Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - Come parte delle celebrazioni per il 20° anniversario del franchise, Ubisoft ha svelato lultimo passo per Ghost Recon - Frontline, un nuovo sparatutto multiplayer che sarà completamente gratuito e sembra avrà un sapore unico nellaffollato campo del battle royale.

Da quello che sta dicendo Ubisoft, fonderà elementi di alcuni giochi esistenti nella sua struttura di gioco principale e non utilizzerà un cerchio che si restringe come metodo principale per costringere i giocatori negli stessi spazi.

Invece, presenterà obiettivi su cui combattere, come in Hunt: Showdown o Escape from Tarkov, insieme a zone di estrazione designate in cui è probabile che i combattimenti diventino più feroci. I giocatori possono fare squadra e lintero trailer presenta gruppi di tre, quindi puoi tranquillamente presumere che potrebbe essere il massimo al momento del lancio.

In totale ci saranno "più di 100 giocatori" su ogni server, quindi è una dimensione del server decente, anche se artisti del calibro di Call of Duty Warzone e limminente Battlefield 2042 stanno spingendo un numero maggiore di giocatori.

Tuttavia, il trailer dipinge unimmagine di divertimento dinamico, con supporto che può essere lanciato in aria e un sacco di armi e accessori da sfruttare. Non è ancora chiaro se ci sia una sorta di meccanismo di respawn o di riacquisto per riportare i giocatori morti nel gioco, una grande variabile per i giocatori più occasionali, ma presto dovrebbero emergere ulteriori dettagli.

Ubisoft eseguirà alcuni test chiusi sul gioco alla fine di ottobre e puoi registrarti per avere la possibilità di prendere parte sul suo sito Web qui se il trailer ha suscitato il tuo interesse.

Scritto da Max Freeman-Mills.