Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Nintendo sembra che potrebbe tornare al concetto di controller di novità, aggiornando il suo controller Poké Ball Plus ad un certo punto in futuro.

Il controller è stato introdotto per luscita di Pokémon del 2018: Lets Go, Eevee! e Pikachu! , come un modo semplificato di giocare, con una sola mano necessaria per controllare le tue azioni sullo schermo e controlli di movimento integrati.

Anche la Poké Ball Plus è andata bene, potenzialmente perché la sua semplicità ha funzionato molto bene con il tono essenziale dei giochi Lets Go. Hanno riportato i giochi Pokémon alle origini in qualche modo e hanno integrato alcune meccaniche più semplici per far divertire i nuovi giocatori.

Ora, una serie di brevetti depositati in Giappone indicano che Nintendo potrebbe voler realizzare una nuova versione del controller. Ha appena rilasciato nuovi giochi, Pokémon Spada e Scudo , con enormi cifre di vendita e successo di critica, quindi potrebbe essere il momento giusto per capitalizzare la popolarità del franchise.

La prima Poké Ball Plus non è supportata da questi giochi più recenti e non è chiaro se le nuove versioni saranno per le voci esistenti o per le prossime versioni.

In realtà, i design del brevetto sembrano molto simili alla versione esistente del controller, con uno stick analogico per spostare il tuo personaggio e un pulsante sulla parte superiore della palla per interagire con il mondo. Sembrerebbe che eventuali miglioramenti sarebbero dovuti alla disposizione dei componenti interni.

I brevetti, come sempre, vanno presi con le pinze, e sono tuttaltro che una garanzia di produzione. Tuttavia, non sorprenderti se Nintendo ha in programma unaltra Poké Ball Plus.

Ottieni prezzi incredibili su giochi digitali come FIFA 22 su Gamivo

Scritto da Max Freeman-Mills.