Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Sono passati sei anni da quando l'originale Overwatch è stato rilasciato - un fulmine a ciel sereno che fondamentalmente ha fatto a pezzi ciò che sapevamo degli sparatutto multiplayer, con personaggi unici tra cui scegliere e infinite sinergie da elaborare. Ora, il sequel è qui.

In un certo senso, è sorprendente che ci sia voluto così tanto tempo per un seguito. A causa di problemi di sviluppo a Blizzard, Overwatch 2 sarà diviso in porzioni che verranno rilasciate nel tempo.

Tuttavia, siamo stati in grado di giocare la sua beta PvP in corso e testare come le sue modalità competitive stanno prendendo forma. Ecco il nostro verdetto iniziale.

Il nostro parere veloce

Il modo in cui Overwatch 2 sarà accolto dalla comunità sarà interessante da osservare. Attualmente, è un grande gioco nella maggior parte dei modi che contano, con composizioni di squadra divertenti da esplorare e una gamma di personaggi che sarete in grado di conoscere. Il problema è che tutto ciò che c'è di buono in esso sembra piuttosto invariato rispetto al primo Overwatch.

La riduzione delle dimensioni della squadra potrebbe essere un non-problema se ci sono alcune modifiche al sistema di accodamento, così come ulteriori buff e nerf per mantenere l'equilibrio, ma, nella beta, si è sentito un po' un sacco misto. E, mentre imparare un nuovo personaggio come Sojourn è divertente, non è abbastanza per far sentire Overwatch 2 come un gioco completamente nuovo.

Con una modalità PvE ancora in cantiere, è tutt'altro che una prospettiva terribile per lo sparatutto a squadre di Blizzard, ma se può giustificare il suo status di sequel è in aria dopo la sua beta.

Anteprima di Overwatch 2: Più sparatutto, meno squadra

Anteprima di Overwatch 2: Più sparatutto, meno squadra

Pro
  • Sembra ancora frizzante e grande
  • Disegni di personaggi interessanti
  • Momenti di beatitudine
Contro
  • Fondamentalmente non sembra nuovo
  • Lunghi tempi di attesa
  • Più punitivo di prima

Un po' di tensione in più

Overwatch 2 può, a volte, sembrare qualcosa che Blizzard ha pensato di dover fare a un certo punto. Questo non è un sequel rivoluzionario che strappa il playbook, ma più una revisione attenta con un paio di cambiamenti importanti.

In tutta onestà, la somma dei cambiamenti di Overwatch 2 sembra il tipo di cose che normalmente si leggono nelle note delle patch stagionali per qualcosa come Destiny 2 o COD: Warzone - o come parte di un'espansione a pagamento - piuttosto che un titolo completamente nuovo.

Il cambiamento principale è che il gioco è passato da 6v6 nelle sue modalità standard a 5v5, tagliando via uno dei suoi slot per un personaggio Tank (che si muove più lentamente, spugne di danno ad alta salute). È un cambiamento curioso e, anche se ci sono lunghi tratti in cui non sembra troppo sismico, il suo impatto inizia a farsi sentire.

Per prima cosa, mettersi in coda in un ruolo diverso da Supporto ora significa attese a volte di 15 minuti per una partita, con più persone che mai che combattono per i ruoli di Danno e Tank, probabilmente più interessanti (o almeno più ricchi di azione).

Activision BlizzardOverwatch 2 in anteprima: Più sparatutto, meno squadra foto 1

Quando si gioca come Danno o Supporto, si può anche notare che Overwatch 2 sembra meno indulgente rispetto al primo gioco. Si può essere annientati più rapidamente che mai se si viene bersagliati, e perdere un secondo tank per distrarre i nemici potrebbe avere un ruolo in questo.

Si tratta di un problema interessante che sembra fatto da Overwatch 2, e mentre le nuove mappe e almeno un nuovo eroe (Sojourn) sono piacevoli da provare, sono lontani dal cambiare il gioco. Ogni personaggio dell'ultimo gioco è stato rielaborato in una certa misura, ma raramente si ha la sensazione di un massiccio cambiamento nel focus tattico.

Se questo suona negativo, tutto questo deve essere accompagnato da un grande avvertimento: con una squadra organizzata dalla vostra parte, Overwatch 2 può davvero servire partite di altissimo livello di divertimento.

Cos'è Nvidia Advanced Optimus e come può salvare la batteria del tuo portatile?

Lottare per un punto di controllo in ondate di respawn, tramare trappole e mosse con i poteri della tua squadra, e salvare la pelle all'ultimo secondo sono tutti possibili.

Activision BlizzardOverwatch 2 in anteprima: Più sparatutto, meno foto di squadra 3

Quando queste partite accadono, sono incredibili, e un ricordo della potente formula offerta inizialmente da Overwatch. Solo che non si sentono così distinti dal gioco che abbiamo amato nel 2016.

Una mano di vernice fresca

Questo sentimento si estende anche alla grafica del gioco. Mentre sono vivaci e frizzanti, e sicuramente un passo avanti rispetto a Overwatch come esiste oggi, il passo avanti non è massiccio. Ancora una volta, questa è tutta roba incrementale.

Sul lato positivo, si ottengono le stesse belle e pulite ambientazioni, distinte nelle loro palette di colori e con dettagli scelti con cura e disseminati in giro da cogliere. Significa anche che i modelli dei personaggi sono creati con la stessa cura di sempre.

Ogni personaggio giocabile ha il proprio look and feel, con espressioni vibranti e linee vocali per accompagnarli - qualcosa che non è nuovo, ma che si distingue ancora come uno dei lavori più memorabili in qualsiasi sparatutto a squadre.

Activision BlizzardOverwatch 2 in anteprima: Più sparatutto, meno foto di squadra 5

Parte di questo senso di déjà vu non è colpa di Blizzard, per ribadire. In ambienti multiplayer, dove le prestazioni e la reattività sono fondamentali, e il linguaggio visivo dovrebbe essere tutto al servizio dei giocatori che sono in grado di leggere cosa sta succedendo e cosa possono fare al riguardo, le stramberie grafiche sono difficili da giustificare.

Poi di nuovo, però, vale la pena ricordare che Blizzard avrebbe potuto rendere questo un aggiornamento di Overwatch consegnato in patch negli ultimi due anni, e invece lo ha trasformato in un sequel. Quindi, purtroppo, i cambiamenti visivi non sembrano fare abbastanza.

Questo potrebbe essere diverso quando usciranno le versioni per console, però - rispetto al PC, la versione per console sembra molto più datata, ed essere in grado di giocare in 4K su una PS5 o Xbox Serie X sarebbe fantastico.

Per ricapitolare

Overwatch 2 sta prendendo forma in modo strano. Ha ancora momenti di altissima qualità da offrire, ma sembra anche più una grande patch per il primo gioco che un titolo completamente nuovo. Le sue rielaborazioni dei personaggi sono interessanti ma non cambiano il gioco, mentre la riduzione delle dimensioni della squadra non è stata una semplice vittoria. Potrebbe non essere il proiettile d'argento che Blizzard avrebbe sperato, ma il tempo ce lo dirà.

Scritto da Max Freeman-Mills. Modifica di Adrian Willings.