Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Le bici elettriche G4 di Gocycle apportano un numero enorme di modifiche, perfezionando quella che è già unofferta eccellente.

Ma in caso di battiti delle palpebre, potresti non notare questi cambiamenti per primi, poiché la nuova Gocycle G4i ha ancora laspetto e si comporta esattamente come i modelli elettrici pieghevoli che lhanno preceduta.

Abbiamo messo le mani su un modello di pre-produzione della Gocycle G4i, nonché su unintroduzione ad esso da parte di Richard Thorpe, fondatore e amministratore delegato di Gocycle presso la sede dellazienda nel Surrey, nel Regno Unito.

Progettare e costruire

  • Telaio centrale in carbonio
  • Passaggio cavi interno
  • Altezza del manubrio regolabile
  • Forcella anteriore monobraccio ridisegnata

Il Gocycle G4i si trova nel mezzo della gamma di modelli aggiornati di Gocycle, con il G4 standard sotto di esso e un modello con alone, il G4i+, seduto sopra di esso, sebbene tutti questi modelli abbiano molto in comune.

La Gocycle G4 ha implementato una vasta gamma di modifiche, molte che potresti non vedere. Il più ovvio è il telaio centrale in carbonio, che mostra quella trama di carbonio su questo modello G4i.

Pocket-lintGocycle G4i foto 6

Come ci ha spiegato Richard Thorpe, è una parte complessa della bici perché hai la cerniera principale per piegare la bici, i morsetti interni per il reggisella, i punti di snodo per consentire larticolazione del braccio posteriore della bici. È essenzialmente il cuore della bici.

Questo ha visto un altro piccolo cambiamento, con il bullone del morsetto della sella che cambia i lati, quindi quando arrivi a piegare la bici, devi rilasciare il reggisella prima di fare la piega principale, o raggiungerai il centro della bici.

Uno dei cambiamenti più evidenti riguarda la forcella anteriore. Sebbene lapproccio a un solo lato non sia nuovo, il design è abbastanza diverso dai precedenti modelli Gocycle. È una forcella in carbonio, ma ancora una volta non si limita a supportare la ruota anteriore, perché ospita anche il controller del motore e infatti il nuovo motore nel mozzo anteriore.

Pocket-lintGocycle G4i foto 2

Vedrai che la vecchia cuffia in gomma utilizzata nella parte superiore della forcella è stata sostituita con un corpo in plastica più consistente, che ora può essere facilmente rimosso quando vengono montate le luci. Il controller del motore si trova anche in una sezione più in basso a cui è possibile accedere per la manutenzione.

Insieme, queste modifiche danno un aspetto più pulito allavantreno e probabilmente si dimostreranno popolari tra i rivenditori Gocycle quando si tratta di manutenzione o riparazione, lasciando ai proprietari una bici dallaspetto migliore.

La Gocycle G4i ha la regolazione in altezza per il manubrio e cè anche una piccola aggiunta qui: una presa USB in modo da poter caricare il telefono dalla bici. Questo si aggiunge allinterfaccia LED per fornire un feedback visivo e alla luce di marcia diurna integrata nella parte anteriore.

Riguarda il nuovo motore

  • Motore più silenzioso
  • Coppia a bassa velocità aumentata

Cè un nuovo motore sui modelli G4 e questo fa una differenza sorprendente per lesperienza di guida, in base alla nostra esperienza molto limitata su questo modello di pre-produzione. In primo luogo, il motore sembra più compatto e leggermente più raffinato rispetto alla versione precedente sui modelli G3, ripulendo nuovamente la parte anteriore.

Il nuovo motore è stato progettato per essere più silenzioso e attivarsi più rapidamente. Sulla Gocycle inizi a pedalare e il motore si attiva per fornire un vantaggio, trascinandoti. Sul G4 che avviene prima, è unattivazione più immediata, con una migliore coppia ai bassi regimi.

Pocket-lintGocycle G4i foto 3

Ciò si traduce in una maggiore velocità fuori linea, non così da farti sentire fuori controllo, ma così le cose sono un po più semplici. In pianura è una cosa minore, qualcosa che sarà apprezzato nella guida urbana stop-start, ma sarà anche un vero vantaggio per coloro che affrontano le salite. La partenza in salita ora sarà più semplice.

È anche notevolmente più silenzioso. Il motore precedente non è molto rumoroso, ma le cose sono un po più serene, il che aggiunge fascino, sicuramente se stai pensando di passare da un modello Gocycle più vecchio.

La coppia potenziata ai bassi regimi rende più importante anche una caratteristica della Gocycle relativamente sconosciuta: il controllo della trazione. Abbiamo guidato un certo numero di modelli Gocycle e non abbiamo mai pensato al controllo della trazione, ma come ci ha dimostrato Richard Thorpe, è più facile vederlo funzionare con la coppia aumentata di quel nuovo motore. Ancora una volta, è una di quelle funzionalità che sono presenti in background, migliorando lesperienza se dovessi trovarti su superfici sciolte.

Pocket-lintGocycle G4i foto 14

La Gocycle G4 introduce anche nuovi pneumatici, con mescole di silice per una maggiore aderenza. I nuovi pneumatici hanno anche un volume maggiore che potrebbe dare una guida più morbida, anche se finora non abbiamo avuto il tempo di sperimentarlo nel nostro breve giro.

In sella

  • Batteria da 375 Wh
  • Cambio predittivo
  • Cambio elettrico

Ci è sempre piaciuta la corsa offerta dalla Gocycle. È chiaramente una bici adatta al pendolarismo, con la comodità di quellazione pieghevole che significa che è facile da riporre a casa o in ufficio senza occupare molto spazio.

Le piccole ruote, larticolazione di quel braccio posteriore e il CleanDrive significano che non cè niente da impigliarsi nei tuoi vestiti, niente da pulire, tanto meno da mantenere.

È anche divertente da guidare, semplice rispetto alle bici normali a causa della grande riduzione del cambio, con lassistenza del motore che elimina la necessità di un enorme blocco di ingranaggi.

Ha ancora le marce, tuttavia, e sulla Gocycle G4i queste offrono il cambio elettrico e il cambio predittivo. Sì, non devi proprio pensarci affatto.

Il cambio elettronico significa che puoi muoverti su e giù con una piccola rotazione del grip shifter - e lesperienza di questo è così lontana dai grip shifter basati sul filo che è una cosa completamente diversa. È fluido e facile da fare, il che significa che puoi cambiare facilmente marcia mentre vai avanti.

Pocket-lintGocycle G4i foto 20

Il cambio predittivo aiuta anche ad automatizzare il processo, il che ha un vero vantaggio quando rallenti e ti fermi. La bici si sposterà di nuovo in modo che tu abbia una marcia bassa pronta per ripartire con il minimo sforzo. Anche se non abbiamo avuto la possibilità di testarlo sulla nuova G4i, in passato abbiamo utilizzato il cambio predittivo sulla Gocycle G3 e labbiamo trovato davvero utile.

Il G4i avrà anche la batteria più grande con 375 Wh e ricarica rapida, che si dice sia buona per 50 miglia di autonomia.

Prime impressioni

La Gocycle G4i è, a prima vista, unaltra svolta della storia della Gocycle, ma qui stanno succedendo così tante cose che sembra un cambiamento più grande. Dal nucleo in carbonio che entusiasmerà tutti i tipi di ciclisti, fino ai miglioramenti nella corsa di quel nuovo motore, questa è una Gocycle migliore - e questo la dice lunga.

Fondamentalmente, questa rimane unopzione pieghevole premium, ideale per coloro che vogliono essere in grado di riporre facilmente la propria bici, guidare senza disordine e avere qualcosa che sembra tecnologicamente avanzato.

Non vediamo lora di cavalcare ulteriormente.

Scritto da Chris Hall.