Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - Razer ha presentato una gamma di nuove tastiere con il marchio DeathStalker, tra cui la fantastica ammiraglia DeathStalker V2 Pro.

La linea comprende tre tastiere a basso profilo: DeathStalker V2, DeathStalker V2 Pro Tenkeyless e DeathStalker V2 Pro. La prima è il modello cablato più conveniente, mentre le altre sono wireless e possono essere compatte TKL o full size, a seconda delle preferenze personali.

Ciò che rende interessante la linea DeathStalker V2 è la configurazione a basso profilo degli interruttori ottici e la promessa di prestazioni di alto livello.

squirrel_widget_12854233

Le due tastiere a grandezza naturale saranno disponibili con una scelta di interruttori lineari o a scatto a basso profilo di Razer. Gli interruttori lineari o a scatto da 1,5 mm offrono un'attuazione rapida e silenziosa (1,2 mm), mentre gli interruttori a scatto da 1,5 mm offrono un feedback più tattile. Entrambi gli interruttori sono ottici, quindi resistenti e in grado di durare fino a 70 milioni di clic, oltre a fornire una risposta precisa.

RazerRazer punta sul basso profilo con la sua ultima tastiera di punta, la DeathStalker V2 Pro foto 4

Per il TKL, invece, Razer ha scelto solo interruttori lineari. È la prima volta che gli interruttori ottici vengono utilizzati in una tastiera wireless. In questo modo i giocatori potranno sfruttare al massimo la velocità di azionamento, il ritardo di rimbalzo nullo e i vantaggi di durata offerti da questi interruttori, godendo al contempo dei vantaggi del wireless.

Razer ha lavorato duramente per bilanciare comfort e prestazioni. L'azienda afferma che gli interruttori ottici lineari sono stati accuratamente regolati con smorzatori per offrire un'esperienza di digitazione silenziosa ma soddisfacente. Inoltre, ha dovuto dotare il DeathStalker V2 Pro di una batteria pesante per mantenere fino a 40 ore di autonomia (con illuminazione RGB al 50%), consentendo al contempo di utilizzare sensori RGB e ottici per ogni tasto. Un'impresa non da poco.

Altri punti di forza del DeathStalker V2 Pro sono la frequenza di polling di 1.000 Hz, il wireless Hyperspeed a 2,4 GHz, tre connessioni Bluetooth 5 e una resistente piastra superiore in alluminio.

I keycaps sono incisi al laser e realizzati con un rivestimento ultraresistente progettato per evitare che le dita e le mani unte si rovinino nel tempo. La tastiera dispone anche di una rotella multifunzione per il volume e di un pulsante multimediale, in modo che tutti i controlli siano a portata di mano.

L'ammiraglia DeathStalker V2 Pro è disponibile al prezzo di 249,99 sterline, 249,99 dollari o 249,99 euro. Mentre il DeathStalker V2 Pro Tenkeyless sarà disponibile dal terzo trimestre al prezzo di 219,99 sterline, 219,99 dollari o 219,99 euro. Anche il Razer DeathStalker V2 cablato sarà disponibile a partire da quel momento a un prezzo di listino di 199,99 sterline, 199,99 dollari o 199,99 euro.

Scritto da Adrian Willings.