Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - Se Overwatch fosse un animale, sarebbe un cane piccolo, carino e amichevole, intento a incontrare tutti e a leccarsi il viso.

Fin dallinizio, Overwatch è uno dei giochi più accessibili e invitanti che tu abbia mai incontrato, il che è un risultato, dato che vuole chiaramente affermarsi come una pietra angolare della fiorente scena degli e-sport, i cui giochi esistenti sono notoriamente proibitivi per i non iniziati. Poi di nuovo, è stato creato dal potente Blizzard, famoso per World of Warcraft e Diablo, quindi ti aspetteresti che sia un rompi-stampo.

Overwatch si diletta sicuramente nel confondere le convenzioni esistenti. È essenzialmente uno sparatutto in prima persona-slash-brawler solo online, ma evita la solita tavolozza di colori grigio, nero e marrone utilizzata da tali giochi a favore di una grafica ultra colorata e da cartone animato e unatmosfera generale allegra. Tuttavia, sotto la grafica amichevole si trova un gameplay che è mortalmente serio e crea dipendenza infernale.

Il nostro parere veloce

Blizzard ha fatto una bella impresa con Overwatch: è un gioco invitante, avvincente, estremamente divertente per le masse che ha anche buone possibilità di affermarsi come e-sport.

Overwatch è meravigliosamente rifinito e gloriosamente ben bilanciato, e il primo punto di riferimento ideale se vuoi scoprire di cosa si tratta. La leggenda di Blizzard rimbomba.

Recensione di Overwatch: accessibile, avvincente e terribilmente divertente

Recensione di Overwatch: accessibile, avvincente e terribilmente divertente

4.5 stars - Pocket-lint recommended
Pro
  • Eroi meravigliosamente diversi
  • Supporta tutti i tipi di giocatori
  • Immediatamente accessibili
  • Superbamente rifiniti e ben bilanciati
  • Sembra fantastico
  • Gameplay completamente avvincente
Contro
  • Problemi audio occasionali
  • Potenziali abusi tramite i canali vocali
  • Potrebbero diventare uguali se Blizzard non aggiunge modalità di gioco ed eroi

Recensione di Overwatch: prevale la semplicità

Lelemento chiave del fascino di Overwatch è la sua semplicità, non un attributo con cui i giochi di e-sport sono generalmente sovraccarichi.

Ti lancia in una successione di partite sei contro sei a squadre, in cui ti verrà assegnata casualmente una delle sole tre modalità di gioco: Assalto, in cui la squadra difende due punti di cattura mentre laltra tenta di prendere il controllo; Escort, in cui una squadra scorta una sorta di camion volante che percorre un percorso prestabilito, mentre laltra squadra tenta di fermarlo; e Controllo, in cui le squadre gareggiano per affermare il dominio generale su tre punti di cattura.

La selezione di Quick Play ti lancia nel gioco con il minimo sforzo; i giocatori esperti possono impostare partite personalizzate con gli amici, in cui possono impostare le proprie regole; puoi scegliere di giocare come membro di una squadra umana contro avversari IA computerizzati (con livelli di difficoltà selezionabili); e cè unopzione Weekly Brawl, che pone ai giocatori sfide diverse. Blizzard sta anche preparando una modalità di gioco competitiva, dove coloro che si immaginano come le prossime star degli e-sport possono andare a costruirsi una reputazione.

Recensione di Overwatch: eroi ed eroi

La semplicità di Overwatch non è solo strutturale: si estende al gameplay. Lunica scelta che devi fare per ogni round è quale dei 21 eroi giocare come: sono il cuore pulsante del gioco.

Non cè scambio di armi o cose del genere; la stragrande maggioranza degli Eroi ha una sola pistola (anche se un paio ha una seconda arma e la maggior parte ha una modalità di fuoco alternativo con un tempo di recupero). Ogni eroe ha due abilità speciali, con tempi di recupero, mappati sui paraurti del gamepad nelle versioni console del gioco, oltre a unabilità suprema che viene caricata dalle uccisioni e dal buon gioco generale.

Blizzardoverwatch recensione immagine 9

Il tuo ruolo allinterno della squadra e il tuo stile di gioco allinterno di ogni round sono interamente governati da quale dei fantastici eroi diversi scegli. Ci sono quattro grandi tipi di Eroi: carro armato, assalto, attacco e difesa. Nellarea della lobby il gioco ti consente di sapere se la tua squadra è carente in un certo tipo.

Gli Eroi spaziano dallintera gamma di personaggi di supporto che possono curare o erigere scudi, passando per cecchini, specialisti in mischia, a costruttori che possono erigere torrette e distribuire armature e tipi di soldati più convenzionali. Tutti ne troveranno alcuni che preferiscono, e lavorare con il maggior numero possibile di eroi man mano che si entra nel gioco è una vera gioia. Se non vai daccordo con uno, è facile scambiarlo la prossima volta che rinasci.

Perché il Corsair One i300 potrebbe essere il perfetto PC da gioco compatto

Recensione di Overwatch: partite frenetiche

Le partite di Overwatch sono veloci, frenetiche e incredibilmente divertenti. Un altro dei segreti del gioco è il modo in cui Blizzard ha bilanciato i personaggi, in modo che ognuno di loro possa eliminare gli altri, dato lapproccio corretto. Cè un tutorial, ma una volta che inizi a saltare nelle partite dal vivo, acquisisci immediatamente le tecniche.

I livelli sono fantastici, piuttosto chiusi, in genere caratterizzati da labirinti di strade e una discreta quantità di verticalità. Presto imparerai limportanza della visuale e del nasconderti in angoli e fessure, nonché il modo migliore per impiegare le abilità ultime degli Eroi. Che vanno da Infra-sight di Widowmaker, che consente a tutti i suoi compagni di squadra di vedere i nemici in arrivo, a Death Blossom di Reaper, in cui si gira, scaricando doppi fucili in tutte le direzioni.

Blizzardimmagine recensione overwatch 19

Un elemento leggermente controverso è la mancanza di progressione del personaggio: quando sali di livello, vieni ricompensato con effimere, come nuove frasi di vittoria per personaggi particolari, ma tutti giocano con eroi che hanno esattamente gli stessi attributi. Questa politica è assolutamente centrale per lappello di Overwatch: non ti ritroverai a essere picchiato da giocatori di ninja che hanno radicato i loro personaggi a livelli sovrumani. E comunque il matchmaking, come ci si aspetterebbe da un gioco Blizzard, è esemplare.

Se uno dovesse cavillare – e sembra un po sgarbato – potresti chiederti se Overwatch è ancora un gioco a cui giocherai tra un anno se le tue abilità non ti collocano nella categoria dei potenziali giocatori professionisti. Ma Blizzard, con la sua esperienza di World of Warcraft, è un maestro del passato nellaggiungere nuove modalità, mappe e così via, quindi sospettiamo che non sarà un problema a differenza, ad esempio, di Star Wars Battlefront.

Oh, e abbiamo riscontrato alcuni commenti piuttosto vili da parte dei giocatori durante la chat vocale, che sarebbero stati sicuramente inappropriati per i giovani; puoi disattivare singoli canali vocali, ma è un processo troppo complicato per te da eseguire nel trambusto di una partita.

Per ricapitolare

Un altro trionfo di Blizzard: esattamente ciò che serve per portare gli e-sport dalla nicchia al mainstream.

Scritto da Steve Boxer.