Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Alcuni giochi sono semplicemente troppo belli per morire, ma lindustria dei giochi sempre lungimirante li vede raramente in questo modo. Capcom, tuttavia, ha invertito questa tendenza negli ultimi anni, creando una serie di remake di tecnologia moderna del suo sublime catalogo posteriore. Resident Evil 2, tuttavia, è quello che tutti stavano aspettando e questo remake esemplare sicuramente non delude.

Il nostro parere veloce

Le dinamiche horror delloriginale Resident Evil 2 hanno raccolto unenorme quantità di elogi allepoca. Il remake del 2019 sfrutta al massimo la tecnologia moderna per portarli a un livello ancora più alto. Di conseguenza, il nuovo Resident Evil 2 è un vero tour de force: non è altro che una lezione oggettiva su come rifare un vecchio gioco.

È il sogno di ogni fan di Resi: una versione fantasy fedele ma dimostrabilmente migliorata del miglior gioco Resident Evil, che vanta valori di produzione che sono al passo con i tempi. Se ti definisci un fan di Resident Evil, è un acquisto obbligato. E se sei un fan dellhorror che non era abbastanza grande per loriginale o se lè semplicemente perso, allora, beh, ti aspetta una sorpresa assolutamente terrificante.

Recensione di Resident Evil 2: una lezione su come rifare un gioco seminale

Recensione di Resident Evil 2: una lezione su come rifare un gioco seminale

5 stars - Pocket-lint editors choice
Pro
  • Abilmente ampliato ma fedele alloriginale
  • La struttura della storia separata funziona bene
  • Ha un aspetto favoloso
  • Elemento horror portato in primo piano
  • Un sacco di rigiocabilità
  • Iconico in ogni modo
Contro
  • Alcune munizioni sono troppo difficili da trovare
  • è possibile affrontare battaglie con i boss senza la necessaria potenza di fuoco

squirrel_widget_146879

Reinventare loriginale

Il punto di partenza per un buon remake deve essere un grande gioco, e non ci sono dubbi sulle credenziali di Resident Evil 2 al riguardo. Loriginale del 1998 è generalmente ritenuto il migliore di tutti i giochi di Resident Evil, a causa della sua grande storia ambientata alle origini e della narrativa innovativa, che prevedeva lo scambio tra le prospettive di due personaggi - Claire Redfield e Leon S Kennedy - le cui strade si incrociavano periodicamente. Ha raggiunto la perfetta miscela di azione e sconcertante, intrisa di una deliziosa dose di horror fino in fondo.

CapcomResident Evil 2 recensione immagine 3

Il remake del 2019 non solo conserva tutti quei plus, ma li amplia e ne aggiunge di nuovi. Ricrea la trama originale, ma non in modo servile, espandendone vari elementi e, cosa più radicale, riconfigurandola in modo che, invece di alternarsi tra Claire e Leon, ogni personaggio abbia la propria trama, quindi scegli quale giocare prima e ne hai un altro da giocare quando hai finito. A volte puoi anche interpretare brevi sequenze come personaggi di supporto.

La storia delloriginale era fantastica, ma quella del remake è sublime. Fornisce unesposizione delle origini gloriosamente contorta per la tradizione familiare del franchise, documentando gli esperimenti iniziali sbagliati della malvagia Umbrella Corporation con il suo G-virus che genera mutanti, che portano gli abitanti di Raccoon City a diventare zombificati o peggio.

Trame intrecciate

Leon e Claire si incontrano in una stazione di servizio infestata da zombi mentre il primo si fa strada nel suo primo giorno di lavoro al dipartimento di polizia di Raccoon City. Un po deludente, la prima fase delle loro trame gemelle è identica, coinvolgendo la tua strada attraverso la stazione di polizia per raggiungere il suo parcheggio, ma da quel momento in poi (anche se ci sono sequenze in cui devono risolvere gli stessi enigmi) divergono piacevolmente.

CapcomResident Evil 2 recensione immagine 4

Abilmente, Capcom ha assicurato che le due campagne si sentissero diverse anche in termini di gameplay, a causa dei diversi attributi dei personaggi (Claire è più mobile, Leon più robusto) e, soprattutto, del loro carico di armi. Vari nemici si dimostrano più impegnativi a seconda del personaggio che stai interpretando.

Claire riceve un potente revolver che può contenere solo cinque proiettili, un lanciagranate che è ottimo contro nemici come Lickers, unautomatica con un pratico mirino laser e una mitragliatrice, mentre Leon ha una pistola altamente aggiornabile (che può sparare tre colpi immediatamente), una pistola di grosso calibro e il classico fucile a pompa, per il quale le munizioni sono fastidiosamente scarse. Entrambi i personaggi ottengono un coltello per conficcare gli zombi mentre attaccano (che puoi recuperare dopo averli uccisi) e una varietà di granate.

Boss duri bastardi

Lungo la strada, incontri con boss sempre più temibili scandiscono i procedimenti e lagghiacciante Tyrant - che è essenzialmente indistruttibile - appare periodicamente, trascinandosi in modo intimidatorio nella tua direzione per causare ulteriore panico, specialmente quando sei già assediato dagli zombi. Gli incontri con i boss sono altamente memorabili, i boss stessi deliziosamente raccapriccianti da vedere.

CapcomResident Evil 2 recensione immagine 9

Meccanicamente, il remake di Resident Evil 2 riprende da dove si era interrotto Resident Evil 7, il che ha senso, dal momento che lultima puntata del franchise del 2017 ha rappresentato uno sforzo consapevole per tornare alle radici stabilite dalle prime tre iterazioni. Sebbene non arrivi al punto di imporre una prospettiva in prima persona; invece, utilizza un punto di vista dietro la spalla che è azzeccato (e più maneggevole rispetto alla prospettiva delloriginale).

Come Resident Evil 7, Resi 2 sembra assolutamente stupendo, inondato di trame viscide e viscide e possiede una chiarezza grafica che aumenta gli elementi horror a livelli a volte quasi insopportabili. Se hai riprodotto loriginale, ti sei scatenato nel remake: è come rimuovere una tenda davanti allobiettivo virtuale.

Semmai, lespansione delle familiari ambientazioni di Resident Evil 2 ti lascia ancora più ossessionato dalla raccolta di ogni singolo oggetto e dalla risoluzione di tutti gli enigmi, anche quelli non essenziali per far avanzare la trama.

CapcomResident Evil 2 recensione immagine 5

Come loriginale, il remake è piuttosto difficile e spietato: ci saranno momenti in cui avrai a malapena abbastanza munizioni per sopravvivere e dovrai ricorrere a tattiche come raccogliere un oggetto e correre alla macchina da scrivere più vicina per salvare, prima di fare la prossima incursione. E vale la pena risparmiare spesso: è possibile trovarsi a corto di munizioni nelle battaglie contro i boss, il che è estremamente fastidioso. Una libreria di salvataggi rappresenta lunico mezzo per tornare indietro e raccogliere più munizioni quando sai che uno showdown è dietro langolo.

Perché un laptop Nvidia GeForce RTX serie 30 è la miscela perfetta di potenza e portabilità

Per ricapitolare

Un remake semplicemente sbalorditivo di unicona di gioco. Questa è una lezione pratica su come rifare un gioco seminale.

Scritto da Steve Boxer.