Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - È passato molto tempo dalluscita delloriginale LA Noire , circa nove anni in effetti. Da allora abbiamo avuto alcune versioni rimasterizzate (inclusa una per Nintendo Switch ) e persino una versione VR ridotta in prima persona, ma non si è sentito molto parlare di un sequel.

Ciò potrebbe essere in procinto di cambiare, poiché gli utenti di Reddit hanno trovato potenziali indizi che suggeriscono che il sequel potrebbe essere in lavorazione.

Durante lascolto di alcuni brani su YouTube , un utente si è imbattuto accidentalmente in un video caricato da Warner Chappell Music come pagina di argomento. Quel video aveva una descrizione che diceva:

"Fornito a YouTube da Take-Two Interactive Break My Stride - Matthew Wilder The Music of LA Noire Part Two 2020 Warner Chappell Music. Pubblicato il: 2020-03-13 Generato automaticamente da YouTube."

Perché il Corsair One i300 potrebbe essere il perfetto PC da gioco compatto

OnkelJupp/RedditUn nuovo leak suggerisce che LA Noire 2 è in sviluppo immagine 2

Da allora il video è stato rimosso e anche il canale è stato rimosso, ma gli ascoltatori hanno notato alcune gemme prima che scomparissero. Innanzitutto la canzone è stata introdotta da un DJ che ha menzionato il nome della stazione radio come KTI Radio , una stazione che è apparsa nel primo gioco.

In secondo luogo, le canzoni ascoltate su quel canale erano Break My Stride e I Love New York, due brani realizzati tra la fine degli anni settanta e linizio degli anni ottanta. Questo potrebbe suggerire una nuova era per il sequel e qualcosa di molto diverso per il futuro.

Ovviamente, queste sono tutte speculazioni per ora e aspetteremo un po prima di avere notizie ufficiali sul sequel. Dopotutto, Rockstar è famosa per essere a denti stretti su queste cose.

Scritto da Adrian Willings.