjay, una sorta di sceriffo dellantico Egitto.

Bayek ha avuto uno scontro con un misterioso gruppo mascherato chiamato The Order of Ancients, che ha ucciso suo figlio e, apprende, è responsabile delloppressione dellEgitto, quindi giura di assassinare i loro leader uno per uno.

A volte, interpreti anche sua moglie Aya, uno dei luogotenenti più fidati di Cleopatra, mentre la famosa regina del faraone egiziano tenta di riconquistare il trono dal suo debole fratello.

Bayek e Aya sono personaggi abbastanza decenti: questultimo prende a calci il culo (anche se tende a immergersi dentro e fuori dalla storia) e mentre Bayek è piuttosto dedito a dichiarazioni portentose, la rabbia che lo alimenta in un primo momento si placa a un approccio più misurato mentre la trama si svolge.

Ubisoftimmagine di anteprima del gameplay di Assassins Creed Origins 7

E la trama è fantastica, sebbene racchiuda ogni sorta di colpi di scena durante le sue fasi successive e alla fine soccombe alla tentazione di emulare il misticismo egiziano cliché di artisti come La mummia. In tipico stile Assassins Creed, personaggi storici come Pompeo e Giulio Cesare hanno dei cammei.

Un enorme mondo aperto da esplorare

Ma la vera star del gioco è il suo mondo aperto, che è assolutamente enorme, sorprendentemente credibile e assolutamente irresistibile.

Per gli egittologi dilettanti, è un sogno che diventa realtà, con le piramidi e i siti antichi per lo più non macchiati dal passare del tempo, Alessandria in tutto il suo sfarzo (con la sua leggendaria biblioteca e la tomba perduta di Alessandro Magno presente e corretta) e grandi quantità di terreno da esplorare.

Lambiente è lussureggiante e vario e pullula di fauna selvatica, che puoi cacciare, in stile Far Cry, per potenziare vari elementi della tua armatura e del tuo kit.

Confronto tra le GPU GeForce RTX serie 30 di Nvidia e i suoi modelli serie 10

Ubisoftimmagine di anteprima del gameplay di Assassins Creed Origins 12

Man mano che sali di livello, puoi persino acquisire unabilità che ti consente di domare gli animali, che ti seguiranno in giro: è molto divertente, poiché abbondano ippopotami e coccodrilli.

Origins è anche degno di nota per essere assolutamente pieno di missioni secondarie, che sono estremamente impressionanti. Molti hanno un impatto marginale sulla storia principale - o almeno sui personaggi che incontri nel corso di essa - e riescono tutti a essere memorabili. Spesso implicano indagini per identificare i personaggi da assassinare - ci sono un sacco di razzie di tombe da fare - e incontri un sacco di forti e nascondigli di banditi in cui devi decidere se entrare di nascosto o affrontare in un combattimento più -modo pesante.

Sistema di combattimento completamente nuovo

Il combattimento pesante è molto più unopzione in Origins che nei precedenti giochi di Assassins Creed, dal momento che Ubisoft ha completamente rinnovato il motore di combattimento.

Man mano che Bayek sale di livello e acquisisce armi sempre più devastanti (può, ad esempio, portare due archi, uno dei quali può essere del tipo che spara tre frecce e funziona efficacemente come un fucile), si trasforma in una macchina da combattimento. A tal punto che la trama prevede un periodo nellarena dei gladiatori (a cui puoi tornare quando vuoi).



Bayek ha un misuratore di adrenalina che gli consente di lanciare attacchi speciali che spesso equivalgono a uccisioni con un solo colpo, e deve combattere tatticamente contro nemici di livello superiore che hanno buone capacità di scudo, impiegando unutile schivata e colpendo quando un avversario è esposto.

Ubisoftimmagine di anteprima del gameplay di Assassins Creed Origins 3



Bayek ha un misuratore di adrenalina che gli consente di lanciare attacchi speciali che spesso equivalgono a uccisioni con un solo colpo, e deve combattere tatticamente contro nemici di livello superiore che hanno buone capacità di scudo, impiegando unutile schivata e colpendo quando un avversario è esposto.

Possono essere utilizzati anche i punti base di Assassins Creed, come i dardi soporiferi, i dardi avvelenati e le bombe incendiarie. E il motore di combattimento con la spada di Origin è buono come qualsiasi altro che abbiamo incontrato in un gioco.

Tanto per farti divertire

Troverai anche un sacco di divertenti giochi non fondamentali, come le corse dei carri e le battaglie navali. Come al solito per la serie, ci sono anche alcune sequenze moderne, che non sono brillanti ma almeno forniscono un contesto.

E ci sono un sacco di battaglie tra mini-boss e boss, principalmente contro leggendari combattenti di livello superiore. Anche se a un certo punto, la partecipazione al rituale gloriosamente pazzo di un veggente porta a un viaggio onirico indotto da allucinogeni che vede Bayek affrontare un gigantesco serpente marino con frecce fatte di luce.



Trasformare una battaglia contro un boss in una sequenza onirica mostra il divertimento che Ubisoft ha chiaramente avuto nel realizzare Assassins Creed: Origins e, questo, in definitiva, è ciò che eleva il gioco verso i regni della grandezza. Immagina di avere lAntico Egitto reso con una grafica impeccabile e pieno di tutte le cose che avresti mai voluto fare lì, ai comandi di un personaggio con abilità devastanti. Questo è esattamente ciò che offre Assassins Creed: Origins.

Inoltre, è davvero un gioco molto carnoso. Non cè modo di finire la storia principale in meno di 30 ore, in parte a causa della sua struttura: pezzi di trama si svolgono in località particolari e, dopo ogni pezzo, devi salire di livello tramite missioni secondarie per passare al prossimo episodio della storia principale. È un tributo alla ricchezza del mondo aperto di Origins che non ti senti mai come se dovessi macinare. E cè ancora molto da fare una volta finita la storia principale.

Ubisoftimmagine di anteprima del gameplay di Assassins Creed Origins 11



Trasformare una battaglia contro un boss in una sequenza onirica mostra il divertimento che Ubisoft ha chiaramente avuto nel realizzare Assassins Creed: Origins e, questo, in definitiva, è ciò che eleva il gioco verso i regni della grandezza. Immagina di avere lAntico Egitto reso con una grafica impeccabile e pieno di tutte le cose che avresti mai voluto fare lì, ai comandi di un personaggio con abilità devastanti. Questo è esattamente ciò che offre Assassins Creed: Origins.

Inoltre, è davvero un gioco molto carnoso. Non cè modo di finire la storia principale in meno di 30 ore, in parte a causa della sua struttura: pezzi di trama si svolgono in località particolari e, dopo ogni pezzo, devi salire di livello tramite missioni secondarie per passare al prossimo episodio della storia principale. È un tributo alla ricchezza del mondo aperto di Origins che non ti senti mai come se dovessi macinare. E cè ancora molto da fare una volta finita la storia principale.

squirrel_widget_141346

Per ricapitolare

Se pensavi di esserti disamorato dei giochi di Assassins Creed, Origins ripristinerà la tua fede. È sublime.

Scritto da Steve Boxer.