Allora contro oggi: i videogiochi attraverso i decenni

Mortal Kombat è sempre stato il combattente più cruento, grottesco e esagerato in circolazione. Questo è solo migliorato come la grafica.

(credito immagine: Electronic Arts/Sony Interactive Entertainment)

Halo sicuramente si è evoluto nel corso degli anni (vedi cosa abbiamo fatto lì?). Sembra che 14 anni facciano una bella differenza. Nel 2015 Halo 5: Guardians era fantastico.

(credito immagine: 343 Industries/Microsoft Studios)

Elder Scrolls è unaltra serie classica di giochi di ruolo. Ciò che ci stupisce però non è solo fino a che punto è arrivata la serie, ma come Skyrim è stato rilasciato così tanto tempo fa!

(credito immagine: Bethesda Game Studios)

The Sims è lavventura di fuga perfetta. Perché vivere la tua vita mondana 9-5 quando potresti costringere alcune piccole persone pixel a farlo invece?

(credito immagine: Electronic Arts)

Le versioni aggiornate dei giochi Mafia mostrano fino a che punto sono arrivate le immagini e sicuramente ci hanno entusiasmato per il futuro di questi giochi.

(credito immagine: Gathering of Developers/2K Games)

Ora con grafica allavanguardia, ray tracing, ambienti distruttivi e altro ancora, Battlefield ha sicuramente fatto molta strada.

(credito immagine: Electronic Arts/Dice)

Nintendo potrebbe non essere nota per aver realizzato i giochi più allavanguardia quando si tratta di grafica, ma ciò non significa che Mario non abbia fatto molta strada.

(credito immagine: Nintendo)

The Legend of Zelda è stato uno dei preferiti di Nintendo per decenni e le ultime iterazioni sono ancora più popolari.

(credito immagine: Nintendo)

I giochi GTA originali erano visti come i giochi più controversi nella storia dei videogiochi. Non è cambiato molto, ma nemmeno la popolarità.

(credito immagine: Rockstar Games/Take-Two Interactive)

16 anni dopo e lultima visione videoludica di Marvels Spiderman è qualcosa di speciale sia nella grafica che nel gameplay.

(credito immagine: Sony Interactive Entertainment)

Street Fighter è la prova che i classici non muoiono mai. Grafica migliorata e mosse speciali rendono questo picchiaduro definitivo.

(credito immagine: Capcom)

Doom è il nonno di tutti gli sparatutto in prima persona e un classico assoluto. Ora ancora più grottesco e cruento che mai.

(credito immagine: ID Software/BETHESDA)

Mario Kart è probabilmente il gioco multiplayer preferito da tutti e uno che ha fatto molta strada da quando è arrivato per la prima volta sui nostri schermi di gioco nel 1992.

(credito immagine: Nintendo)

La FIFA è nata nel lontano 1993 e ha continuato a crescere in popolarità con il passare degli anni. È anche più facile per gli occhi.

(credito immagine: EA Sports)

Tomb Raider viene spesso definito il pioniere dei giochi di azione e avventura. Ora è molto meno sessualizzato ma non per questo meno bello o divertente.

(credito immagine: Square Enix)

Metal Gear Solid è nato nel lontano 1987, ora è molto più facile da vedere, ma non più facile da suonare.

(credito immagine: Konami)

Sonic ha visto molte incarnazioni diverse nel corso degli anni. Uscite sia in 2D che in 3D, tutte gloriose.

(credito immagine: SEGA)

Call of Duty potrebbe essere uno degli sparatutto più famosi al mondo. Lambientazione e la grafica sono cambiate molto, ma la popolarità no.

(credito immagine: Activision)

Diablo ha dato il via a una serie molto amata di giochi di ruolo hack and slash nel 1996.

(credito immagine: Blizzard)

Macchine fantastiche, piste da corsa e strade cittadine piene di divertimento, brividi ad alto numero di ottani, Need for Speed ha sempre avuto tutto.

(credito immagine: Electronic Arts)

Vesti i panni di un sicario professionista per eliminare bersagli pericolosi in tutto il mondo. È solo migliorato con letà.

(credito immagine: IO Interactive/Pocket-lint)

Wolfenstein ha iniziato la sua vita come Castle Wolfenstein nel 1981. Decenni dopo e i nazisti sono ancora lì, ma ancora più spaventosi.

(credito immagine: id Software/Bethesda)

Assassins Creed ha visto molte iterazioni nel corso degli anni, ma il nucleo è rimasto lo stesso. Provato e testato e anche molto amato.

(credito immagine: Ubisoft)

Lo sparatutto horror di sopravvivenza Resident Evil ha iniziato la sua vita nel 1996 con il perfetto mix di zombi, mostri e puzzle.

(credito immagine: Capcom)

In soli 16 anni, Deus Ex era cambiato incredibilmente e i giochi più recenti erano sicuramente fantastici, nonostante avessero molto da vivere.

(credito immagine: Square Enix)

Nel 1998 era un capolavoro innegabile e, sebbene purtroppo il nuovo gioco non fosse allaltezza delloriginale, sembrava molto meglio.

(credito immagine: Square Enix)

Prima che Call of Duty conquistasse il mondo, Medal of Honor era lo sparatutto della seconda guerra mondiale che tutti amavano.

(credito immagine: Electronic Arts)

Leggi una versione più approfondita di questo articolo