Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Quando piccoli, cosiddetti sviluppatori indipendenti si riuniscono per creare un gioco, hanno un enorme vantaggio rispetto ai loro colleghi affermati: una completa mancanza di aspettative. Così possono dare libero sfogo alla loro immaginazione, senza doversi preoccupare della fattibilità commerciale e concentrarsi sulla creazione di qualcosa di fresco e originale.

Little Nightmares funziona proprio secondo questi criteri: è un gioco platform/stealth/puzzle 3D a scorrimento laterale che estrae ampiamente il tipo di incubi bizzarri e febbrili che tutti ricordiamo di avere da bambini, con un effetto piacevolmente macabro.

È anche un gioco con una provenienza un po inaspettata: leditore Bandai Namco è stato finora visto come molto giapponese e provinciale, ma Little Nightmares è il primo di un nuovo programma di giochi indie che la sua divisione europea sta coltivando. Lo sviluppatore Tarsier Studios è svedese, è attivo dal 2004 e il suo impegno precedente di più alto profilo è stato portare LittleBigPlanet su PS Vita.

Il nostro parere veloce

Little Nightmares offre una perfetta illustrazione di ciò che il settore dello sviluppo indie porta ai giochi.

È fuori dal comune, infinitamente intelligente, davvero originale e molto divertente, specialmente se hai un senso dellumorismo che tende verso lestremità più oscura dello spettro.

Sebbene breve e senza molto valore di rigiocabilità, Little Nightmares è un ingresso impressionante di Bandai Namco nel curioso mondo dei giochi indie.

Little Nightmares è ora disponibile, al prezzo di £ 16, per PlayStation 4, Xbox One e Microsoft Windows

Recensione di Little Nightmares: un piccolo gioco horror da sogno

Recensione di Little Nightmares: un piccolo gioco horror da sogno

4.0 stelle
Pro
  • Puzzle gloriosamente oscuri e macabri
  • Fantasiosi
  • Minimali ma distintivi
Contro
  • Molto breve – inoltre non cè molta rigiocabilità

Recensione di Little Nightmares: semplicità ridotta

Nella tradizionale moda dei giochi indie, Little Nightmares mantiene le cose il più minimale possibile: ad esempio, non cè una sola riga di dialogo nellintero gioco, né troverai alcuna forma convenzionale di narrazione.

Tuttavia, la sua storia si svolge man mano che avanzi, in gran parte attraverso la tua immaginazione, cercando di dare un senso alle stranezze che contiene. Che è una proprietà che distingue i migliori giochi indie dagli altri: se dovessi confrontarlo con un gioco esistente, Limbo verrebbe subito in mente.

La trama di Little Nightmares è così: controlli una bambina minuscola (a un certo punto incontri un piccione, che è appena più piccolo di lei), chiamato Six, che indossa una cerata gialla per dare al personaggio una presenza distintiva sullo schermo .

Bandai Namcopiccoli incubi recensione immagine 9

Six si sveglia in un luogo piuttosto inospitale che ha la sensazione di una prigione: buio, umido e poco invitante. Lunico oggetto che ha è un accendino. Capisci che deve scappare dallinferno in cui si trova.

Recensione di Little Nightmares: meccanica semplice

Sei può fare tutte le cose che ogni bambina può: saltare, correre (non molto veloce), accovacciarsi, raccogliere e lanciare oggetti e arrampicarsi - e basta; non ha alcun potere speciale. Quindi, il gameplay di Little Nightmares ruota attorno allelaborazione di ciò che devi fare per farla andare avanti. Il fatto che il gioco scenda, fluisca ed evolva è una testimonianza dellingegnosità di Tarsier Studios.

Allinizio, Six è più o meno da sola, eccetto lo strano topo e creature nere simili a lumache che la uccideranno se la catturano (il gioco è pesantemente controllato, e ogni volta che riprendi dopo un incidente, carino, devi sveglia sei). Successivamente incontrerai gli occhi del robot, che abbagliano Sei se la catturano alla luce che brillano. Ma poi umanoidi strani e deformi iniziano a entrare nellequazione: figure sinistre con gambe ridicolmente corte e braccia lunghe, e in seguito creature obese, vagamente simili a troll.

Bandai Namcopiccoli incubi recensione immagine 5

Ci sono anche alcuni fantastici enigmi meccanici in stile Limbo da affrontare: sei possono tirare leve (di solito saltandoci sopra e dondolandoci sopra; anche le maniglie delle porte sono troppo alte perché lei possa raggiungerle senza qualcosa su cui stare) che, per ad esempio, diselettrici le sbarre attraverso le quali deve infilarsi e incontri aggeggi mobili che potrebbero, ad esempio, lasciarla pendere da uncini da carne (a patto che quei ganci da carne non stiano già trasportando un corpo macellato) e spostarsi in aree inaccessibili.

Recensione di Little Nightmares: gameplay stealth

Le meccaniche stealth entrano presto in gioco, poiché Six fugge da unarea allaltra, ognuna delle quali ha la sua sensazione distinta.

Un gruppo di nemici è cieco, ma ha un udito soprannaturale, quindi devi capire come attenerti a tappeti fonoassorbenti ed evitare assi del pavimento che scricchiolano e utilizzare oggetti che producono suoni come esche.

Bandai Namcopiccoli incubi recensione immagine 3

Un altro gruppo di nemici può vedere, ma ha una capacità di attenzione così breve che se nascondi Sei sotto un tavolo o simili, smettono presto di cercarla. Mentre devi usare tecniche furtive in tali sequenze, Little Nightmares si ferma molto prima dei livelli di rigore stealth di Metal Gear Solid.

Alla fine, Six diventa più audace nei suoi incontri con gli umanoidi, e le cose alla fine raggiungono un crescendo davvero bizzarro: cè persino una battaglia finale con un boss, in cui lunico equipaggiamento di Six è uno specchio.

A quel punto, non hai dubbi sul fatto che non sia così dolce e innocente come sembra. Le prime indicazioni di ciò compaiono quando sperimenta periodicamente dolori di fame e deve trovare cibo prima di poter continuare la sua fuga (fa delle scelte alimentari molto strane). Questo è un esempio di come Tarsier Studios abbia colto ogni opportunità per garantire che Little Nightmares fosse soddisfacentemente oscuro, spesso raccapricciante e sempre lacerato dallumorismo nero. La sua atmosfera macabra è forse il suo aspetto migliore: a volte ricorda il film Delicatessen.

Bandai Namcopiccoli incubi recensione immagine 4

Certo, non è perfetto. Dopotutto, è un piccolo gioco indie che ti costerà solo £ 16, quindi è sempre stato destinato a essere breve, e in effetti lo è: puoi superarlo in forse tre ore. Né cè una grande quantità di rigiocabilità, anche se puoi rivisitare capitoli particolari che ti sono rimasti in mente, se lo desideri.

Perché un laptop Nvidia GeForce RTX serie 30 è la miscela perfetta di potenza e portabilità

Per ricapitolare

Sebbene breve e senza molto valore di rigiocabilità, Little Nightmares è un ingresso impressionante di Bandai Namco nel curioso mondo dei giochi indie.

Scritto da Steve Boxer.