Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - Nel corso degli anni, Call of Duty di Activision si è affermato come lo sparatutto in prima persona per le masse (diventando unincredibile vacca da mungere nel processo) mentre il franchise rivale di Electronic Arts, Battlefield, ha sviluppato un seguito che si considera un po più perspicace. Lo sparatutto di punta di EA ti fa sentire come se fossi nel bel mezzo di una guerra furiosa, totale e su larga scala, e Battlefield 1 ambientato nella prima guerra mondiale del 2017 ha portato quellambizione a nuovi livelli.

La buona notizia è che Battlefield V si basa sulla struttura di Battlefield 1 per raggiungere livelli di immersione ancora maggiori e far sentire i suoi giocatori ancora più come un ingranaggio vitale in una vasta macchina da guerra.

Ma cè un problema. Al momento del lancio, mancano parti di Battlefield V che erano state visualizzate in anteprima. Il più significativo tra questi è Tides of War, che è il "servizio live" del gioco, ovvero il suo equivalente a titoli come GTA Online, che ha lo scopo di fornire la sensazione di prendere parte a un enorme, in continua evoluzione , campagna persistente. Almeno sappiamo quando dovrebbe arrivare Venti di guerra, il 4 dicembre, insieme allultima storia di guerra per giocatore singolo. Anche Firestorm, la modalità battle royale di Battlefield V, non si vede da nessuna parte, anche se ci è stato promesso che arriverà in una data non specificata a marzo 2019.

Il nostro parere veloce

Nel complesso, Battlefield V è un ottimo sparatutto sia da vedere che da giocare: il modo in cui ti risucchia nel pieno dellorrore (e del brivido) di una versione spaventosamente realistica della Seconda Guerra Mondiale è semplicemente magnifico. Fornisce tutto ciò che un fan del franchise di Battlefield potrebbe chiedere e anche di più: sembra lo sparatutto in prima persona tecnologicamente più avanzato in circolazione, ma ha cuore, passione e carattere.

Ma queste qualità sono inevitabilmente smorzate dal fatto che attualmente è completo solo dal 70 all80 per cento. Il tuo approccio più sensato a Battlefield V sarebbe aspettare fino a marzo 2019 per acquistarlo, quando è probabile che sia notevolmente più economico di quanto non sia ora e completo al 100%. È vero che EA ha abbandonato il Premium Pass del franchise, quindi almeno tutti otterranno tutti i contenuti aggiunti da DICE, ma che fine ha fatto i giochi prima di rilasciarli?

Recensione di Battlefield V: uno sparatutto allavanguardia sulla Seconda Guerra Mondiale, ma non è ancora tutto pronto

Recensione di Battlefield V: uno sparatutto allavanguardia sulla Seconda Guerra Mondiale, ma non è ancora tutto pronto

4.0 stelle
Pro
  • Sembra e suona incredibili
  • Mappe epiche
  • La seconda guerra mondiale porta armi e veicoli migliori
  • Classi ben giudicate
  • Incredibile distruttibilità
  • Storie di guerra fresche e piene di carattere
  • Operazioni su vasta scala aggiungono un senso di trama al multiplayer
Contro
  • Venti di guerra più una Storia di guerra e Tempesta di fuoco evidenti per la loro assenza al momento del lancio
  • Stupida intelligenza artificiale nella campagna per giocatore singolo
  • Alcuni problemi visivi persistono
  • La battaglia reale è inclusa ma difficile da accedere
  • Campagna per giocatore singolo troppo breve al momento del lancio

squirrel_widget_146401

Narrazione con un vantaggio

Con COD Black Ops 4 che ha interrotto la sua campagna per giocatore singolo, sembra davvero che Battlefield V abbia perso un trucco non includendo lintera campagna per giocatore singolo al momento del lancio: aveva buone possibilità di recuperare quei fan di Call of Duty che richiedono la possibilità di giocare da solo.

EA / DICEImmagine recensione Battlefield V 10

La campagna per giocatore singolo di Battlefield V è piuttosto buona, anche se molto breve. Proprio come in Battlefield 1, è stato suddiviso in storie di guerra disparate che traggono vantaggio dal non dover conformarsi a una trama generale.

Prima del 4 dicembre, ci sono solo tre storie di guerra complete, ognuna delle quali richiede circa due ore per essere completata. Sono soddisfacenti e innovativi, tuttavia, raccontando storie di remoti avamposti della guerra che non hanno paura di sfidare le opinioni ampiamente condivise sulla seconda guerra mondiale.

Inaspettatamente, sfoggiano alcune influenze cinematografiche. Under No Flag segue un gangster dellEast End reclutato nel nascente Special Boat Service e operativo in Nord Africa, e il suo dialogo colpirà le corde dei fan di Guy Ritchie.

Nordlys interpreta unadolescente della resistenza norvegese, dotata di sci e coltelli da lancio, e punta il cappello a Scandi-noir.

EA / DICEBattlefield V recensione immagine 4

Tirailleur, nel frattempo, mostra un volontario nordafricano francese che vince il razzismo dei suoi commilitoni prima di partecipare alla campagna per liberare la Francia.

Ciò che colpisce davvero delle Storie di guerra è il modo in cui ti presentano una serie di obiettivi, quindi ti permettono di realizzarli come ritieni opportuno, in qualsiasi ordine, e impiegando la furtività o un approccio con armi da fuoco. Certo, hanno alcune sequenze più lineari, ma funzionano anche abilmente nelle introduzioni a varie modalità multiplayer e generalmente si sentono sia fresche che molto particolari. Tuttavia, lIA del nemico è fastidiosamente stupida a meno che non aumenti il livello di difficoltà.

Multigiocatore

Anche con pezzi mancanti, cè ancora un mucchio di cose da fare in Battlefield V da un punto di vista multigiocatore. La modalità di spicco è Operazioni su vasta scala, che mescola e abbina le modalità di gioco per tenere traccia delle mini-campagne man mano che progrediscono nellarco di tre giorni.

Una tipica operazione su vasta scala potrebbe includere una sessione di Prima linea - in cui le squadre avversarie hanno enormi sparatorie attorno a obiettivi concatenati che, se catturati, spingeranno indietro la prima linea - o Airborne, in cui una squadra combatte contro un flusso di paracadutisti in arrivo, e un il limite di respawn genera un finale avvincente.

EA / DICEImmagine recensione Battlefield V 8

Se unoperazione su vasta scala termina con un pareggio dopo tre giorni, cè una sparatoria bonus chiamata Final Stand, che è pura battaglia reale, con tanto di divieto di respawn e una mappa che si restringe.

Il fatto che si svolga su mappe che hai già imparato a conoscere intimamente e che abbia quellatmosfera e unatmosfera distintive di Battlefield, lo rende immediatamente più memorabile di molti giochi battle royale rivali. Ma attualmente, Final Stand è piuttosto sepolto nel resto del lato multiplayer di Battlefield V.

Oltre a Grand Operations, Conquest fornisce il miglior esempio dellazione classica su larga scala che i fan di Battlefield bramano, che si svolge su mappe giganti in cui potresti dover cercare di catturare fino a sette bandiere e che sei praticamente costretto per navigare usando i veicoli (anche se puoi spawnare sulla tua squadra, o in carri armati o aerei).

Perché il Corsair One i300 potrebbe essere il perfetto PC da gioco compatto

In Conquest, diventa chiaro fino a che punto lo sviluppatore DICE è andato in città con la distruttibilità del gioco - verso la fine di un round, quando i carri armati, gli aerei e lartiglieria hanno bombardato la mappa in mille pezzi, truppe di supporto, con la loro nuova abilità per costruire fortificazioni con sacchi di sabbia, sono molto utili e si scatena il caos della guerra.

EA / DICEBattlefield V recensione immagine 9

Le classi sono ben giudicate, con unenfasi sul supporto tipica del franchise: Battlefield è sempre stato più indulgente con coloro che non possiedono abilità a contrazione rapida semi-professioniste rispetto a Call of Duty. I medici hanno una guarigione rapida, quindi sono particolarmente utili durante i Deathmatch a squadre quando i punti deboli vengono alla ribalta e il lungo processo di guarigione amministrato da altre classi li mette a rischio di morte a metà guarigione. Cè anche una classe Sniper che può individuare i nemici, insieme a un sop per coloro che preferiscono correre e sparare e brandire esplosivi.

Il sistema di progressione ti incoraggia a svolazzare tra le classi, così come le sfide quotidiane, ma il sistema dellArmeria, che ti premia con shader cosmetici per le tue armi, sembra un po superfluo, un toccasana per coloro le cui vite ruotano attorno alle casse del bottino.

Prima del lancio, in Battlefield V prevaleva una certa quantità di glitch, ma DICE ha risolto il problema, quindi gli unici problemi occasionali che ancora incontri sono stati limitati a problemi visivi.

squirrel_widget_146401

Per ricapitolare

Un giorno nel 2019, BF V potrebbe diventare il miglior sparatutto in prima persona che il denaro possa comprare. Ma dipende dal fatto che alcune delle parti assenti del gioco al momento del lancio siano tutte presenti e corrette.

Scritto da Steve Boxer.