Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Poiché la tecnologia di intrattenimento offre ai bambini più modi per connettersi, è importante che i genitori capiscano i rischi e come ottenere in modo sicuro il massimo da questi dispositivi in casa.

Quindi, prima di scegliere tra diverse console di giochi o di avviarle per la prima volta, è importante sapere che tipo di interazioni e servizi connessi sono disponibili, e a cosa un bambino è in grado di accedere.

Se si capisce di cosa è capace ogni console, si può stare tranquilli sapendo che la nuova console viene usata in modo responsabile. Chi è avvisato è avvisato, per così dire.

Video in streaming

Oltre alle esperienze di gioco interattive, su PlayStation 5, PS4, Xbox Series X e S e Xbox One sono disponibili applicazioni e servizi. Questi permettono agli utenti di trasmettere video e audio da una vasta gamma di fornitori e di condividere voce, video e contenuti di gioco registrati.

Questo può andare dalla comunicazione parlata con altri giocatori in un gioco alla condivisione di immagini sui social network.

PS5, PS4, Xbox Series X/S e Xbox One possono anche accedere a contenuti video tramite app di streaming video, come Now TV, BBC iPlayer, Netflix e Amazon Prime Video. Il Nintendo Switch ha solo un paio di servizi, YouTube e Crunchyroll.

L'accesso consentito a uno di questi varierà da famiglia a famiglia. Pertanto, è importante che i genitori passino del tempo con la console quando entra per la prima volta in casa - prima che i bambini siano lasciati liberi di usarla - per impostare gli account e l'accesso per ogni membro della famiglia.

La maggior parte dei servizi di video in streaming ha le proprie restrizioni e impostazioni che i genitori devono esplorare. Netflix, per esempio, ha diversi profili per i diversi membri della famiglia che possono limitare i contenuti a specifici gruppi di età. Si consiglia quindi di controllare le impostazioni per ogni servizio.

Controlli per i genitori

Mentre ognuna delle principali console ha sistemi diversi per offrire alle famiglie il controllo su ciò che può e non può essere accessibile, la teoria di base è la stessa per tutte.

Solitamente raggruppati sotto la sezione parental control della console, è possibile specificare quali contenuti possono essere accessibili ai bambini. Inserendo una password per le impostazioni, o in alcuni casi impostando account utente o profili per i bambini, è possibile bloccare le classificazioni di età PEGI e BBFC con cui si è a proprio agio. Di seguito abbiamo elencato i luoghi in cui puoi trovare le istruzioni esatte per ogni console.

Questo significa che i bambini dovranno chiedere il permesso prima di accedere a contenuti più maturi e crea un contesto positivo per la discussione intorno a un gioco prima che venga giocato.

Tenere d'occhio gli "amici"

Queste impostazioni permettono anche ai genitori di specificare a quali altri servizi si può accedere, come la navigazione in internet o la condivisione di contenuti con altri utenti.

Parte di questo permette anche di limitare il modo in cui vengono trattate le richieste di amicizia - un altro aspetto importante per stare al sicuro durante il gioco.

Tutte le console sono macchine sociali al giorno d'oggi, in quanto permettono agli utenti di costruire e comunicare con gli amici. A volte si tratta di amici reali che possiedono anche la stessa console, ma spesso possono essere solo altri giocatori che tuo figlio ha incontrato online.

Questi possono essere limitati attraverso il controllo parentale, in modo da poter limitare il tipo di persone con cui vostro figlio può parlare online, nascondere il profilo di un bambino, o impedire agli altri di contattarlo del tutto.

Poiché molti giochi sicuri e amichevoli hanno funzioni online, troviamo che sia giusto permettere qualche interazione per i bambini più grandi, ma potrebbe valere la pena limitare il tipo di amici che possono fare e quanto pubblico sia il loro profilo. Spesso si può limitare l'accettazione di amici online ad altri bambini che già si conoscono - magari compagni di scuola.

Rendere i giochi un evento di famiglia

Oltre a queste protezioni, è anche importante che i genitori considerino come e quando si gioca in casa. Molte famiglie scelgono di tenere i giochi negli spazi sociali condivisi piuttosto che nelle camere da letto. Questo non solo rende più facile tenere d'occhio i contenuti, ma ha anche come risultato che più persone della famiglia giocano insieme e ottengono di più dai giochi che amano.

Impostare utenti separati per ogni bambino permette ai genitori di tenere sotto controllo quanto tempo giocano ogni settimana e a quali contenuti accedono. La loro cronologia di gioco è un altro strumento utile per le conversazioni su come trovare un equilibrio tra il tempo trascorso sullo schermo e le altre attività.

Studiare le descrizioni di classificazione per età

Infine, è importante capire di più sui giochi a cui giocano i bambini. Le classificazioni PEGI sono ampliate dalle informazioni per i consumatori del Video Standards Council. Questo non solo delinea perché un gioco ha una valutazione specifica, ma offre anche un breve resoconto dell'esperienza di gioco.

A condizione che le console siano impostate correttamente e che i genitori colgano l'opportunità di impegnarsi nella dieta di gioco dei loro figli, questo può essere un aspetto enormemente positivo della vita familiare.

Giocati insieme, e con le restrizioni appropriate, i videogiochi offrono un passatempo sicuro e positivo.

Ulteriori letture sui controlli parentali per le console di gioco e altre importanti risorse:

Scritto da Andy Robertson e Rik Henderson. Modifica di Max Freeman-Mills.