Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Lo sviluppatore Psyonix ha spiegato perché sta interrompendo il supporto per Mac e Linux per il suo gioco di grande successo, Rocket League.

Ha annunciato alla fine della scorsa settimana che le funzioni online per entrambe le versioni saranno ritirate da marzo. Il gioco continuerà a funzionare localmente, con la LAN e la riproduzione a schermo diviso disponibili dopo una patch finale, ma eventuali mappe Steam o pacchetti di allenamento personalizzati devono essere scaricati prima dellarrivo della patch.

Per chi è deluso dalla decisione di non supportare più macOS o Linux, Psyonix ha anche dettagliato le procedure su Reddit per ottenere un rimborso completo da Steam:

- Vai al sito Web dellassistenza di Steam .

- Seleziona Acquisti.

- Seleziona Rocket League (potresti dover selezionare "Visualizza cronologia acquisti completa" per vederlo).

- Selezionare Vorrei un rimborso, quindi vorrei richiedere un rimborso.

- Dal menu a discesa Motivo, seleziona Il mio problema non è elencato.

- Nelle note, scrivi Si prega di rimborsare la mia versione Mac/Linux di Rocket League, Psyonix interromperà il supporto.

Inoltre, ha spiegato perché sta chiudendo il supporto:

Confronto tra le GPU GeForce RTX serie 30 di Nvidia e i suoi modelli serie 10

"Rocket League è un gioco in evoluzione e parte di questa evoluzione è mantenere aggiornato il nostro client di gioco con funzionalità moderne. Nellambito di tale evoluzione, aggiorneremo la nostra versione di Windows da 32 bit a 64 bit entro la fine dellanno , oltre allaggiornamento a DirectX 11 da DirectX 9...

"Sfortunatamente, i nostri client nativi macOS e Linux dipendono dalla nostra implementazione DX9 per il funzionamento del loro renderer OpenGL. Quando smettiamo di supportare DX9, quei client smettono di funzionare...

"Il numero di giocatori attivi su macOS e Linux combinati rappresenta meno dello 0,3% della nostra base di giocatori attivi. Detto questo, non possiamo giustificare linvestimento aggiuntivo e in corso nello sviluppo di client nativi per quelle piattaforme."

Tuttavia, esiste una soluzione alternativa per i giocatori interessati. Possono riprodurre la versione di Windows tramite software di emulazione, come Bootcamp o Wine rispettivamente.

Scritto da Rik Henderson.