Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Dopo il fenomenale successo del suo Resident Evil 2 rifatto allinizio di questanno, secondo quanto riferito Capcom sta lavorando a unaltra importante revisione di un gioco classico. Questa volta, Resident Evil 3 sta ricevendo lo sputo e il trattamento di lucidatura.

YouTuber SpawnWave è la fonte originale dei rapporti, dopo aver indagato sullesistenza del gioco. Ha avuto indicazioni che il gioco è piuttosto avanti nel suo ciclo di sviluppo, con un lancio previsto per qualche tempo nel 2020.

Quel video è stato ora corroborato da Eurogamer, che ha parlato anche con fonti che hanno confermato lesistenza del gioco. In effetti, sembra che Capcom abbia iniziato a lavorare su Resident Evil 2 e 3 in un periodo di tempo relativamente breve, spiegando come il prossimo gioco potrebbe uscire così presto dopo luscita del predecessore.

La stessa Capcom è stata aperta sul fatto che Resident Evil 2 fosse una sorta di proof of concept per i suoi sviluppatori e che, se avesse avuto successo, ulteriori remake erano molto in vista. Con il gioco che ora ha venduto milioni di copie e ha raccolto consensi dalla maggior parte degli angoli, non sorprende vedere che qualsiasi criterio stesse guardando è stato probabilmente soddisfatto.

Ottieni prezzi incredibili su giochi digitali come FIFA 22 su Gamivo

Eravamo grandi fan di Resident Evil 2 quando è uscito allinizio di questanno. È stata una lezione superba su come rifare un classico dei giochi, aggiornando ciò che richiedeva un po di modernità mantenendo il nucleo terrificante dellatmosfera del gioco.

Se Capcom può portare lo stesso giudizio astuto e perfezionare Resident Evil 3 è probabile che abbia un altro successo tra le mani. Scambia Mr. X, l enorme stalker di Resi 2 , per il grottesco Nemesis del sequel, e probabilmente seguirà uno stuolo di paure.

Scritto da Max Freeman-Mills.