Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - DirectStorage è una tecnologia Microsoft progettata per aiutare i giochi a caricarsi più velocemente.

Quando laXbox Serie Xha lanciato la Xbox Series X, vantavaArchitettura Xbox Velocityche offriva tempi di caricamento notevolmente ridotti per i giocatori. All'epoca,Microsoft promiseche avrebbe portato la stessa tecnologia su PC sotto forma di DirectStorage.

-

Ora sta iniziando a essere disponibile, ma di cosa si tratta e il vostro sistema è pronto? Continuate a leggere per scoprirlo.

Pocket-lintCos'è DirectStorage e il vostro PC è pronto foto 2

DirectStorage e l'archiviazione NVMe

Anche se sappiamo tutti che l' archiviazione NVMe è attualmente il modo più veloce per caricare i giochi e il sistema operativo, ci sono ancora dei colli di bottiglia che frenano le prestazioni.

In passato i giochi non erano complessi e i file erano piccoli. Oggi, invece, quando un gioco viene caricato, è necessario caricare una massa di texture, modelli di personaggi, file audio e altro ancora.

Le attuali API di memorizzazione non sono ottimizzate per gestire le masse di dati che passano attraverso il sistema.

Igiochi moderni sono complessi e contengono molti più dati grafici che devono essere caricati per essere goduti appieno e anche con un'unità SSD NVMe, ma il flusso di dati non è completamente ottimizzato.

In generale, le risorse dei giochi devono essere caricate dall'unità SSD, inviate alla RAM, quindi decompresse dalla CPU prima di passare alla scheda grafica per il rendering. Questo comporta una pressione sulla CPU e un rallentamento del sistema che si traduce in un'esperienza scadente.

Ora l'API DirectStorage è destinata a cambiare queste cose in futuro, il che significa che anche i mondi di gioco più dettagliati saranno caricati più velocemente che mai. L'API funziona suddividendo le risorse in batch, consentendo l'esecuzione di più richieste di elaborazione contemporaneamente.

Ciò significa anche che i giocatori saranno finalmente in grado di sfruttare appieno le unità che offrono una velocità di lettura di 7.000 MB/s. È bene ricordare che questa è la promessa per i giochi futuri:

"A partire da oggi, i giochi per Windows possono essere forniti con DirectStorage. Questo rilascio pubblico dell'SDK dà inizio a una nuova era di tempi di caricamento rapidi e mondi dettagliati nei giochi per PC, consentendo agli sviluppatori di utilizzare al meglio la velocità dei dispositivi di archiviazione più recenti".

I giochi devono essere realizzati con DirectStorage in mente per poterne trarre vantaggio. Attualmente non ci sono giochi che lo supportano, ma è possibile che ce ne siano nel prossimo futuro.

La buona notizia è che DirectStorage funzionerà sia con Windows 10 che con Windows 11. Quindi non c'è da preoccuparsi. Quindi non c'è da preoccuparsi se non si utilizza ancora Windows 11.

Come funziona DirectStorage

La nuova API DirectStorage cambia le cose spostando il carico di decompressione dalla CPU alla GPU. Questo accelera il processo in quanto i file devono già essere renderizzati dalla GPU una volta decompressi, quindi si trovano nel posto giusto quando ciò avviene.

Ciò significa che la CPU è libera di fare altre cose e non è più rallentata dal lavoro di decompressione. Microsoft ha dichiarato che ciò potrebbe ridurre il carico sulla CPU fino al 40%, il che potrebbe sicuramente offrire un'esperienza complessiva migliore.

Requisiti di DirectStorage

Come avrete già capito, per sfruttare al meglio DirectStorage è necessario un hardware piuttosto moderno. Ciò include l'esecuzione del sistema operativo più recente e una CPU e una GPU moderne. Non occorre necessariamente un PC da gioco fantastico, ma è necessario un SSD NVMe compatibile.

DirectStorage non funziona con le unità a piatti tradizionali o con le unità SSD da 2,5 pollici.

È inoltre necessario disporre di una scheda grafica compatibile con DirectX 12. Si tratta della maggior parte di esse, poiché DirectX 12 è supportato da tutte le GPU Nvidia Ampere, Turing, Pascal, Maxwell, Kepler e Fermi. Quindi, se avete acquistato una scheda grafica negli ultimi anni, sarete a posto.

MicrosoftCos'è DirectStorage e il vostro PC è pronto foto 3

Come verificare se il vostro sistema è pronto per DirectStorage

Se non siete sicuri che il vostro sistema soddisfi i requisiti e sia compatibile con DirectStorage, non preoccupatevi perché esiste un modo semplice per verificarlo. Anche se richiede alcuni passaggi:

  1. Registrarsi per l'accesso Insider utilizzando il proprio account Microsoft
  2. Scaricare l'Xbox Insider Hub dal Microsoft Store
  3. Aprite l'hub Xbox Insider, fate clic sulla "scheda anteprima" e selezionate "Windows Gaming Preview".
  4. Quindi tornate al Microsoft Store e verificate la presenza di aggiornamenti.
  5. Aggiornate l'app Xbox Game Bar
  6. Una volta aggiornata, premete Win+G per avviare l'overlay.
  7. Andate alla scheda "caratteristiche di gioco" e controllate se il vostro sistema è convalidato.

Con un po' di fortuna, la GPU, il sistema operativo e l'unità dovrebbero essere ottimizzati. In caso contrario, potrebbe essere il momento di aggiornare il sistema.

Non è possibile attivare DirectStorage in quanto tale, ma è necessario che il sistema sia pronto ad accoglierlo se si desidera utilizzarlo.

Quali giochi supportano DirectStorage

Purtroppo, il fatto che il vostro sistema supporti DirectStorage non significa che funzionerà immediatamente come tale. DirectStorage richiede che gli sviluppatori di giochi lo facciano funzionare.

Il primo gioco a supportare DirectStorage è Forspoken. Luminous Productions ha dichiarato che grazie a questa tecnologia il gioco può caricare le scene in un paio di secondi. Per fare un paragone, la stessa scena richiede oltre 20 secondi per essere caricata su un HDD tradizionale.

Il futuro è sicuramente roseo per i giochi su PC, ma dobbiamo aspettare.

Scritto da Adrian Willings.