Pocket-lint è supportato dai suoi lettori. Quando acquisti tramite i link sul nostro sito, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Scopri di più

Questa pagina è stata tradotta utilizzando l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico prima di essere revisionata da un redattore umano nella vostra lingua madre.

(Pocket-lint) - Lacquisizione di Fitbit da parte di Google è stata approvata dallUE dopo essere stata chiamata per le indagini ad agosto . Tuttavia, ha ancora bisogno dellapprovazione degli Stati Uniti per concludere laccordo, e questa potrebbe essere una sfida dato che Google sta attualmente affrontando problemi legali negli Stati Uniti.

LUE afferma che "loperazione proposta porta a sovrapposizioni orizzontali molto limitate tra le attività di Google e Fitbit".

Per ottenere lapprovazione, Google ha dovuto promettere di non utilizzare i dati sanitari di Fitbit per scopi pubblicitari, contrariamente alla sua posizione su altri prodotti.

Per almeno un decennio, Google dovrà mantenere Fitbit completamente separato dalle sue attività pubblicitarie e gli utenti dellUE potranno interrompere lintegrazione con altri servizi Google se lo desiderano, inclusi Maps e Assistant, ad esempio.

Miglior Garmin 2022: classifica dei migliori orologi sportivi Garmin GPS, smartwatch e activity tracker

Google dovrà anche continuare a concedere ad altri produttori di dispositivi indossabili laccesso aperto ad Android.

Il vicepresidente esecutivo dellUE, Margrethe Vestager, ha dichiarato: "Possiamo approvare la proposta di acquisizione di Fitbit da parte di Google perché gli impegni garantiranno che il mercato dei dispositivi indossabili e il nascente spazio della salute digitale rimarranno aperti e competitivi.

"Gli impegni determineranno come Google può utilizzare i dati raccolti per scopi pubblicitari, come sarà salvaguardata linteroperabilità tra dispositivi indossabili concorrenti e Android e come gli utenti possono continuare a condividere i dati sulla salute e sul fitness, se lo desiderano".

Scritto da Dan Grabham.