Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Data la frequenza con cui si verificano epidemie di giochi di zombi sulle console di gioco, cè stata una mancanza quasi sorprendente di non morti sulle console di nuova generazione. Beh, almeno per qualche mese. Ma Dying Light è qui per sventolare la sua bandiera.

Anche se potrebbe non offrire nulla di radicalmente diverso dai giochi di zombi di un tempo, è stato eseguito in modo impressionante, portando un livello del tutto più alto di rifinitura grafica e credibilità al genere che, a sua volta, porta ad alcuni momenti deliziosamente agghiaccianti e spesso davvero spaventosi.

Non ti aspetteresti niente di meno dallo sviluppatore Techland, intendiamoci, dal momento che ha già mostrato le sue braciole di generazione di zombi con Dead Island del 2011, che probabilmente conta come una sorta di prova generale elaborata. Quindi Dying Light dà nuova vita al genere zombie nel 2015?

Non sorprende che ci siano aspetti di Dying Light che assomigliano in qualche modo a Dead Island, ma è una bestia di gioco molto diversa sotto molti aspetti cruciali. Tonalità, per esempio: Dead Island era un cartone animato e disposto a provare qualsiasi cosa – per quanto stravagante fosse, per scioccare e divertire – mentre Dying Light è piuttosto serio e, insolitamente per un gioco di zombi, credibile. Il realismo, piuttosto che lorrore, è la sua impostazione predefinita.

Il nostro parere veloce

È vero che Dying Light non ha espedienti che gli permettano di distinguersi istantaneamente da tutti i giochi di zombi precedenti, ma direi che è meglio così.

Il motore del parkour aggiunge un tocco intelligente di Assassins Creed incontra Mirrors Edge al procedimento e, grazie a un superbo design dei livelli (la città è molto verticale e gli edifici, ad esempio, sono tempestati di tende da sole imbottite) ha un impatto enorme sul gioco.

Per molti versi Dying Light stabilisce nuovi standard: è di gran lunga il gioco di zombi più bello di sempre e, più o meno unicamente per il suo genere, è un ritratto sorprendentemente plausibile di come sarebbe una città dopo che unepidemia virale aveva zombizzato la maggioranza dei suoi abitanti. Se, naturalmente, sei un maestro di parkour.

I giochi di zombi non dovrebbero necessariamente essere plausibili e credibili, ma Dying Light ci riesce. Lanciati in uneccellente modalità asimmetrica super-zombie-contro-co-op-umani e avrai un vincitore assoluto per chiunque abbia un debole per i giochi di zombi.

Recensione di Dying Light: dare nuova vita ai giochi di zombi

Recensione di Dying Light: dare nuova vita ai giochi di zombi

4.0 stelle
Pro
  • Azione zombi open world di nuova generazione
  • Eccellente motore di parkour
  • Ambiente urbano credibile e di bellaspetto
  • Modalità cooperativa decente e zombi controllate dal giocatore
Contro
  • Gli esseri umani possono essere animati in modo ambiguo
  • Non sempre evitano i cliché di gioco
  • Non particolarmente originali

Mash-up di genere

I momenti introduttivi di Dying Light ti ricordano più Call of Duty che Dead Island. Interpreti Kyle Crane, un agente della Global Relief Effort, noto anche come GRE, che nonostante il nome ha unaria sospettosamente militare. Vieni paracadutato in Harran, una città immaginaria del Nord Africa che è stata messa in quarantena in seguito allo scoppio di un virus che, naturalmente, trasforma le persone in zombi.

Techland / WB Gamesimmagine di revisione della luce morente 7

Il GRE ha scaricato scorte di Antizin ad Harran, il che rallenta la progressione del virus, e la tua missione è recuperare informazioni sensibili sullepidemia rubata da un agente del GRE che è diventato un furfante. Fin dallinizio, le cose vanno un po a forma di pera: vieni immediatamente morso da uno zombi e salvato da un gruppo di sopravvissuti sgangherati rintanati in un palazzone.

Il loro capo, Brecken, è un ex istruttore di parkour, quindi, facilmente, ti insegna le sue abilità. In questo modo, puoi attraversare i tetti della città con uno stile impressionante, a portata di mano, poiché (come tutti sanno) gli zombi non possono arrampicarsi. Il sistema di controllo per saltare e arrampicarsi di Dying Light è un po bizzarro, ma funziona magnificamente una volta che ci si è abituati.

Lotta per la sopravvivenza

Come Dead Island, cè un sistema completo di creazione e aggiornamento che ti consente di trasformare tubi, mazze da baseball e simili in armi letali per colpire gli zombi; imparerai presto a creare oggetti come petardi, che attirano gli zombi e possono, a loro volta, trasformare pozze di petrolio in armi ambientali.

Mentre svolgi le missioni iniziali per Brecken e il suo equipaggio, sviluppi rapidamente un attaccamento emotivo a loro, che viene presto messo in discussione dagli ordini che ricevi dal GRE. Lequipaggio di Brecken non è lunico sopravvissuto; alcuni degli abitanti di Harran sono sopravvissuti, ma sono regolarmente terrorizzati ed estorti da un signore della guerra chiamato Rais, che ha assemblato un esercito di teppisti - lequipaggio di Rais ha il monopolio delle armi della città, quindi quando inizi a svolgere missioni per loro (dopo qualcosa di un cambio di trama), le pistole iniziano a entrare in gioco. Ma sono pericolosi da usare se sei a terra, poiché il rumore che fanno attira orde di zombi.



Il confronto tra zombi e diverse fazioni umane fornisce una grande meccanica che porta a un gameplay interessante, ma forse il meccanismo più significativo del gioco è la disparità tra notte e giorno. Harran è un posto terrificante dopo il tramonto, dal momento che è allora che gli zombi particolarmente esotici escono in campo, in particolare i Volatiles, che sono veloci e sufficientemente consapevoli da infastidire coloro che sostengono che gli zombi dovrebbero solo crollare nella migliore delle ipotesi. Puoi stordirli con una torcia UV o razzi, ma scappare da loro è la soluzione migliore.

Techland / WB Gamesimmagine di revisione della luce morente 3



Il confronto tra zombi e diverse fazioni umane fornisce una grande meccanica che porta a un gameplay interessante, ma forse il meccanismo più significativo del gioco è la disparità tra notte e giorno. Harran è un posto terrificante dopo il tramonto, dal momento che è allora che gli zombi particolarmente esotici escono in campo, in particolare i Volatiles, che sono veloci e sufficientemente consapevoli da infastidire coloro che sostengono che gli zombi dovrebbero solo crollare nella migliore delle ipotesi. Puoi stordirli con una torcia UV o razzi, ma scappare da loro è la soluzione migliore.

La luce del giorno è tua amica

Anche di giorno ci sono tantissimi tipi di zombie da trovare, compresi i carri armati che possono subire molti danni (vale sempre la pena fare scorta di bottiglie molotov per loro), zombie che ti sputano addosso, zombie che esplodono in un glorioso pasticcio di interiora (che possono essere effettivamente usate come bombe se sei esperto) e Screamers, le cui urla ti stordiscono temporaneamente. E di notte, oltre ai Volatiles, potresti incontrare il Night Hunter, che è una specie di zombi sovrumano.

Puoi anche giocare come Night Hunter, grazie alla modalità "Be A Zombie" di Dying Light. Questo contrappone quattro giocatori cooperativi, incaricati di distruggere i nidi di Volatiles, contro un altro giocatore che controlla un Night Hunter – ed è effettivamente una battaglia contro un boss, con un boss controllato dal giocatore. È divertente, ma piuttosto hardcore. Inoltre, lintero gioco supporta il gioco cooperativo drop-in-drop-out con un massimo di tre dei tuoi compagni.

Techland / WB Gamesimmagine di revisione della luce morente 9

Cè un sistema di livellamento completo, con tre alberi di potenziamento delle abilità, intitolato Sopravvissuto, Agilità e Potere: guadagni punti per il primo completando missioni della storia, missioni secondarie e sfide (che spesso comportano la navigazione di percorsi a ostacoli), di cui sono in abbondanza – Dying Light è un gioco soddisfacente e carnoso. E mentre salti di tetto in tetto, o fai a pezzi il cervello degli zombi solo per il gusto di farlo, guadagni punti Agilità e Sopravvissuto. Techland, sensatamente, ha mantenuto quegli alberi di aggiornamento più gestibili e comprensibili del solito per un gioco open world.

Certo, non è un gioco perfetto. Alcuni dei personaggi umani che incontri (la maggior parte dei quali sono lodevolmente eccentrici) sono animati piuttosto male, il che stona, dato quanto siano realistici gli altri elementi del gioco. E di tanto in tanto incontri cliché di gioco, come le torri radio che avrebbero potuto essere sollevate allingrosso da Far Cry. Inoltre, a volte devi essere fastidiosamente perfetto per i pixel quando evidenzi oggetti e maniglie delle porte. Ma questi sono inconvenienti piuttosto che grossi difetti – forse è per questo che la copia in scatola è stata ritardata di un mese, alla luce dei prossimi aggiornamenti.

Scritto da Steve Boxer.