Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Luniverso dei supereroi Marvel non è mai stato di così alto profilo, grazie a una recente serie di film di successo. Quindi, la prospettiva di un gioco che ti permetta di giocare come una selezione dei suoi personaggi più amati, sviluppato dalla ben considerata Crystal Dynamics (di fama di Tomb Raider), è appetitosa.

Tuttavia, il clamore che naturalmente ha accompagnato Marvels Avengers è stato crudelmente violato da un programma beta che mostrava il lato multiplayer del gioco, che sembrava piatto e persino noioso.

La buona notizia è che chiunque sia rimasto deluso dalla beta sarà piacevolmente sorpreso dal gioco finale. Questo perché la sua campagna per giocatore singolo si rivela eccellente, in netto contrasto con la tendenza moderna per i giochi come servizio (una categoria in cui rientra esattamente Marvels Avengers), i cui elementi per giocatore singolo tendono a essere nella migliore delle ipotesi sommari.

Assolo breve ma dolce

È vero che il componente per giocatore singolo di Marvels Avengers non è particolarmente lungo: potresti completarlo in circa 10 ore, anche se ci sono molte missioni secondarie specifiche per eroi e fazioni che lo riempiono e riducono anche marginalmente il grind. Dovrò subire nel finale. Ma quella trama è di classe, intrisa di un flusso e riflusso impressionante ed eminentemente giocabile.

È incentrato su un nuovo Vendicatore, Kamala Khan, inizialmente visto come unadolescente fan dei Vendicatori di Jersey City, che partecipa a una celebrazione intrisa di tutto ciò che riguarda i Vendicatori, intitolata A-Day, con sede a San Francisco. Ma A-Day finisce per andare terribilmente male, a tal punto che San Francisco viene distrutta con un gran numero di vittime. I Vendicatori, più chiunque altro con superpoteri, finiscono per essere diffamati come "Inumani".

La storia avanza quindi di cinque anni, durante i quali Kamala ha acquisito i suoi superpoteri e la sinistra megacorp AIM - gestita dagli ex colleghi degli Avengers George Tarleton e Monica Rappaccini - ha ottenuto il controllo totalitario degli Stati Uniti, sulla scia della promessa di “curare” i supereroi dalla loro “disumanità”. Inaspettatamente, durante la trama di Marvels Avengers, il gioco fa alcuni punti estremamente validi e appropriati sui pericoli di un media controllato da interessi costituiti.

MarvelFoto di Marvels Avengers 18

Kamala scopre le prove di ciò che è realmente accaduto nellA-Day, riesce a sfuggire alle grinfie dellAIM, quindi si propone di scoprire cosa è successo ai Vendicatori - un processo che la vede sbocciare in un vero supereroe chiamato Ms Marvel e fungere da catalizzatore per riassemblare il squadra. Il suo viaggio è brillantemente rappresentato e gradualmente si arriva a giocare nei panni di sei Vendicatori (specificando anche quali fungerebbero da spoiler).

Simile ad Arkham

Per quanto riguarda quei Vendicatori, le loro meccaniche di gioco generali sono praticamente azzeccate. Almeno quando sono a terra: Marvels Avengers ha chiaramente preso i giochi di Batman Arkham come modello per il gameplay di rissa principale, quindi tutti i Vendicatori hanno attacchi leggeri e pesanti, blocchi ed evasioni e un elenco di mosse più esotiche che cresce mentre salgono di livello.

MarvelMarvels Avengers foto 9

Hanno anche attacchi a distanza, il che porta al nostro principale cavillo con le meccaniche di gioco: anche se tutti i supereroi hanno attacchi a distanza diversi, tutti potrebbero fare più schiocco verso i loro bersagli. Le cose possono diventare eccessivamente complicate quando sei nel bel mezzo di una battaglia e devi eliminare un nemico volante con precisione, anche se alcuni supereroi hanno attacchi a distanza mirati automaticamente nelle ultime fasi dei loro alberi delle abilità.

Man mano che padroneggi il sistema di combattimento del gioco, ti sentirai un supereroe, soprattutto quando inizi a caricare le abilità speciali, di cui ogni Vendicatore ne ha tre (una difensiva, una offensiva, una spettacolare e devastante). Crystal Dynamics ha praticamente inchiodato quel lato del gioco, per fortuna.

Un "destino" da portafogli

Ma anche mentre lavori con la campagna per giocatore singolo, inizi a notare aspetti di Marvels Avengers che sono più problematici. Cè un sistema di equipaggiamento che è una culla diretta da Destiny, quindi acquisisci costantemente un flusso di nuovi attrezzi che devono essere scambiati e possono essere potenziati tramite una sconcertante serie di risorse. Compaiono venditori di equipaggiamento e cosmetici, ma quando li incontri per la prima volta non avrai abbastanza denaro nel gioco per comprare qualcosa da loro, il che è fastidioso. Ma ovviamente puoi ricorrere a microtransazioni con denaro reale, che aggiungono unaria di rapacità.

MarvelMarvels Avengers foto 11

Diventa presto ovvio che i Vendicatori della Marvel vogliono disperatamente essere Destiny, tranne che con ancora più entusiasmo di separarti con denaro extra oltre il suo già alto prezzo al dettaglio. Questo potrebbe essere il modo moderno, ma non ti rende esattamente caro al gioco, specialmente quando diventa chiaro quanto – almeno al momento del lancio – lendgame di Marvels Avengers sia in ritardo rispetto a quello di Destiny 2.

Il contrasto tra la campagna per giocatore singolo e lendgame è desolante. Il primo è splendidamente costruito, con sequenze platform, battaglie con i boss (il boss finale è davvero epico) e sequenze di dominio dellarea in stile multiplayer per generare un bel flusso. La scrittura e la recitazione sono azzeccate – questultima include i migliori talenti come Nolan North e Troy Baker – e la stessa Kamala si dimostra una grande supereroina con cui interpretare, grazie ai suoi arti elastici e alle sue mani giganti e super forti.

Grindhouse

Ma una volta che entri nel gioco finale, segue un periodo di macinazione che diventa noioso dopo un po. Il ritmo con cui puoi aumentare di livello la tua attrezzatura è troppo lento e le attività multiplayer più interessanti, come Mega Hives (essenzialmente dungeon) sono inizialmente inaccessibili.

MarvelMarvels Avengers foto 5

È utile scegliere un supereroe preferito e aumentarlo di livello nel modo più mirato possibile, ma le missioni di addestramento facilmente disponibili mancano di rigiocabilità, mentre le missioni di Drop Zone diventano le stesse. Le catene di missioni iconiche specifiche delleroe sono decenti, anche se presto ti ritrovi a combattere nemici troppo familiari, ma una volta che li finisci, ti ritrovi a cercare nuovi punti di interesse.

Prime impressioni

Anche personaggi come Destiny 2 avevano finali sottopopolati quando hanno iniziato, e Square Enix è fermamente convinto che lancerà assiduamente nuovi contenuti ai Vendicatori della Marvel – un nuovo Vendicatore, Occhio di Falco, è previsto per il 2020 – con una catena di storie di accompagnamento e, si spera, alcuni riequilibri ridurranno lattuale necessità di rettifica.

Ma tutto lascia la sensazione che Marvels Avengers potrebbe essere uno di quei giochi a cui è meglio avvicinarsi una volta che è stato in vendita per un po (a quel punto, dovrebbe anche essere disponibile a un prezzo inferiore). Il suo desiderio di attirarti nelle microtransazioni sembra anche ancora più cinico nel contesto del suo gioco finale che lascia ancora molto a desiderare.

Certo, ha le basi giuste, il che gli dà una probabilità di successo più probabile rispetto, ad esempio, a Anthem di EA. Ma in questo momento, il suo aspetto più invitante è una campagna per giocatore singolo abbastanza breve.

Scritto da Steve Boxer. Modifica di __LASSAVED.