Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - Creare una versione moderna di un gioco classico è pieno di pericoli, mai più di un gioco iconico come Doom.

Essendo il gioco che ha reso popolari gli sparatutto in prima persona (il precedente gioco dello sviluppatore id Software, Wolfenstein 3D, ha inventato il genere più duraturo), lorigine del 1993 è uno dei giochi più riconoscibili della storia.

Ma i primi segnali erano un po preoccupanti: leditore Bethesda si è trattenuto dal proporre la modalità campagna del gioco, il che ha fatto suonare campanelli dallarme sul fatto che potesse essere una puzza con poco da affascinare.

Quindi Doom è destinato al fallimento o la rivisitazione del 2016 è iconica come loriginale?

Il nostro parere veloce

Qualunque cosa Bethesda possa credere, e qualunque siano i gusti dei millennial, Doom è tutto incentrato sulla sua campagna per giocatore singolo, che è una brillante bestia di gioco intrisa di sangue.

È ampio, follemente frenetico, incredibilmente soddisfacente, gloriosamente cruento da vedere e più che degno aggiornamento delloriginale classico.

In effetti, Doom nel 2017 è abbastanza buono da dimostrare a coloro che storcono il naso a qualsiasi gioco che non devi crearti da solo o giocare online solo che sono colpevoli di estrema follia.

Doom può essere antiquato sulla carta, ma nella carne tremante e macchiata di sangue, sembra davvero molto moderno. È forse il remake di maggior successo di un gioco classico di sempre.

Doom è ora disponibile per PS4, Xbox One, PC e Nintendo Switch

Recensione di Doom: ridefinire il remake

Recensione di Doom: ridefinire il remake

4.5 stars - Pocket-lint recommended
Pro
  • Sembra favoloso
  • Funziona in modo super fluido
  • Armi e demoni migliori che mai
  • Glory Kills aggiunge più soddisfazione
  • Ottimo sistema di potenziamento delle armi
  • Gioco per giocatore singolo carnoso e appagante
Contro
  • Il multiplayer sembra generico rispetto al single player
  • Richiede più tempo di quanto ti aspetteresti prima che inizino ad apparire i boss

squirrel_widget_137651

A caccia di gloria

Non importa quale sia il suo sapore, ci sono alcuni elementi distintivi che ci aspettiamo di trovare in un gioco di Doom: gameplay corri e spara; demoni super-squelchy che esplodono in piogge di sangue; fucili follemente potenti più, ovviamente, una motosega; boss giganti; e una trama super-base che funziona essenzialmente come una scusa per mandarti negli angoli più remoti dellinferno.

Se questo è ciò che cerchi da Doom, allora sei fortunato: tutti questi elementi sono presenti in picche, rivestiti con una grafica meravigliosa e funzionanti in un motore di gioco super fluido.

Ma cè anche molto di più. Tornando al progetto di Doom nel 2016 - ambientato, inizialmente, su Marte, ma spesso scambiato per una visione piacevolmente dantesca dellinferno - id Software ha trovato alcuni modi per migliorare il gameplay mega-soddisfacente di Doom senza compromettere la particolarità del gioco.

Questi includono Glory Kills, in cui puoi scaglionare i demoni in modo che si fermino storditi, quindi avanzare per spettacolari uccisioni in mischia, dotate di animazioni che ti faranno ridere per la loro natura esagerata. Ad esempio, uccidi Glory a Pinky strappandogli una zanna e spingendola nellocchio. Giudica correttamente i tuoi attacchi e puoi imbarcarti in una catena di Glory Kills, che ti fa sentire positivamente simile a Dio.

È stata prestata attenzione anche al sistema di potenziamento delle armi. Sblocchi nuove modalità di fuoco alternativo per le armi familiari ma uniformemente gloriose trovando i droni UAC, quindi aggiorni quegli sblocchi guadagnando e spendendo i punti di potenziamento delle armi guadagnati effettuando uccisioni spettacolari.

Bethesdaimmagine recensione destino 5

Inoltre, i marine morti forniscono chiavi che puoi usare per aggiornare la tua tuta da marine e trovare Argent Energy, la sostanza che dà energia a Marte, ti consente di migliorare i livelli massimi di salute, armatura e munizioni.

Trovi anche Rune Trails, sfide specifiche che coinvolgono pistole e bersagli precisi, che vale la pena superare, poiché ti danno vantaggi utili.

Azione completa

Tutto quanto sopra può sembrare complicato, ma non lo è, e il risultato finale è che rende le tue armi preferite ancora più attraenti e ti lascia più incline a usare quelle che prima non ti piacevano.

Il che è un bene, dal momento che il cambio furioso delle armi è allordine del giorno. I periodi in cui non corri freneticamente, sparando, schivando e raccogliendo munizioni e potenziamenti (tutti i classici come Quad Damage e Berserk funzionano come sempre) sono pochi e lontani tra loro. Anche se ci sono alcuni enigmi rudimentali e sequenze di salti simili a piattaforme, specialmente in alcune delle aree più frammentate dellinferno.

Bethesdaimmagine recensione destino 9

Per quanto riguarda la trama, interpreti come al solito un marine spaziale quasi muto, che ha a che fare con uninfestazione di demoni nella struttura su Marte in cui ti trovi, che è il risultato dellapertura di un portale per linferno da parte della folle scienziata Olivia Pierce.

Non sei proprio lunico sopravvissuto: il direttore cyber-potenziato dellUAC, Samuel Hayden, ti guida per tutto il tempo. Puoi raccogliere frammenti di retroscena dai registri, ma per il resto lintera storia implica che ti venga detto di andare in posti e fare cose (spesso implicando la ricerca di chiavi magnetiche colorate o, se sei allinferno, teschi). Di base, certo, ma Doom non dovrebbe riguardare altro che unazione completa e implacabile.

Multigiocatore e modernità

In ulteriori sops per un pubblico moderno, puoi saltare al multiplayer, che è utile ma non spettacolare. Quindi impallidisce rispetto al gioco della campagna per giocatore singolo e sembra un po generico.

Bethesdaimmagine recensione destino 13

Tuttavia, le mappe multiplayer sono buone, ci sono molte modalità di gioco e, a volte, ogni squadra può controllare un demone, il che è divertente, ma ha suscitato un po di polemiche per aver limitato i suoi load-out. Tuttavia, una volta che inizi a salire di livello, riprendi il controllo sui tuoi carichi, quindi è un po una tempesta in una tazza da tè.

Per gli armeggiare incalliti - o forse ex-Minecrafter che ora sono abbastanza grandi per giocare a un gioco classificato 18 - cè qualcosa chiamato SnapMap, che ti consente di modificare, creare e caricare le tue mappe. SnapMap è ben progettato e si rifà ai vecchi tempi del modding di Doom e Quake, ma difficilmente costituisce un motivo per acquistare il gioco.

squirrel_widget_137651

Per ricapitolare

Doom può essere antiquato sulla carta, ma nella carne tremante e macchiata di sangue, sembra davvero molto moderno. È forse il remake di maggior successo di un gioco classico di sempre.

Scritto da Steve Boxer.