Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - Secondo un rapporto, il tentativo di acquisto di Activision Blizzard da parte di Microsoft dovrebbe essere bloccato dalla Federal Trade Commission (FTC).

Il proprietario di Xbox sta cercando di far passare l'operazione da 69 miliardi di dollari da mesi ed è nel bel mezzo di una spinta globale per cercare di ottenere l'approvazione dei governi internazionali. Ma Microsoft potrebbe avere la sua più grande battaglia in patria, con la FTC che dovrebbe presentare un'azione legale antitrust nel tentativo di bloccare la fusione.

Citando tre persone a conoscenza di quanto sta accadendo, Politico riferisce che l'azione legale non è ancora garantita, ma che "il personale della FTC che sta esaminando l'accordo è scettico sulle argomentazioni delle società" secondo cui l'acquisizione non avrà un effetto di raffreddamento sulla concorrenza.

POCKET-LINT VIDEO OF THE DAY

L'acquisto di Activision Blizzard darebbe a Microsoft e Xbox il controllo di alcuni dei nomi più importanti del settore videoludico, con il franchise di Call of Duty in cima alla lista. Microsoft ha cercato di placare i timori promettendo che Call of Duty rimarrà un franchise multipiattaforma, arrivando persino a offrire a Sony un accordo di 10 anni per agevolare le cose. Il fatto che Sony sia d'accordo o meno potrebbe non avere importanza, dato che la FTC sembra essere insicura di qualsiasi promessa fatta.

"Al centro delle preoccupazioni della FTC c'è la possibilità che l'acquisizione di Activision dia a Microsoft una spinta sleale nel mercato dei videogiochi", si legge nel rapporto di Politico. Si pensa che Sony sarebbe svantaggiata se l'accordo fosse autorizzato.

Finora solo pochi Paesi hanno dato il via libera all'accordo, tra cui l'Arabia Saudita e il Brasile. Ora sembra sempre più improbabile che gli Stati Uniti seguano l'esempio.

Scritto da Oliver Haslam.
Sezioni Xbox Giochi