Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - I giochi sportivi con licenza ufficiale che escono ogni anno spesso faticano a convincere i giocatori che sono sufficientemente diversi dallo sforzo dellanno precedente da giustificare il loro acquisto. Impressionante, questo non è un problema che affligge F1 2020.

Lo sviluppatore Codemasters è riuscito a inventare due nuovi elementi che ampliano enormemente il suo fascino, a un gruppo molto al di là di quelli che si classificano semplicemente come fan della Formula Uno.

Inoltre, F1 2020 funziona anche come una sorta di documento storico unico, poiché racconta una "stagione fantasma" che nella vita reale è stata alterata oltre ogni riconoscimento da Covid-19.

Casual e professionale allo stesso modo

La novità più significativa di F1 2020 è, curiosamente, quella che la stragrande maggioranza di coloro che acquistano il gioco ignorerà di proposito. Intitolata Modalità Casual, aumenta al massimo lassistenza al guidatore e riduce il realismo in certi modi in modo che, ad esempio, le auto si comportino in modo gestibile anche durante le escursioni fuori pista.

Il risultato finale è che fa sentire eroi anche i piloti più maldestri, con la più abbozzata comprensione delle linee di corsa, del trasferimento del peso e così via. La modalità casual è così efficace che apre F1 2020 ai giocatori che preferiscono i giochi di corse in stile arcade.

Per coloro che apprezzano le proprie capacità di guida, tuttavia, sembra un po come barare. E combina anche volontà con una modalità di corsa per due giocatori a schermo diviso (verticale), tornando a un gioco di Formula 1 dopo una pausa di sei anni.

Gettare le basi

Nel frattempo, anche i giocatori a cui piace un po di gestione del team coinvolti nelle loro azioni in pista sono stati soddisfatti in F1 2020, con una nuova modalità chiamata My Team.

Questo prende la modalità Carriera (che è ancora nel gioco) e aggiunge una dimensione extra fantasy che i fan della Formula 1 dovrebbero trovare entusiasmante: ti consente di iniziare una nuova carriera immaginaria come pilota-proprietario (i piloti hanno fondato i propri team di Formula Uno in passato, ma non per diversi decenni).

Quindi, oltre agli stessi elementi di sviluppo dellauto della modalità Carriera, puoi costruire e aggiornare le strutture della fabbrica, il che ha un effetto a catena sullo sviluppo dellauto, oltre ad attirare e scegliere sponsor.

Investendo in vari elementi della fabbrica, puoi aiutare il tuo pilota numero due a migliorare gli aspetti delle sue corse e ciò che fai in pista ha una grande voce in capitolo sulla velocità con cui puoi portare la tua squadra appena formata alla competitività.

Nelle mani di chiunque sia meno esperto di Codemasters, My Team avrebbe potuto essere un disastro tentacolare. Invece, è strutturato in modo semplice e intelligente e ti fa davvero sentire come se stessi prendendo dassalto il paddock di Formula Uno.

Meglio della vita reale

Tuttavia, laspetto più singolare di F1 2020, che lo distingue istantaneamente dai suoi predecessori, è che in virtù dellesistenza in un mondo virtuale, è in grado di raccontare come sarebbe stata la stagione di Formula 1 2020 se non fosse stata decimata da una certa c-parola che ha preso dassalto tutto lanno.

Nella vita reale, la stagione è appena iniziata a luglio con un doppio appuntamento di gare in Austria, e la totale incertezza su quali gare si svolgeranno una volta indette le otto europee.

CodemastersImmagine in-game recensione F1 2020 1

Questanno avrebbe dovuto vedere due gare aggiunte al calendario, su un nuovo circuito cittadino ad Hanoi, in Vietnam; e Zandvoort, il tanto amato circuito olandese, che torna nel roster per la prima volta dal 1985. Nessuno dei due circuiti vedrà una vera gara di Formula 1 questanno, il che è un enorme peccato, dal momento che sono entrambi in gioco e sono emozionante da guidare.

Hanoi è stretta in alcuni punti, con muri che devono essere evitati, ma è anche insolitamente veloce per un circuito cittadino, con tre rettilinei che offrono opportunità di sorpasso e alcune incredibili sequenze di curve ad alta velocità.

Zandvoort è ampia, a bassa aderenza e più vecchio stile, ma è una pista per veri piloti che premia lestremo coraggio e precisione.

Tecnicamente abile

Chiunque abbia giocato a uno dei recenti giochi di F1 di Codemasters si aspetterebbe che F1 2020 stabilisca nuovi standard tecnici per i giochi di corse, ed è proprio quello che fa. Sembra magnifico e la sensazione che si ottiene dalle auto è inquietante, anche tramite un controller piuttosto che un impianto di guida a ruota e pedali.

CodemastersImmagine recensione F1 2020 1

Il modo in cui le gomme delle auto iniziano a perdere aderenza dopo pochi giri fornisce unottima visione delle tecniche che i veri piloti devono padroneggiare e in alcuni circuiti è necessario preservare il carburante sollevando e procedendo per inerzia. Tutto ciò aumenta leccitazione mentre i Gran Premi raggiungono il loro culmine.

I conducenti controllati dallintelligenza artificiale sono severi ma corretti: commetti un errore e ti puniranno, ma non faranno affondi eccessivamente ottimisti a meno che, apparentemente, non mostri una propensione a farti strada oltre le auto davanti: lintelligenza artificiale si sente un po tit-for-tat.

Online, è una storia diversa quando ti imbatti in piloti umani, ma almeno il gioco infligge con entusiasmo penalità per mosse eclatanti.

F1 2020 è anche più integrato che mai con la competizione ufficiale di F1 Esports, quindi se mostri il tipo di talento di guida soprannaturale che sarebbe richiesto per arrivare alla griglia della vita reale, puoi usarlo come trampolino di lancio per competere con il grandi bestie. Ma puoi anche testare le acque online tramite sessioni di pratica non classificate e simili: Codemasters ha stratificato il lato online del gioco nel modo migliore possibile.

CodemastersImmagine recensione F1 2020 1

Lunico elemento di F1 2020 che colpisce qualcosa che assomigli a una nota scadente è banale nel grande schema delle cose del gioco: i driver generati dal computer, come si vede nelle scene dintermezzo, sono quasi riconoscibili, ma sembrano molto meno fedeli alla realtà rispetto al resto del gioco. Le interviste in gara possono anche sembrare un tantino inutili e irrilevanti a volte.

Ottieni prezzi incredibili su giochi digitali come FIFA 22 su Gamivo

È stata aggiunta anche una personalizzazione extra al gioco, così puoi scegliere di sfidare stagioni troncate in un modo più ridotto se lo desideri, e contiene il solito negozio di auto iconiche del passato che puoi pilotare in vari scenari e sfide. Inoltre contiene lintera stagione di Formula 2 del 2019.

Prime impressioni

Nel complesso, F1 2020 è un tour de force. Aumenta la modalità Casual e puoi giocarci come se fosse un gioco di corse arcade, tranne per il fatto che sei al volante del macchinario più veloce e più avvincente che sia mai esistito. Disattiva tutti gli assist, investi in un impianto da corsa e il gioco si trasforma in un simulatore inquietante che non ti lascerà dubbi sul motivo per cui non sei mai riuscito a diventare un pilota professionista.

F1 2020, più di tutti i suoi predecessori, non è solo per i fan sfegatati della Formula Uno. È, semplicemente, il miglior gioco di corse attualmente in vendita; capita solo di vantare la licenza ufficiale per lapice del motorsport. Codemasters, ancora una volta, ha alzato lasticella in modo intimidatorio per i suoi sviluppatori rivali.

Scritto da Steve Boxer. Modifica di __LASSAVED.