Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Dbrand sa sicuramente come attirare lattenzione della gente: il suo battibecco pubblico con Sony sulla prima versione della sua PlayStation 5 Darkplates si è concluso con un sacco di imprecazioni da parte del case maker e la chiara intenzione di tornare con una riprogettazione.

Abbastanza sicuro, giorni dopo ha messo in vendita Darkplates 2.0 e siamo riusciti a mettere le mani su quella che potrebbe finire per essere una tiratura abbastanza limitata, proprio come la prima versione. Questa volta, però, il design è notevolmente diverso dai frontalini di Sony.

Fa parte del tentativo da parte di Dbrand di assicurarsi che i piatti non vengano abbattuti e rimossi dalla vendita come lultimo lotto. Anche così, scoprirai che ordinare Darkplates 2.0 ti mette in lista dattesa per un paio di mesi, tale è la domanda.

Non possiamo nemmeno dire di essere sorpresi: laspetto della PS5 è divisivo, e mentre abbiamo imparato ad apprezzare le sue estremità alari e il bianco scioccante del case, essere in grado di vestirla di nero è una proposta davvero allettante dato come è facile rimuovere e sostituire le piastre di Sony.

Lo farai comunque se vorrai installare un SSD più grande per la tua console , quindi rimuovere le piastre predefinite e sostituirle non è davvero troppo impegnativo al confronto. Da quello che possiamo dire, i Dbrand sono robusti quanto quelli di Sony.

Hanno anche una silhouette molto simile, a parte una differenza importante e ovvia: le estremità alari sono sparite, sostituite da una curva liscia che fa sembrare la PS5 un po più piccola in un modo molto gradito. Le altre aggiunte principali sono due prese daria in cui girano le ventole principali della console.

Questi presumibilmente consentono un maggiore flusso daria, non che questo fosse qualcosa con cui la PS5 ha lottato prima, ma sono un altro elemento di differenziazione nellarsenale difensivo di Dbrand. Allinterno degli involucri, puoi rimuovere i parapolvere per pulirli quando vuoi, assicurandoti che più aria, ma non più polvere, entri.

Diciamoci la verità, però, non lo compri per un aumento potenzialmente microscopico del flusso daria: vuoi una PS5 nera. Sono disponibili anche versioni grigie e bianche, nel caso in cui siano solo quelle estremità alari a infastidirti, ma sospettiamo che la stragrande maggioranza degli acquirenti diventi nera.

Dbrand include anche adesivi in vinile per mascherare la striscia centrale lucida della console nella finitura che preferisci, e la nostra scelta di nero opaco ha ulteriormente rafforzato la ritrovata furtività del dispositivo. Infine, gli adesivi per strisce luminose ti consentono persino di coprire quelle strisce LED per farti conoscere lo stato della console, nel caso in cui ti abbiano distratto.

Funzionano bene e sono abbastanza facili da allineare e attaccare, permettendoti di personalizzare ulteriormente laspetto della tua PS5, e una volta che stai sborsando per i piatti stessi, si sentono come un bel extra opzionale.

Una delle aree che a Sony non piaceva nei primi Darkplate era luso di simboli quadrati, triangoli, cerchi e croci sullinvolucro interno delle lastre: questi sono stati rimossi e sostituiti con uno schema di 1 e 0 che quasi sicuramente spiega qualcosa in binario. Lo lasceremo comunque ad altri investigatori online.

Ad ogni modo, è un piccolo dettaglio che sottolinea quanta attenzione Dbrand ha messo nel far sentire i Darkplates allaltezza dellamore e dellattenzione che Sony ha chiaramente dedicato al design della PS5. Sembra allo stesso livello, il che non è affatto unimpresa da poco.

Prime impressioni

Se hai messo le mani su una PS5 ma lhai osservata con un po di giudizio da quando ha preso il suo posto nella configurazione di casa, desiderando che fosse solo un po più elegante e forse un po meno bianca, i Darkplate 2.0 sono perfetto per te.

Lopzione più economica in questo momento, e la più facile da mettere rapidamente tra le mani, rimane lacquisto di una pelle che puoi applicare da solo, ma non sarà mai bella come una piastra su misura come questa, con cuciture e buchi quasi impossibili evitare.

Terremo sicuramente i Darkplates sulla nostra PS5, che è il modo più chiaro in cui possiamo dimostrare quanto ci piacciono, ma ti consigliamo di non stare con le mani in mano troppo a lungo. Sony potrebbe non voler sembrare un cattivo troppo grande, ma se ha i motivi per abbattere di nuovo questi piatti, non sorprenderà se lo farà.

Scritto da Max Freeman-Mills. Modifica di __LASSAVED.