Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico.

(Pocket-lint) - Mentre gli smartphone, le case intelligenti e persino i dispositivi indossabili intelligenti stanno diventando sempre più avanzati, sono ancora limitati dal potere. La batteria non avanza da decenni. Ma siamo sullorlo di una rivoluzione del potere.

Le grandi aziende tecnologiche e automobilistiche sono fin troppo consapevoli dei limiti delle batterie agli ioni di litio. Mentre i chip e i sistemi operativi stanno diventando più efficienti per risparmiare energia, stiamo ancora osservando solo un giorno o due di utilizzo di uno smartphone prima di doverlo ricaricare.

Anche se potrebbe volerci del tempo prima di ottenere una settimana di vita dai nostri telefoni, lo sviluppo sta procedendo bene. Abbiamo raccolto tutte le migliori scoperte sulle batterie che potrebbero essere presto disponibili, dalla ricarica via etere alla ricarica super veloce di 30 secondi. Si spera che presto vedrai questa tecnologia nei tuoi gadget.

Marcus Folino/Chalmers University of Technologyle batterie future in arrivo si caricano in pochi secondi negli ultimi mesi e si alimentano via etere foto 25

Le batterie strutturali potrebbero portare a veicoli elettrici superleggeri

La ricerca presso laChalmers University of Technology ha cercato di utilizzare la batteria non solo per lalimentazione, ma come componente strutturale, per molti anni. Il vantaggio che questo offre è che un prodotto può ridurre i componenti strutturali perché la batteria contiene la forza per svolgere quei lavori. Utilizzando la fibra di carbonio come elettrodo negativo mentre il positivo è un fosfato di ferro e litio, lultima batteria ha una rigidità di 25 GPa, anche se cè ancora molta strada da fare per aumentare la capacità energetica.

NAWA Technologiesle batterie future in arrivo si caricano in pochi secondi negli ultimi mesi e si alimentano via etere foto 24

Elettrodo a nanotubi di carbonio allineato verticalmente

NAWA Technologies ha progettato e brevettato un elettrodo di carbonio ultra veloce, che si dice sia un punto di svolta nel mercato delle batterie. Utilizza un design a nanotubi di carbonio allineato verticalmente (VACNT) e NAWA afferma che può aumentare di dieci volte la potenza della batteria, aumentare lo stoccaggio di energia di un fattore tre e aumentare il ciclo di vita di una batteria di cinque volte. Lazienda vede i veicoli elettrici come il principale beneficiario, riducendo limpronta di carbonio e i costi di produzione delle batterie, aumentando al contempo le prestazioni. NAWA afferma che lautonomia di 1000 km potrebbe diventare la norma, con tempi di ricarica ridotti a 5 minuti per arrivare all80%. La tecnologia potrebbe essere in produzione già nel 2023.

Una batteria agli ioni di litio senza cobalto

I ricercatori dellUniversità del Texas hanno sviluppato una batteria agli ioni di litio che non utilizza il cobalto per il suo catodo. Invece è passato a unalta percentuale di nichel (89 per cento) utilizzando manganese e alluminio per gli altri ingredienti. "Il cobalto è il componente meno abbondante e più costoso nei catodi delle batterie", ha affermato il professor Arumugam Manthiram, del Dipartimento di ingegneria meccanica di Walker e direttore del Texas Materials Institute. "E lo stiamo eliminando completamente". Il team afferma di aver superato i problemi comuni con questa soluzione, garantendo una buona durata della batteria e una distribuzione uniforme degli ioni.

SVOLT presenta le batterie senza cobalto per veicoli elettrici

Sebbene le proprietà di riduzione delle emissioni dei veicoli elettrici siano ampiamente accettate, cè ancora controversia sulle batterie, in particolare sulluso di metalli come il cobalto. SVOLT, con sede a Changzhou, in Cina, ha annunciato di aver prodotto batterie prive di cobalto progettate per il mercato dei veicoli elettrici. Oltre a ridurre i metalli delle terre rare, la società afferma che hanno una densità energetica più elevata, che potrebbe comportare unautonomia fino a 800 km (500 miglia) per le auto elettriche, allungando anche la durata della batteria e aumentando la sicurezza. Non sappiamo esattamente dove vedremo queste batterie, ma lazienda ha confermato che sta lavorando con un grande produttore europeo.

Timo Ikonen, University of Eastern FinlandLe batterie del futuro saranno presto disponibili Si caricano in pochi secondi negli ultimi mesi e si alimentano via etere image 1

Un passo avanti verso le batterie agli ioni di litio con anodo di silicio

Cercando di superare il problema del silicio instabile nelle batterie agli ioni di litio, i ricercatori dellUniversità della Finlandia orientale hanno sviluppato un metodo per produrre un anodo ibrido, utilizzando microparticelle di silicio mesoporoso e nanotubi di carbonio. Lobiettivo finale è sostituire la grafite come anodo nelle batterie e utilizzare il silicio, che ha una capacità dieci volte superiore. Lutilizzo di questo materiale ibrido migliora le prestazioni della batteria, mentre il materiale in silicio è prodotto in modo sostenibile dalla cenere di lolla dorzo.

Monash UniversityLe batterie del futuro saranno presto disponibili Si caricano in pochi secondi negli ultimi mesi e si alimentano via etere image 1

Le batterie al litio-zolfo potrebbero superare le prestazioni agli ioni di litio e avere un impatto ambientale inferiore

I ricercatori della Monash University hanno sviluppato una batteria al litio-zolfo in grado di alimentare uno smartphone per 5 giorni, superando le prestazioni degli ioni di litio. I ricercatori hanno fabbricato questa batteria, hanno brevetti e linteresse dei produttori. Il gruppo ha finanziamenti per ulteriori ricerche nel 2020, affermando che la ricerca continua sulle automobili e sulluso della rete continuerà.

Si dice che la nuova tecnologia delle batterie abbia un impatto ambientale inferiore rispetto agli ioni di litio e costi di produzione inferiori, offrendo al contempo la possibilità di alimentare un veicolo per 1000 km (620 miglia) o uno smartphone per 5 giorni.

La batteria di IBM proviene dallacqua di mare e supera le prestazioni agli ioni di litio

IBM Research riferisce di aver scoperto una nuova chimica della batteria che è priva di metalli pesanti come nichel e cobalto e potrebbe potenzialmente superare le prestazioni degli ioni di litio. IBM Research afferma che questa chimica non è mai stata utilizzata in combinazione in una batteria prima e che i materiali possono essere estratti dallacqua di mare.

Le prestazioni della batteria sono promettenti, con IBM Research che afferma che può superare le prestazioni degli ioni di litio in una serie di aree diverse: è più economico da produrre, può caricare più velocemente degli ioni di litio e può contenere sia una maggiore potenza che energia densità. Tutto questo è disponibile in una batteria a bassa infiammabilità degli elettroliti.

IBM Research sottolinea che questi vantaggi renderanno la sua nuova tecnologia della batteria adatta ai veicoli elettrici e sta lavorando con Mercedes-Benz, tra gli altri, per sviluppare questa tecnologia in una batteria commerciale praticabile.

PanasonicLe batterie del futuro in arrivo si caricano in pochi secondi negli ultimi mesi e si alimentano via etere image 21

Sistema di gestione della batteria Panasonic

Mentre le batterie agli ioni di litio sono ovunque e crescono nei casi duso, la gestione di tali batterie, compreso determinare quando tali batterie hanno raggiunto la fine della loro vita, è difficile. Panasonic, in collaborazione con il professor Masahiro Fukui della Ritsumeikan University, ha ideato una nuova tecnologia di gestione della batteria che renderà molto più semplice monitorare le batterie e determinare il valore residuo degli ioni di litio in esse.

Panasonic afferma che la sua nuova tecnologia può essere facilmente applicata con una modifica al sistema di gestione della batteria, che renderà più facile monitorare e valutare le batterie con più celle impilate, il genere di cose che potresti trovare in unauto elettrica. Panasonic che questo sistema aiuterà la spinta verso la sostenibilità essendo in grado di gestire meglio il riutilizzo e il riciclaggio delle batterie agli ioni di litio.

Modulazione della temperatura asimmetrica

La ricerca ha dimostrato un metodo di ricarica che ci avvicina di un passo alla ricarica estremamente rapida - XFC - che mira a fornire 200 miglia di autonomia di unauto elettrica in circa 10 minuti con una ricarica di 400 kW. Uno dei problemi con la ricarica è la placcatura al litio nelle batterie, quindi il metodo di modulazione asimmetrica della temperatura si carica a una temperatura più elevata per ridurre la placcatura, ma limita questo a cicli di 10 minuti, evitando la crescita interfase di elettrolita solido, che può ridurre la durata della batteria. Si dice che il metodo riduca il degrado della batteria consentendo la ricarica XFC.

Pocket-lintLe batterie del futuro saranno presto disponibili Si caricano in pochi secondi negli ultimi mesi e si alimentano via etere image 20

La batteria Sand offre una durata della batteria tre volte maggiore

Questo tipo alternativo di batteria agli ioni di litio utilizza il silicio per ottenere prestazioni tre volte migliori rispetto alle attuali batterie agli ioni di litio in grafite. La batteria è ancora agli ioni di litio come quella del tuo smartphone, ma negli anodi usa silicio al posto della grafite.

Gli scienziati dellUniversità della California Riverside si sono concentrati da tempo sul nano silicio, ma si è degradato troppo rapidamente ed è difficile da produrre in grandi quantità. Usando la sabbia può essere purificato, polverizzato e poi macinato con sale e magnesio prima di essere riscaldato per rimuovere lossigeno con conseguente silicio puro. Questo è poroso e tridimensionale che aiuta nelle prestazioni e, potenzialmente, nella durata delle batterie. Inizialmente abbiamo raccolto questa ricerca nel 2014 e ora sta arrivando a buon fine.

Silanano è una startup di tecnologia delle batterie che sta portando questa tecnica sul mercato e ha visto grandi investimenti da aziende come Daimler e BMW. La società afferma che la sua soluzione può essere inserita nella produzione esistente di batterie agli ioni di litio, quindi è pronta per unimplementazione scalabile, promettendo un aumento delle prestazioni della batteria del 20% ora o del 40% nel prossimo futuro.

Catturare energia dal Wi-Fi

Sebbene la ricarica induttiva wireless sia comune, essere in grado di catturare energia dal Wi-Fi o da altre onde elettromagnetiche rimane una sfida. Un team di ricercatori , tuttavia, ha sviluppato una rectenna (antenna per la raccolta delle onde radio) che pensa solo a diversi atomi, rendendola incredibilmente flessibile.

Lidea è che i dispositivi possano incorporare questa rectenna a base di bisolfuro di molibdeno in modo che lalimentazione CA possa essere raccolta dal Wi-Fi nellaria e convertita in CC, sia per ricaricare una batteria che per alimentare direttamente un dispositivo. Ciò potrebbe vedere pillole mediche alimentate senza la necessità di una batteria interna (più sicura per il paziente) o dispositivi mobili che non devono essere collegati a un alimentatore per ricaricarsi.

Energia raccolta dal proprietario del dispositivo

Potresti essere la fonte di energia per il tuo prossimo dispositivo, se la ricerca sui TENG si concretizza . Un TENG - o nanogeneratore triboelettrico - è una tecnologia di raccolta dellenergia che cattura la corrente elettrica generata attraverso il contatto di due materiali.

Un team di ricerca presso lAdvanced Technology Institute del Surrey e lUniversità del Surrey hanno fornito unidea di come questa tecnologia potrebbe essere messa in atto per alimentare cose come i dispositivi indossabili. Anche se siamo lontani dal vederlo in azione, la ricerca dovrebbe fornire ai progettisti gli strumenti di cui hanno bisogno per comprendere e ottimizzare efficacemente la futura implementazione di TENG.

Batterie a nanofili doro

Grandi menti dellUniversità della California di Irvine hanno batterie a nanocavi rotte che possono resistere a molte ricariche. Il risultato potrebbe essere batterie future che non muoiono.

I nanofili, mille volte più sottili di un capello umano, rappresentano una grande possibilità per le batterie future. Ma si sono sempre rotti durante la ricarica. Questa scoperta utilizza nanofili doro in un elettrolita gel per evitarlo. In effetti, queste batterie sono state testate e si ricaricano oltre 200.000 volte in tre mesi e non hanno mostrato alcun degrado.

Ioni di litio allo stato solido

Le batterie allo stato solido offrono tradizionalmente stabilità ma a scapito delle trasmissioni di elettroliti. Un articolo pubblicato dagli scienziati Toyota scrive sui loro test su una batteria a stato solido che utilizza conduttori superionici solfuro. Tutto questo significa una batteria superiore.

Il risultato è una batteria che può funzionare a livelli di supercondensatori per caricarsi o scaricarsi completamente in soli sette minuti, il che la rende ideale per le auto. Poiché è allo stato solido, significa anche che è molto più stabile e più sicuro delle batterie attuali. Lunità a stato solido dovrebbe anche essere in grado di funzionare fino a meno 30 gradi Celsius e fino a cento.

I materiali elettrolitici pongono ancora sfide, quindi non aspettarti di vederli presto nelle auto, ma è un passo nella giusta direzione verso batterie più sicure e più veloci.

Batterie Grabat al grafene

Le batterie al grafene hanno il potenziale per essere una delle migliori disponibili. Grabat ha sviluppato batterie al grafene che potrebbero offrire alle auto elettriche unautonomia fino a 500 miglia con una carica.

Graphenano , la società dietro lo sviluppo, afferma che le batterie possono essere caricate completamente in pochi minuti e possono caricarsi e scaricarsi 33 volte più velocemente degli ioni di litio. La scarica è fondamentale anche per cose come le auto che richiedono grandi quantità di potenza per partire rapidamente.

Non si sa se le batterie Grabat siano attualmente utilizzate in qualsiasi prodotto, ma lazienda ha batterie disponibili per auto, droni, biciclette e persino per la casa.

Micro supercondensatori realizzati al laser

Rice Univeristyle batterie future in arrivo si caricano in pochi secondi negli ultimi mesi e si alimentano via etere image 13

Gli scienziati della Rice University hanno fatto un passo avanti nei micro-supercondensatori. Attualmente, sono costosi da realizzare ma utilizzano laser che potrebbero presto cambiare.

Utilizzando i laser per masterizzare modelli di elettrodi in fogli di plastica, i costi di produzione e lo sforzo diminuiscono enormemente. Il risultato è una batteria che può caricarsi 50 volte più velocemente delle batterie attuali e scaricarsi anche più lentamente dei supercondensatori attuali. Sono persino resistenti, in grado di funzionare dopo essere stati piegati oltre 10.000 volte durante i test.

Batterie a schiuma

Prieto crede che il futuro delle batterie sia il 3D. Lazienda è riuscita a risolverlo con la sua batteria che utilizza un substrato di schiuma di rame.

Ciò significa che queste batterie non solo saranno più sicure, grazie allassenza di elettrolita infiammabile, ma offriranno anche una durata maggiore, una ricarica più rapida, una densità cinque volte maggiore, saranno più economiche da realizzare e più piccole rispetto alle offerte attuali.

Prieto mira a posizionare prima le sue batterie in piccoli oggetti, come i dispositivi indossabili. Ma dice che le batterie possono essere potenziate in modo da poterle vedere nei telefoni e forse anche nelle auto in futuro.

Carphone Warehousele batterie future in arrivo si caricano in pochi secondi negli ultimi mesi e si alimentano via etere image 10

La batteria pieghevole è simile alla carta ma resistente

La batteria Jenax J.Flex è stata sviluppata per rendere possibili gadget pieghevoli. La batteria simile alla carta può piegarsi ed è impermeabile, il che significa che può essere integrata in indumenti e dispositivi indossabili.

La batteria è già stata creata ed è stata persino testata per la sicurezza, incluso essere piegata oltre 200.000 volte senza perdere prestazioni.

Nick Bilton/The New York Timesle batterie future in arrivo si caricano in pochi secondi negli ultimi mesi e si alimentano via etere image 4

uBeam in carica in aria

uBeam utilizza gli ultrasuoni per trasmettere elettricità. Lenergia viene trasformata in onde sonore, impercettibili per luomo e gli animali, che vengono trasmesse e poi riconvertite in energia quando raggiungono il dispositivo.

Il concetto uBeam è stato scoperto da Meredith Perry, laureata in astrobiologia di 25 anni. Ha fondato lazienda che consentirà di caricare i gadget via etere utilizzando una piastra spessa 5 mm. Questi trasmettitori possono essere fissati alle pareti o trasformati in arte decorativa per trasmettere energia a smartphone e laptop. I gadget hanno solo bisogno di un ricevitore sottile per ricevere la carica.

StoreDotle batterie future in arrivo si caricano in pochi secondi negli ultimi mesi e si alimentano via etere image 9

StoreDot ricarica i cellulari in 30 secondi

StoreDot , start-up nata dal dipartimento di nanotecnologie dellUniversità di Tel Aviv, ha sviluppato il caricatore StoreDot. Funziona con gli smartphone attuali e utilizza semiconduttori biologici costituiti da composti organici presenti in natura noti come peptidi - brevi catene di amminoacidi - che sono gli elementi costitutivi delle proteine.

Il risultato è un caricabatterie in grado di ricaricare gli smartphone in 60 secondi. La batteria comprende "composti organici non infiammabili racchiusi in una struttura di protezione di sicurezza multistrato che impedisce la sovratensione e il riscaldamento", quindi non dovrebbero esserci problemi con lesplosione.

La società ha anche rivelato lintenzione di costruire una batteria per veicoli elettrici che si carica in cinque minuti e offre unautonomia di 300 miglia.

Non si sa quando le batterie StoreDot saranno disponibili su scala globale - ci aspettavamo che arrivassero nel 2017 - ma quando lo faranno ci aspettiamo che diventino incredibilmente popolari.

Pocket-lintle batterie future in arrivo si caricano in pochi secondi negli ultimi mesi e si alimentano via etere image 6

Caricatore solare trasparente

Alcatel ha dimostrato un telefono cellulare con un pannello solare trasparente sullo schermo che consentirebbe agli utenti di caricare il proprio telefono semplicemente posizionandolo al sole.

Sebbene non sia probabile che sia disponibile in commercio per un po di tempo, lazienda spera che risolverà in qualche modo i problemi quotidiani di non avere mai abbastanza batteria. Il telefono funzionerà con la luce solare diretta e con le luci standard, allo stesso modo dei normali pannelli solari.

Phienergyle batterie future in arrivo si caricano in pochi secondi negli ultimi mesi e si alimentano via etere image 7

La batteria alluminio-aria consente di percorrere 1.100 miglia con una carica

Unauto è riuscita a percorrere 1.100 miglia con una singola carica della batteria . Il segreto di questa super gamma è un tipo di tecnologia della batteria chiamata alluminio-aria che utilizza lossigeno dallaria per riempire il suo catodo. Questo lo rende molto più leggero delle batterie agli ioni di litio riempite di liquido per dare allauto una gamma molto più ampia.

Bristol Robotics Laboratoryle batterie future in arrivo si caricano in pochi secondi negli ultimi mesi e si alimentano via etere image 8

Batterie alimentate a urina

La Bill Gates Foundation sta finanziando ulteriori ricerche del Bristol Robotic Laboratory che ha scoperto batterie che possono essere alimentate dallurina . È abbastanza efficiente per caricare uno smartphone che gli scienziati hanno già mostrato. Ma come funziona?

Usando una cella a combustibile microbica, i microrganismi prendono lurina, la scompongono ed emettono elettricità.

Alimentato dal suono

I ricercatori nel Regno Unito hanno costruito un telefono in grado di caricare utilizzando il suono ambientale nellatmosfera circostante.

Lo smartphone è stato costruito utilizzando un principio chiamato effetto piezoelettrico. Sono stati creati nanogeneratori che raccolgono il rumore ambientale e lo convertono in corrente elettrica.

I nanorod rispondono persino alla voce umana, il che significa che gli utenti mobili chiacchieroni potrebbero effettivamente alimentare il proprio telefono mentre parlano.

Ricarica venti volte più veloce, batteria Ryden dual carbon

Power Japan Plus ha già annunciato questa nuova tecnologia della batteria chiamata Ryden dual carbon . Non solo durerà più a lungo e si caricherà più velocemente del litio, ma può essere realizzato utilizzando le stesse fabbriche in cui vengono costruite le batterie al litio.

Le batterie utilizzano materiali in carbonio, il che significa che sono più sostenibili e rispettose dellambiente rispetto alle alternative attuali. Significa anche che le batterie si caricheranno venti volte più velocemente degli ioni di litio. Saranno anche più durevoli, con la capacità di durare fino a 3.000 cicli di carica, inoltre sono più sicuri con minori possibilità di incendio o esplosione.

Batterie agli ioni di sodio

Scienziati in Giappone stanno lavorando su nuovi tipi di batterie che non necessitano di litio come la batteria dello smartphone. Queste nuove batterie utilizzeranno il sodio, uno dei materiali più comuni sul pianeta, piuttosto che il raro litio, e saranno fino a sette volte più efficienti delle batterie convenzionali.

La ricerca sulle batterie agli ioni di sodio va avanti dagli anni 80 nel tentativo di trovare unalternativa più economica al litio. Utilizzando il sale, il sesto elemento più comune sul pianeta, le batterie possono essere rese molto più economiche. La commercializzazione delle batterie dovrebbe iniziare per smartphone, auto e altro nei prossimi 5-10 anni.

Upple batterie future in arrivo si caricano in pochi secondi negli ultimi mesi e si alimentano via etere immagine 5

Caricabatterie per celle a combustibile a idrogeno Up

Il caricabatterie portatile per celle a combustibile a idrogeno Upp è ora disponibile. Usa lidrogeno per alimentare il tuo telefono tenendoti fuori dalla rete e rimanendo rispettoso dellambiente.

Una cella a idrogeno fornirà cinque ricariche complete di un telefono cellulare (capacità di 25 Wh per cella). E lunico sottoprodotto prodotto è il vapore acqueo. Una presa USB di tipo A significa che caricherà la maggior parte dei dispositivi USB con unuscita 5V, 5W, 1000mA.

Batterie con estintore incorporato

Non è raro che le batterie agli ioni di litio si surriscaldino, prendano fuoco e addirittura esplodano. La batteria del Samsung Galaxy Note 7 è un ottimo esempio. I ricercatori delluniversità di Stanford hanno ideato batterie agli ioni di litio con estintori incorporati.

La batteria ha un componente chiamato trifenilfosfato, comunemente usato come ritardante di fiamma in elettronica, aggiunto alle fibre di plastica per aiutare a mantenere separati gli elettrodi positivo e negativo. Se la temperatura della batteria supera i 150 gradi C, le fibre di plastica si sciolgono e viene rilasciata la sostanza chimica trifenilfosfato. La ricerca mostra che questo nuovo metodo può impedire alle batterie di prendere fuoco in 0,4 secondi.

Mike Zimmermanle batterie future in arrivo si caricano in pochi secondi negli ultimi mesi e si alimentano via etere image 16

Batterie che sono al sicuro dalle esplosioni

Le batterie agli ioni di litio hanno uno strato di materiale poroso di elettrolita liquido piuttosto volatile inserito tra gli strati di anodo e catodo. Mike Zimmerman, ricercatore della Tufts University in Massachusetts, ha sviluppato una batteria che ha il doppio della capacità di quelle agli ioni di litio , ma senza i pericoli intrinseci.

La batteria di Zimmerman è incredibilmente sottile, leggermente più spessa di due carte di credito, e sostituisce il liquido elettrolitico con una pellicola di plastica che ha proprietà simili. Può sopportare di essere forato, sminuzzato e può essere esposto al calore poiché non è infiammabile. Cè ancora molta ricerca da fare prima che la tecnologia possa arrivare sul mercato, ma è bello sapere che esistono opzioni più sicure.

Batterie a flusso di liquido

Gli scienziati di Harvard hanno sviluppato una batteria che immagazzina la sua energia in molecole organiche disciolte in acqua a pH neutro. I ricercatori affermano che questo nuovo metodo consentirà alla batteria Flow di durare un tempo eccezionalmente lungo rispetto alle attuali batterie agli ioni di litio.

È improbabile che vedremo la tecnologia negli smartphone e simili, poiché la soluzione liquida associata alle batterie Flow viene conservata in grandi serbatoi, più grandi sono, meglio è. Si pensa che potrebbero essere un modo ideale per immagazzinare lenergia creata da soluzioni di energia rinnovabile come leolico e il solare.

In effetti, la ricerca della Stanford University ha utilizzato il metallo liquido in una batteria a flusso con risultati potenzialmente ottimi, sostenendo il doppio della tensione delle batterie a flusso convenzionali. Il team ha suggerito che questo potrebbe essere un ottimo modo per immagazzinare fonti di energia intermittenti, come leolico o il solare, per un rapido rilascio alla rete su richiesta.

IBM e ETH Zurich e hanno sviluppato una batteria a flusso di liquido molto più piccola che potrebbe essere potenzialmente utilizzata nei dispositivi mobili. Questa nuova batteria afferma di essere in grado non solo di fornire energia ai componenti, ma anche di raffreddarli allo stesso tempo. Le due aziende hanno scoperto due liquidi allaltezza del compito, e verranno utilizzati in un sistema in grado di produrre 1,4 Watt di potenza per cm quadrato, con 1 Watt di potenza riservato allalimentazione della batteria.

Batteria Zap&Go agli ioni di carbonio

ZapGo, azienda con sede a Oxford, ha sviluppato e prodotto la prima batteria agli ioni di carbonio pronta per luso da parte dei consumatori. Una batteria agli ioni di carbonio combina le capacità di ricarica superveloce di un supercondensatore, con le prestazioni di una batteria agli ioni di litio, il tutto essendo completamente riciclabile.

Lazienda dispone di un caricabatterie powerbank che si ricarica completamente in cinque minuti e quindi caricherà completamente uno smartphone in due ore.

Batterie zinco-aria

Gli scienziati dellUniversità di Sydney credono di aver trovato un modo per produrre batterie zinco-aria molto più economico dei metodi attuali. Le batterie zinco-aria possono essere considerate superiori a quelle agli ioni di litio, perché non prendono fuoco. Lunico problema è che si affidano a componenti costosi per funzionare.

Sydney Uni è riuscita a creare una batteria zinco-aria senza la necessità di componenti costosi, ma piuttosto alcune alternative più economiche. Potrebbero essere in arrivo batterie più sicure ed economiche!

Abbigliamento intelligente

I ricercatori dellUniversità del Surrey stanno sviluppando un modo in cui puoi usare i tuoi vestiti come fonte di energia. La batteria è chiamata Nanogeneratori Triboelettrici (TENG), che converte il movimento in energia immagazzinata. Lelettricità accumulata può quindi essere utilizzata per alimentare telefoni cellulari o dispositivi come i fitness tracker Fitbit.

La tecnologia potrebbe essere applicata anche a qualcosa di più del semplice abbigliamento, potrebbe essere integrata nel marciapiede, quindi quando le persone ci camminano costantemente sopra, può immagazzinare elettricità che può quindi essere utilizzata per alimentare i lampioni o nel pneumatico di unauto in modo che possa alimentare unautomobile.

Batterie estensibili

Gli ingegneri dellUniversità della California a San Diego hanno sviluppato una cella a biocombustibile estensibile in grado di generare elettricità dal sudore. Si dice che lenergia generata sia sufficiente per alimentare LED e radio Bluetooth, il che significa che un giorno potrebbe alimentare dispositivi indossabili come smartwatch e fitness tracker.

La batteria al grafene di Samsung

Samsung è riuscita a sviluppare "sfere di grafene" in grado di aumentare la capacità delle sue attuali batterie agli ioni di litio del 45% e di ricaricarsi cinque volte più velocemente delle attuali batterie. Per contestualizzare, Samsung afferma che la sua nuova batteria a base di grafene può essere ricaricata completamente in 12 minuti, rispetto a circa unora per lunità attuale.

Samsung dice anche che ha usi oltre gli smartphone, dicendo che potrebbe essere usato per i veicoli elettrici in quanto può resistere a temperature fino a 60 gradi Celsius.

Ricarica più sicura e veloce delle attuali batterie agli ioni di litio

Gli scienziati della WMG dellUniversità di Warwick hanno sviluppato una nuova tecnologia che consente di caricare le attuali batterie agli ioni di litio fino a cinque volte più velocemente rispetto ai limiti attualmente raccomandati. La tecnologia misura costantemente la temperatura della batteria in modo molto più preciso rispetto ai metodi attuali.

Gli scienziati hanno scoperto che le batterie attuali possono infatti essere spinte oltre i limiti raccomandati senza influire sulle prestazioni o surriscaldarsi. Forse non abbiamo bisogno di nessuna delle altre batterie nuove menzionate!

Scritto da Chris Hall.