Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Mentre il mondo continua ad essere attanagliato da una pandemia che non si vedeva da generazioni, non sorprende che i giochi siano stati colpiti come quasi tutto il resto. I programmi di rilascio dei giochi sono stati colpiti in modo negativo in particolare, con un minor numero di rilasci, in particolare di uno standard tripla A.

Grazie al cielo per Returnal, allora. Non considerato in precedenza in termini di alto livello, l esclusiva PlayStation 5 ha comunque guadagnato i suoi meriti e potrebbe essere uno dei pochi titoli a beneficiare al contrario dei mali globali, con un numero maggiore di occhi puntati ora rispetto a tempi forse più normali.

È ovvio perché in precedenza avrebbe potuto essere trascurato e sottovalutato. Lo sviluppatore Housemarque è poco noto per i suoi titoli di azione e avventura, tanto per cominciare, avendo in gran parte fatto il suo nome con sparatutto indie di ispirazione retrò. Anche i primi trailer e la fanfara del marketing erano poco entusiasmanti, facendo sembrare più uno sparatutto in stile Alien che lo sparatutto in terza persona-platform-sopravvivenza-horror roguelike profondamente stratificato che si è rivelato essere.

Torna ancora una volta

Questo non vuol dire che non sia fortemente ispirato da Alien e dalle opere di HR Giger: lo stile artistico sembra così influenzato che potresti giurare che sia stato diretto da Ridley Scott. Ma loriginalità filtra da ogni poro, ed è il più lontano possibile dalle altre esclusive Sony nella memoria recente.

Prendi la trama, per esempio. È molto più coinvolgente del "viaggiare su un pianeta, sparare a tutto e partire". È strutturato, sottile (almeno inizialmente) ed è eminentemente giocabile. Vale a dire, si intreccia con il gameplay. Ci sono poche scene tagliate e, in effetti, pochi preamboli. Invece, scopri la storia mentre giochi, per cui ti senti come se la stessi guidando piuttosto che il contrario.

Tutto quello che sai allinizio è che sei un pilota, Selene, che è precipitata su un pianeta alieno. Il pianeta, Atropo, risulta essere giustamente chiamato dopo la dea greca responsabile del filo della vita di ogni mortale, e che stabilisce un ciclo di vita e morte che lo attraversa.

Atropo è in continua evoluzione, in gran parte mortale e spesso misterioso. È anche, per una ragione che potrebbe diventare più chiara man mano che avanzi, bloccato in una qualche forma di loop temporale: ogni volta che muori, riappari sul luogo dellincidente e devi ricominciare da capo i tuoi progressi.

Sony Interactive Entertainment / HousemarqueRecensione di ritorno: unincredibile esplosione di PS5 dal nulla foto 4

Ora, questo potrebbe sembrare ripetitivo o frustrante, ma Housemarque bilancia magnificamente il concetto con decisioni di gioco intelligenti. Innanzitutto, Returnal è un roguelike per mantenere le cose fresche ogni volta che muori e ricominci. Ci sono sei biomi da esplorare durante il gioco, ognuno con nemici sempre più difficili da affrontare. Ogni bioma è anche composto da stanze di dimensioni diverse che si spostano per presentare un labirinto diverso ogni ciclo di vita.

Il secondo esempio di ingegnosità da parte dello sviluppatore è che alcuni potenziamenti e abilità rimangono con te una volta trovati la prima volta, rendendo più facile progredire ogni volta. Le armi potenziate che incontrerai scompariranno, lasciandoti con la stessa pistola iniziale, ma verrai guidato a un punto di raccolta prima nei tuoi progressi successivi, al fine di riequipaggiarti per i pericoli che già sai aspettarti.

Inoltre, il gioco tende a portare avanti stanze più avanzate per avvicinarti più rapidamente al tuo obiettivo. Ciò ti consente di evitare di dover percorrere le stesse aree più e più volte e aiuta a evitare la frustrazione poiché essenzialmente vuoi semplicemente tornare alla parte in cui sei morto prima.

Sony Interactive Entertainment / HousemarqueRecensione di ritorno: unincredibile esplosione di PS5 dal nulla foto 2

Questo è davvero vitale, dato che Returnal è uno dei giochi più difficili in circolazione in questo momento. Sicuramente lassù con i giochi Souls più difficili (fai attenzione ai fan di Demons Souls).

Ah, spara

Per la sua astuta complessità e la trama misteriosa e intricata, Returnal è sorprendentemente semplice da imparare e giocare.

Sony Interactive Entertainment / HousemarqueRecensione di ritorno: unincredibile esplosione di PS5 dal nulla foto 5

È uno sparatutto in terza persona nel suo cuore, con battaglie nemiche che si svolgono in gran parte a distanza mentre spari con qualsiasi arma tu abbia scelto di portare (puoi usarne solo una alla volta). Ogni arma ha una modalità di fuoco primaria e secondaria, con questultima particolarmente dannosa ma che necessita di un cooldown dopo ogni colpo.

Questo offre la prima istanza delluso astuto del gioco del controller DualSense di PS5. Per sparare il colpo principale, che è infinito ma può surriscaldarsi, devi solo premere il grilletto destro o premere leggermente anche il grilletto sinistro per mirare. Premendo più forte sul grilletto sinistro si attiverà la modalità di fuoco alternativa. Il feedback tattile viene utilizzato anche durante il gioco, con ogni minuscola goccia di pioggia o altri effetti speciali che offrono minuscoli rimbombi che si increspano intorno al pad. Questo è ciò che Sony si aspettava chiaramente quando ha annunciato per la prima volta le proprietà uniche del DualSense. È unimmersione su un altro livello, questo è certo.

Le stanze di Returnal possono essere vuote, ad eccezione di un forziere o di un oggetto con cui interagire, oppure possono essere piene di orrori. Le creature aliene su Atropo apparentemente vogliono solo mandarti nelloblio, ed è qui che inizia il divertimento. Se possiedi le armi e le abilità, puoi avere alcune battaglie gloriose, anche con i cattivi più elementari. Lindubbia esperienza dello studio con gli sparatutto dallalto in basso viene alla ribalta, con modelli e stili di ripresa che sembrano più in sintonia con gli sparatutto in 2D. È una sfida decente ogni volta.

Sony Interactive Entertainment / HousemarqueRecensione di ritorno: unincredibile esplosione di PS5 dal nulla foto 1

Ancora più impegnativi sono i boss della fine del bioma, che subiscono così tante punizioni prima di cedere. Considerando che, puoi prenderne solo un po prima di morire e dover ripetere di nuovo il processo. Tuttavia, i potenziamenti trovati lungo il percorso ogni volta possono aiutare, mentre le prime battaglie ti preparano bene per i nemici successivi, molto più difficili.

Abbastanza mortale

Abbiamo toccato gli usi interessanti del controller DualSense, ma non sono gli unici esempi del perché questo è solo un titolo di nuova generazione. Returnal utilizza praticamente tutti i trucchi del libro, visivamente, incluso il ray tracing e 60 fotogrammi al secondo. Non potresti avere uno sparatutto veloce senza questultimo, per essere onesti.

È anche sbalorditivo. Sì, richiama lo spirito delloriginale Alien di Scott e, ancora di più, Prometheus, ma ci sono svolazzi di neon ovunque che fanno risaltare lo scenario e i nemici. Quando viene riprodotto su una TV HDR decente, è una vera festa per i tuoi occhi.

Sony Interactive Entertainment / HousemarqueRecensione di ritorno: unincredibile esplosione di PS5 dal nulla foto 3

Le nostre prime due corse sono state spese principalmente a guardarsi intorno, a dire il vero. Non solo per indizi o modi per navigare nel labirinto, ma per immergersi nella maestosità. Il gioco gira in 4K dinamico, che a volte deve diminuire per mantenere frame rate elevati, ma non ce ne siamo accorti.

Ottieni prezzi incredibili su giochi digitali come FIFA 22 su Gamivo

Ci sono alcune sezioni più granulose e alcune trame meno dettagliate – come la casa (capirai cosa intendiamo quando la vedrai) – ma niente di troppo evidente e certamente niente che rovini il divertimento.

Prime impressioni

Returnal è un gioco superbo che ha un tempismo perfetto e che viene accolto con gratitudine. Non è il primo gioco a utilizzare il concetto di mangiare, dormire, risciacquare e ripetere. Non sarà nemmeno lultimo, con Deathloop in arrivo entro la fine dellanno. Tuttavia, lo fa in un modo intelligente e interessante che non si stanca mai.

Cè anche una grande nebbia di mistero che permea il gioco che ti fa voler progredire, anche quando lazione è a volte inesorabilmente difficile. Ci ricorda Control in quel modo. In effetti, ha anche un forte personaggio femminile protagonista e un senso generale di qualcosa che non è del tutto a posto con il mondo.

Ma, allo stesso tempo, è davvero la sua bestia e Sony sarà orgogliosa di avere unesclusiva davvero originale tra le mani. Uno che diventerà sicuramente una nuova IP di valore.

Potrebbe anche aiutare Housemarque a diventare più un nome familiare. Sarà sicuramente meno incasellato in futuro, questo è certo.

Scritto da Rik Henderson. Modifica di __LASSAVED.