Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Specialized ha ampliato la sua famiglia Turbo, con la Turbo Tero progettata come una bici elettrica che si adatta a coloro che vogliono qualcosa per tutte le condizioni - sia che si tratti di un giro al lavoro durante la settimana, o di andare offroad nel fine settimana.

Come tale, la gamma è ora rivolta a coloro che vogliono una moto che è un po' più attivo rispetto al Turbo Vado, ma non così estrema come il Turbo Kenevo o Turbo Levo, che entrambi offrono sospensione completa.

Ci sono tre versioni della Turbo Tero - 3.0, 4.0 e 5.0 - con la top-end 5.0 in recensione qui. Questo naturalmente porta tre punti di prezzo con specifiche dei componenti leggermente diverse tra i modelli.

Quindi, è il modello che si dovrebbe optare per, o si dovrebbe guardare altrove nel mercato delle biciclette elettriche? Scopriamolo.

Il nostro parere veloce

La Specialized Turbo Tero è una bici superba e divertente da guidare - specialmente per coloro che vogliono qualcosa che possa gestire quasi tutte le situazioni.

L'hardtail significa che puoi portare carichi, un seggiolino per bambini o trainare un rimorchio thru-axle, mentre questa è anche una bici che può gestire situazioni offroad, permettendoti di percorrere alcuni sentieri.

Le colline si sciolgono nell'insignificanza, il terreno rotto è meno intimidatorio; tutto è più facile da guidare. Mentre è più pesante e meno agile di una hardtail standard, la potenza apre le tue opzioni per giri più lunghi e duri di quanto potresti altrimenti considerare.

Il prezzo della Turbo Tero aumenta in modo piuttosto aggressivo rispetto alla Tero 3.0, però.

Quindi, mentre la Tero 5.0 ti dà più potenza e autonomia, la Tero 3.0 ha un prezzo molto più competitivo e potrebbe soddisfare le tue esigenze altrettanto bene.

Recensione Specialized Turbo Tero: Mettere la potenza dietro il pedale

Recensione Specialized Turbo Tero: Mettere la potenza dietro il pedale

4.5 stars - Pocket-lint recommended
Pro
  • Questa moto andrà praticamente ovunque
  • Molta potenza e autonomia
  • Guida confortevole
  • Erogazione di potenza regolare
  • Componenti di qualità
Contro
  • È una bestia pesante
  • La bici grande occupa molto spazio
  • Il Tero 3.0 è molto più conveniente

squirrel_widget_6711787

Design

  • Peso: 22.7kg
  • Telaio: E5 alluminio
  • Forcella: RockShox Recon Silver RL

La Turbo Tero è un design hardtail, quindi non ci sono sospensioni nella parte posteriore di questo telaio in alluminio. E' massiccia, grazie alla batteria incorporata nel tubo obliquo e al motore nel mozzo, ma questo posizionamento significa che non si ha un peso eccessivo sopra la ruota posteriore, dove alcune bici da pendolari scelgono di posizionare la batteria.

Seduto su ruote da 29 pollici, questa è una grande bici, con 750 millimetri manubrio e un passo piuttosto lungo, anche. Seduto al punto di ingresso alle mountain bike Turbo di Specialized, è un passo lontano dai modelli "attivi" dell'azienda, che sono più praticamente orientati verso i pendolari.

Pocket-lintSpecialized Turbo Tero recensione foto 32

Quindi, quelli che guardano il Turbo Tero sono probabilmente quelli che vogliono un tuttofare - qualcosa che gestirà qualche avventura offroad senza andare negli estremi - o i prezzi più alti - dei modelli Turbo Kenevo che sono un passo avanti.

C'è un reggisella TranzX con contagocce su questo modello insieme a punti di montaggio per un parafango posteriore, sollevando la questione se è probabile che tu usi entrambe queste caratteristiche. Specialized sembra coprire tutte le basi qui. Infatti, c'è anche una versione step-through, compresa l'opzione per un portapacchi posteriore, quindi questa è davvero una bici che può fare tutto.

C'è anche un peso di 22,7 kg, che è pesante per una bici, ma in realtà un po' più leggero del Turbo Kenevo, il livello successivo. Ma questo non è il ciclismo su strada, e le preoccupazioni per il trasporto di quel peso in salita sono attenuate dal fatto che il peso in eccesso porta potenza aggiuntiva.

Pocket-lintSpecialized Turbo Tero recensione foto 20

Rotola su ruote Stout XC29 da 29 pollici, con un rotore a disco da 200 mm all'anteriore e 180 mm al posteriore. Entrambi fanno parte del sistema SRAM G2, e questa è un'area in cui optare per il Tero 3.0 o 4.0 fa la differenza, poiché ottengono rispettivamente una trasmissione Shimano Alivio o SRAM NX.

Tuttavia, al livello superiore, hai un gruppo SRAM GX a 11 velocità, con cassetta 11-42 e una singola corona da 36T all'anteriore, come visto qui.

Corsa e gamma

  • Motore Specialized 2.2, 90Nm di coppia
  • Batteria da 710Wh (Tero 5.0)
  • Display del manubrio

Specialized è entusiasta di parlare del fatto che il sistema di alimentazione qui è il suo lavoro, piuttosto che questo è uno portato da altrove. Anche se, nel suo nucleo, funziona proprio come le altre e-bike, dandoti un'assistenza quando pedali.

Questa è anche un'altra area in cui i modelli di Tero differiscono, poiché si ottiene progressivamente più potenza e una maggiore capacità della batteria man mano che si sale di scala. Ciò significa che il Tero 5.0 è in grado di offrire una maggiore assistenza.

Tutto è controllato attraverso il display montato sul manubrio, con alcuni controlli situati sull'impugnatura sinistra. Questo ti permette di cambiare ciò che viene mostrato sul display (autonomia, potenza, distanza percorsa e così via), permettendoti anche di spostarti su e giù attraverso le modalità di potenza.

Ci sono quattro modalità: Off, Eco, Trail e Turbo. Off, naturalmente, non fornisce assistenza, quindi sei solo tu e i pedali. Fortunatamente c'è una gamma completa di marce, quindi sarete ancora in grado di guidare il Turbo Tero senza potenza e affrontare la maggior parte delle situazioni senza troppi problemi.

Eco fornisce una piccola spinta, che è ideale per coloro che vogliono alleviare lo sforzo su strada. Puoi sentire la moto accelerare un po' più velocemente e mantenere lo slancio sulle colline. L'impostazione Trail alza un po' di più la posta in gioco, quindi, se stai guidando su una collina più grande, o su un terreno accidentato, questa modalità toglie lo sforzo dalle cose.

Turbo ti dà il 100 per cento di assistenza, che rende le cose ancora più facili, ma scaricherà anche la batteria più velocemente.

Pocket-lintSpecialized Turbo Tero recensione foto 26

Qualcuno potrebbe dire che è un imbroglio, ma, una volta che hai guidato con potenza, il fascino è immediato: invece di fare quella collina una volta, potresti ripeterla. Invece di smettere dopo un'ora, si potrebbe estendere il tempo di guida di un'altra ora grazie all'assistenza che si riceve.

Naturalmente, per i pendolari, significa che puoi fare buoni progressi senza che sia un allenamento completo e senza sudare. Significa che puoi abbandonare il trasporto pubblico o la macchina, prendere un po' d'aria fresca, ma arrivare al lavoro in forma.

Dato che la bicicletta si prende parte dello sforzo, significa che puoi viaggiare a velocità più alte o salire su per le colline senza che il tuo corpo debba lavorare così duramente. La tua frequenza cardiaca rimane più bassa, le tue gambe non lavorano così duramente, ma hai ancora tutto il divertimento di andare in bicicletta. Se permette a più persone di pedalare più a lungo, e se permette ai ciclisti che sono meno forti in sella di ottenere di più dal ciclismo, allora è sicuramente una buona cosa.

Anche per coloro che vanno in bicicletta per fare esercizio, le e-bike possono abbassare l'intensità, quindi ci si allena lo stesso, solo che non è così difficile.

Pocket-lintSpecialized Turbo Tero recensione foto 28

È anche molto divertente. Sui sentieri offroad, la Turbo Tero non è così dinamica come una bici a sospensione completa, ma la potenza aggiunge ancora qualcosa all'esperienza. Puoi rimanere in sella sulle colline in pendenza, mantenendo il peso sulla ruota posteriore, mentre aumenti la potenza per mantenerti in movimento; puoi aumentare la potenza quando cadi nel fango o nella sabbia per continuare a navigare - è un sistema che può completare la tua guida.

L'autonomia che otterrai dipenderà da molti fattori - come usi Eco o Trail e dove guidi, per esempio - ma Specialized dice che otterrai circa 90 miglia di assistenza. Questo è leggermente diverso dall'autonomia complessiva, naturalmente, perché devi ancora pedalare!

La ricarica richiede un paio d'ore, nel frattempo, e la batteria può essere rimossa dalla bici per una facile ricarica in casa. È fissata con una chiave.

Pocket-lintSpecialized Turbo Tero recensione foto 2

C'è anche un'app per smartphone

Oltre al computer di bordo - che è essenziale per la guida quotidiana, e fornisce anche il pulsante di alimentazione principale per la moto - c'è una app per smartphone, Mission Control.

Come con tutti i moderni dispositivi connessi, l'app ti dà un modo per aggiornare il firmware - quindi, se c'è un aggiornamento per la tua moto, è così che viene applicato.

In pratica puoi controllare tutto sulla moto ed eseguire la diagnostica, oltre a personalizzare lo schermo del display tramite il tuo telefono.

Pocket-lintschermi foto 1

L'app Mission Control può anche raccogliere dati e usarla per tracciare le corse. Sei anche in grado di collegarti ad altri sensori, come un cardiofrequenzimetro, per fornire più dati sulla tua corsa.

C'è anche un sistema di sicurezza, così puoi avere un sensore di movimento che blocca il motore per evitare che qualcuno scappi con la tua bici mentre sei in un bar - un altro piccolo vantaggio di avere una bici un po' più connessa.

Per ricapitolare

La Specialized Turbo Tero offre sicurezza in fuoristrada senza essere fuori posto sulla strada. Come tale, è un grande allrounder, che è adatto a un pendolarismo veloce come a un fine settimana sui sentieri. È grande, è pesante, ma c'è l'erogazione regolare della potenza che rende questa bici molto divertente da guidare.

Scritto da Chris Hall. Modifica di Conor Allison.